GDO News
Nessun commento

Per chi vende vino grande opportunità: Amazon apre lo store on line curato da Vinitaly Wine Club

amazonwine44_616

In occasione della 50ª edizione di Vinitaly, il salone internazionale dei vini e dei distillati, Amazon.it annuncia l’apertura del nuovo store dedicato al vino italiano nato in collaborazione con Vinitaly Wine Club, l’e-commerce del vino italiano di Vinitaly.
A partire dal 4 aprile, l’offerta di vini su Amazon.it si arricchirà di nuove etichette vinicole Made in Italy, provenienti da tutte le regioni d’Italia, selezionate e vendute da Vinitaly Wine Club sul Marketplace di Amazon.it.
I clienti di Amazon.it potranno ricevere il proprio vino preferito in 24/48 ore in tutta Italia scegliendo tra prodotti di oltre 500 cantine, più di 300 denominazioni e oltre 700 vini.
Gli estimatori del settore avranno la possibilità di ricercare, scoprire e acquistare con pochi click le etichette a disposizione, affinando la ricerca in base ad Aromi, Abbinamenti, Regioni di provenienza , tipologia (bianco, rosso, spumante, rosé o dolce), premi insigniti dalle maggiori guide enologiche italiane, oppure ancora seguendo i suggerimenti di Vinitaly Wine Club, come ad esempio: i Grandi Vini Italiani, i migliori vini premiati sotto i 20€, i Prosecco Di Conegliano Valdobbiadene, la Selezione Brunello di Montalcino DOCG, i Vini rossi Super Tuscan, i Vini rossi e bianchi sotto i €10 e molto altro. Ogni settimana i clienti di Amazon.it potranno approfittare di offerte esclusive su una selezione di etichette.

Grazie a questo nuovo store online, i produttori che collaborano con Vinitaly Wine Club potranno ampliare la propria visibilità e raggiungere nuovi clienti, vendendo i propri vini sul marketplace di Amazon.it.

Dati dell'autore:
Ha scritto 186 articoli
Italo Gherardi

Dottore in Economia e Commercio, esperto di grande distribuzione e finanza della GDO. Dopo aver ricoperto per anni ruoli dirigenziali in ambito bancario ha concentrato la sua attività nella consulenza alla grande distribuzione rivolta alla analisi della solvibilità delle aziende.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su