GDO News
Nessun commento

Sempre meno carne nel piatto. E si compra al supermercato

carne spreco

La carne si acquista in macelleria o al supermercato? In Germania le macellerie sono sparite e bistecche e salsicce si acquistano al supermercato. In Italia invece tre famiglie su dieci vanno ancora in macelleria. La maggioranza, il 70%, sceglie costate e hamburger nei banconi refrigerati dei supermercati.

Vince la grande distribuzione

“Le macellerie stanno perdendo terreno rispetto alla grande distribuzione organizzata – sostiene Francois Tomei, direttore di Assocarni – anche se l’Italia è ancora tra i Paesi con una buona rete di piccoli esercizi al dettaglio per la vendita di carni”. Gli italiani consumano in media 140 grammi alla settimana di carne rossa. E nel piatto molto spesso trovano carni bovine francesi: i transalpini sono leader europei nell’export di carne rossa e bovini da allevamento. In un mercato così competitivo, e con un consumo pro-capite che si attesta ad appena 19 chilogrammi l’anno, i macellai si sono dovuti posizionare in una fascia di mercato di alta qualità. Mentre i supermercati offrono, mediamente, un prodotto più attento al prezzo.

Consumi in retromarcia

Negli ultimi anni però i consumi di carni rosse sono in picchiata. E’ in atto un cambiamento degli stili alimentari degli italiani: privilegiano il consumo di frutta, verdura e pesce a danno delle carni rosse (specie suine) e dei salumi. Tengono invece le carni bianche. Secondo Ismea, nei primi 9 mesi del 2015 le vendite al dettaglio di carne bovina sono arretrate in valore di circa il 6%, replicando il pesante bilancio del 2014 (-5,8%), e quella suina ha accelera la caduta con un -7,7% (era di -2,5 punti percentuali nel 2014).

[Via IlSole24Ore]

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su