GDO News
Nessun commento

Città in deflazione, la palma del risparmio va a Bari

deflazione

Bari è la città dove i prezzi sono calati maggiormente e – se si guarda all’effetto sul portafoglio delle famiglie – la deflazione ha portato un beneficio di oltre 318 euro a famiglia. E’ la classifica, stilata dall’Unione Nazionale Consumatori, dei capoluoghi di regione dove, grazie alla deflazione, si risparmia di più. Una situazione combattuta ampiamente dalle Banche centrali, perché sinonimo di stagnazione economica e futuro aggravamento della crisi, ma che limitatamente all’ottica del consumatore può portare benefici di breve periodo.

La palma del risparmio spetta dunque a Bari, dove l’abbassamento dei prezzi dello 0,9% consente ad una famiglia di 4 persone di risparmiare 318 euro su base annua, in termini di riduzione del costo della vita. Al secondo posto Potenza, con una minor spesa di 293 euro di spesa. Semaforo verde anche per Torino, dove una famiglia di 4 persone risparmierà 222 euro. La città più cara d’Italia si conferma Bolzano, dove l’inflazione dello 0,3% si traduce in un aggravio di spesa, sempre per una famiglia di 4 persone, pari a 167 euro su base annua. Seguono, come capoluoghi di regione, sempre in termini di aumento del costo della vita, Trento, dove l’inflazione dello 0,3% si traduce in un aumento del costo della vita pari a 139 euro e Bologna (inflazione +0,2%, + 96 euro). Solo 6 capoluoghi di regione, comunque, registrano un aumento dei prezzi. Tra la città più cara, Bolzano, e quella meno cara, Bari, si determina una differenza, in termini di spesa, pari a 485 euro (318+ 167).

deflaz citta

 

[Via Repubblica]

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su