GDO News
Per pubblicità chiama lo 02/006.444.15 o scrivi a clienti@gdonews.it
1 commento

E se St. Patrick’s Day diventasse una ricorrenza?

stpatric

Comincia il conto alla rovescia per la festività irlandese ormai nota e partecipata in tutto il mondo: Paddy’s Day ovvero la festa di San Patrizio il 17 Marzo e vista la popolarità che sta assumendo di anno in anno, ci chiediamo se non possa diventare una ricorrenza.

E’ la festa delle Stout, delle Red Ale, delle Porter ma anche delle piccole artigianali e il consumo di birra è in crescita soprattutto per i micro-birrifici. Grazie anche ai piccoli specializzati che, per passione, in questi anni hanno molto investito in energie e assortimenti per fare cultura del prodotto, siamo arrivati oggi a una crescita inimmaginabile. Sono, infatti, più che raddoppiati le aziende e gli stabilimenti produttivi dal 2009 al 2014 (ultimo dato disponibile dalla produzione).

aziende di produzione 2014

aziende di produzione 2014

birrifici attivi 2014

birrifici attivi 2014

microbirrifici attivi nel 2014

microbirrifici attivi nel 2014

crescita del settore produttivo birre 2009-2014

crescita del settore produttivo birre 2009-2014

La ricaduta è stata favorevole per la GDO, dove da anni imperavano poche pils nazionali e qualche straniera, trainata da pubblicità giovani e accattivanti. Oggi stiamo assistendo ad una trasformazione degli scaffali con birre e ad assortimenti sempre più popolati da birre di diverse provenienze e soprattutto da specialità e produzioni artigianali di micro-birrifici.
Se aggiungiamo a questo, che il consumo della birra in Italia è sensibilmente più alto in casa rispetto al fuori casa 60-40, abbiamo tutte le motivazioni per poter pensare ad eventi che facciano da traino al comparto, con effetto domino visto che a differenza poi delle classiche ricorrenze, vive nel continuativo. Rispetto all’effetto one-shot, per es. di San Valentino o Halloween o dell’uber alles Natale-panettone, con prodotti dedicati e nessuna rivendibilità successiva, a meno di una destagionalizzazione brillante come Kinder con le uova di cioccolato.

Così perché non pensare di aggiungere qualche birra artigianale in più, agganciare qualche specialità alimentare, un paio di gadget, negli Iper, dagli spazi più ampi, uno showcooking o qualche assaggio e farne un vero evento ancor più efficace di una promozione dedicata?
Lo stesso varrebbe per L’Oktoberfest, ma qui il gioco è un po’ più semplice. Essendo da metà settembre alla prima domenica di Ottobre, visto il carico estivo degli scaffali e dei prodotti aggiuntivi stagionali, l’occasione è ghiotta soprattutto per diminuire le scorte esistenti.

Un’idea da non sottovalutare che potrebbe rivelarsi interessante per i clienti e differenziare dai competitors un po’ più lunghi ai cambiamenti.
Slainté (alla salute!) come direbbero in Irlanda.

Dati dell'autore:
Ha scritto 143 articoli
Diana Scanferla

E' un manager della GDO esperta nei settori Freschi e Surgelati. Nella sua esperienza professionale ha conosciuto sia il mondo dell’Industria dove ha mosso i primi passi che dalla GDO dove ha sempre lavorato. E’ un category manager moderno molto attento alle vendite oltreche agli acquisti.

Q COMMENTO
  1. giulio

    Perché non preferire l’holi festival?
    È sempre a marzo ma è molto più divertente, colorato e coinvolgente.
    P.S. Comunque mi pare che l’interesse della GDO italiana per la festa di San Patrizio sia praticamente pari a zero. Sono i pub che stano cercando di trasformarlo in un nuovo halloween. Ma da soli non c’è la faranno mai. Servono anche i media e la gdo.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su