GDO News
Nessun commento

Problemi per Tesco: viola codice fornitori con ritardi nei pagamenti. Quando il regolatore fa il suo mestiere

tesco_vac

Tesco ha irragionevolmente ritardato i pagamenti ai fornitori e deve “attuare significativi cambiamenti”. Così The Groceries Code Adjudicator, l’autorità di vigilanza inglese che vigila sui rapporti tra supermercati e fornitori, ha certificato, in seguito a un anno di investigazioni riguardo le pratiche di pagamento della catena, che il colosso posticipava il pagamento ai fornitori per falsare i profitti.

Tesco ha “seriamente violato” il codice di comportamento dei fornitori di generi alimentari, ha dichiarato Christine Tacon, responsabile del GCA per il settore dei generi alimentari, aggiungendo che Tesco ha “agito irragionevolmente quando ha ritardato i pagamenti ai fornitori, spesso per lunghi periodi di tempo”. L’autorità richiesto all’azienda inglese di smettere decidere unilateralmente l’importo dovuto per le merci fornite, permettendo ai fornitori fornire la propria versione dei fatti. Inoltre, Tesco dovrà correggere gli errori di prezzo entro sette giorni dalla notifica da un fornitore e migliorare le pratiche di fatturazione. Entro quattro settimane dovranno essere messe in atto le linee guida per attuare le raccomandazioni.

Immediato il mea culpa della società che accettato le conclusioni dell’indagine, sottolineando che “continuerà a collaborare con i fornitori per costruire un rapporto di fiducia”. Atteggiamento che visto dal nostro paese appare sorprendente.

“L’attenzione assoluta su margine operativo ha avuto conseguenze dannose per il business e il nostro rapporto con i fornitori. Questo ora è cambiato radicalmente”, ha fatto sapere l’AD Dave Lewis in un comunicato. “Ci dispiace ” che le pratiche siano state contrassegnate come “insostenibili e dannose per i nostri fornitori”.

[Via Monitorimmobiliare]

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su