GDO News
Per pubblicità chiama lo 02/006.444.15 o scrivi a clienti@gdonews.it
Nessun commento

Insolite primizie in casa Lunelli

gruppo lunelli

Il Gruppo Lunelli continua la sua avanzata con l’ultimo prodotto che dà il via a una nuova divisione, è stato infatti presentato a Milano Ulidea, il dressing a base di olive nere frammentate nato dalla collaborazione tra Agraria Riva del Garda e Locanda Margon, su ricetta dello chef Alfio Ghezzi.

Ferrari nata ai primi del 900 è già leader del brindisi italiano di qualità negli anni ’70. La famiglia Lunelli ne è alla guida dagli anni ’50 e dopo il consolidamento della posizione di prestigio in Italia e all’estero, comincia a perseguire la linea della diversificazione (sono gli anni ’80) con altre produzioni che ne condividessero i valori di fondo – altissima qualità, ricercatezza e forte legame con il proprio territorio – per costituire quello che è oggi un gruppo dell’eccellenza del bere. Il Gruppo Lunelli vede quindi a fianco del Ferrari, l’acqua Surgiva, un marchio storico della grappa come Segnana, i vini trentini Lunelli, gli umbri della Tenuta Castelbuono ed i toscani della Tenuta Podernovo. Quest’ultima ospita, nei pressi della Cantina, immerso nello splendido vigneto, il Casale Podernovo: dieci appartamenti dotati di ogni comfort ricavati in edifici rustici, per godere a fondo della Toscana più bella. Entra inoltre, nel mondo della ristorazione con Locanda Margon cui affida allo chef Alfio Ghezzi la cucina. Anche questa scelta si rivelerà di successo con la conquista della prima stella Michelin, prestigioso riconoscimento internazionale.
Il 2014 vede l’ingresso del Gruppo nella Holding Eataly e l’acquisizione molto importante (al 50%) di Bisol, azienda di Vadobbiadene leader nel Prosecco (business in pieno boom che raggiunge, nel 2013, i 300 milioni di bottiglie).
La Lunelli dimostra così di sapersi migliorare costantemente, trasformando un’azienda vitivinicola in un grande gruppo in continua ascesa. Nel 2014 il Gruppo ha realizzato ricavi per 58,4 milioni, +6%. Stabili le vendite all’estero che vedono una crescita negli US ma anche mancate vendite tra Russia e Cina.
Un modello di successo che ci piace sottolineare ad esempio per tutte quelle aziende che, pur volendo mantenere una profonda cultura di qualità e di tradizione, ricercano sviluppo, i grandi numeri e risultati.

ferrari

Dall’azienda fanno sapere che “ Ulidea, “il piacere in frammenti” è un prodotto gastronomico di altissima qualità a base di olive nere frammentate del Garda Trentino. Per realizzarlo, Agraria e Locanda Margon hanno messo a punto un innovativo procedimento che consente una lieve essiccatura di olive finemente frammentate. Ne deriva un prodotto raffinato, che permette di mantenere un retrogusto piacevolmente amaro, capace di rinnovare il sapore dei migliori piatti della cultura gastronomica internazionale e si propone come nuovo ambasciatore per l’eccellenza regionale.”

Abbiamo da sempre un profondo legame con il Trentino che, con la sua agricoltura di montagna, sa creare prodotti unici. – dichiara Matteo Lunelli, amministratore delegato del Gruppo Lunelli – Siamo quindi particolarmente lieti che Locanda Margon abbia realizzato questo progetto con Agraria, una realtà che da anni è espressione dell’eccellenza del nostro territorio.”

Abbiamo scelto la Milano dell’Expo per portare sul mercato un prodotto di nicchia di grande qualità – commenta Giorgio Planchenstainer, Presidente di Agraria Riva del Garda – ricorre quest’anno il 50º anniversario del nostro frantoio e per l’occasione abbiamo voluto compiere un ulteriore passo nella collaborazione sempre più strategica che ci lega alla Locanda Margon. Grazie ad imprenditori come i Lunelli che nello spirito di Gilback pongono la propria leadership di mercato al servizio di un micro produttore di comunità forte comunque di 360 soci, ci auguriamo di fare di Ulidea un nuovo importante ambasciatore dell’eccellenza trentina nell’alta ristorazione internazionale“.

Ulidea é un prodotto semplice ma accurato, ideale per chi ama una cucina salutare, in armonia con il territorio e ricca di gusto e sapore“. – racconta Alfio Ghezzi, che ha appreso dal maestro Gualtiero Marchesi uno stile di cucina basato sul rigore formale, sull’essenzialità e sull’equilibrio.

Agraria Riva del Garda rappresenta il 65% circa della produzione di olio di oliva del Garda Trentino e controlla 85.000 olivi su 270 ettari. Il Frantoio lavora annualmente dai 6.000 agli 8.500 quintali di olive per produrre dai 1.200 ai 1.400 quintali di olio extravergine, di cui 150/200 quintali sono certificati con la DOP Garda Trentino e circa 30 quintali con il Biologico. Il ciclo di lavorazione del frantoio è di tipo continuo a tre fasi e partitario: ogni partita di olive è frantoiata singolarmente in modo da ottenere solo l’olio prodotto da essa, separandolo dalle precedenti e dalle successive partite di olive. L’estrazione dell’olio avviene a freddo, ovvero a temperature inferiori a 27ºC. La società Cooperativa Agraria di Riva del Garda è stata scelta dalla Provincia Autonoma di Trento come azienda di riferimento per l’olivicoltura.

Lunelli, Planchenstainer, Ghezzi, Bisol

Lunelli, Planchenstainer, Ghezzi, Bisol

ulidea

 

Dati dell'autore:
Ha scritto 143 articoli
Diana Scanferla

E' un manager della GDO esperta nei settori Freschi e Surgelati. Nella sua esperienza professionale ha conosciuto sia il mondo dell’Industria dove ha mosso i primi passi che dalla GDO dove ha sempre lavorato. E’ un category manager moderno molto attento alle vendite oltreche agli acquisti.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su