GDO News
Per pubblicità chiama lo 02/006.444.15 o scrivi a clienti@gdonews.it
Nessun commento

Pagamenti elettronici: nel 2014 sono cresciuti del 6,5%

carte

Continua la progressiva crescita della diffusione delle carte, sostenuta dall’ulteriore diffusione di carte prepagate e ricaricabili – che segnano un aumento di oltre il 13%. Prosegue anche la crescita dei pagamenti elettronici che in Italia nel 2014 sono aumentati del 6,5% rispetto al più 5,4% dell’anno precedente. “Il 2014 ha riconfermato il trend di costante crescita della diffusione degli strumenti di pagamento alternativi al contante, sia in termini di volumi che di numero di transazioni”. Lo evidenzia l’Osservatorio sulle carte di credito di Assofin, Crif e GfK.
C’è una crescita, anche se meno sostenuta, del volume complessivo delle transazioni effettuate (+3.7%). Allo stesso tempo si registra una diminuzione dell’importo medio transato annuo, pari a 1.860 euro, rispetto ai 1.911 euro del 2013 (-3%), che conferma il trend di riduzione iniziato nel 2011.
Nel 2014 il numero di carte di credito in circolazione continua a diminuire (meno 3,5%) e questo viene spiegato dall’Osservatorio con le politiche di razionalizzazione dell’offerta; si conferma però la crescita del numero di transazioni con carta di credito (+9.6%), iniziata nel 2013 dopo il calo di oltre otto punti percentuali del 2012. Il valore medio delle transazioni fatte con carta di credito è di 84 euro, in calo rispetto al 2013. “Questa continua riduzione evidenzia come in Italia l’utilizzo degli strumenti elettronici si stia diffondendo anche per acquisti di medio-basso valore, il che favorisce una maggiore trasparenza nei consumi”, dice l’Osservatorio.
Continua a crescere (più 5,1%) anche il numero di carte di debito in circolazione mentre il valore medio delle transazioni è stabile sui 64 euro. Il 2014 è caratterizzato soprattutto da un aumento consistente delle carte prepagate la cui diffusione aumenta del 13,9% rispetto al 2013. Questo si accompagna anche alla crescita nell’utilizzo, con un +19.4% del numero di transazioni e un +14.8% del valore delle operazioni. Risulta in aumento anche il numero medio di operazioni per singola carta (+4.9% sul 2013), mentre diminuisce l’importo medio delle transazioni (-3.9%), assestatosi a 46 euro contro i 48 euro del 2013 e i 53 euro del 2012. “Questo dato può essere spiegato dalla nuova abitudine da parte degli italiani di usare la moneta elettronica anche per l’acquisto di beni di importo più contenuto”, sottolinea l’Osservatorio.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su