GDO News
Nessun commento

Alla Callipo il rating1 da Cribis D&B

callipo

La Giacinto Callipo Conserve Alimentari SpA, azienda calabrese da oltre cento anni specializzata nella produzione di tonno e conserve ittiche di alta qualità, ha ricevuto nei giorni scorsi il prestigioso riconoscimento RATING 1 da CRIBIS D&B.
Il Rating 1 è il massimo livello di valutazione della solidità finanziaria di un’azienda ed è rilasciato solo ed esclusivamente ad imprese che mantengono costante un’elevata affidabilità economico-finanziaria e la puntualità nei pagamenti.
L’importante attestato è stato consegnato nei giorni scorsi a Giacinto Callipo (quinta generazione della famiglia), presso lo stabilimento di produzione, da Luca Torre – Area Manager di Cribis, e da Attilio Fiorillo – Sales Consultant di Cribis.
“E’ la seconda volta che riceviamo questo attestato”, dichiara Pippo Callipo, Amministratore Unico della Callipo, “che ci riempie di soddisfazione perché conferma la sana gestione finanziaria e manageriale della nostra azienda. Il riconoscimento ha, inoltre, un valore maggiore se si considera l’attuale scenario in cui versa l’economia italiana e, soprattutto, le difficoltà ad operare in una terra particolarmente problematica come quella di Calabria. Da oltre 100 anni, infatti, manteniamo la nostra produzione completamente in Italia riuscendo, inoltre, a diversificare la nostra attività, creando nuove aziende e, quindi, nuove opportunità di sviluppo per la nostra regione”.
Cribis D&B è una società del Gruppo Crif specializzata nella fornitura di informazioni economiche, credit scoring e soluzioni per le decisioni di business. Raccoglie, inoltre, milioni di esperienze di pagamento, al fine di rilevare le abitudini delle aziende italiane ed estere nei confronti dei propri fornitori. CRIF Rating Agency, è la prima agenzia di rating italiana ad emettere rating regolamentari e riconosciuti a livello europeo, avendo ottenuto la registrazione come Credit Rating Agency da Consob – Autorità Competente per l’Italia – e da ESMA – la nuova Autorità Europea per i mercati finanziari.

Tagged with:

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su