GDO News
Nessun commento

Tesco: la ristrutturazione comincia a dare i suoi frutti, ma continuano le perdite

Tesco

Il principale retailer d’Inghilterra ha espresso una performance migliore del previsto per il primo trimestre, segno che il piano di ristrutturazione sta iniziando a dare i suoi frutti. Tesco ha riportato che nell’ultimo trimestre le vendite a parità di store nel Regno Unito, escludendo i carburanti, hanno avuto un calo dell’1,3% rispetto allo scorso anno, battendo la stima del -2,3% prevista dagli analisti di Barclays. Le vendite internazionali sono scese dell’1%, lasciando la società con un calo complessivo dell’1,3%.

“Per la salute di Tesco sul lungo periodo ciò che importa è la Gran Bretagna, e qui ha presentato un andamento notevole”, ha commentato John Kershaw, analista di Exane Bnp Paribas , “sta evidentemente guadagnando il favore dei consumatori”. Infatti, i volumi in Gran Bretagna sono aumentati dell’1,4%, e per Tesco si tratta di 180 mila clienti in più che fanno la spesa presso i suoi punti vendita.

Sotto la guida del nuovo ceo, Dave Lewis, il gruppo si è impegnato per recuperare dal periodo di crollo delle vendite che ha colpito duramente l’utile, quando la reputazione della società è stata macchiata da uno scandalo su irregolarità contabili. Ad aprile Tesco ha registrato la più ripida perdita annuale della sua storia a fronte di una serie di cambiamenti, rappresentando così l’anno più burrascoso della sua storia lunga quasi un secolo.

Ma Tesco ha annunciato che potrebbe aver voltato pagina. “I nostri risultati per il primo trimestre rappresentano un altro passo nella giusta direzione”, ha detto Lewis alla stampa. “Chiaramente i clienti stanno notando che stiamo investendo nell’offerta”. Nel trimestre la società ha ridotto i prezzi su più di 300 articoli e ha ridotto il numero di corsie negli store del 20%, al fine di semplificare l’offerta e fare spazio ai prodotti più popolari. Guardando al futuro, Lewis ha fatto sapere che prevede deflazione sul breve periodo e ha segnalato “la presenza ancora di molta volatilità, in un momento in cui Tesco sta facendo molte modifiche all’attività”.

In Asia, ha realizzato un calo del 3% nelle vendite a parità di store poiché i due principali mercati, Corea e Thailandia, hanno visto una flessione rispettivamente oltre il 3% e del 2%. Tuttavia, il retailer non ha fornito alcun aggiornamento sulla vendita in corso di Dunnhumby, l’unità dati del gruppo, o sull’eventuale vendita dell’attività in Corea del Sud. “Quando avremo qualcosa di più definitivo da condividere, lo faremo ma non ci faremo trascinare nelle congetture”, ha puntualizzato Lewis.
Nella contrattazione di questa mattina il titolo era intorno a un +2%.

Tagged with:

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su