GDO News
Nessun commento

Negli Usa il 99% dei formaggi italiani è falso

contraffazione

Negli Stati Uniti “il 99% dei formaggi di tipo italiano sono ‘tarocchi’ nonostante il nome richiami esplicitamente le specialità casearie più note, dalla mozzarella alla ricotta, dal provolone all’asiago, dal pecorino romano al grana padano, fino al gorgonzola”. Lo sostiene la Coldiretti sulla base di uno studio presentato al primo “cheese test tra falso e vero Made in Italy” nella Giornata del latte promossa da Expo 2015 e dal ministero delle politiche agricole.

“La produzione di imitazioni dei formaggi italiani – sottolinea l’organizzazione agricola – nel 2014 ha raggiunto negli Usa il quantitativo record di quasi 2.228 milioni di chili, con una crescita esponenziale negli ultimi 30 anni, tanto da aver superato addirittura la stessa produzione di formaggi americani come Cheddar, Colby, Monterrey e Jack, che nello stesso anno è stata pari a 2.040 milioni di chili. Tra i formaggi italiani Made in Usa più gettonati ci sono la mozzarella (79%), il provolone (7%) e il parmesan (6%), con quasi due terzi della produzione realizzata in California e Wisconsin, mentre lo Stato di New York si colloca al terzo posto”.

“Uno scippo – aggiunge la Coldiretti – che riguarda anche denominazioni tutelate dall’Unione europea, con la produzione di Parmesan statunitense che ha raggiunto i 144 milioni di chili, circa la metà di quello originale realizzata in Italia. Le esportazioni di formaggi italiani originali si sono invece fermate nel 2014 a circa 28 milioni di chili, in calo del 6% rispetto all’anno prima, anche a causa della concorrenza sleale delle imitazioni”.

Tagged with: ,

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su