GDO News
Nessun commento

Nuovi metodi per acquisire più clienti: la pubblicità è sempre più evoluta. La GDO è a portata di mano

video

Ogni azienda che si rispetti inizia l’anno con quello che viene definito un target, un obiettivo. Il target è di fatto un numero, il fatturato a cui si ambisce per l’anno che è appena iniziato e che è il frutto, nelle singole strategie dell’impresa, di ciò che è stato costruito in termini di marketing e trade marketing nell’anno appena trascorso e che deve essere realizzato in fatturato nel presente 2015. Spesso il target si ottiene sia attraverso l’aumento del fatturato per singolo cliente, ma spesso si deve ottenere attraverso l’aumento della clientela a portafoglio. Noi di GDONews, quest’anno, abbiamo deciso di supportare tutti voi, la Business Community, con alcuni servizi altamente professionali in grado di dare un sostanziale aiuto per conseguire i vostri obiettivi (target).

Per farlo è necessario prima di tutto mostrarvi cosa sta succedendo nel mondo, in quello del Web Marketing per quello che mi riguarda, in termini di evoluzione tecnologica, ovvero quali ulteriori strumenti sono stati trovati per comunicare meglio, con più efficacia e con meno costi. Chi legge deve sapere che il denaro investito in pubblicità oggi ha più certezze rispetto al passato. Una volta, infatti, una azienda spendeva migliaia di euro per uno spazio su una pagina di una rivista, o una pubblicità in televisione (questa spesso efficace ma costosissima) e non sapeva quantificare il ritorno, non tanto in termini economici (non è così immediato) ma soprattutto in termini di efficacia dell’obiettivo, che si traduce nell’avere conoscenza di chi ha ricevuto il messaggio che ho inviato. Da qualche anno internet ha rivoluzionato il sistema. Oggi si ha una chiara idea di chi ha letto il tuo messaggio. Inoltre ogni anno si hanno sempre più definiti strumenti per dare al messaggio più completezza possibile, per essere più preciso possibile.

Mark Zuckerberg, quello di Facebook, ancora una volta ha portato una novità che è destinata a rivoluzionare il mondo della pubblicità. Già da qualche mese infatti Facebook ci ha abituati ai suoi video auto-play, cioè che partono da soli scorrendo la time line (ed in modalità silenziosa!). Quando i filmati pubblicitari sbarcheranno su Facebook il fenomeno avrà caratteri devastanti. Per tale ragione anche Twitter si è mossa sul fronte dei video, infatti i “cinguettii” potrebbero non bastare più tra qualche mese. La vera battaglia è sulle visualizzazioni dei video.

Noi di GDONews quando veniamo contattati per fare attività pubblicitaria consigliamo sempre di mettere dei video che raccontino meglio possibile il messaggio oggetto della comunicazione. Non siamo Facebook e non abbiamo ancora l’auto play che si attiva con lo scroll ma abbiamo un pubblico di professionisti che sono curiosi di verificare dalla propria scrivania ciò che c’è di nuovo dal mercato. Spesso non troviamo le aziende che stanno investendo pronte sul fronte dei video, nonostante il prezzo del redazionale non cambi in presenza del video o meno. La comunicazione on line è una frontiera che deve essere sfruttata al meglio, in tutte le sue vaste capacità. Comunicare al mercato significa mandare un messaggio carico di emozione, capace di generarne di ulteriore. Un articolo scritto, di per se, ha limiti oggettivi, ma se integrato alla musica (se ascoltabile) ed alle immagini acquista volumetricità, è in grado di arrivare in maniera profonda nella testa di chi deve ricevere il messaggio. Zuckerberg ha segnato una svolta, è un leader straordinario nel mondo della comunicazione on line, ed ha traccito ancora una volta la via da seguire.

 

 

 

 

 

Dati dell'autore:
Ha scritto 517 articoli
Dott. Alessandro Foroni

Esperto di sociologia, organizza reti vendita e merchandising a livello nazionale, prepara i funzionari alla negoziazione con il trade.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su