GDO News
Nessun commento

La BCE allo studio di un cambio epocale per il ricorso al Credito: forse le aziende italiane potranno ricominciare a respirare.

bce

In questi giorni in Europa verranno prese delle decisioni importanti sulle politiche economiche e finanziarie degli Stati membri dei prossimi anni. Forse, se verranno prese in termini positivi queste decisioni, anche il sistema economico del nostro Paese (quindi le aziende) avranno un beneficio non indifferente. Oggi uno dei principali problemi della nostra economia è quello del ricorso al Credito. Quante aziende nel mondo GDO sono andate in difficoltà per questa ragione? Moltissime, e molte sono purtroppo fallite. Le regole di Basilea 1,2 e poi 3 purtroppo si conoscevano in tempi non sospetti e molti operatori finanziari (tra cui lo scrivente) scrissero, spiegarono a chi non voleva ascoltare, nel principio degli anni 2000, che il mondo sarebbe cambiato da lì a poco, ma nessuno ci credeva. Oggi dopo diversi anni di profonda crisi, attualmente più dell'Europa del sud che altro, ci sono dei cambiamenti che una parte del mondo politico Europeo vuole ed un'altra parte che sta invece osteggiando. Una delle determinazioni più difficili da prendere, ed all'esame della BCE nella settimana che si appresta ad iniziare, è quella relativa al Quantitative Easing, che potrebbe cambiare lo stato delle cose relativamente il ricorso al credito.

Cos’è il Quantitative Easing (QE) che sta facendo litigare la BCE di Mario Draghi, la Bundesbank di Weidmann e la Troika?

GRAFICI, IMMAGINI E ALTRI CONTENUTI SONO RISERVATI AGLI ABBONATI

 
Dati dell'autore:
Ha scritto 194 articoli
Italo Gherardi

Dottore in Economia e Commercio, esperto di grande distribuzione e finanza della GDO. Dopo aver ricoperto per anni ruoli dirigenziali in ambito bancario ha concentrato la sua attività nella consulenza alla grande distribuzione rivolta alla analisi della solvibilità delle aziende.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su