GDO News
Nessun commento

Reg. UE 1169 sulle etichette alimentari: pronti a partire?

cambio immagine

La XIX edizione dell’Osservatorio economico GS1 Italy | Indicod-Ecr, che ogni sei mesi dal 2005 rileva il sentiment delle imprese del largo consumo associate, registra una frenata in termini di percezioni e aspettative sul contesto economico, diffusa tra quasi tutte le diverse tipologie di imprese. Il clima di fiducia scende (da 69 della vecchia edizione a 64) e così le aspettative per il futuro (da 83 a 76). Influenzano il clima di fiducia le percezioni e le attese relative ad alcuni indicatori importanti che lo compongono: la situazione economica (percezioni che da 45 scendono a 39 e aspettative che da 68 arrivano a 49) e il giro di affari (ancora in flessione, ormai da sette edizioni). In controtendenza ma non sufficienti a influenzare il dato medio sulla fiducia, i numeri relativi ai due indicatori investimenti e occupazione, che crescono in termini di percezioni, e sul secondo, anche in termini di attese (frutto probabilmente delle aspettative legate alla nuova legge sul lavoro). In questa edizione GS1 Italy | Indicod-Ecr ha voluto riservare uno spazio speciale alle aziende alimentari coinvolte nell’imminente entrata in vigore del Reg. UE 1169/2011 sull’etichettatura dei prodotti alimentari: 9 aziende alimentari su 10 ne sono a conoscenza; alta la percentuale di chi ne conosce effettivamente anche i contenuti. Tutte le aziende dichiarano di stare lavorando per mettere in regola i le etichette dei prodotti ma, al momento, solo il 43% ritiene che i propri prodotti abbiano una raggiunto una “buona” compatibilità con i requisiti richiesti. «Le aziende rispondono ad una situazione economica ancora incerta» commenta Marco Cuppini, direttore del Centro Studi di GS1 Italy | Indicod-Ecr «e procedono un po’ a singhiozzo: la fiducia prosegue nel suo andamento altalenante influenzata da timidi segnali di ripresa e previsioni di instabilità, ancora non superata definitivamente. Nella gestione quotidiana le aziende sono concentrate sulle scadenze imminenti, prima tra tutte quella del 14 dicembre relativa all’attuazione del Reg. UE 1169/2011 sulle etichette alimentari». Dalla scorsa edizione il Rapporto è disponibile via web in una nuova veste grafica. Invariati la metodologia e i contenuti, è molto più semplice, veloce ed efficace fruire delle informazioni e dei risultati. Si compone di due parti: 1) la Sintesi, racconta i contenuti salienti estratti in modo ragionato con grafici interattivi e brevi commenti. 2)l’Analisi, con grafici personalizzabili che possono essere stampati, scaricati e condivisi, e completa di tutti i risultati a partire dal 2005. A completare il tutto un archivio, per non perdere le vecchie edizioni, la legenda e le domande del questionario.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su