GDO News
Nessun commento

Tesco sempre più nei guai: si dimette anche il chairman Sir Broadbent

tesco-self

Ieri è stata un’altra giornata di passione per Tesco, il primo gruppo di distribuzione in Gran Bretagna ultimamente nell’occhio del ciclone per alcuni errori contabili.
Dopo due profit warning consecutivi – uno di questa estate, uno di metà settembre – che hanno portato il guru della finanza W. Buffett a pentirsi di aver investito in Tesco, cade un’altra grossa tegola sulla società. Oggi il Chairman Robert Broadbent, ha annunciato le proprie dimissioni in scia ai gravi errori di stima degli utili nel primo semestre del 2014.
Si tratta del secondo abbandono di peso dopo quello dell’Amministratore Delegato Philip Clarke, avvenuto a luglio.
Proprio oggi, in occasione di un aggiornamento, il colosso retail ha fatto sapere che, al termine della revisione di Deloitte, la sovrastima è pari a 263 milioni di sterline, dunque più dei 250 milioni ipotizzati inizialmente.
Come se la situazione non fosse già abbastanza tesa, nell’aggiornamento odierno il Gruppo ha evidenziato, relativamente al primo semestre un calo delle vendite like-for-like (che escludono i negozi aperti da almeno un anno) del 4,4% e degli utili pre-tasse del 92% a 112 milioni di sterline.
Tornando a Sir Broadbent, il manager non ha specificato le tempistiche dell’addio, limitandosi a promettere un lavoro certosino da parte del management non “silurato” (dopo la scoperta del guaio contabile sono stati allontanati 8 executives) per fare chiarezza nei bilanci societari.

Tagged with:
Dati dell'autore:
Ha scritto 516 articoli
Dott. Alessandro Foroni

Esperto di sociologia, organizza reti vendita e merchandising a livello nazionale, prepara i funzionari alla negoziazione con il trade.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su