GDO News
Nessun commento

WWF e Simply insieme per non alimentare lo spreco: campagna sulla riduzione dello spreco alimentare

landing

landingSimply la catena dei supermercati del Groupe Auchan presente in Italia con oltre 1.500 punti vendita diretti e in franchising – promuove in collaborazione con WWF la campagna “Insieme per non alimentare lo spreco”, nell’ambito del programma One planet food dedicato ai temi dell’alimentazione sostenibile. Obiettivo della campagna è di sensibilizzare i consumatori usando la forza dell’ironia e offrire consigli e utili suggerimenti su come ridurre lo spreco alimentare in ambito domestico, consolidando in questo modo gli atteggiamenti virtuosi dei clienti Simply ed evidenziando i vantaggi ambientali ed economici connessi a comportamenti anti-spreco in cucina. Lo spreco alimentare non è, infatti, solo un problema di alimenti ma anche di impatti sulla biodiversità: per produrre tutto il cibo che sprechiamo, ogni anno in Italia buttiamo nel cestino fino a 1226 milioni di metri cubi di acqua, pari all’acqua consumata ogni anno da 19 milioni di italiani e circa 24,5 milioni di tonnellate di CO2e pari a circa il 20% delle emissioni di gas serra del settore dei trasporti. Ridurre lo spreco alimentare ha deglieffetti positivi anche sulle tasche delle famiglie.  Secondo quanto emerge dall’indagine realizzata a fine 2013 da GfK Eurisko con la collaborazione di Simply, gli italiani spendono in media ogni anno 316 euro in cibo che viene buttato senza essere consumato, per disattenzione o negligenza. Ambasciatori della campagna “Insieme per non alimentare lo spreco” sono i “Viveri e Vegeti”, cibi che ogni giorno più facilmente sprechiamo anche se ancora buoni. Questi alimenti, dialogando e interagendo tra loro nel frigo e sugli scaffali della dispensa, danno vita a 10 simpatiche vignette. Rassegnati e a volte depressi, i cibi commentano la dipartita di qualche loro simile che è stato buttato o ricordano i bei tempi andati, in cui padroneggiavano la tavola e non erano ancora stati abbandonati al loro destino. Quattro delle dieci vignette realizzate nell’ambito della campagna saranno le protagoniste delle divertenti shopper riutilizzabili special edition WWF-Simply, realizzate in due soggetti e disponibili in tutti i supermercati a partire da luglio. Grazie alle shopper, in vendita al prezzo di 2,00 euro, Simply sosterrà l’attività del WWF con specifico riferimento al programma dedicato ai temi dell’alimentazione sostenibile, One planet food.

La campagna “Insieme per non alimentare lo spreco” prevede iniziative di sensibilizzazione in-store e attività sul web e sui social. All’interno del sito di www.simplymarket.it è stata inoltre creata in collaborazione con WWF una sezione dedicata alla campagna, in cui i clienti Simply hanno la possibilità di approfondire il tema dello spreco alimentare, ricevere consigli per evitare ogni forma di spreco in cucina (da una corretta pianificazione della spesa e conservazione degli alimenti, al tema delle porzioni e delle giuste quantità in cucina) e scoprire tutte le storie dei  “Viveri e Vegeti”, per condividerle sui social e votare la vignetta preferita.

 

Gli impegni di Simply in  materia di spreco alimentare

La campagna in collaborazione con WWF si inserisce in un percorso più ampio che vede Simply da anni impegnato nella lotta allo spreco alimentare.  Per aiutare le persone in difficoltà e contrastare lo spreco di beni ancora fruibili riducendo nel contempo la produzione di rifiuti, dal 2008 Simply ha sottoscritto accordi con associazioni, onlus e altri operatori, per il recupero di prodotti inadatti alla vendita a causa di difetti delle confezioni o perché prossimi alla scadenza. Mediamente, i supermercati Simplydonano in un anno 300 tonnellate di generi alimentari, pari a oltre 540 mila pasti.

Per promuovere acquisti consapevoli, limitando gli sprechi casalinghi, inoltre, Simply offre al cliente la possibilità di acquistare solo la quantità necessaria attraverso la vendita di prodotti alimentari (cereali, caramelle, frutta secca, legumi, pet food e vino) e detersivi liquidi venduti a peso. Grazie all’assenza della confezione, la vendita dello sfuso ha consentito nel 2013 di risparmiare 12  tonnellate di materiali da imballaggio (plastica e cartone).

 

Il programma WWF “One planet food”

La campagna WWF-Simply si inserisce all’interno del programma WWF, One planet food,  dedicato ai temi dell’alimentazione sostenibile con un focus speciale sulla riduzione dello spreco alimentare lungo tutta la filiera.    Nell’ambito di One Planet Food il WWF sta sviluppando un piano iniziative di sensibilizzazione ed attivazione che coinvolgeranno  milioni di italiani in comportamenti virtuosi e replicabili  grazie alla collaborazione con importanti imprese del settore, in connessione al Piano Nazionale contro lo spreco alimentare promosso dal  Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.  Lo spreco sarà, inoltre, uno dei temi che caratterizzeranno la partecipazione di WWF ad EXPO 2015  che vedrà l’associazione – in qualità di “Civil Society Participant”  – impegnata in una serie di iniziative per portare l’alimentazione sostenibile all’attenzione del grande pubblico.

 

Tagged with:

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su