GDO News
Nessun commento

Ponti: Leader nell’aceto e nei condimenti dal 1867

glassa_250

glassa_250L’attività della famiglia Ponti comincia nel 1867 a Sizzano, in provincia di Novara, con il fondatore Giovanni Ponti, agricoltore e produttore di vino e aceto. La passione paterna per questo prodotto dalla tradizione plurimillenaria è trasmessa al figlio Antonio, che ampliò l’attività artigianale e partecipò a molte esposizioni nazionali ed internazionali, fino a ricevere nel 1911 il diploma d’onore per “vini e aceti” alla Fiera Internazionale di Parigi. Nel 1939, coadiuvato dal figlio Guido, Antonio avvia la produzione delle conserve vegetali all’aceto e all’olio di oliva. Nel 1948, Guido Ponti, che rappresenta la terza generazione della famiglia italiana dell’aceto per eccellenza, inaugura l’attuale stabilimento di Ghemme ed è riconosciuto come il maggior esperto del settore. E’ il 1965 quando entra in gioco la quarta generazione, rappresentata dai fratelli Cesare e Franco, figli di Guido, attuali amministratori dell’azienda. Sono loro a dare un impulso decisivo all’attività, con una politica di espansione che include l’acquisizione dei maggiori acetifici concorrenti e la conquista dei mercati internazionali. In questi anni inizia la diversificazione dell’attività, ampliando la produzione delle conserve vegetali all’aceto e all’olio di oliva iniziata nel 1939. Perseguendo una politica di decentramento produttivo vicino ai mercati di sbocco, Ponti inaugura nel 1974 il secondo stabilimento di produzione di aceto, nel Veneto, a Dosson di Casier (Treviso), diventando la prima azienda italiana del settore. E’ da questo stabilimento che oggi Ponti serve i Clienti del Nord-Est d’Italia e i mercati dell’Europa Settentrionale e Orientale. Nel 1980 l’acquisizione del secondo produttore nazionale di aceto rappresenta un ulteriore rafforzamento della leadership nel mercato. Nel 1986 si inaugura il nuovo attuale stabilimento delle conserve vegetali a Ghemme, per far fronte al successo conseguito con il lancio di una innovativa linea di prodotti a marchio PEPERLIZIA, che definisce una nuova area di gusto per i consumatori più raffinati. Nel 1989 Cesare e Franco Ponti inaugurano il terzo e più moderno stabilimento per la produzione di aceto ad Anagni (Frosinone), a 80 km a sud di Roma. È questo, per estensione, il più grande stabilimento del Gruppo Ponti, dotato di modernissimi impianti di produzione e con una potenzialità di sviluppo capace di duplicare la produzione attuale. Nel 1991, mentre continuano l’espansione e la diversificazione, viene acquisito l’80% della Modenaceti Srl di Vignola (Modena), specializzata nella produzione di Aceto Balsamico di Modena, situata in posizione strategica nel cuore della zona riservata alla produzione del ricercato aceto. Oggi, nel 2007, la cantina d’invecchiamento ospita giornalmente 4 milioni di litri di aceto balsamico di Modena che riposano in botti, barili e barriques di legno pregiato. La produzione viene spedita in tutto il mondo con una crescente richiesta. Nel 1992 nascono due nuovi prodotti di successo, l’Aceto di Mele e l’Insalata di Riso. Nel 1997 Ponti è leader Europeo nell’aceto di vino e raggiunge un ulteriore incremento delle vendite pari al 10%. Qualità, serietà e innovazione sono, da sempre, le linee guida che l’azienda segue. Soddisfare le esigenze di gusto, servizio e praticità del consumatore con prodotti di qualità superiore, coniugando tradizione culinaria e modernità di gusti, è la “mission” di Ponti

Quinta generazione e aggiornamento tecnologico – produttivo

Nel 2000 viene approvato un importante piano quinquennale di investimento che prevede l’aggiornamento dell’architettura informatica aziendale, degli impianti industriali e la costruzione, a Ghemme, di un moderno magazzino di stoccaggio e distribuzione del prodotto finito. Giacomo Ponti, rappresentante della quinta generazione di Famiglia, entra ufficialmente in azienda. Nello stabilimento di Ghemme nel 2001 entrano in produzione le tre rinnovate linee di confezionamento delle conserve di verdura. La produzione incrementa del 30% per venire incontro alle nuove esigenze del mercato e produttive. Gli impianti sono il meglio che offre l’industria italiana in fatto di tecnologia, automazione e innovazione: robot antropomorfi per palletizzazione e depalletizzazione, raggi x per controllare il contenuto di ogni vasetto, navette-trenino senza uomo a bordo che movimentano i pallets di prodotto finito sono solo alcuni esempi. Nel 2002 entra in funzione il nuovo magazzino automatizzato a Ghemme: 10.000 mq. di superficie, 13.500 posti pallets di cui 10.000 nella parte automatica, governata da tre trasloelevatori e il resto in scaffalature tradizionali. Un unico software amministra on-line i tre centri di distribuzione dell’azienda. L’anno successivo vengono rinnovati gli impianti di confezionamento delle due linee di produzione dell’Acetificio di Ghemme. Inoltre, viene costruito un capannone per ospitare il nuovo reparto di chiarifica e filtrazione dell’aceto di vino. Nel 2004 anche gli Acetifici di Dosson di Casier e Anagni sono sottoposti ad interventi di aggiornamento.

I numeri della leadership mondiale nella produzione di aceto di vino

Con una superficie totale di 150.000 mq., di cui 51.000 coperti, il Gruppo Ponti si pone al vertice della produzione mondiale dell’Aceto di Vino e dell’Aceto Balsamico di Modena. La capacità di imbottigliamento giornaliera degli Acetifici del Gruppo Ponti, in un turno di 8 ore, è di 450.000 bottiglie. Nel 2005 il Sistema Qualità della Ponti, i cui cardini sono sicurezza alimentare, tracciabilità e rintracciabilità del lotto di produzione, copre tutti gli stabilimenti del Gruppo.

Produzione: 5 stabilimenti e 4 poli produttivi

Oggi il Gruppo Ponti dispone di quattro unità produttive in Italia, all’insegna dell’innovazione. Tecnologia e automazione sono messe al servizio della qualità: dai robot antropomorfi che gestiscono carico e scarico dei pallets, ai raggi X che controllano il contenuto di ogni vasetto, fino a navette-trenino automatiche che movimentano i pallets di prodotto finito. Con una capacità di imbottigliamento giornaliera di 450.000 bottiglie su una superficie totale di 150.000 mq., il Gruppo Ponti si pone al vertice della produzione mondiale dell’Aceto di Vino ed è uno dei maggiori produttori di Aceto Balsamico di Modena. In Italia è leader, con il 50% di quota, nei segmenti aceto di vino classico, aceto di mele, aceti di vino speciali, aceto balsamico di Modena; è il secondo player nel mercato delle verdure conservate sottolio e sottaceto, con posizioni di leadership nei segmenti insalate per riso e pasta e verdure in agrodolce. Il Gruppo Ponti serve l’Italia e l’Europa dai quattro poli produttivi che hanno sede a Ghemme (Novara), Dosson di Casier (Treviso), Anagni (Frosinone) e Vignola (Modena). Ricerca e sviluppo sono per la Ponti la naturale evoluzione, in chiave moderna, della passione per la sperimentazione di nuovi sapori, nel solco della tradizione, che anima l’azienda fin dalla sua nascita.  Dalla fase di formulazione del prodotto fino ai controlli e le verifiche del sistema qualità, i laboratori Ponti utilizzano le più avanzate tecnologie. Il Sistema Qualità della Ponti, i cui cardini sono sicurezza alimentare, tracciabilità e rintracciabilità del lotto di produzione, copre tutti gli stabilimenti del Gruppo. Viene convalidato con le certificazioni internazionali BRC (British Retail Consortium) Global Standard, IFS (International Food Standard), Organic & Organic NOP (BIOAGRICERT), AIB International, Gost R Certification e UKR-SEPRO.

GHEMME (Novara) 

È il polo produttivo Ponti più antico, inaugurato nel 1948 da Guido Ponti e successivamente ampliato e rimodernato. Si compone di tre stabilimenti: acetificio, conserve di verdure e magazzino centralizzato, per 58.000 mq complessivi.

Acetificio

Si estende su una superficie di 18.000 mq. di cui 11.500 coperti. Con una costante politica di investimenti è stato più volte rimodernato e ampliato. Oggi ha linee d’imbottigliamento efficientissime, impianti di fermentazione all’avanguardia, sistemi di filtraggio automatizzati. Un’ampia cantina di tini e botti di larice e rovere di Slavonia è dedicata alla maturazione dell’aceto di vino Aroma Antico e agli aceti da Chianti D.o.c.g e Pinot dell’Oltrepò Pavese D.o.c.

E’ sede del Laboratorio Centrale che si occupa del Controllo Qualità e della Ricerca e Sviluppo della Divisione Aceto del Gruppo Ponti.

Stabilimento Conserve di verdure

Inaugurato nel 1986, per far fronte al crescente successo della linea Peperlizia, si estende su una superficie di 30.000 mq. di cui 11.500 coperti. E’ in questo stabilimento che vengono lavorate, dopo una meticolosa selezione e un accurato lavaggio, le verdure che arrivano fresche direttamente dal campo. Un esclusivo sistema di controllo a raggi X per introspezione del prodotto confezionato garantisce al consumatore il massimo della qualità e dell’igiene dei prodotti.

All’interno di questo insediamento, ubicato alle porte della Valsesia, si trovano gli uffici direzionali, commerciali e amministrativi del Gruppo Ponti, in un ambiente circondato dal verde, con sullo sfondo la maestosa e imponente figura del Monte Rosa e della catena Alpina.

Magazzino Centralizzato

Inaugurato nel 2002, il nuovo magazzino automatizzato a Ghemme si estende per 10.000 mq. di superficie, contiene 13.500 pallets di cui 10.000 nella parte automatica, governata da tre trasloelevatori e il resto in scaffalature tradizionali. E’ il centro di stoccaggio e distribuzione dei due stabilimenti di Ghemme. Serve principalmente il nord-ovest d’Italia e i mercati esteri. 

ACETIFICIO DI DOSSON DI CASIER (Treviso) 

Acquisito nel 1974, produce l’intera gamma degli Aceti di Vino e ha un centro di distribuzione che serve il nord-est d’Italia e i mercati dell’Europa Settentrionale e Orientale. Si estende su una superficie totale di 15.000 mq., di cui 6.200 coperti, ed è specializzato nella produzione degli Aceti di Vino Aromatizzati. 

ACETIFICIO DI ANAGNI (Frosinone)

A breve distanza da Roma, questo Acetificio, inaugurato nel 1989, è, per estensione, il più grande stabilimento del Gruppo Ponti. La superficie totale è di 72.500 mq., di cui 8.300 coperti. E’ dotato di modernissimi impianti di produzione e ha una potenzialità di sviluppo capace di duplicare la produzione attuale. Il suo centro di distribuzione serve il centro-sud e le isole. 

ACETAIA DI VIGNOLA (Modena) 

A Vignola, in posizione strategica nel cuore della zona di produzione dell’Aceto Balsamico di Modena Igp, Ponti possiede l’80% di Modenaceti S.r.l. Completamente ristrutturato nel corso del 1997, questo stabilimento si estende su una superficie di 14.500 mq di cui 7.000 coperti. Qui viene prodotto, invecchiato e imbottigliato l’Aceto Balsamico di Modena Igp. La produzione viene spedita in tutto il mondo con una crescente richiesta. Nelle cantine, dove avviene la lenta acetificazione e l’invecchiamento, riposano, in barriques, caratelli, botti e tini di essenze di legno diverse (rovere, castagno, ciliegio) più di 4.000.000 di litri di Aceto Balsamico di Modena Igp.

In un affascinate solaio è stata implementata un’acetaia per la produzione dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena che ospita 300 caratelli (40 batterie) di essenze di legno diverse (rovere, castagno, ginepro, ciliegio, gelso, acacia, pero, melo, frassino).

 

Tagged with:

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su