GDO News
Nessun commento

Il 2013 di Despar Nordest: un +1% con nuove aperture

despar

despar“Il 2013 è stato un anno decisamente impegnativo. Il fatturato totale non rende pienamente giustizia agli investimenti effettuati dalla nostra azienda, ma possiamo dichiararci soddisfatti dei risultati raggiunti in una congiuntura così difficile”: così Rudolf Staudinger, Presidente di Aspiag Service S.r.l., commenta a caldo i dati di bilancio che la concessionaria Despar per il Nordest rende noti in questi giorni. Il fatturato complessivo, che ha raggiunto 1.864,4 milioni di euro, ha segnato infatti un incremento del 1 % sull’anno precedente. Il valore resta in controtendenza rispetto al settore della grande distribuzione alimentare che, secondo i dati ISTAT, ha sofferto nel 2013 un decremento complessivo dell’ 1,1%. Nell’area dove esercita la propria attività, Aspiag Service può vantare oggi una quota di mercato del 15,32% (fonte dati: IRI Infoscan, a giugno 2013).
Il 2013 ha visto l’inaugurazione di 29 nuovi punti vendita (compreso il settore dei dettaglianti associati), tra cui l’apertura di un nuovo superstore Interspar a Mestre, una filiale Despar in Friuli Venezia Giulia, e ben sette filiali Eurospar (quattro in Friuli Venezia Giulia, due in Trentino Alto Adige e una in Veneto). Numerose anche le ristrutturazioni, che hanno interessato 16 punti vendita nel corso dell’anno. Il settore dei dettaglianti associati ha risentito maggiormente gli effetti della complessa congiuntura economica, con la conseguente chiusura di diversi punti vendita più piccoli e datati. Il settore dei ‘negozi sotto casa’ resta però uno dei punti di forza di Despar Nordest, che continua a investire nei punti vendita di vicinato, dando fiducia ai piccoli imprenditori e confermandone l’importanza sociale oltre che commerciale.
“Siamo particolarmente orgogliosi di essere riusciti a creare nuovi posti di lavoro anche in un contesto socio-economico così delicato”, dichiara il presidente Rudolf Staudinger, “offrendo così più stabilità a tante famiglie”. I collaboratori diretti di Aspiag Service sono arrivati a quota 6.534, grazie soprattutto alle nuove aperture effettuate nel corso dell’anno. L’azienda, che da sempre riconosce nel “fattore umano” il proprio principale asset, continua ad investire nella professionalità e nella sicurezza dei collaboratori. Lo testimonia il monte ore di formazione erogate nel corso del 2013: ben 44.977, che hanno interessato 5.171 collaboratori (60% donne, 40% uomini).
Dal 2012 Aspiag Service ha rivoluzionato il proprio sistema di rendicontazione aziendale iniziando un percorso di reporting integrato, che testimonia la volontà dell’azienda di agire sul mercato con la massima trasparenza, e contemporaneamente dichiara l’obiettivo di promuovere non soltanto il proprio business, ma anche le persone, le comunità e il territorio con cui e in cui essa opera. “Il Report Integrato di Aspiag Service”, spiega il Presidente Staudinger, “riconosce quali capitali necessari allo sviluppo dell’Azienda non solo il capitale finanziario, ma anche il capitale umano, il capitale organizzativo, il capitale relazionale e sociale, il capitale materiale-infrastrutturale, e – non meno importante – il capitale naturale.Secondo noi di Aspiag Service, un’azienda può crescere in modo armonico e profittevole soltanto unendo queste forme di capitale”.

Tagged with:
Dati dell'autore:
Ha scritto 192 articoli
Italo Gherardi

Dottore in Economia e Commercio, esperto di grande distribuzione e finanza della GDO. Dopo aver ricoperto per anni ruoli dirigenziali in ambito bancario ha concentrato la sua attività nella consulenza alla grande distribuzione rivolta alla analisi della solvibilità delle aziende.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su