GDO News
Nessun commento

Formazione manageriale: guidare gli altri nel futuro

leader

leaderNegli articoli precedenti, anche con l’aiuto di alcune riflessioni del collega Enrico Carosio, abbiamo analizzato e discusso alcune chiavi di lettura sul processo della leadership, riportando alcune definizioni di coloro che, per primi, hanno trattato l’argomento in chiave moderna. Ci sarebbero decine e decine di altri interpreti sull’argomento che non cito in quanto -a mio avviso -ritengo esaustivo il quadro generale che, grazie a Druker e Bass, vi abbiamo proposto. In una sola definizione potremmo dire che per essere dei validi leader dovremmo imparare  a guidare gli altri verso nuove organizzazioni del futuro, guidare le azioni che serviranno per essere proattivi, responsabili, affidabili, verso un domani diverso da oggi.

Ma come possiamo guidare gli altri con positività, fiducia e responsabilità, se ogni giorno, giornali, televisioni, informazioni via web non fanno altro che parlare di “buio nel futuro”, di incertezza del domani?? Spesso siamo in difficoltà se si tratta di provare a progettare un percorso a medio lungo periodo; a malapena si tentano progetti di breve – medio periodo …. Dov’è finita la voglia di fare qualche cosa di nuovo?? Non ho la risposta, provo ad interpretare alcuni  pensieri sulla base delle sole mie personali esperienze di studio e di lavoro che quotidianamente vivo a contatto con aziende, clienti e con le persone da selezionare. Lo faccio ponendo a voi lettori, le stesse domande che pongo anche ad altri.

Durante alcune selezioni ed analisi organizzative, mi soffermo su  alcuni temi esistenziali e trasversali quali: “lei sente di essere un leader capace di  lavorare con passione e quindi far lavorare anche gli altri con altrettanta passione????”- oppure –  “quale motivazione giornaliera  mette in campo con i suoi adepti per spingerli a lavorare per lei??” –e ancora – “si preoccupa del suo posto fisso?? ha qualche progetto professionale che coinvolga anche altri?? Sente il bisogno di  lavorare per vivere bene con se stesso e  basta (legittimo,ci mancherebbe) …. O pensa di  vivere per lavorare e far lavorare anche gli altri??? Ma soprattutto …. qual è la sua “missione professionale”???

Chi legge questo spazio e questi articoli, sa che la parola “relazione umana” è il punto chiave di tutto. Ancora una volta vorrei riportare la persona al centro: noi siamo persone uniche ed irripetibili

Domande abbastanza impegnative sulle quali – credetemi  – non esistono risposte giuste o sbagliate. Ma sono domande che fanno scattare riflessioni personali sulle quali mi soffermo di più sperando di poter, alcune volte ,andare un po’ più a fondo. Le risposte sono ogni giorno sempre più sorprendenti, ma sono anche il mio vero unico motore professionale. Da quelle risposte capisco se ho di fronte un uomo capace di vivere in società con altri, oppure un battitore libero concentrato solo su se stesso e quindi incapace di crear attorno a sé dei seguaci, senza i quali il soggetto non potrà mai essere un  vero  leader. Dalle risposte capisco se ho di fronte una persona riconosciuta professionalmente e non necessariamente amata da tutti (anzi); capisco che ho di fronte uno che potenzialmente potrebbe essere un esempio per altri … capace di tracciare un futuro anche a medio periodo. Un leader interessante che seguo con piacere è colui che sa dimostrarmi di essere in grado di saper sviluppare la propria “impresa personale” facendosi carico degli altri come guida, senza dimenticare che siamo tutti delle persone!!

Ancora una volta c’è un denominatore comune, l’aspetto  relazionale. Ogni nostra azione è inserita in rapporti tra esseri umani. Solo attraverso collaborazioni e relazioni autentiche avremo organizzazioni in grado di apprendere e crescere. Organizzazioni con una incidenza forte anche nella società, potrebbero creare nuove persone, nuovi leader per nuovi scenari futuri.

In conclusione, come dicevo tempo fa … “ essere leader  perché capaci di costruire relazioni positive e durature nel tempo !! quindi vere guide del nostro futuro!!!

 

Dati dell'autore:
Ha scritto 50 articoli
Stefano Gennari

Esperto di Formazione ed Organizzazione aziendale. E’ un selezionatore del personale per imprese. La società Selezione ORA Sas è specializzata in corsi di formazione per manager e consulenti.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su