GDO News
1 commento

Sapori e Dintorni (Conad): nuova apertura a Sassari

Il 19 Settembre ha aperto a Sassari il nuovo Store “Sapori&Dintorni” Conad. E’ un negozio di 490 mq di superficie di vendita,39 addetti, 6 casse, in cui trovare tutti i prodotti del territorio sardo, i veri sapori della Sardegna, 1500 referenze rappresentate da prodotti provenienti solo da produttori locali e preparati nel rispetto delle ricette originali e tutta la linea Sapori&Dintorni con oltre 200 referenze, con prodotti selezionati regione per regione, per portare sulla tavola l’eccellenza della tradizione gastronomica italiana, oltre alla consueta offerta Conad, garantita dal marchio, per rispondere a tutte le esigenze della spesa quotidiana. All’interno del negozio, nato da un cambio insegna, anche un’area degustazione in cui fermarsi a gustare e degustare le bontà pronte appena acquistate, e in cui poter trovare informazioni sui maggiori eventi culturali in città. “Il nuovo store ci aiuterà a far conoscere e a dare valore alla qualità di tanti prodotti che interpretano non solo la tipicità agroalimentare della Sardegna, ma che sono anche il cuore dell’abituale spesa quotidiana”, sottolinea l’amministratore delegato di Conad del Tirreno Ugo Baldi. “Conad in Sardegna, attraverso i suoi soci imprenditori, dà servizio e enfatizza quotidianamente il valore del territorio nelle sue varie espressioni, dalla tavola alla cultura e alle tradizioni, dando vita a collaborazioni con le aziende locali e curando i rapporti con le istituzioni locali. Il socio imprenditore nel punto di vendita e l’assortimento di prodotti, che predilige l’origine sarda degli stessi, sono le leve che utilizziamo per creare valore e generare sviluppo qui nella splendida terra di Sardegna”. L’insegna Sapori&Dintorni rappresenta quindi il negozio di prossimità che meglio parla al territorio e del territorio: qui i clienti trovano tutta l’eccellenza dei prodotti Sapori&Dintorni Conad, 200 referenze di fornitori italiani selezionati, qualificati monitorati costantemente attraverso l’utilizzo di parametri Iso 9000 e dell’Haccp con un intenso piano di verifiche. Grande importanza è dedicata alle eccellenze della terra sarda con un’ampia scelta di sapori della tradizione genuina direttamente provenienti dai fornitori locali: dai salumi ai prodotti caseari, dalla  gastronomia della migliore tradizione alla panetteria, tutto rigorosamente prodotto a Sassari; dall’ortofrutta stagionale selezionata alla carne di origine sarda, come il suino e il bovino allevati e macellati localmente, e una cantina di 300 vini, di cui 200 etichette sarde. 1500 referenze che rappresentano il meglio delle produzioni locali certificate, i sapori più autentici della Sardegna e che interpretano la distintività di Conad del Tirreno nell’isola: i freschi e i freschissimi, che parlano sardo, con un’offerta ampia, completa e competitiva, da leader di mercato. Il forte radicamento territoriale di Conad del Tirreno in Sardegna fa si che il sostegno alle economie locali  sia un punto qualificante: nell’isola, Conad del Tirreno, assieme ai suoi 200 fornitori, ha sviluppato nel 2012 un fatturato di 65 milioni euro per 2.000 prodotti, con un’incidenza del 35 per cento. La cooperativa è impegnata a rafforzare lo sviluppo delle economie locali anche attraverso la creazione di nuova imprenditoria, in particolare nella produzione e lavorazione dei prodotti freschi. Con Sapori&Dintorni Conad, tre anni fa nasceva a Firenze il supermercato dedicato ad una grande specialità italiana: i prodotti tipici regionali. Altri quattro sono in cantiere nelle stazioni ferroviarie di Milano Centrale, S. Maria Novella a Firenze, Roma Termini e Napoli Centrale. La nuova tipologia di punto di vendita integra la tipica multicanalità Conad – ipermercati, superstore, supermercati e negozi di vicinato – per poter essere sempre più vicini ad esigenze di consumo specifiche e fare conoscere e valorizzare l’eccellenza tipica dell’agroalimentare delle regioni italiane. Investire in tal senso ha motivazioni radicate, che per Conad significano sviluppare anche in Sardegna una rete di vendita all’altezza delle esigenze dei clienti, che prediligono portare in tavola i prodotti isolani della loro tradizione. Una risposta concreta ai tanti produttori di tipico regionale, che, seppure con imprese di piccole e medie dimensioni, sono capaci di una gamma di prodotti di eccellenza. I risultati ottenuti sino ad oggi testimoniano la validità del progetto, tanto che la produttività dei due punti di vendita realizzati a Firenze ha toccato oltre i 21 mila euro/mq, di gran lunga superiore a quella del leader di mercato. “La scelta del supermercato come luogo di acquisto prevalente dei prodotti tipici e i risultati ottenuti sinora con i punti di vendita Sapori&Dintorni Conadrealizzati a Firenze indicano che ci sono ulteriori spazi e potenzialità di crescita perché i prodotti della linea premium di Conad possa continuare ad essere il brand di riferimento del tipico per tutti i nostri clienti e per conquistarne di nuovi”, sostiene il direttore generale di Conad Francesco Pugliese.“Il nostro obiettivo è potenziare l’offerta in tutti i mercati prevalenti del segmento premium. Negli ultimi anni ci siamo impegnati a fare crescere l’incidenza del nostro prodotto a marchio, definendo il rapporto qualità e convenienza al più alto livello possibile. La qualità dei prodotti sardi è ormai a livelli molto alti e crea le premesse per il passaggio in tavola anche nel resto d’Italia e in altri Paesi. La linea Sapori&Dintorni Conad ne è una matura espressione”. I nuovi store sono anche un’opportunità di accesso al mercato per tanti produttori del tipico regionale italiano – spesso piccoli e medi – capaci di una gamma di prodotti di eccellenza. Eccellenze che Conad vuole facciano molti chilometri, perché siano conosciute, consumate e apprezzate da un numero sempre maggiore di consumatori. I concetti che hanno guidato alla loro realizzazione (e a quelle future) sono la qualificazione del punto di vendita, resa possibile da un ampio assortimento di prodotti tipici e locali, e la possibilità di fare comunque una spesa tipicamente di vicinato, sotto casa, ma improntata alle abitudini di tradizioni ben radicate nella storia di tantissime famiglie.

Q COMMENTO
  1. aleks

    siamo sicuri che si impieghino 39 persone su 500mq?

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su