GDO News
Nessun commento

Sisa fa shopping: 16 negozi in Sardegna

sisa

Il Ce.Di. Sisa Sardegna spa ha acquisito nei giorni scorsi il 98% delle quote della Metide Srl, società operante nella città di Cagliari e in generale al Sud della Sardegna, che gestisce, ad oggi, 16 supermercati.

La rete della Metide Srl si compone di supermercati di pregio che rispondono alle esigenze del cliente mediante una notevole profondità assortimentale e la cura dei settori freschi, freschissimi e ortofrutta.
I punti di vendita vanno dai 400 ai 1.200 mq e sono situati prevalentemente in punti strategici della città di Cagliari e in importanti centri urbani del Sulcis (la zona geografica Sarda a più alta densità di popolazione).
Si tratta di un’operazione molto importante da un punto di vista strategico, poiché punta al rilancio della rete vendita esistente e l’ulteriore sviluppo dell’insegna Sisa, ma anche della zona geografica diriferimento.
Attraverso l’applicazione delle nuove politiche di vendita, l’utilizzo del know-how del personale altamente specializzato e l’applicazione delle strategie di marketing del Ce.Di., sussiste la certezza di ottenere migliori risultati con un incremento di fatturato di oltre il 50%.
Prossimamente il Ce.Di. attuerà la gestione diretta anche sulle piazze di Iglesias e Sanluri ed altre se ne prospettano nel breve periodo.
L’acquisizione di Metide Srl consente la patrimonializzazione del Ce.Di. Sisa Sardegna Spa. e la contestuale capitalizzazione della Metide stessa, che porta il suo capitale sociale da 30.000 a 20.530.000 di euro.
Il nuovo organo amministrativo, nell’ottica della continuità, è composto dall’Ad Rinaldo Carta, dal presidente Carlo Balata e dal vice presidente Felice Nurra.

Dati dell'autore:
Ha scritto 187 articoli
Italo Gherardi

Dottore in Economia e Commercio, esperto di grande distribuzione e finanza della GDO. Dopo aver ricoperto per anni ruoli dirigenziali in ambito bancario ha concentrato la sua attività nella consulenza alla grande distribuzione rivolta alla analisi della solvibilità delle aziende.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su