GDO News
Nessun commento

Conad del Tirreno cresce del 6 per cento, sostegno alle economie locali e ai bilanci delle famiglie

conad

Conad del Tirreno cresce del 6% e consolida i risultati in tutti i territori in cui opera con i suoi 225 soci imprenditori: è leader di mercato in Sardegna con una quota del 18 per cento e nel Lazio (assieme a PAC2000A) con il 22 per cento. In Toscana e La Spezia si attesta al terzo posto con una quota del 13,6 per cento. (fonte: GNLC II° sem.2012). Nel 2012 le vendite al dettaglio hanno raggiunto quota 2,2 miliardi di euro, il patrimonio netto della cooperativa è salito a 276 milioni di euro e il risultato dell’esercizio si attesta ad oltre 22 milioni di euro. Numeri preziosi realizzati in un 2012 caratterizzato da una forte contrazione dei consumi e da una crisi che divora sempre più anche il carrello della spesa delle famiglie. I risultati ottenuti rappresentano una politica vincente e lungimirante basata su posizionamento competitivo e diversificazione dell’offerta, servizio al cliente, fidelizzazione, forte localismo e innovazione. Tutti i format di vendita e le relative insegne sono vissuti come un punto di riferimento nel territorio: 337 punti di vendita – 14 E.Leclerc Conad, 43 Conad Superstore, 103 Conad, 119 Conad City, 56 Margherita Conad e 2 Sapori&Dintorni Conad – oltre 9.000 occupati di sistema per una superficie complessiva di 240 mila mq. Al buon andamento delle vendite ha contribuito in modo significativo la marca commerciale: il trend è in crescita , un prodotto su quattro venduti è a marchio Conad, con punte del 30 per cento nei punti di vendita di più piccola metratura. Marca commerciale che si rivela fondamentale per la crescita e il rafforzamento della fedeltà a tutte le insegne di Conad. “I traguardi che abbiamo raggiunto sono frutto del nostro modello cooperativo, dei soci imprenditori, capaci di dare risposte immediate alle mutate esigenze dei clienti ”, sottolinea l’amministratore delegato di Conad del Tirreno Ugo Baldi. “in Conad tutto ruota attorno alla persona, come recita anche la nostra visione di futuro: Persone oltre le cose. Il socio imprenditore è il punto centrale su quale trova fondamento la nostra strategia, i nostri successi, il vertice della nostra piramide strategica. Attento conoscitore del territorio dove opera, e’ Il “Signor Conad“ in tutte le città, i quartieri, le realtà dove quotidianamente “ è “ la nostra voce ,la nostra offerta, la nostra identità distintiva, la forza dei valori che sosteniamo. Per dare risposta ai nuovi modelli di consumo ed alle esigenze di una clientela che ha ormai come obiettivo primario la convenienza – cercando di limitare l’ulteriore impoverimento dei bilanci familiari – la cooperativa ha sviluppato continue e costanti occasioni di convenienza, confermando anche per il 2013 il suo grande impegno con la iniziativa “Bassi e Fissi”: 106 prodotti a marchio. Conad, con uno sconto medio del 34% e punte di oltre il 49 per cento.“Stiamo facendo molto per i nostri clienti ma vorremmo che ci fossero le condizioni per fare ancora di più ” ribadisce il Socio e Presidente di Conad del Tirreno Valter Geri “ le difficoltà complessive con cui un imprenditore deve fare i conti sono quotidianamente acuite – dal calo dei consumi, all’aumento dei costi – imu , tares , energia – e non ultima dalla grande preoccupazione per il previsto – seppur posticipato- aumento dell’iva.”

“In un momento difficile – continua Ugo Baldi – i nostri soci rinnovano con i loro clienti un patto di reciproca fedeltà. Sono al loro fianco e per questo – oltre a privilegiare sui loro scaffali i prodotti che racchiudono la storia del territorio, sostenendo dunque le loro produzioni – si prendono l’impegno di essere sempre più convenienti. Le forti iniziative realizzate hanno decisamente colpito nel segno: il nostro cliente ci premia e riconosce lealtà e coerenza nella nostra offerta” Con una serie di iniziative finalizzate a fornire supporto laddove più si è ridimensionato l’intervento statale, Conad del Tirreno ha fornito un contributo altrettanto importante alle comunità in cui opera. E’ il caso dell’iniziativa Insieme per la scuola, che ha coinvolto 3.487 scuole primarie, di primo grado e dell’infanzia e consegnato 6.434 attrezzature informatiche (stampanti multifunzione, notebook, videoproiettori, lavagne interattive multimediali…). Una sfida vinta per il futuro dei ragazzi e per questo realizzata nel 2013 con la sua seconda edizione. Attenzione al territorio che si manifesta anche attraverso la valorizzazione dei prodotti di tanti piccoli e medi produttori che possono portare avanti la loro attività e assicurarsi una presenza nel mercato della grande distribuzione. Nel 2012 Conad del Tirreno ha sottoscritto accordi con 870 fornitori, dai quali ha acquistato più di 7 mila prodotti alimentari (compresi freschi e freschissimi) sviluppando un fatturato di 225 milioni di euro. Sul fronte dei servizi e della convenienza per i cittadini, ottimi i risultati delle 18 parafarmacie Conad, che hanno venduto farmaci senza ricetta medica con uno sconto medio di oltre il 21 per cento, e dei 5 distributori di carburanti in funzione in Toscana (2) , Sardegna (2) e Lazio (1) , che con un erogato di 32 milioni di litri, hanno fatto risparmiare agli automobilisti 2,9 milioni di euro, pari a un risparmio medio al litro di 9 cent di euro, nonostante una legislazione complessa che non consente di portare ai cittadini tutto il risparmio che sarebbe possibile con la piena applicazione delle liberalizzazioni in materia di distribuzione dei carburanti. Per il triennio 2013-2015 Conad del Tirreno ha in programma investimenti per oltre 120 milioni di euro, finalizzati ad accrescere la quota di mercato attraverso nuove aperture di punti di vendita, acquisizioni, riqualificazione della rete esistente, nuovi distributori di carburanti e parafarmacie e a migliorare l’efficienza. Nei prossimi mesi in programma nuove aperture, tra cui quelle di Sapori&Dintorni nelle stazioni ferroviarie di Santa Maria Novella a Firenze e a Termini a Roma, che fanno parte del grande progetto Conad – Grandi Stazioni. L’obiettivo è soddisfare la domanda di acquisti di qualità anche in luoghi di altissima frequentazione e contribuire in modo distintivo alla riqualificazione di spazi urbani. Da questa estate due importanti novità previste a Lucca ed a Lari (Pisa). Due nuovi impianti di carburante di ultima generazione consentiranno di far risparmiare i cittadini. Tutte le iniziative pianificate produrranno anche maggiori ricadute sulle economie dei territori in cui la cooperativa opera e investe – in linea con il nostro dna – anche attraverso la valorizzazione delle produzioni e delle eccellenze locali.

Dati dell'autore:
Ha scritto 194 articoli
Italo Gherardi

Dottore in Economia e Commercio, esperto di grande distribuzione e finanza della GDO. Dopo aver ricoperto per anni ruoli dirigenziali in ambito bancario ha concentrato la sua attività nella consulenza alla grande distribuzione rivolta alla analisi della solvibilità delle aziende.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su