GDO News
Nessun commento

Unicomm cresce e assieme a Selex vuole la leadership del Canale C+C

Il Gruppo Unicomm di Dueville (Vicenza) ha aperto  2 supermercati Famila e di 4 Cash&Carry negli ultimi due mesi, dimostrando una grande dinamicità nel voler conquistare quote di mercato. “Sono convinto che il primo obiettivo di un imprenditore sia di mantenere e, possibilmente, aumentare l’occupazione anche in un momento così difficile per il Paese” ha dichiarato Marcello Cestaro. I due supermercati “Famila”, aperti rispettivamente a Tricesimo (Udine) lo scorso ottobre, e a Molinella (Bologna) a fine novembre, esprimono al meglio tutti i punti di forza di questa collaudata insegna. Presente da 30 anni sul territorio nazionale, Famila, insegna di gruppo di Selex, con 217 punti di vendita, si attesta ai primi posti nella classifica delle reti di vendita italiane (classe di dimensione 1.500-4.500 mq) ed è presente in ben 15 regioni, con più di 5.500 addetti. L’apertura di Molinella è rilevante perché entrando in Emilia, alla stessa stregua di Brendolan nel Modenese e Parmense, pone l’insegna Famila sempre più in competizione con le cooperative Conad e Coop. Quattro i nuovi Cash&Carry: due, acquisiti attraverso aziende collegate, sono posizionati sulla riviera Adriatica, a Fano (Pesaro) e Montecosaro (Macerata), le altre sono a Rosà (Treviso) e a Ravenna. Queste aperture, assieme alle due già programmate per i primi mesi del 2013, rafforzano ulteriormente la presenza di Unicomm nel canale dell’ingrosso moderno, portando a 52 la rete dei C+C che fa capo al Gruppo. La recente rivisitazione del formato C+C messa a punto da Selex, ne ha aumentato la competitività assortimentale, soprattutto riferita al canale Horeca, in un quadro di crescita e di profondo rinnovamente dei consumi fuori casa. I nuovi Cash&Carry del Gruppo Unicomm sono infatti decisamente orientati alla clientela Horeca, proponendo un’offerta studiata per soddisfare ogni esigenza di ristoranti, pizzerie, alberghi, locali di tendenza. Ne è una dimostrazione l’ampio spazio riservato a freschi e freschissimi e i servizi su misura per la clientela professionale. “Nonostante le difficoltà economiche e le pessimistiche previsioni sul futuro – spiega Giancarlo Paola, direttore commerciale di Unicomm – il nostro Gruppo non vuole rinunciare agli investimenti e prosegue nello sviluppo in tutti i canali “. Unicomm attualmente è presente in otto regioni (Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Umbria, Toscana, Marche e Lazio), attraverso le società controllate Guarnier, Arca e GMF e con una rete commerciale composta da ipermercati, superstore, supermercati, cash&carry e discount, per un totale di oltre 200 punti di vendita, e una quota di mercato del 14% nel Veneto e del 12% nel Triveneto. La crescita del Gruppo, che nel 2012 chiuderà con un fatturato di 1.900 milioni di euro, anche in un periodo di contrazione dei consumi, indica una reale capacità di interpretare i bisogni dei clienti, costruendo un sistema di offerta in costante miglioramento, con la prerogativa di mantenere la massima competitività in termini di convenienza.

Dati dell'autore:
Ha scritto 759 articoli
Dott. Andrea Meneghini

Analista ed esperto di Grande Distribuzione alimentare.E’ un attento osservatore delle dinamiche evolutive dei format discount e supermercati in Italia ed in Europa. Opera come manager per alcuni gruppi alimentari sullo sviluppo all’estero, soprattutto nord Europa e Medio Oriente. Ha scritto il libro per la catena Lillo Spa “Vent’anni di un successo”.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su