GDO News
1 commento

SUN: quota di mercato al 2,7% e progetti di sviluppo importanti

Il Gruppo SUN, appartenente al gruppo ESD,  si rafforza ulteriormente lungo la fascia tirrenica. Nei giorni scorsi, infatti, è stato formalizzato l’ingresso del CE.DI. GROS, un Consorzio costituito nel 2002 da una decina di storici commercianti romani al fine di integrare le funzioni commerciali e logistiche. Il fatturato del Consorzio, relativo alle forniture effettuate alle imprese associate, è aumentato rapidamente passando dai 25 milioni del 2002 agli attuali 500 milioni di euro. L’operazione permette a SUN di rendere ancor più capillare la propria presenza sul territorio, attraverso i 141 punti vendita per una superficie commerciale di 128.754 mila mq di Ce.Di.Gros srl. Il fatturato di vendita delle 15 imprese associate ha raggiunto nel 2011 1 miliardo di euro ed una resa al mq di circa 8 mila euro, superiore a quella media di mercato. La quota di mercato di Ce.Di. Gros su Roma e provincia è del 15,2%, mentre a livello nazionale raggiunge l’1,1% con interessanti margini di crescita. Lo stretto legame con il territorio trova conferma, tra l’altro, con una collaborazione con la Coldiretti in grado di garantire la massima diffusione/assorbimento dei prodotti tipici laziali. Inoltre Ce.Di.Gros attua mirati programmi di responsabilità sociale sostenendo, a Roma, manifestazioni artistico culturali che consentono di offrire ai clienti iniziative dedicate ed agevolazioni economiche per la partecipazione agli eventi. Nel 2013 l’imprese appartenenti a CE.DI.GROS svilupperanno 6 nuovi supermercati con una superficie complessiva superiore ai 8.000 mq, con investimenti di € 27 milioni e la creazione di 235 nuovi posti di lavoro. “Il Gruppo SUN ha detto il presidente Marco Odolini – con l’ingresso di Ce.Di.Gros ha ulteriormente rafforzato la propria struttura migliorando la copertura del territorio, in un’area con tassi di sviluppo più elevati rispetto a quelli medi nazionali e già presidiata marginalmente dagli attuali soci SUN. La nuova compagine sociale lascia intatta l’identità stessa del Sun” La nuova configurazione di SUN a seguito dell’operazione appena conclusa porterà un incremento della quota di mercato a livello nazionale dall’attuale 1,6% al 2,7%. Il numero complessivo dei punti vendita salirà a 446 per un superficie di 477.602 mq. Dall’aggregazione dei dati emerge, inoltre, che il fatturato relativo ai primi nove mesi del 2012 è stato pari a € 1,565 milioni con un incremento pari a € 10 8 milioni . Nei mesi ottobre dicembre 2012 tutte le catene aderenti al SUN (CE.DI.GROS esclusa) prevedono di realizzare cinque nuovi punti vendita di cui tre superstore e due supermercati per un investimento complessivo pari a € 6,9 milioni. Alla fine del 2012 la rete distributiva degli attuali soci di SUN sarà composta da 12 ipermercati, 35 mini iper, 67 superstore, 186 supermercati, 127 superette, 18 mini market e 3 cash and carry. Gli occupati alla fine di settembre erano pari a 7.482 e altre 107 assunzioni sono previste nell’ultimo trimestre dell’anno. Il piano di sviluppo 2013 di SUN prevede la realizzazione di 13 nuove unità di vendita con investimenti pari a € 46,2 milioni (a cui si aggiungono le aperture e gli investimenti in CE.DI.GROS) e 435 nuovi posti di lavoro. Il Gruppo Sun è formato da cinque società, con insegne storiche della moderna distribuzione e posizioni di rilievo nei territori in cui operano: Magazzini Gabrielli di Ascoli Piceno, Italmark di Brescia, Cadoro di Venezia, Grandi Magazzini Superconti di Terni e Orvea di Trento, che hanno sviluppato complessivamente 1.108.883 euro di fatturato alla fine del 2011.

Dati dell'autore:
Ha scritto 763 articoli
Dott. Andrea Meneghini

Analista ed esperto di Grande Distribuzione alimentare.E’ un attento osservatore delle dinamiche evolutive dei format discount e supermercati in Italia ed in Europa. Opera come manager per alcuni gruppi alimentari sullo sviluppo all’estero, soprattutto nord Europa e Medio Oriente. Ha scritto il libro per la catena Lillo Spa “Vent’anni di un successo”.

Q COMMENTO
  1. Luca

    Avranno una rivisitazione dei cedi?

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su