GDO News
Nessun commento

Anche Tesco inizia ad alleggerire gli investimenti nei mercati non redditizi: tocca al Giappone

Per tutti i maggiori retailer mondiali questo 2012 si sta rivelando l’anno del ritiro o del taglio degli investimenti nei mercati che non danno sufficiente redditività. Dopo Carrefour, che ha ceduto le sue attività in Grecia al socio Marinopoulos, anche Tesco ha fatto il primo passo verso l’uscita dal mercato non strategico: il Giappone. Il gruppo britannico ha annunciato che  cederà metà delle sue attività nel Paese asiatico alla nipponica Aeon. Il Giappone è in realtà un mercato molto difficile: Tesco non è il pimo gruppo che rinuncia, infatti altre società straniere hanno già lasciato il paese a causa dei gusti molto variabili dei consumatori, dell’elevata concorrenza e della deflazione.

Dati dell'autore:
Ha scritto 516 articoli
Dott. Alessandro Foroni

Esperto di sociologia, organizza reti vendita e merchandising a livello nazionale, prepara i funzionari alla negoziazione con il trade.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su