GDO News
3 Commenti

Curioso sondaggio: un quarto degli svizzeri non farà mai la spesa da Lidl

Tra i consumatori svizzeri l’insegna meno amata è la Lidl. Lo riporta il domenicale “Sonntag”, che cita un’inchiesta condotta su un campione di 1000 persone dall’agenzia di ricerche di mercato Marketagent.com.
Alla domanda “esiste un negozio dove non andresti mai a fare la spesa?”, il 25,2% degli intervistati ha risposto “Lidl”. Al secondo posto, con il 21,5%, Aldi. Più staccata la Otto’s, che con il suo 11,9% si piazza in terza posizione. Tra i negozi più amati, invece, si impone la Migros (53,3%), davanti alla Coop (31.3%).
La pessima immagine del discounter tedesco è dovuta, soprattutto, a recenti scandali sulla gestione del personale, emersi in seguito alle denuncie di diversi ex-dipendenti che lamentavano pratice associabili al mobbing. La direzione di Lidl, che non ha voluto commentare i risultati, dice però di essere soddisfatta dall’evoluzione delle vendite in Svizzera, anche se alla fine del 2011 si era parlato dell’abbandono del mercato svizzero da parte del retailer tedesco dovuto agli scarsi incassi. In media lo scontrino svizzero sarebbe infatti di (udite! udite!) 35 franchi (circa 30 euro), contro i 60 euro del resto d’Europa, oltre che una generale incapacità di attirare clientela e la concorrenza dei prezzi di Coop e Migros.
L’inchiesta ha toccato anche il tema del turismo della spesa. I risultati mostrano che ben il 41% degli svizzeri si reca oltre confine a fare acquisti e ben il 90% degli intervistati dichiara di essere intenzionato a spendere all’estero nei prossimi 12 mesi in maniera uguale o maggiore allo stesso periodo appena passato.

Dati dell'autore:
Ha scritto 516 articoli
Dott. Alessandro Foroni

Esperto di sociologia, organizza reti vendita e merchandising a livello nazionale, prepara i funzionari alla negoziazione con il trade.

3 COMMENTI
  1. max

    Chissà che risultato avrebbe un tale sondaggio in Italia ? Non credo molto diverso, ma questo non vuol dire, che il discount non abbia successo, d’altronde i dati sono eloquenti

  2. vittorio

    sono daccordo con gli SVIZZERI non mi piace la politica che ha la L i d l nello sfruttamento vergognoso del personale dipendente quando ho saputo di tale conduzione non farò mai piu la spesa da Lidl

  3. monica

    Bene aggiungiamo anche la LIDL a quei marchi dove non porterò mai più il becco di centesimo, gli altri sono OMSA, GOLDEN LADY, POMPEA, FIAT…se ne conoscete altri aggiungete.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su