GDO News
2 Commenti

L’Iniziativa di Conad “Insieme per la Scuola” ha raccolto in quattro giorni l’adesione di 3.300 scuole

Sono trascorsi appena quattro giorni dal lancio dell’iniziativa Insieme per la scuola – promossa da Conad per dotare di attrezzature informatiche e supporti multimediali (stampanti,lavagne luminose, proiettori, schermi tv…) le scuole primarie e secondarie di primo grado, sia pubbliche sia private – e le prime adesioni forniscono un quadro positivo del grado di attenzione e di partecipazione degli istituti. Sono 3.300 le scuole – oltre a 150 materne – che, a titolo del tutto gratuito, si sono iscritte e ora attendono di ricevere dagli studenti e dalle comunità un alto numero di buoni scuola per poter entrare in possesso del premio scelto in un apposito catalogo. “Risultati incoraggianti, che ci fanno ben sperare per il buon risultato finale dell’iniziativa”, osserva il direttore canali distributivi Alberto Moretti. “Conad vanta un impegno molto forte nel sociale, come pure nello sport e nella cultura. L’auspicio è di poter fare in futuro altre iniziative rivolte al mondo della scuola, quali, ad esempio, lo sconto sui libri di testo. Un modo, questo, per aiutare le famiglie in una fase di congiuntura economica negativa”. Il meccanismo di Insieme per la scuola è semplice: fino al 9 giugno 2012 ai clienti che faranno la spesa nei punti di vendita Conad – ipermercati, superstore e supermercati – sarà consegnata una bustina di carte ogni 10 euro di spesa. Nella bustina i bambini troveranno figurine e sticker dei Puffi. Troveranno, soprattutto, un buono scuola che porteranno al loro istituto. Ogni istituto raccoglierà i buoni portati da alunni, famiglie e dalla comunità. Raggiunto il numero di buoni necessari, la scuola potrà richiedere in modo gratuito il premio scelto. L’impegno nei confronti della scuola è parte integrante di quello che Conad dedica al sostegno solidale alle comunità in seno alle quali opera con i propri soci e i punti di vendita e che lo porta ad investire ogni anno 10 milioni di euro. Per fare ciò Conad utilizza gli strumenti che gli sono propri, vale a dire il rapporto costante – e basato sulla fiducia – con 7 milioni di famiglie che, facendo la spesa nei punti di vendita del gruppo, contribuiscono con la loro partecipazione a sostenere anche il progetto per le scuole.

Dati dell'autore:
Ha scritto 744 articoli
Dott. Andrea Meneghini

Analista ed esperto di Grande Distribuzione alimentare.E’ un attento osservatore delle dinamiche evolutive dei format discount e supermercati in Italia ed in Europa. Opera come manager per alcuni gruppi alimentari sullo sviluppo all’estero, soprattutto nord Europa e Medio Oriente. Ha scritto il libro per la catena Lillo Spa “Vent’anni di un successo”.

2 COMMENTI
  1. Sergio lupi

    Bella iniziativa. Anche il mio gruppo sta fornendo alle primarie di porto San Giorgio (marche), lavagne multimediali, coinvolgendo sport etico (PFM Basket), imprese che fanno Green e scuole. I nostri ragazzi sono il nostro futuro. Aiutiamoli per farci aiutare!!! SL

  2. arabella marchionni

    perché solo le scuole elementari, e le secondarie di primo grado , -possono partecipare al concorso dei buoni scuola conad fate partecipare anche le scuole materne dove non c é assolutamente neanche il più piccolo gessetto o matita.qui a Roma facciamo la colletta. per riparare la scuola o per mettere in sicurezza i giardini dei nidi, materne ,ed elementari.per fargli avere una piccola bibloteca scolastica.cio che state facendo è una cosa buona ma rfate in maniera che possano partecipare anche i piu piccoli.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su