GDO News
2 Commenti

Spagna: i tempi di crisi portano a forti ribassi di prezzi

In un Paese fortemente segnato dalla crisi economica, si parla addirittura di un possibile collasso economico successivo a quello in atto in Grecia, con un tasso di disoccupazione intorno al 17% con punte del 25% nelle regioni del Sud, la Grande Distribuzione del Paese iberico sta correndo ai ripari. Il Discount è in forte crescita (al contrario di Francia ed Italia) ed i gruppi più titolati (Mercadona e Carrefour) si fanno la guerra a colpi di ribassi dei prezzi. L’Osservatorio dei Prezzi del Ministero dell’Industria e Commercio ha pubblicato uno studio che rivela che Mercadona, Leader di mercato, ha abbassato i prezzi del 7,4% rispetto allo stesso periodo del 2009, e sono scesi di un 2,4% rispetto al trimestre precedente riuscendo a mantenerli come i più bassi a livello nazionale. I suoi inseguitori, Alcampo, Carrefour e Carrefour Express hanno praticato abbassamenti ancor più rilevanti ma senza arrivare ai livelli di Mercadona. Insomma la politica dei margini sta subendo delle strozzature straordinarie per mantere le quote di mercato. La situazione è davvero infelice e non si prevedono tempi migliori a breve termine. Un’altra pubblicazione spagnola relativa al mondo della GDO ha evidenziato che sette catene posseggono il 70% di tutta la distribuzione alimentare su tutti i formati, e questi gruppi sono: Mercadona, Carrefour, Alcampo,El Corte Ingles, Dia, Lidl ed Eroski. Tale concentrazione, si legge nella nota pubblicata dalla OCU (Organizzazione dei Consumatori), da un potere di negoziazione enorme in mano ai suddetti Gruppi alimentari che, di conseguenza, nelle trattative relative alla somministrazione di prodotti a marca commerciale possono mettere in difficoltà di sopravvivenza i fornitori, soprattutto quelli provenienti da Pesi in via di sviluppo. Infatti i fornitori di prodotti alimentari a marca commerciale dei gruppi spagnoli sono spessissimo provenienti dall’America Latina. La catena che meglio si comporta con detti fornitori, sempre secondo l’informazione emergente dalla nota, è Alcampo. Il Corriere della Sera ha pubblicato, infine, una classifica europea relativa ai giorni medi di pagamento delle fatture (sia Pubblica Amministrazione che Privato) e la Spagna è il fanalino di coda europeo infatti i pagamenti vengono effettuati a 139 giorni ( contro i 128 dell’Italia) dalla data di emissione con 15 giorni medi di ritardo dalla data di scadenza (30 l’Italia). Il sistema non ha subito scossoni o rallentamenti successivi alla crisi ma sicuramente nemmeno la Spagna rappresenta una eccellenza in questo ambito.

Dati dell'autore:
Ha scritto 769 articoli
Dott. Andrea Meneghini

Analista ed esperto di Grande Distribuzione alimentare.E’ un attento osservatore delle dinamiche evolutive dei format discount e supermercati in Italia ed in Europa. Opera come manager per alcuni gruppi alimentari sullo sviluppo all’estero, soprattutto nord Europa e Medio Oriente. Ha scritto il libro per la catena Lillo Spa “Vent’anni di un successo”.

2 COMMENTI
  1. Raul

    Siamo messi proprio bene. Qualche anno addietro, la Spagna rappresentava dei tassi di sviluppo economico che noi italiani guardavamo con molta invidia. Sta cadendo un altro mito. L’editoriare mette in evidenza che la disoccupazione tocca quote più alte al sud. In ogni paese esiste sempre una parte debole, che, purtroppo coincide con il Sud.
    In questi giorni anche la situazione della grecia sta venendo alla luce in tutta la sua drammaticità ( scandali, omissioni, occultamenti).
    Ma in seno al parlamento europeo, esite un organo, una commissione che vigila sul settore della distribuzione?.
    Se qualcuno sa e può darmi qualche indicazione dove andare a reperire materiale, mi piacerebbe documentarmi.

  2. aldo

    C’è una commisione all’interno di quella del commercio con google è facile trovare dati pareri.
    Poi ci sono i siti dell’antitrust europea e nazionale

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su