GDO News
Nessun commento

Inghilterra, polemiche per abbigliamento e giocattoli troppo osé

Negli ultimi mesi diversi gruppi inglesi sono finiti al centro di polemiche per aver messo in vendita abbigliamento e giocattoli per bambine sotto i 10 anni che per quell’età non sono decisamente adatti. Primark, catena di negozi a basso costo che spopola in Gran Bretagna, è stata costretta a ritirare dal mercato una linea di bikini imbottiti per ragazzine molto giovani. L’accessorio tanto discusso consiste nella parte superiore di un costume da bagno, imbottito e in taglia mini, adatta a bambine di circa sette anni, e che regala l’illusione di un seno già piuttosto pronunciato. Primark ha immediatamente ritirato il controverso costume dal mercato, e un portavoce della catena si è scusato pubblicamente per l’episodio.
Identica sorte è toccata a Asda che è stata criticata per dei reggiseni push-up per undicenni, mentre Tesco ha dovuto rimuovere dalla sua sezione di giocattoli, addirittura, un kit da lap-dance per bambine!!!
Va bene, in tempi di crisi si sondano le nicchie di mercato, ma forse i sempre morigerati inglesi stanno esagerando…

Dati dell'autore:
Ha scritto 517 articoli
Dott. Alessandro Foroni

Esperto di sociologia, organizza reti vendita e merchandising a livello nazionale, prepara i funzionari alla negoziazione con il trade.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su