GDO News
Nessun commento

Carrefour risponde a Tesco ed alla crisi: lancia una nuova linea a basso costo

“Carrefour Discount”, è questa la marca commerciale con cui il colosso francese reagisce al forte calo dei consumi che la sta attanagliando in tutta Europa. La situazione economica del Gruppo è preoccupante: in Francia, paese dove il Gruppo sviluppa un fatturato importante e che rappresenta il core business, i consumatori si stanno allontanando in modo deciso dai suoi ipermercati, il calo delle vendite è di quelli che impongo un cambio di strategia definitivo e centrato. In Italia la situazione, che non è mai stata rosea, adesso lo è ancora meno; com’è noto non si pensa più ad abbandonare la penisola, bensì si cerca di provare a rilanciare il brand GS, però sono necessari strumenti di marketing che non devono e non possono riguardare solo l’insegna. In Spagna, paese coinvolto in una crisi economica più seria della nostra, come abbiamo già scritto su queste colonne, il Gruppo francese ha recentemente svolto un operazione promozionale che non ha eguali nella storia della distribuzione, abbassando il prezzo dei prodotti più venduti del 25%. Solo per l’anno in corso da Parigi fanno sapere che su attività promozionali e tagli prezzo Carrefour sacrificherà 600 milioni di euro del suo utile. Parallelamente Tesco nello scorso settembre, per bloccare la migrazione dei suoi consumatori verso il Discount (Lidl e Aldi in particolare) ha creato una linea “low cost” che pare stia dando buoni risultati, come emerge dalle parole del Chief Executive Terry Leahy che recentemente ha dichiarato alla stampa: “la linea low cost che fu lanciata a settembre per fermare consumatori che emigrano verso i discounter Aldi e Lidl stanno facendo estremamente bene… è ben compreso dai clienti che sanno precisamente quello che è l’offerta di Tesco”. Carrefour vuole andare nella medesima direzione e lanciare un paniere di 400 referenze a marchio, che come detto verranno denominate “Carrefour Discount”, con il compito di svolgere la funzione di rendere l’offerta competitiva, far rientrare l’opinione del consumatore (soprattutto francese) che considera costosa l’offerta degli ipermercati Carrefour e provare ad incidere sull’aumento dei volumi, il vero problema irrisolto. Infatti pare che da Parigi ci sia una intenzione molto chiara: aumentare i volumi del 50% nei prossimi 3 anni.

Dati dell'autore:
Ha scritto 757 articoli
Dott. Andrea Meneghini

Analista ed esperto di Grande Distribuzione alimentare.E’ un attento osservatore delle dinamiche evolutive dei format discount e supermercati in Italia ed in Europa. Opera come manager per alcuni gruppi alimentari sullo sviluppo all’estero, soprattutto nord Europa e Medio Oriente. Ha scritto il libro per la catena Lillo Spa “Vent’anni di un successo”.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su