GDO News
3 Commenti

La Crisi in Europa: il Belgio

Una delle più importanti catene di supermercati del Belgio ha annunciato recentemente che entro breve provvederà a delistare dal proprio assortimento 250 referenze delle 400 della multinazionale Unilever, il gigante mondiale di Alimentazione ed Igiene. Tra gli altri, verranno delistati prodotti come l’ammorbidente Mimosin, le zuppe della Knorr, il Tè Lipton ed il sapone Dove. La catena, che annovera ben 2500 punti vendita, segnala che le esigenze di Unilever erano rivolte ad un aumento medio di listino del 30%, insostenibile per la politica di prezzi che sta conducendo la catena. Per compensare la perdita dagli scaffali dei prodotti Unilever, Delhaize provvederà ad inserire nei PdV una chiara cartellonistica dove indicherà ai consumatori quali sono i prodotti alternativi a quelli ritirati.

Dati dell'autore:
Ha scritto 300 articoli

Di formazione giornalistica, esperta in comunicazioni di massa.

3 COMMENTI
  1. michele

    giusto!Il costo delle materie prime è sceso molto, soprattutto quello dei prodotti agricoli, ma i prezzi non scendono. Anche Coop è della stessa opinione e negli scaffali cominciano ad apparire cartelli in cui viene spiegato che a causa del mancato accordo del prezzo di alcuni prodotti (di multinazionali,prossimamnte non saranno più presenti.

    1. ciccio

      Ma giusto cosa? Guarda che più il prezzo scende e più ti mangi la merda!

  2. Informato

    Tutta la GDO Italiana sta chiudendo i contratti con una media del 2%-2,5% in piu’ del 2008 ! i contributi dei volantini cosa servono ??? i contributi delle aperture cosa servono ?? i contributi delle trasformazioni cosa servono ?? i contributi TAC , TAN cosa servono ?? i contributi delle centralizzazioni cosa servono quando acquistano come una latteria ?? Perche’ la GDO paga quando vuole normalmente a 120 giorni ??
    Perche’ fanno gli interessi dei consumatori ???!! ma non fatemi ridere sono solo grandi finanziarie e del consumatore se ne infischiano.
    Ricordo che non molto tempo fa le cooperative Coop ( tranne Unicoop ) invece di abbassare i prezzi e fare gli interessi dei consumatori finanziarono con qualche migliaio di milioni di Euro la scalata , poi fallita , alla BNL . Quindi di risorse ne hanno un immensita’ma le uscano per i loro interessi politici altro che per i soci COOP.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su