GDO News
655 Commenti

Penny Market cambia vestito: in Italia test per un nuovo format Discount

Rewe sta sperimentando in Italia un formato per i negozi discount Penny. I negozi offrono l’insegna Penny Market Ambiente, con una gamma più vasta di frutta e verdura e una nuova organizzazione del negozio. Il dettagliante afferma di voler creare un negozio dall’aspetto più simile a quello di un supermercato, ma che mantenga tuttavia i principi del discount, compresa la forte penetrazione del marchio del distributore e le dimensioni del catalogo.

Dati dell'autore:
Ha scritto 757 articoli
Dott. Andrea Meneghini

Analista ed esperto di Grande Distribuzione alimentare.E’ un attento osservatore delle dinamiche evolutive dei format discount e supermercati in Italia ed in Europa. Opera come manager per alcuni gruppi alimentari sullo sviluppo all’estero, soprattutto nord Europa e Medio Oriente. Ha scritto il libro per la catena Lillo Spa “Vent’anni di un successo”.

655 COMMENTI
  1. Valeria

    Sapete dirmi se e dove in Italia esiste già un pdv a insegna Penny Market Ambiente?
    grazie

  2. Samuele

    a Casalpusterlengo si trova un Penny Ambiente

  3. fabrizio

    a breve cè ne sara uno anche a pionbino

  4. lucia

    interessante!ma lo stipendio di chi ci lavora non aumenterà? e intanto aprite nuovi negozi e rifate il look ai negozi quando i dipendenti fanno staordinari a non finire e mansioni che non dovrebbero fare..ci sono negozi dove mancano assistenti e direttori e gli addetti alla vendita fanno di tutto…per non parlare della sicurezza!!!Penny Market è una bella catena prezzi convenienti ma non c’è una buona gestione secondo me…

    ?

  5. Mario

    Ma bravi!!Rifate i negozi,prezzi compatitivi..???Cercate di dare una bella immagine… Peccato che poi trattate noi dipendenti come schiavi… Direttori che puliscono cessi,ribalte,pavimenti,in 4(!?)in negozio…..

  6. Giuseppe

    Concordo, sono un lavoratore del Pennymarket della Puglia e posso affermare e testimoniare che lavoriamo malissimo, ore di lavoro a nero oltre le ore del contratto. Es. timbro alle 14.00 ma effettivamente non prima delle 15.00 finiamo. Devo entrare alle 16.00 ma il mio direttore vista la scarsa affluenza per quell’ora mi fa timbrare alle 17.00. Per cui ogni giorno elmeno 2 ore di lavoro a nero lo facciamo. Per non parlare di quello che si fa nel negozio, pulizia bagni, pulizia parcheggio, pulizia magazzino etc. Bella pubblicità per il PennyMarket Vero?

  7. lucia

    caro giuseppe, per le ore in nero che fai quella è solo “colpa” tua se devi iniziare ad un certo orario non vedo perchè inizi prima senza timbrare o cose simili! questo non va bene secondo me!!!mentre per le mansioni sono d’accordissimo con voi,troppe mansioni per riuscire a fare bene e tutto!!! però c’è anche un sacco di gente che voglia di lavorare non ne ha!!!!ci vorrebbe un giusto equilibro!!

  8. Paolino

    La Penny Market assume tutta gente che nella vita non si è realizzata tanto, poi da loro le chiavi del negozio dicendo: Lo vuoi fare il direttore?
    Si, Certo, Evviva.
    Quando poi il direttore è stanco, e vuole fare meno ore, viene interdetto dalla manzione con una scusa banale.
    Facile fare i soldi sulla pelle dei dipendenti.

  9. luca

    salve,
    mi trovo in una situazione complicata,dovrei lasciare il mio lavoro di vice responsabilie in un cash and carry ,in pratica è una realtà piu o meno come voi avete sopra elencato,per andare a lavorare in un penny maket ,quancuno mi puo dare un consiglio su questo argomento? grazie

  10. CRP

    Caro Luca …………………….. lascia perdere il cash end Carry, vieni che ti aspettiamo al Penny!!!!!!!

    p.s. Sei carino???

  11. Mara

    io sono una dipendente penny, della regione toscana, e posso testimoniare che il penny market è un azienda ,dove per entrare con loro devi fare 2 o 3 mesi di STAGE (come lo chiamano loro) dove per tutto quel periodo lavori 4 ore a giono gratis!!!!!(e un vero e proprio sfruttamento se considerate che per usare una cassa e capire il meccanismo di rifornimento bastano circa 15 gioni) i restanti 2 mesie mezzo servono a far risparmiare ore lavorate sul buget di produttività del negozio!!!!ecco a cosa serve veramente uno stage!!non sono organizzati quanto riguarda gli assistenti , ci sono persone che aprono, chiudono, fanno ordini,aspettando per anni che gli venga riconosciuto in busta paga queste mansioni, per quanto riguarda i direttori invece io penso che sia la peggio fascia di tutti dato che quest’ultimi vengono assunti con un contratto forfettizzato a 40 ore settimanali base, ma il punto che le ore settimanali medie di qualsiasi direttore penny partono da un minino di 65/70 a un massimo di 90 ore settimanali per far si di risparmiare! e in tutto cio nessuno parla perche gli ispettori di zona possono ttranquillamente spostarti per tutta la provincia nella quale lavori di conseguenza hanno la possibilita anche di mandarti a 15/20 km da casa magari x fare solo 4 ore, ose ne devi fare 6 ti fanno un orario dove devi fare 3 ore la mattina 3 la sera a 20 km di lontanaza da casa , capite che ti ricattano e ti spingono al licenzamento!!! senza considerare che piu lavori senza timbrare e piu son contenti!!! un consiglio portate curriculum a all’esselunga, conad , pam, carrefour xke sono queste le aziende serie!

  12. davide

    Sindacati,sindacati,sindacati.Premetto che non sono un loro sostenitore,non cambieranno mai la nostra vita lavorativa ne tantomeno l’azienda…troppo magna magna…
    io sono un direttore della regione piemonte.sono stato assunto,all’inizio,come magazziniere(che poi non fai solo quello) e per scalare la piramide sono stato costretto ad abbassare la testa e ruscare.vuoi diventare assistente?portami risultati,vuoi diventare direttore?portami risultati.cosa intendono per risultati?negozio perfetto con poche ore lavorate!se non sei forfettizzato non devi timbrare,semplice no?
    ma il loro gioco dura finchè non sei arrivato dove volevi,dopodichè o sei masochista o ti dai una svegliata,ti iscrivi ad un sindacato giusto per avere qualcuno che risponda alle lettere di contestazione che prima o poi arrivano se non continui a fare cosa vogliono loro.
    risultato?fai ciò per cui sei direttamente responsabile e SE avanza tempo anche altro,ovviamente con la volontà di venirgli incontro.
    un primo livello NON è obbligato a scaricare il camion,a caricare merce a scaffale nè tantomeno a pulire!
    mi fanno una lettera?bene!faccio un fax al rappresentante sindacale lui risponde e loro…zitti!non possono fare nulla!
    quindi se ci si occupa prima di conti,burocrazia,controlli e GESTIONE loro non possono contestarti un bel niente!il negozio non è pulito?assumi un 6° livello(che non può fare cassa),non lo assumi?spera non passi l’asl.
    -la drogheria non è stata caricata?carico ore sul personale!
    -taglia ore?la drogheria rimane in magazzino!
    -da solo in negozio per ridurre il costo del personale?mettilo per iscritto così se succede qualcosa non ne sono responsabile.

    ci si fa abbindolare con minacce e provvedimenti che non stanno nè in cielo nè in terra,ma è colpa nostra o meglio è colpa di chi continua a farsi prendere per i fondelli!!
    è più facile perdere mezza giornata per sindacalizzarsi e farsi spiegare cosa dobbiamo e cosa possiamo non fare,non dobbiamo cambiare un’azienda dobbiamo pararci il sedere.serve qualcuno che ti dica -tranquillo ci penso io-.
    bisogna uscire da questo clima di terrore,chi minaccia e scrive lettere quasi sempre non sa nemmeno cosa prevede il nostro contratto e se lo sa ha la fortuna di trovarsi davanti a degli ignoranti (nel senso che ignorano)che tremano a fronte di minacce tipo -ti mando a 50 km da qui-…bene finchè non scopro che devi rimborsarmi gasolio e pasto.
    non dimentichiamo chi si lamenta e quando è ora di reagire trova le scuse più banali per rimettersi la catena e prendere bastonate senza mai vedere la carota…
    ah…! penny ambiente?belli luminosi moderni così splendidi da distogliere l’attenzione dalla cassiera influenzata che per non lasciare nella cacca gli “amici-colleghi” si spara 12 ore con 1 di pausa perchè un’altra collega è stata mandata in un altro negozio dove mancava PIU’ personale del solito!
    belli..non vedo l’ora che rifacciano anche il mio…

    1. merry

      parole sante

  13. Nicola

    vogliono risparmiare??? iniziate con togliere a vostri cari ispettori di zona le passat da quarantamilaeuro da sotto il sederino!benzina pagata!(anche per le loro giratelle fuori porta con le famiglie)pasti pagati tutti i gioni fino a 15 Euro, autostrade tutte pagate con il telepas!!!!!!!!!!!!!!!per 30 ispettori x 7/8 regionI??????…….NE RISPARMIATE DI SOLDI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! VAAAAIIIIIIII!!!!!

  14. Ale

    Sono un ex direttore di Penny market, purtroppo ciò che leggo qui è tutto vero, in Penny il personale è super sfruttato, ma finchè troveranno i coglioni che stanno zitti e abbassano la testa sarà sempre così.L unica persona che ho sempre stimato
    è il responsabile vendite della regione Desenzano, una persona che ha fatto la sua gavetta ed è arrivato fino a lì anche se meriterebbe di più.Buon lavoro ragazzi e… guardatevi in giro!

  15. GIAMPY

    Carissimi amici o colleghi, ho letto tutte le vostre considerazioni.
    Sono direttore di punto vendita, zona toscana, e devo dire che avete tutti ragioni valide per scrivere ciò che avete scritto.
    Ma la ragione è solo in TEORIA, in PRATICA è diverso.

    1- La Penny Market NON costringe nessuno a diventare direttore.
    2- La Penny Market NON chiede di fare 70 ore in negozio ai forfettizzati.
    3- La Penny Market NON ti chiede di fare il direttore ma sei tu che ti fai vedere sempre più valido per raggiungere tale qualifica.
    4- La Penny Market NON VUOLE ASSOLUTAMENTE che i dipendenti lavorano senza timbrare per il raggiungimento della produttività.
    5- La Penny Market NON E’ RESPONSABILE del tuo accanimento per ragiungere un grado di esperienza per mezzo della quale potresti essere in grado di gestire un punto vendita, e malgrado tutti ti dicano che fare il direttore non è una passeggiata ti ostini a trovare i difetti ai colleghi e cerchi sempre di sorprendere l’ispettore per poter diventare un capo negozio, e che poi quando sei ancora terzo livello lavori 38 ore marcate ma 60 effettive così che l’ispettore avanzi l’ipotesi di un primo livello…….Capito vero!
    6- La Penny Market NON può capire i tuoi problemi, sei tu che devi farglieli capire, in modo da svelare se puoi essere un DIRETTORE o vuoi solo farlo per ambizione.

    Etc…..

    In ultima analisi:

    Se non sei contento di lavorare come lavori, cambia lavoro.

    E non dire che il lavoro.

    Puoi fare anche il muratore, anche se so che è più bello fare il direttore, (Che bello sono direttore).

    Io ho avuto problemi con l’azienda, ma se sono ancora in questa azienda, è perchè mi piace il lavoro, i problemi piano piano si risolvono.

    Ricordate che i nostri superiori sono uomini, e a volte possono ricredersi su di noi, se siamo abbastanza bravi da farli ricredere.

    In bocca al lupo.

    Non arrabbiatevi se ho scritto questo, ma come disse Napoleone:

    Ogni popolo ha il generale che si merita.

    CIAOOOOOOOOOOOOOOOOOO……

  16. ALEX

    Giampy ma cosa scrivi?????? ma sei sicuro di lavorare alla Penny Marchet? su ciò che hai scritto non sono per niente d’accordo. sono anche io dipendente e sono in toscana, ma ciò che dici non è assolutamente vero.L’unico punto dove posso darti ragione è dove dici che nessuno ti costringe. Il resto non è vero. da me il direttore 70 ore le fa e ne è costretto altrimenti a fine mese la produttività non c’è. puoi anche non farle, ma poi il negozio com’è? e li arrivano i rinproveri, anche pesanti, da parte degli ispettori.Che si lavori senza timbrare l’azienda lo sa e fanno le 3 scimmie, non vedo, non sento, non parlo.. io mi sono trovata spesso senza timbrare, ispettore presente e non mi ha mai detto niente, anzi…….per chiedere perpessi e ferie devi vendere l’anima. ti sembra giusto? se per caso motivi di salute,chiedi di fare il tuo, il giusto, passi per colui che se frega dell’azienda. Ti sembra giusto?

  17. Nicola

    caro giampy..in primis ti voglio garantire che nn c’è TEORIA nelle nostre tesimonazie ma tutta assolutamente PRATICA!!!

    invece penso che tu non sia un direttore..ma che tu sia posizionato in qualche gradino un po di su nella scala gerarchica che rappresenta l’azienda dove lavoriamo..
    perche l’analisi che hai fatto in riferimento a come si puo diventare direttore…nn è quello di un ragazzo che esprime in prima persona la propria esperienza vissuta riguardo al fatto chè si, prima di essere un direttore sei semplice 38 ore ,ma un 38 ore costretto anche a fare a lote 60 ore visto e cosiderato che nn c’è uno staccio di direttore in zona allora l’azinda e contenta del tuo lavoro, allora non c’è ispettore che non usi un atteggiamnento rispettoso…(daltronde nn sei un responsabile forse lo sanno che nn posso rompere e prentendere piu di tanto )allora e li ,quando secondo loro hai una buona organizzazione, che forse potresti anche diventare direttore e prendere un primo livello…. il loro obiettivo??..contratto forfettizzato fatti diventare omino azindale,perche forfettizzato = PRODUTTIVITA…ti gasano, ti fanno sentire di essere pronto…e poi li, dopo aver firmato ti lasciano il negozio in mano tutto “TUO”… ti danno obiettivi a volte assurdi..e qundi altro che 60ore di quand’èri 38..ora ne devi fare anche 70 , anche 80, se c’è esigenza(poco fatturato)anche 90!!però con la responsabilità sta volta perche sei DIRETTORE!!EH!…E a un certo che punto non raggiungi mai il premio allora pensi..va beh!! delle mie 40ore pagate mi segnero una 10ina di ore di up (UP:ORE DI PERMESSO PAGATE CHE HA A DISPOSIZIONE IL DIPENDENTE PER VISITE, O COMUNQUE PER POTERSI ASSENTARE GIUSTIFACATAMENTE DAL POSTO DI LAVORO E NON DA USARE PER RAGGIUNDìGERE LA PRODUTTIVITA)..E allora?.. cercherò di far pressioni sulle cassire di timbrare prima che scatti il quarto d’ora..perche un quarto d’ora X 4 persona e un ora in piu … che intacca la mia produttivita e il mio EVENTUALE premio..ECCO PERCHE SI LAVORA GRATIS.. O tante cose da fare con poche ore a disposizione (misti, las, surg, magari le pulizie (che non ci competono)e pure quanche promozione da tirare fuori…tu? come fai??? fai tutto tu? o fai lavorare i tuoi colleghi senza tibrare??cosi fai tutto e ragguingi il premio? e poi commento il tuo ultimo punto….il penny market appunto come hai detto tu e fatto da uomini con cervello pensate, e ti posso garantire che sanno benenissimo su quale cavallo puntare..pertroppo o per fortuna pero bisogna fare far sì che si usi un po di bastone e un po la carota, perche non tutti sono disposti a farsi prendere a bastonate per 1400 euro al mese ….
    E vero le cose si possono risolvere, ma solo quando trovi un ispettore che lavora con il cervello per far fuonzionare tutto nel modo giusto , tra gli interessi dell’azinda e la serenita dei dipendenti, perche sono pochi gli ispettori con i quali ci si puo raginare!!… e vero ogni popolo ha il generale che merita……ma e anche vero CHE UN BRAVO GENERALE E TALE QUANDO HA DEI BRAVI SOLDATI CHE GLI VANNO DIETRO..

    Ps….ti posso garantire che tanta gente preferisce tornare a casa sporco di tinte e polvere..fare il muratore e godersi la propria vita!!!!..ecco perche non trovano uno straccio di direttore nanche per i soli 6mesi di prova quelli che ci son vanno via!!!!!!…..aumentare insieme alla produttività ..anche lo stipendio … non ci ha mai pensato nessuno??eh??

    ti saluto mio caro collega qualsiasi sia il tuo livello!!ciaoo

  18. luca

    giampy!!!!ma quante cose fai il penny invece che non dovrebbe fare???????

    1- entrare soli alle 6 di mattina in negozio e starci fino alle 7.50 che arriva la prima cassiera .. si puo fare ???

    2- ritrovarsi in orario giorni di up e ferie (MIE NN QUELLE DELL’AZIENDA)nei periodi di “magra” …si puo fare??

    3-farci mattere le mani nella spazzatura per togliere i sacchi dai bidoni nei parcheggi… si puo fare??

    4-bloccare le ferie il mese di agosto, quando io ho 15 giorni che posso prendere quando voglio …si puo fare??

    5-far lavorare senza tibrare …SI PUO FARE??

    6-Far appendere la cartellonistica dovendo salire sul muletto elettrico ed essere sollevato fino al soffitto… SI PUO FARE??

    7-Che a volte direttori si ritrovano a lavorare 7 giorni su 7…. SI PUO FARE??

    TI POSSO ASSICURARE CHE POTREI CONTINUARE…….. MA MI FERMO QUI E TI SALUTO

  19. ribes

    Sono un capo filiale da due anni,la mia avventura incomincia circa sette anni fa. MI viene proposto un contratto a tempo indeterminato come cassiera part time 24 ore. Dopo un periodo di prova estremamente duro (E GRATIS) vengo confermata; il lavoro tutto sommato mi piaceva,i colleghi erano simpatici,la paga ottima, cosa potevo desiderare di più? Dopo anni di precariato pensavo che pulire bagni e parcheggi oltre il lavoro di commessa-cassiera non fosse così male!

    Gli anni passavano ed io ero sempre più entusiata di questa azienda. Di promozione in promozione sono diventata capo filiale, non senza molti sacrifici quali estrema disponibilità, velocità e turni massacranti. I primi mesi, vista la mia inesperienza come capo filiale, venivo miracolosamente graziata, forse nella speranza che con il passare del tempo le cose si sistemassero, o forse perchè lavoravo dodici ore consecutive al giorno, senza contare gli inventari . Ma il tempo passa, le cassiere che vanno via non vengono sostituite, le mansioni aumentano di giorno in giorno, io da sola come resposabile in turno oltre al lavoro di scarico del camion, commissionamento di f/v, carne e pane mi ritrovo a cambiare i cartelli della frutta prendere le giacenze,dare i cassetti alle cassiere e ovviamente tutto questo entro le 8 del mattino!

    Impossibile se sei sola, ma per i capi non c’è ragione, “non sei capace” ed eccoli arrivare con le loro belle macchinone e i loro vestiti puliti e profumati, e tu sporca e sudata a dover rispondere del perchè o del percome di ogni singola cosa, come se lì ci lavorassi solo tu: l’assistente sbaglia? La colpa è tua; l”inventario non viene? Sempre colpa tua; Non sei abbastanza bravo o veloce, qualsiasi cosa che tu dica comunque non hai ragione!

    Senza personale e con l’azienda contro iniziano i problemi. La mia filiale è abbastanza grande, il mio personale è a dir poco spedito, penso che senza la loro disponibilità, a volte forse per pena nei confronti miei e di quella santa della mia assistente, non ce la farei. Abbiamo sempre cercato di fare del nostro meglio tenendo il negozio nel migliore dei modi, cercando di eseguire le procedure aziendali, ma purtroppo il tempo è sempre poco la merce devi metterla negli scaffali e di bancali ce ne sempre troppi. Le ragazze fanno turni di 4/5 ore, una va’, una arriva.La mattinata trascorre tra gli ordini da spedire e fare, rifornimento banco frutta,latticini,carne,….quando ho finito tutto sono già le 13.30, mi siedo in magazzino e mangio di corsa un tramezzino (di quelli che vendiamo noi perchè ovviamente non posso lasciare la filiale senza responsabile!) e bevo una coca! Ma il tempo è oro e intanto che mangio la lavasciuga si riempie così la prepari per la sera… ehehehe poveva stupida! Con un pò di cibo in corpo e un minimo di forze faccio gli ordini, e qui si che ci vorrebbe la sfera di cristallo!! Sto ordinando troppo oppure troppo poco? Quanto venderò domani? Con la mente stanca inizio e se mi va bene prima che arrivi il secondo camion riesco ad inviare l’ordine.

    Alle 14 e 30 arriva la mia assistente, anche lei ormai stanca di questi ritmi estremi, sbuffa ed io penso che prima o poi mi lascerà perché spesso mi dice: “sono veramente delusa, lasciate qui sole, mai una gratificazione,solo critiche e pretese; ed io che in quest’azienda ci credevo!”. Anche lei avrà il suo bel da fare per tutto il pomeriggio. Ormai sono le 4 passate sono a pezzi..pensi che forse mi sta sfuggendo qualcosa che devo fare…e proprio che li che arriva l’ispettore e ti rimprovera per quella cosa mancata…eh si!!… Sfugge a te ma MAI a chi fa la revisione del negozio, che ti sbatte sempre in faccia le prove del tuo operato. Allora di nuovo ti tocca abbassare la testa e subire, perché purtroppo hai un mutuo,una famiglia, e sei stanco anche solo per cercarti un lavoro e dover rincominciare tutto da capo.

    Ecco cosa ti fa quest’azienda, ti succhia sangue e anima..

    Concludo – perché ormai vi avrò stufato- dicendo che non c’è nulla che si possa fare, esistono ancora personaggi disposti a lavorare come muli per 16 ore al giorno a discapito di quelli come me che tengono molto al proprio lavoro ma molto di più alla propria vita. Ciao.

    1. merry

      lavoro in un penny in toscana a tempo determinato. però dico a quelli che sono a tempo indeterminato d iessere uniti e piu forti e di fare valeree i prorpi diritti anche tramite un sindacato..porca miseria loro dividono il personale abbiamo ritmi che non riusciamo neanche a dirci mezza parola, direttori schiavizzati che ci schiavizzano a loro volta…una guerra fra ‘poveri’ che è disumanizzante….cmq hai centrato il mio stato d’animo, sento che mi stanno succhiando sangue ed anima e credo che nessun mutuo e nessun figlio e niente al mondo vale questo, io voglio guardarmi allo specchio e essere io non il fantasma che loro hanno voluto che fossi…quindi con tutte le difficolta che avrò dopo ma non vedo l’ora che arrivi il termine del mio contratto per mandare tutti al diavolo. cmq ho notato con vero dispiacere che tra colleghinon c’è unione e d’intelligenza, e soprattutto consapevolezza che tutto puo essere rovesciato se solo si puntassero i ipiedi e far rispettare i nostri diritti di esseri umani.
      cmq scrivi bene…sarebbe bello raccogliere tutte le varie testimonianze e farci un libro ‘vite da un penny’…. secondo me sarebbe un trionfo di vendite ;)

  20. vicki

    giampy ma dove lavori, mi sa che ha ragione Nicola. non sei un direttore ma forse qualcuno più in alto.Ne conosco diversi e tutti la pensano all’opposto di te. e poi basta leggere i messaggi dopo i tuoi. la penny ti sfrutta fin che può. dai una mano e loro si prendono tutto il corpo. e poi quando sei all’estremo e dici basta, spesso per problemi di salute, ecco fatto diventi un numero da scartare, non servi più e vieni masso in panchina e fanno di tutto per buttarti fuori. Le persone più odiose sono gli ispettori. Arrivano sulla macchina aziendale, spesso usata privatamente per portare la moglie in giro,in giacca e cravatta telefonino sempre dell’azienda e ti dicono: vado a mangiare qualcosa(anche il pranzo lo paga l’azienda)e te sei li che stai per fare il tuo pranzo: un misero panino e una bottiglietta d’acqua che naturalmente a te l’azienda non passa, nemmeno un buono pasto a quei poveri direttori che stanno in negozio da mattina a sera nemmeno una bottiglia di acqua del costo di 0,15 centesimi. Iniziassero a togliere qualche agevolazione a questi ispettori e aiutassero un pò di più chi stà in negozio sarebbe sicuramente meglio. e comunque se stiamo a vedere: chi è che manda avanti i negozi sono i dipendenti all’interno e quindi sarebbe bene trattarli con un pò più di rispetto e non come vendono trattati dall’ispettori e alle volte anche dal capo area, non ci dimentichiamo di lui… vedi bene che da un periodo a questa parte non riescono a trovare direttori, e fra un pò non riescono a tenersi nemmeno quelli che hanno. Ci sarà un motivo……. spero che le cose cambino e che anche dai piani più superiori riescano ad aprire gli occhi e facciano qualcosa per riportare la penny come era un tempo……… ciao a tutti…….

  21. TMM

    Ciao raga, il mio ispettore dice che se da la macchinetta per ordini la userebbe sua madre riuscirebbe anche lei a farlo, sbaglierebbe il primo il secondo ma poi uno lo azzecca. Il mio ispettore quando facciamo l’inventario è così generoso che compra 3 ballette di mezza frizzante con 2/3 pacchi di patatine e qualche altra cagata poi quando va in ferie usa l’auto aziendale ma come quel gosolio che consuma poi non ricade sulla ns produttività?? Va bè ma ci sono i tipi come giampy che gli entra prima la lingua e poi il resto nel negozio. A me dispiace che se giampy fosse un ispettore in principio era una persona normale poi viene sottoposta ad un lavaggio di cervello ed escono questi elementi. Il mio ispettore vuole che io faccio circa 60 ore di lavoro settimanali ma io a se arrivo a 47/50 è tanto e quando ci becchiamo lui dice che al giorno si fa 12 ore di lavoro ma come a te le ore partono da quando ti svegli?? Come mai io devo prima spogliarmi e poi timbrare ed invece al Ce.Di. hanno la timbratrice appena entri quindi succede il contrario e cioè prima timbrano poi salgono ma non negli uffici perchè cè il caffe che gli aspetta tanto che fretta cè ho timbrato, dopo 5/10 min. di conversazione si va in ufficio e si comincia, a metà mattinata altra pausa e via dicendo fino a sera, il mio ispettore dice che non ci può far niente. Il mio ispettore dice che lui ha tante spese non come noi che la penny ci passa le felpe e lui invece deve acquistare l’abito che sinceramente l’ho visto in una settimana solo cambiarsi una solo volta la camicia. Io non me la predo con l’azienda ma con tutti quelli che l’hanno assecondata fino ad arrivare a questo punto ispettori segretarie lecchini giampy compreso ecc.. facciamo come lidl che tutti i direttori e assist. si son messi in malattiama mettendoli in ginocchio e sono riusciti a riavere parte della loro dignità.

  22. GIAMPY

    PRECISAZIONI PER ALEX, NICOLA, ECC….

    Io non sono ispettore, sono primo livello come voi.
    Ho detto quelle cose perche purtroppo dovete farci i conti, l’azienda rispondera’ così ai vostri reclami.

    Ma voglio dirvi che se invece di lamentarvi vi mettete in moto tutti assieme e NON FATE le cose di cui vi lamentate, neanche l’amministratore delegato riuscirebbe a fermarvi.

    L’azienda fa mobbing a chi non gli va a genio, ma non riesce mai a buttarli fuori, perchè ci vuole la giusta causa.

    Io sono stato a tutte le riunioni organizzate dai sindacati, ma tutti vogliono cambiare le cose ma non in prima persona.

    Perchè se c’è da NON FARE una cosa ritenuta ingiusta si manda un sindacato?

    Basta non farla.

    RDZ dice:
    Metti i cartelli sul soffitto.
    DIR risponde, Voglio una scala sicura per poter salire, altrimenti li metti tu.

    RDZ dice:
    Troppe ore poca produttivita.
    DIR risponde:
    Faccio del mio meglio per tenere il negozio.

    RDZ dice:
    C’è da fare le pulizie generali, da sbrinare le vasce……
    DIR risponde:
    Chiama l’impresa.

    Se volete vado avanti, ma ci vorrebero mesi di scrittura.

    A me nessuno a fatto il lavaggio del cervello.
    Sono un direttore da vecchia data che è stanco dello sfruttamento imposto dall’azienda, ma altrettanto stanco di sentire lamentarsi tutti e nessuno affronta mai i superiori.

    O perchè tutti i direttori non si riuniscono e parlano al direttore delle risorse umane invitandolo ad ascoltare le argomentazioni al fine di lavorare in maniera decente.

    Mi dite di voi chi ha il coraggio di dire al direttore alle vendite quando fa visita in negozio tutti questi discorsi che ho letto in questo forum.
    Pensate veramente che io non abbia i vostri problemi?
    Forza chi ha il coraggio di mettersi scrivere a milano all’ufficio del personale e fare queste lamentele?
    Quello che ho scritto nel primo post, vi verrà detto senz’altro.
    Alla LIDL sono avanti a noi con le proteste, e hanno anche raggiunto obbiettivi positivi perchè sono uniti tutti i colleghi.

    Sono pronto anche ad incontrare di persona Nicola e Alex per parlare meglio.

    Invece di esprimere difetti dell’azienda convincetemi che siamo uniti pronti a difendere i nostri diritti non coglioni che aprano il negozio alle 6 da soli.

    Fatemi sapere raga…
    adesso vado anch’io a lavoro…..

  23. alex

    ciao giampy su questo discorso hai pienamente ragione. ttti si lamentano e poi nessuno fa ninte. io sono una che farebbe tante cose a nessuno mi viene dietro e da sola cosa faccio? purtroppo hai ragione:NON SIAMO UNITI. brontolano che fanno troppe ore che devono fare un mare di cose e poi quando c’è da dire qualcosa rispondono: si si ok faccio così. anche io sono del parere che se si andasse tutti insieme sicuramente qualche risultato si otterrebbe. solo che hanno paura di preciso non so, forse di ripercussioni. Ma non capiscono che se partiamo tutti insieme ciò non accadrebbe.Spero che in futuro riescano ha cambiare le cose per tutti e riusciamo a tornare al lavoro come qualche anno fà dove fare anche il direttore non è come ora………..

  24. pennymarketaro deluso

    ciao sono un direttore di una filiale nella zona del milanese, ho letto i vostri problemi e in gran parte sono anche i miei e quelli di molti altri direttori che conosco e che sono veramente stufi di questa azienda ,…o meglio dei dirigenti di questa azienda,gente che è capace solo di dare ordini a bacchetta e che se ne sbatte se ti fai 10-12 ore al giorno e ti sei dimenticato una sera di spazzare sotto le casse!!!…va fatto ti fermi 10 minuti in più e lo fai,ma poi fai troppe ore e con il fatturato basso non va bene, allora taglia ore al MAX 100 ORE A SETTIMANA (IN 4 PERSONE FATE IL CONTO VOI…. 100 DIVISO 4=25…NO XKE IL DIRETTORE DEVE FARE ALMENO 40-50 ORE,QUINDI LE CASSIERE FANNO 15-20 ORE A SETTIMANA)NON CE SICUREZZA SE STO 4-5 ORE IN NEGOZIO DA SOLO…X MIA FORTUNA NN HO ANCORA SUBITO E SPERO MAI SUBIRO’ RAPINE MA UNA DOMANDA MI SORGE SPONTANEA…SE MI RAPINANO E SONO SOLO CHI MI DICE KE POI MI DICANO KE MI SONO INVENTATO UNA BALLA E MI BECCO UNA DENUNCIA E MAGARI PERDO ANKE IL LAVORO, CERTO POI MAGARI DOPO 1 O 2 ANNI VIENE FUORI LA VERITA’ MA INTANTO IO ME LA SONO PRESA IN QUEL POSTO DOVE NN BATTE IL SOLE!!!(LAVORO PERSO NESSUNO KE TI ASSUME XKE 6 UN LADRO PERDI LA CASA XKE NN RIESCI A PAGARE IL MUTUO ECC. ECC…..VA BEH SONO ANDATO UN PO OLTRE LO SO!!…MA IL FATTO E’ KE NN SI PUO STARE DA SOLI IN UN SUPERMERCATO,
    ALTRO FATTO GLI INVENTARI KE VANNO MALE…E TI CREDO!!!! IO DA SOLO IN NEGOZIO CHE FACCIO CASSA E INTANTO IN CORSIA LA GENTE SI RIEMPIE LE TASCHE E LE BORSE DI MERCE, FORSE NON LO HANNO CAPITO MA NON SONO GOKU DI DRAGONBALL KE SI TELETRASPORTA E FA L’ONDA ENERGETICA AI LADRI!!!!!!!!…. (UNA COSA PERO LA DEVO PRECISARE IN ALCUNI NEGOZI CI SONO ANTITACCHEGGIO IN INCOGNITO E NON , MA NEL MIO NON CE UNA BENCHE MINIMA PREVENZIONE X I FURTI (P.S. SE VOLETE RUBARE VENITE AL PENNY!!!).

    LE LAMENTELE DEI CLIENTI:
    -MANCA UN PRODOTTO…….X FORZA LO ORDINO MA IL CE.DI.NON ME LO MANDA!
    -CE CONFUSIONE………..OVVIO SONO DA SOLO ED E’ APPENA ENTRATO UN PULLMAN DI RAGAZZI IN GITA CHE MI HA DISTRUTTO IL NEGOZIO
    -CODA ALLE CASSE………SIAMO IN 2… O METTO FUORI LA FRUTTA E LA VERDURA E ACCONTENTO LA SIGNORA MARIA CHE MI ROMPE DA 20 MINUTI XKE NN CI SONO I POMODORI O VENGO IN CASSA!!
    -NON CE LA CASSIERA..MA DOVE’ ???BOH… E CHI LO SA???…..HA SI E’ LA KE METTE FUORI LA CARNE…VENGA IN CASSAAAAAAA…
    …un attimo arivoooo……CASSAAAAAAA CASSSSAAAAAAA CASSSAAAA DAI SU KE HO FRETTA DAIII SONO LE 10.00 E NON HO ANCORA FATTO DA MANGIARE…..un attimo signora metto fuori i petti di pollo se no l’ispettore rompe xke siamo senza….CASSAAAAAAAA UFFA MA NON VIENE… ALLORA ESCO SENZA PAGARE TANTO NN CE NESSUNO ,IO CI HO PROVATO A KIAMARLA!!eccomi signora ERA ORA CAVOLO “din din din” faccio il conto MA UFFA NON CE SPAZIO SU QUESTE CASSE signora le buste le deve fare nel’apposita area riempimento buste e non sulla cassa NO IO LE FACCIO QUA!!!…signora è il metodo tedesco….BEH QUA SIAMO IN ITALIA MICA IN DOICCCCCLAND…..arrivederci e grazie!!EHE EHE E ARRIVEDERCI UN CORNO!!!, SEMMAI ADDIO!!!

    IN CONCLUSIONE E SCUSATE SE MI SONO DILUNGATO TROPPO MA QUELLO CHE VA DETTO VA DETTO!!!… SONO STANCO DI QUESTA AZIENDA CHE NON SA CAPIRE E NEMMENO SI SFORZA DI FARLO I PROPI LAVORATORI SENZA I QUALI ESSA SAREBBE PERDUTA ED E’ X QUESTO CHE MI SONO DECISO DI CAMBIARE ARIA E DI ANDARE IN UN AZIENDA PIU SERIA CHE NON FACCIA RIDERE NON APPENA NE AVRO’ L’OCCASIONE….CERTO MAGARI MI TOCCHERA’ RICOMINCIARE DA ZERO MA FORSE NE VALE LA PENA!!!…

    SE CERCATE LAVORO STATE ALLA LARGA DAI PENNY MARKET!!!

  25. piccinina

    io voglio solo dire una cosa che per queste feste appena strascorse hanno fatto lavorare il 25 aprile e il1 maggio dei STAGISTI A GRATIS!! E ISPETTORATO DEL LAVORO CONTROLLI NON NE FA MAI???????????? PENNY MARKET!!! NON HO PAROLE! UN AZIENDA TANTO GROSSA CHE SI ABBASSA A FARE QUESTE SCHIFEZZE !! VERGOGNATEVI!

  26. davide 80

    qualche negozio ha lavorato persino a pasqua e pasquetta!!!…cose da matti siamo un discount!!

  27. massy

    ciao a tutti anche io come voi sono una dipendente Penny. da parecchi anni lavoro in questa azienda e devo dire che ora siamo proprio alla frutta. Belli i nuovi penny ambiente peccato che purtroppo è solo una facciata perchè se entriamo all’interno i problemi non mancano. tutti voi avete scritto delle verità, ma i grandi capi dove sono? non leggono queste cose? o meglio fanno orecchi da mercante? io non so.so solo che cercano di incrementare i fatturati stando aperti 363 giorni l’anno e poi non si curano dei problemi dei dipendenti. ma lo sanno che se i negozi vanno avanti è grazie a noi? e che se noi siamo sfavati il lavoro non va bene e i negozi fanno “cacare”. io sono cassire faccio il mio e poi ciao a domani. Mi dispiace tanto per quei poveri direttori che si fanno il “culo” e poi quando arriva l’ispettore non è mai contento e sono sempre brontoli e parti di merda. ragazzi se avete in mente di fare qualcosa come hanno fatto alla lidl io sono con voi…. ciao a tutti

  28. rossella

    CIAO RAGAZZI,IO DOVRO’ COMINCIARE A LAVORARE AL PENNY MARKET MA MI STATE SPAVENTANDO MOLTO,DITEMI DELLE PAROLE DI CONFORTO GRAZIE CIAO

  29. davide 80

    è la pura verità…lasciate ogni speranza o voi he entrate!!!

  30. lina

    no forse all inizio vi sembrerà di aver trovato un lavorino perfetto……. le beche arriveranno poi…

  31. F.

    ciao a tutti, le cose che leggo sono le stesse viste e vissute in altro negozio che vende tutt’altro genere di merce, a questo punto credo che sia la ‘filosofia’ dei grossi punti vendita aperti 7 giorni su 7 festivi compresi che devono fare numeri con le vendite…
    scappate se potete, ma non in un altro negozio!!

    F.

  32. MARIO

    CIAO RAGAZZI SONO UN VOSTRO EX COLLEGA PER ME AVETE RAGIONE TUTTI TRANNE GIAMPI SECONDO ME PARLA COSI PERCHE PUNTA IN ALTO.VISTO CHE SEI DIRETTORE VORREI SAPERE QUANTE ORE PASSI IN NEGOZIO SE PULISCI I BAGNI SE PULISCI LA RIBALTA SE PULISCI I PARCHEGGI DEVO CONTINUARE…..TRATTANO TUTTI DI MERDA I PRIMI SIETE VOI DIRETTORI CHE NN GUARDATE IN FACCIA A NESSUNO GUARDATE SOLO LE VOSTRE TASCHE QUANTE VOLTE TI SEI PRESO LA COLPA DI QUALCOSA CHE NN ANDAVA BENE IN NEGOZIO VUOI CHE TI RISPONDO SECONDO ME MAI.IO SONO STATO LICENZIATO DOPO 1 ANNO E DUE MESI DOPO CHE HO FIRMATO UN CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO MOTIVAZIONE (NN HO SUPERATO LA PROVA DI TRENTA GIORNI)VI SEMBRA GIUSTO VE LO DICO IO PERCHE MI HANNO LICENZIATO AVEVO MESSO DA PARTE UN TELEFONO E LORO PENSANO CHE LO VOLEVO RUBARE SICCOME NN HO COMMESSO NESSUN FURTO SI SONO ATTACCATI HAI TRENTA GIORNI DI PROVA. DICONO CHE NN LI HO SUPERATI E PER LORO NN SONO IDONEO PER QUESTO LAVORO DOPO CHE CI HO LAVORATO UN ANNO INTERO E SECONDO VOI IN UN ANNO NN MI HANNO VALUTATO E SOLO UNA SCUSA PE FARMI FUORI E VUOI SAPERE CARO GIAMPI CHI ME LA MESSA IN QUEL POSTOLA MIA DIRETTRICE DOPO CHE HO SPUTATO SANGUE PER UN ANNO INTERO A SUBIRE MISSIONI LAVORARE SENZA TIMBRARE ECT….. NN MI HA CREDUTO CHE NN VOLEVO RUBARLO E HA CHIAMATO L’ ISPETTORE DI NEGOZIO P,S IO PREMETTO CHE HO SBAGLIATO A METTERE QUEL TELEFONO DA PARTE MA POTEVAMO DISCUTERCELA FRA DI NOI E CON QUESTO CARO GIAMPI TI HO DETTO TUTTO .LA MIA RAGAZZA E VOSTRA COLLEGA E TUTTI I GIORNI MI TORNA A CASA SCLERATA E NERVOSA PERCHE E ASSISTENTE CIAO CIAO NN DIRE LE COSE CHE FANNO COMODO SOLO A TE CARO GIAMPI SECONDO TE POTEVANO LICENZIARMI E COME POSSO MUOVERMI

  33. Dante

    Ciao, premetto che non lavoro in un Penny Market, ci lavora’ pero’ mia moglie, da parecchi anni.
    Io di contro ho fatto il caponegozio in altre catene….
    purtroppo tutto cio’ che ho letto lo conosco bene, queste sono aziende che per attirare clienti scontano i prodotti in maniera esagerata, rifacendosi poi ovviamente sul personale.
    L’unico modo per poter lavorare decentemente e’ quello di chiamare l’Ispettorato del Lavoro ogni volta che succede qualcosa di irregolare, perche’ tanto a parole, purtroppo (e io ne so qualcosa..) non si risolve nulla !!
    Sono aziende che consegnano ai propri dipendenti improbabili regolamenti aziendali, che il piu’ delle volte sono totalmente pieni di regole e leggi ‘inventate’, e attuano metodi di lavoro che sono in tutto e per tutto contrari a qualsiasi contratto nazionale.
    Il discorso e’ uno solo, purtroppo: in un’Italia sempre piu’ a rischio disoccupazione, chi purtroppo uno stipendio lo deve portare a casa, deve ‘sottostare’ a queste aziende…
    L’unica cosa che posso consigliare e’ quella di fare valere di propri diritti SEMPRE, perche’ tanto, stare zitti per non rischiare di perdere il posto di lavoro non paga.
    Un giorno quando sarete cotti, stanchi, e l’azienda questo LO NOTA, e non riuscirete a portare risultati e produttivita’ varie, loro con una scusa qualunque vi lasceranno a casa comunque.
    Quindi tantovale non farsi il sangue amaro, e finche’ si e’ li’, lavorare si, ma al proprio ritmo, e cercando (lo so che e’ difficile…) di non prendersela piu’ di tanto.
    Anche io mi sono trovato a fare 45-50 a volte 55 e piu’ ore in negozio, l’ho fatto, magari lo rifaro’ se dovessi entrare in un’altra catena, pero’ stavolta senza prendermela o menarmela; tenete il vostro ritmo, se gli va bene tutto ok, senno’ intanto che rimarrete li, almeno riuscirete a ‘respirare’..
    poi se sono veramente dei fenomeni e vi vogliono licenziare, il consiglio e’ quello di lasciarli fare: intanto se vi lasciano a casa loro prima devono trovare motivazioni valide, poi cosi avrete diritto alla disoccupazione, e , non ultimo, c’e’ anche caso che vedendo che poi cosi tanta gente non si trova, vi tengano ed abbassino anche un po ‘ la cresta.
    E, comunque, esperienza personale, quando ce n’e’ bisogno, chiamate l’Ispettorato del Lavoro, perche’ purtroppo questa situazione in Italia continua perche’ per assurdo siamo noi lavoratori che la lasciamo continuare….
    Tenete duro !!!

  34. GIAMPY

    Caro Mario, io credo che tu valuti quello che leggi solo in maniera opportunistica.
    Mi spiego. Credo che tu dia valore solo a chi ti dice che la Penny sbaglia a trattarci male, ma non tieni conto di chi ne dice male e coglie anche le proprie colpe, e quelle degli altri.
    Io NON PUNTO A DIVENTARE NULLA.

    Scusa se te lo dico, ma credo che sei stato incolpato di avere rubato (ovviamente non direttamente, ma in maniera velata), qualche errore lo avrai sicuramente commesso.

    Ha seguito la procedura aziendale?
    Spiegami meglio le dinamiche, perchè da quello che dici non si capisce bene la configurazione del fatto, o il motivo di una eventuale presa di posizione da parte dell’azienda.

    Le mie cassiere, il mio vice, o chiunque lavora da me, mi chiede:

    Posso mettere da parte questo oggetto per questo cliente?

    Io rispondo sempre di si, e sono al corrente.

    Ma se qualcuno lo fa senza dirmelo sono libero di pensare che forse vuole appropriarsene.

    Tu come hai fatto di preciso.
    Ti è forse venuto in mente che facendo come hai fatto avresti dovuto dare delle buone spiegazioni, avevi forse libertà di decidere?

    Sono curioso di sapere come è andata, spero che tu mi spiegherai meglio in dettagli.

    Mettiti nei panni dell’azienda che può sospettare di te, cosa dovrebbe fare, discutere?

    Per l’azienda è più facile dire non hai superato la prova quindi arrivederci.

    Se sei nel giusto come dici di essere, spiegati perchè mi interessa.

    Se ti posso dare consiglio ben venga.

    Io non ti conosco, ma ti posso dire di cuore che i problemi che abbiamo noi con la nostra azienda non sono pulire i cessi o ramazzare i piazzali ecc..

    Sono altri. Parliamone.

    P.S.

    A me nessuno mi licenzierà mai per una cosa che non ho commesso.

    Forse hai i presupposti per fare causa….
    Bho!

    Fammi sapere ciao

  35. matteo 78

    giampy basta difendere questi sfruttatori!!!…è ovvio quando ti vogliono fare fuori ti possono acusare di tutto, soldi mancati inventari che vanno male, ad una mia collega che aveva trovato una red bull bevuta in giro sono arrivati persino ad accusarla che se la fosse bevuta lei, se non intervenivo io la licenziavano!!!…

    e poi ai capi non va mai bene niente se ci fate caso…arrivano tutti figoni con le loro passat hai il negozio messo benissimo tutto scartonato e tirato a lucido, e ti dicono che dovevi attaccare i cartelli delle offerte, oppure dovevi pulire sotto le bancarelle..se ne fregano se a solo ti fai il lavoro di 5 persone o più e ogni volta ce qualcosa che non va!…io lavoro in un negozio che fa poco quindi devo stare da solo x molte ore facendo cassa sbancalando pulendo ecc. ecc… ad altri va un po meglio perchè lavorando molto riescono ad avere il personale in negozio x più ore e a tenere un negozio quasi perfetto, ma io da solo come faccio???…potrei fermarmi un po di più in negozio quando è chiuso ma poi la produttività scende e non va bene ed io a lavorare gratis senza timvrare come fa qualcuno non ci sto neanche se venisse pamela anderson nuda a chieremelo (va beh questa è una balla ma mi avete capito!!!)…

    voglio fare una domanda a chi lavora gratis:
    MA VOI LAVORATE PER PRENDERE SOLDI O PER LA GLORIA???…NO PERCHE’ A QUANTO MI RISULTA CON LA GLORIA NON CI PAGHI LE BOLLETTE, L’AFFITTO O IL MUTUO DELLA CASA!!!!!!!!!!!!!…(giampy non venirmi a dire che penny non vuole che si lavori gratis perchè lo so, però gli ispettori fanno orecchie da mercante anche perchè se tu prendi il premio produttvità lo prendono anche loro!!!)

    E ora di finirla, dobbiamo fare qualcosa!!!…COSA NE DITE DI UN BELLO SCIOPERO GENERALE!!???????…FATEMI SAPERE!!!

  36. GIAMPY

    RISPOSTA PER MATTEO 78:

    Caro Matte 78, ti devo dire che hai ragione.
    I dipendenti che lavorano senza timbrare per raggiungere un’obbiettivo aziendale, vanificano tutti gli sforzi dei colleghi che si battono per i loro diritti.

    Però devo dirti, e non dirmi che non è vero, che chi lavora senza timbrare lo fa’ per diventare direttore, e tutti quando gli si offre la possibilità di fare il direttore si vende all’azienda.

    Ma l’azienda non ti chiede di lavorare senza timbrare, sono loro che lo fanno.

    Quindi le lamentele sono bla bla bla…..

    Io non dico che ha ragione l’azienda, la quale se ne approfitta di tale situazione, ma dico che anche noi si sbaglia.

    E non dire di no altrimenti devo pensare che non ci sei con la testa, e sei solo incavolato.

    Ciao

  37. Dante

    Ragazzi, la situazione e dura, anche i sindacati fanno davvero poco, e io lo so bene,..
    l’unica cosa e’ chiamare fino allo sfinimento l’Ispettorato del Lavoro…
    Anche i colleghi che per diventare qualcosa (che poi, cosa pensano di diventare?? Direttori ?? bello, farsi 12-15 ore al giorno massacranti per uno stipendio che in tutta Europa, sarebbe lo stipendio medio di un addetto alle vendite…svegliaaaaaa…) non si timbrano, lo fanno sulla loro e sulla vostra pelle.
    Quando siete da soli in negozio, e pasa un ispettore , e magari voi state sbancalando e contemporaneamente siete in cassa, se questo rompe, cominciate un po’ a fargli presente la parolina ‘ispettorato del lavoro’…
    Trasferimenti?? Lo spauracchio che usano sempre per far star zitta la gente… ma lo sanno che i trasferimenti vanno fatti, per iscritto, con preavviso e SOPRATTUTTO con una motivazione, e che NON TUTTI possono essere trasferiti ???
    Ragazzi, non tenete per buono il contratto che vi fanno firmare e su cui scrivono un mucchio di boiate inventate… se quello che c’e’ scritto va contro il CCNL, non vale un benemerito ca**o, nemmeno se e’ firmato !!
    E’ ILLEGALE fare firmare contratti che contengano parti o clausole CONTRARIE a cio’ che specifica il CCNL !!!
    Cominciamo ad informarci, e cosi vedrete che quando si fanno valere le proprie ragioni, sapendo di cosa si sta parlando, poca gente potra’ permettersi di ribattere….

  38. Dante

    PS:
    io sto scrivendo un libro, forte di ormai (purtroppo) oltre 15 anni nella grande distribuzione….
    su questo libro sono raccontati tutti gli aneddoti, le angherie, e chi piu’ ne ha piu’ ne metta, di cui sono capaci queste ‘fantomatiche’ aziende, che guarda caso sono 99% straniere, e che a casa loro rispettano tutte le leggi, poi vengono qua da noi , e ti fanno penare….
    ci sara’ da ridere , se come spero, l’editore lo pubblichera’…

  39. Eugenio

    Tengo a precisare che queste aziende sono quasi sempre di origine straniera, 99% delle volte tedesche, aziende che in terra d’origine non sgarrano di un millimentro, senno’ son cazzi ( li si che le rispettano le leggi..).
    E allora? per guadagnare ? Italien !!!
    Fanno quello che la Fiat va a fare in Romania, vengono e fanno lavorare per pochi spicci… si perche’ se alcuni stipendi possono sembrare inizialmente buoni, non lo sono le condizioni di lavoro del personale.
    Avete mai provato a lavorare 12-14 ore al giorno per 6, ed a volte 7 giorni su 7 ?? E magari ad essere svegliati nel pieno della notte per un cavolo di allarme che suona, senza vedervi pagata alcuna indennita’ o reperibilita’ ??

    Ma partiamo con ordine…
    queste sono aziende che nella maggiorparte dei casi ‘pubblicizzano’ posti da sogno, e stipendi sopra le medie, che poi si rivelano per quello che sono , e cioe’ delle fregature.
    Quanti part time di una qualsiasi di queste Aziende, possono affermare di riuscire a fare le loro ore di lavoro??
    Avete mai fatto caso a quanto poco sia il personale in negozio..? Un motivo c’e’ !! Si tiene poca gente e la si fa sgobbare !! E tutto mentre in Italia siamo pieni di disoccupati !!

    Molti lamentano l’assenza o il disinteresse dei sindacati, e’ vero, posso affermarlo anche io, ma e’ anche colpa nostra, che quando subiamo soprusi, invece di correre a sentirci raccontar balle da CGIL, CISL e UIL, dovremmo telefonare subito all’Ispettorato del Lavoro, che posso garantire che , almeno quando passa perche’ chiamato in causa, non tralascia nulla !!!
    E’ inutile non protestare per paura di perdere il lavoro, tanto dopo qualche tempo, saremo talmente ‘cotti’ , distrutti dalla fatica, che cercheranno loro di lasciarci a casa, magari col mobbing, magari che so io, trasferendoci a 300km da casa….

    Cosa aspetta lo Stato a legiferare per regolamentare questo tipo di Aziende, e soprattutto cosa aspetta per FARLE RISPETTARE queste regole ??

    Ma leggete sul web, quante testimonianze di gente rovinata, distrutta, da questi pseudo lavori !!!
    Dobbiamo aspettare di trovarci con una nazione di zombie per ribellarci a questi succhiasangue ???

    I contratti forfettari, le lettere di richiamo, le sanzioni disciplinari ??? Balle !!!
    E loro?? Sapete che se ci fosse qualche controllo sulle condizioni e gli orari di lavoro, il 90% (quando non il 100%) di questi ‘lager’ rischierebbe multe e chiusure ???
    Proprio loro ci vengono a parlare di ‘disciplina’ quando proprio loro eludono tutta le legislazione possibile ed immaginabile riguardante il CCNL del commercio terziario e servizi !!!

    Dalla loro , purtroppo, hanno il fatto che volenti o nolenti, ci sara’ sempre qualcuno disposto a farsi qualche anno ‘di galera’ presso i loro punti vendita, vista la crisi di lavoro in Italia,…. e qui il Governo sarebbe ora che ci lavorasse, per fare in modo che le cose andassero decisamente diversamente !!
    Ma per volere questo, dovrebbe interessare qualcosa di noi a chi ci governa…. e allora la vedo davvero dura…

    Unico consiglio ??? Denunciare e MAI subire !!
    Vi fanno del mobbing ?? mettetevi in malattia 2-3 mesi.
    Vi impongono straordinari ?? Esistono dei massimi per legge, informatevi !!
    Continuano ?? Chiamate in forma anonima l’ispettorato del Lavoro… dopo qualcuna delle loro visite vedrete che il clima si ammorbidira’ di sicuro !!

    E soprattutto, NON CREDETE ad una sola parola di quelle che vi diranno per convincervi ad assumervi o a farvi rimanere !!
    Voi avete solo una vera famiglia, la vostra (genitori, mogli, mariti, figli…)… tutto il resto SONO BALLE !!!

  40. GIAMPY

    Bravo Eugenio, mi sei piaciuto.
    Per ora il tuo è il miglior commento.

    Ti darò però una spiegazione, visto che tu parli di ispettorato del lavoro.

    L’ispettorato del lavoro si occupa di lavoro nero, ovvero di situazioni di sfruttamento che vengono a manifestarsi quando si fa lavorare un dipendente senza pagare i contributi e il suo salario.

    L’ispettorato del lavoro non si occupa assolutamente di intervenire se ti fanno stare in pochi in negozio, o se ti fanno il MOBBING.

    Devi sapere che l’accordo territoriale delle leggi sul contratto nazionale del settore terziario (Supermercati), è stato fatto in collaborazione con la U.I.L.

    Quindi i problemi che si manifestano nelle aziende verranno mediati tra sindacato e responsabile delle risorse umane, fino a trovare un accordo che non danneggi nè l’azienda nè il lavoratore.

    Si, è proprio così.

    Se vai all’ispettorato del lavoro risulterai regolarmente assunto e non potrai fare nient’altro.

    Se vuoi fare valere i tuoi diritti, ci vuole un avvocato che spingerà una causa contro l’azienda per consentirti di far valere ciò che tu reclami.

    Anche il sindacato va bene, ma media tra te e l’azienda, quindi ci sara solo un accordo e non una risoluzione di un giudice.

    Se tu ritieni che una cosa sia ingiusta, informati da un organo competente (avvocato Sindacato……) e se hai ragione non la fare.
    Nessuno ti denuncerà.

    Hai paura a mettere i cartelli sul controsoffitto?

    Non li mettere, non ti possano fare nulla.

    Ti trasferiscono lontano?
    Ci vuole motivazione e giusta causa. (E il tuo consenso)

    Ti stressano?
    Diffida da parte di un avvocato specializzato in diritto costituzionale del lavoro.

    Insomma hai capito.

    Comunque Complimenti.
    Tu hai afferrato il vero concetto:

    La famiglia prima di tutto.

    A Tua disposizione.
    ciao…………………….

  41. matteo 78

    risp a giampy:
    io infatti non lavoro senza timbrare…e ci mancherebbe anche!!!…anzi criticomolto chi lo fa perchè sbaglia!!!…però ce anche da dire che l’azienza nn vuole che si lavori gratis,questo è vero, però non intervengono con durezza nei confronti di chi lo fa e questo è sbagliato perchè cosi facendo si butta benzina sul fuoco ad un problema e invece di eliminarlo lo si alimenta !!!…messagio per chi lavora gratis: Spero sappiate che se per puro caso (speriamo di no) vi fate male mentre lavorate senza timbrare andate in grossi guai:
    1) non vi pagano l’infortnio
    2) vi possono licenziare immediatamente!
    3) non pensate che l’azienda venga dalla vostra parte in caso di contese giudiziarie perchè faranno di tutto per dimostrare che loro non erano a conoscenza che voi lavoravate senza timbrare e per rovinarvi
    4) e pensate se per caso vi rapinano mentre eravate in negozio gratis…allora si che li inizieranno davvero i casini!!!…potreste adirittura passare per complici dei rapinatori!!!…e credetemi perchè l’azienda per uscire pulita da queste storie è disposta a vendersi anche un rene!!!…SMETTIAMOLA ANZI SMETTETELA (PERCHE’ IO MAI LO FATTO E MAI LO FARO’) DI LAVORARE SENZA TIMBRARE E SE VE LO CHIEDONO FATECI STARE L’ISPETTORE IN NEGOZIO GRATIS!!!…SE SIETE GENTE IN GAMBA E AVETE VOGLIA DI LAVORARE GUARDATEVI IN GIRO CHE IN ALTRE AZIENDE PIU’ SERIE SE TROVANO GENTE BRAVA SE LA TENGONO STRETTA!!!…..

    IO SONO PROSSIMO A LASCIARE PENNY X CAMBIARE AZIENDA (ANCORA 10 GIORNI) PERCHE’ HO CAPITO CHE IN QUESTA AZIENDA A QUESTE CONDIZIONI NON CE FUTURO !!!………PENSATECI ANCHE VOI!!!
    CIAO!!!

  42. special one

    Sintesi cambio strategia manageriale.
    Obbiettivo AUMENTO VENDITE:
    Direttore vendita regionale si reca in ogni Punto Vendita x 2 settimane al fine di stabilire col Direttore P.V. quanto segue:
    -Dalle ore 8 (apertura) fino ora x di chiusura prendono nota del numero di cassiere necessarie in ogni momento del giorno ed aggiornano il numero di ore da aumentare per non avere mai file alla barriera casse e rendere ottimale il servizio.
    -Ore 6.00 (negozi con fatturato elevato) ore 7.00 (negozi con fatturato basso) come orario per la consegna dei freschi la mattina, contemporaneamente assume con qualifica magazziniere numero 2 addetti part-time (06-10) come orario per negozi alto fatturato ed 1 addetto (07-11) magazziniere per negozi bassa rotazione.
    -In accordo con il CE.DI il direttore regionale stabilisce Appuntamento per l’arrivo del camion della drogheria che dovra essere rispettato senza nessun ritardo pena multe alla ditta di trasporti e contemporaneamente assume come magazzinieri 2 addetti allo scarico e rifornimento merci sugli scaffali per negozi alto fatturato ed 1 addetto per negozi basso fatturato i quali saranno messi in campo nei giorni di presenza della consegna di drogheria.
    -1 Addetta 18 ore settimanali per la sistemazione delle offerte food e non food e sistemazione cartelli e cartellonistica il giorno delle variazioni prezzi.
    -Direttore p.v. dovra eseguire 50 ore settimanali come stabilito per contratto e dovra essere supportato da un Assistente punto vendita full-time nel controllo delle operazioni di cassa, rifornimento, scarico-carico, senza eseguire se non in casi di assoluta necessita ed eseguire tutte le funzioni di ordine dei prodotti di drogreria, f.v surgelato, las, pane carni e pollame senza far mancare mai i prodotti dalla scaffalatura ed eseguire le operazioni amministrative necessarie (hccp, conte cassaforti, controlli cassa ecc ecc) a far funzionare correttamente la gestione dell’insieme.
    -Alla fine delle 2 settimane il direttore vendita regionale e il direttore punto vendita tracciano il numero di ore che sono state necessarie per mandare avanti il punto vendita in maniera decoroso pulito ma soprattutto rispettando ruoli (cassieri in cassa, magazzinieri nel lavoro di magazzino e rifornimento e direttore / assistente nel controllo-aiuto della gestione), che sono stabiliti dai loro contratti.
    -Questo porta aumento di ore compensato da aumento dei fatturati dei p.v. perche infatti essi saranno:
    -Servizio cassa perfetto- cassieri sempre presenti nel numero necessario
    -Scaffalatura perfetta- Grazie ad Appuntamenti con i camion sempre puntuali ed a personale specializzato nel loro scarico e nella perfetta rifornitura della scaffalatura.
    -Offerte ordinate- grazie all’addetta specializzata nel loro piazzamento senza confusione di cartellonistica ecc ecc
    -Direttori ed assistenti motivati che curano e controllano meglio e di piu’i vari reparti occupandosi di migliorare il personale nello svolgimento delle loro mansioni.
    -Reparti freschi come f e v , surg e latticini ben riforniti grazie a personale che in esclusiva la mattina presto allestisce il tutto con professionalita.
    -Direttori e assistenti di grande qualita perche non scappano piu’ da un azienda che li ha ridotti a fare tutto tranne che quello che devono fare e che al tempo stesso ritrovano la gioia di coprire un ruolo appagante come quello di tornare a dirigere a controllare a migliorare il personale loro dipendente. Direttori che non si rinnovano di anno in anno perche scappano in quanto si ammalano di salute per i pesi o perche demotivati ma che ogni anno invece con riunioni e stage continui di formazione diventano un valore aggiunto per l’azienda.
    -Ispettori e direttori che finalmente si parlano di come impostare i prodotti e le filiali per rendere ancora migliore il servizio ai clienti e non si scannano stupidamente per le ore che non ci sono mai per fare ogni cosa.
    -tutto questo percorso virtuoso si puo’ instaurare essenzialmente cambiando 2 cose; le ore necessarie devono essere sganciate dai fatturati ma stabilite in funzione di una gestione ottimale del p.v.
    -Cambiare quella testa di cazzo che fino ad ora a tenuto in piedi questa cazzata di procedura e inserire un manager che metta in piedi questa organizzazione convincendo i tedeschi che i segni positivi torneranno nelle vendite solo cosi.

  43. ade

    a me tutto cio purtroppo e dico purtroppo sembra pura fantasia!!!…non faranno mai tutto ciò, siamo un discount e se vogliamo rimanerlo ci sono delle cose a cui bisogna rinunciare!…come si fa a passare da un organico di 2/3 persone x negozio ad uno di 8/10?????…chi li paga???

  44. GIAMPY

    I tempi si evolvono…..

    Prima:
    Chiave Operatore 80202 Operatore Chiave Storno…..

    Adesso:
    Driiiin, devo fare uno storno, vieni con la chiave…..

    Peccato che il Software dei programmi gestionali si evolve con costi considerevoli. (Tutti sanno che i programmi costano)

    Per avere una multilicenza aziendale del Windows, si paga.

    Anche il nostro Dscore è stato pagato.

    Ma si innoviamo pure la linea adsl e cambiamo i P.O.S.

    Poi solita routin:

    Poche ore, produttività, pulizie ecc….

    La microsoft corporate con la versione di windows server 2008, ha fatto risparmiare alle aziende 0.20 centesimi di euro per ogni transazione.

    Pensate che le aziende fanno da 300 a 5000 tranzazioni alla settimana.

    La Penny Market nel 2003 ha alzato i minimi di produttività da 300 (in lire) a 600.

    Adesso ad alcuni negozi viene chiesto 400 (in Euro, 800 in lire).

    Ma noi dipendenti veniamo pagati sempre uguale.

    Resoconto finale:

    L’economia aziendale all’università insegna che il guadagno è nell’investimento, non nel risparmio.
    Se si continua a risparmiare uno dei due vertici si indebolisce, uno guadagna l’altro no.

    E i vertici sono Azienda e Dipendenti.

    Ma ripeto che i direttori in Penny Market sono pagati regolarmente da un contratto nazionale, le ore in più sono decisioni personali che vengono prese da soggetti che non hanno ancora capito di farne meno.

    Per quanto riguarda SPECIAL ONE, commento n.42, ritengo che facendo come dice lui la Penny si ritroverebbe ad avere un potere di acquisto conveniente che sarebbe distrutto da un costo eccessivo del personale.
    Purtroppo i Discount non possono ancora competere con i grandi colossi come Esselunga, Coop ecc..

    Vivono sulla pelle delle ore in più gratis dei dipendenti.

    Finisco dicendo che Esselunga e Coop anno i prezzi bassi, se compri assortimento economico, anche più di noi Penny.

    Quindi il futuro sarà triste per queste catene.

    Sconti, offerte, gratta e vinci, punti fragola…..

    Prima o poi la gente comprerà sempre meno, poi vedrano……

    Un bacione a tutti.

  45. special one

    chi li paga adesso le ore che fanno i direttori che eccedono le 50 di contratto? chi le paga le ore che i dipendenti fanno dopo avere timbrato il cartellino? chi li paga gli infortuni alla schiena che hanno colpito decine di persone lavoratori e lavoratrici all’interno di ciascun punto vendita?….cara ade se penserai sempre che sia fantasia tutto quello che invece dovrebbe essere la normalita’ poi e’ naturale che cominci a pensare che non possa mai esserci niente di meglio del peggio che stai vivendo adesso. LA PENNY MARKET RUBA I SOLDI AI DIPENDENTI DIRETTORI E RISPARMIA SULLE ORE CHE DOVREBBERO ESSERE SPESE PER GLI ADDETTI ALLE VENDITE CHE NON CI SONO E NON SERVONO TANTO CI SONO I DIRETTORI CHE FANNO I LORO LAVORI INVECE DI FARE IL DIRETTORE VERO E PROPRIO!!!!! PREPARIAMO TUTTI INSIEME UN BEL VAFFANCULO DAY!!!!!

  46. GIAMPY

    MESSAGGIO PER SPECIAL ONE:

    Ti vorrei precisare che le ore del direttore non sono 50.
    Questo te lo sei sognato.

    Sono 40 forfettizzate.

    Ti spetta per legge di lavorare 5 giorni settimanali con un riposo di un giorno, oppure sei giorni settimanali con due mezze giornate. (Mezza giornata si intende lavorare 4 ore)

    Una domandina:

    Che ti fanno se fai 40 ore secche?

    Rispondimi onestamente, non dicendomi che poi ti stresserebbero.

    Vorrei sapere da te cosa ti può fare l’azienda se tu per un motivo personale decidi di stare in negozio da 40 a massimo 45 ore settimanali, e il resto delle ore le fai fare a chi c’è.

    Onestamente dimmi che ti POSSONO REALMENTE FARE.

    Ciao per ora……………

  47. dott.ssa Grillo

    A TUTTI QUELLI DI PENNY: Buongiorno cari lettori, stiamo notando una certa “passione” sui temi che riguardano la catena Penny Market.
    Sarei lieta di ricevere alla mia e-mail personale grillo@gdonews.it ( quindi privata si pubblica solo se espressamente concesso) una lettera da parte di chi vuole ( ed ha voglia) spiegarmi cosa succede dentro Penny, quali sono i suoi pregi, quali i suoi difetti ed, insomma, tutto quello che volete esprimere. Rimango in attesa di un Vs. riscontro. Grazie. Un affettuoso saluto

  48. special one

    Ascoltami bene Giampi se c’e’ uno qui sul web che sogna quello sei te e non ti rivolgere con quel tono a me perche rischi di becca due ciaffoni appena accendi ir pc la prossima volta!!! Detto questo appena sei sceso da quel cassonetto di immondizia dal quale ti sei messo a fare lezioncine da saputello a tutti ascolta bene cosa c’e’ da fa’ perche sicuramente c’e’ bisogno anche di te che di cose giuste ne hai dette. Ti faccio presente che il FORFET del direttore nasce dalla sola esigenza da parte dell’azienda di sapere quante ore di straordinario fa il direttore!!Infatti il direttore controlla le ore di tutto il personale che sta sotto di lui perche’ presente sul posto insieme con l’assistente mentre diviene impossibile effettuare un controllo sulle ore che fa il direttore. Infatti il suo diretto superiore non puo’ stare tutti i giorni a verificare le sue timbrature in quanto l’ispettore ha molteplici punti vendita e non si trova nelle condizioni di porterle riscontrare sul posto. tutti i ruoli azendali dall’ispettore fino all’amministratore delegato sono forfettizzati per l’impossibilita di verificare la loro presenza sul posto di lavoro. Quando si stabilisce uno stipendio forfettizzato si stabiliscono anche le ore che devono essere ricoperte settimanalmente. L’azienda nel nostro caso te ne chiede 50 poi se tu vivi sulla luna e li c’e’ un penny market che il direttore fa 40 ore settimanali comunque e’ e rimane su un altro mondo che non e’ quello che discutiamo…..sai perche ti dico cosi? perche al di la del fatto che tu voglia fare le ore che ti pare senza che nessuno ti dica nulla al contrario poi sei costretto a fare i conti con il lavoro che ti si ammassa nel tuo negozio perche cmq il budget di ore dei tuoi dipendenti te li stabilisce l’ispettore e se te ti levi di culo facendo 40 ore settimanali la settimana dopo te ne servono 120 per rimmetterti in pari capito bel mi professorino tanta lingua e con la testa sulla luna?

    GIAMPI NON BASTA SAPERE LE COSE SERVONO IDEE NUOVE PERCHE’ QUELLO CHE SUCCEDE IN PENNY MARKET E’ NA TRAGEDIA PER CHI RICOPRE IL RUOLO DI DIRETTORE. CI SONO DIRETTORI MURATI VIVI CHE FRA POCHINO CI DORMONO, CI SI SPOSANO, CI PARTORISCONO E TUTTO PERCHE MANCA IL PERSONALE PER FARE LE COSE. C’E’ GENTE CHE NON RIDE NEMMENO SE VEDE UN CULO IGNUDO..HO VISTO DIRETTORI ANDARE A GIRO CON LE LIRE NEL 2005..C’E’ QUALCUNO PENSA ANCORA CHE ANDREOTTI SIA SEMPRE IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO…CIANNO LE RAGNATELE SUI TELEVISORI IN CASA …VIVONO SOLO PER IL PENNY IL RESTO NON ESISTE PIU….SONO SCHIAVI GIAMPY NON LI VEDI CHE SONO SCHIAVI…E NON PE COLPA LORO MA PER QUEI PAZZI DEL PENNY MARKET…TRA LORO E GLI SCHIAVI L’UNICA DIFFERENZA E’ CHE GLI DANNO IN MANO 1800 EURO SE VA BENE CHE CI SI PULISCONO IL CULO TANTO CON TUTTE LE ORE CHE FANNO NON LI SPENDERANNO MAI CAPITO?
    GIAMPI DACCI IDEE SU COME USCIRE DA QUESTO CASINO E NON NOZIONI…DIMMI COSA FARESTI TU PER ESEMPIO PER FARCI FARE MENO ORE A NOI RESPONSABILI…IO L’HO FATTO AL COMMENTO 42…DICI TANTE COSE GIUSTE MA IO VOGLIO IDEE DA PRESENTARE PER CAMBIARE !!! CI SIAMO ROTTI IL ****** DI QUESTO ANDAZZO….CIAO GIAMPI!

  49. admin

    Ragazzi datevi una calmata coi toni…
    Altrimenti mi tocca non pubblicare i commenti e fin’ora non l’abbiamo mai fatto.
    Inoltre sarebbe un peccato perché questa discussione è molto interessante.

  50. GIAMPY

    Caro SPECIAL ONE,

    Sei un po’ rude nel rispondermi, anche se non mi hai detto cosa ti puo’ fare l’azienda.
    Mi hai solo detto che lo devi fare per forza.
    Sono daccordo, lo so che quello che dici tu e vero, ma dimentichi un particolare:

    Non siamo uniti.

    Tu e io e qualche altro siamo i pochi a fare commenti del genere.

    La penny è in una botte di ferro.
    Io non ti voglio dare lezioni e scusa se ti ho dato questa impressione, voglio solo convincerti che l’azienda non aumenterà mai il personale e la sola cosa che puoi fare tu e io e gli altri è non essere accondiscendente a essa.

    Se cerchi una soluzione, un idea ecc.. non pensare di cambiare il modus operandis della penny.

    L’azienda sei anche tu, se cambi tu cambia anche l’azienda, e se cambiano anche gli altri……… forse l’azienda si adattera’. bho!

    I direttori che vivono in negozio fanno parte dell’azienda e SONO L’AZIENDA, ma vanificano gli sforzi che fai tu per avere un lavoro in cui non sia indispensabile rimanere troppo presente fino a non riuscire ad andare a casa per paura di far fare troppe ore ai colleghi………

    Fin tanto che starai in negozio troppo, l’azienda sarà solo contenta, ma se decidi di non farlo?

    Io volevo una risposta, CHE TI FANNO?
    SE NON HAI IL PERSONALE SUFFICIENTE DEVI PER FORZA FARCELA?

    Per quanto riguarda i ceffoni (Quello che hai scritto all’inizio) ho assistito a tante riunioni di direttori che dicevano e tutt’ora dicono più o meno quello che dici tu, e devo dire che quando si sono trovati davanti al direttore regionale non hanno avuto il coraggio di dire veramente tutte le cose che c’era da dire.

    In passato venne fatta una rionione tra direttori con questi argomenti:

    1 la penny ci sfrutta
    2 la penny si paga le aperture dei negozi sulla pelle della produttività (quindi le ore in più del direttore)
    3 la penny ci fa fare un lavoro duro che a 50 anni non è possibile reggerlo.
    4 la penny chiede sempre di più (Pulizie a fondo e negozi alti precisi allineati)
    5 basta con le poche ore.

    Insomma queste cosine, puoi capire, forse eri presente anche tu, o forse no.

    Il direttore regionale ci convocò tutti ad avere un incontro per parlare di questi problemi, e questi furono gli interventi dei direttori:

    1 forfettizare il vice
    2 stimolare i cassieri che non fanno nulla e che vanno a rilento
    3 formare meglio il personale anche un terzo di negozio per poter lavorare più facilmente
    4 stroncare i lavativi

    insomma cose cosi’.

    Quindi prima di parlare di ceffoni, dimostrami che hai le palle per sostenere quello che dici, poi magari vediamoci, forse a parole si parla meglio.

    Mi dispiace molto dirtelo (forse non è il tuo caso) ma per ora la gente che ha detto quello che hai detto tu, e solo

    BLA BLA BLA BLA

    CIAO PER ORA

  51. milo

    sono dipendente da 15 anni ma qui piu andiamo avanti e peggio e’ le cose da fare sono sempre di piu ma le ore e il personale sempre meno per chiedere un giorno di permesso o le ferie bisogna pregare in ginocchio e il piu delle volte come mi e’ successo il giorno prima arriva il sig. ispettore e le ferie o il permasso non non te li da, pero’ quando pare a loro te le fanno fare forzate.
    1)se vai via alla fine del tuo turno di lavoro e non stai magari 5 minuti di piu sei visto male
    2)le pulizie serali devono essere fatte in fretta ma bene anche quando a chiusura sei in 2
    3)ci sono state rapine anche a mano armata ma si continua a essere soli,in compenso hanno messo le telecamere
    4)i furti giornalieri sono tanti ma se l’inventario non torna o rubao i dipendenti o e’ colpa dei direttori
    5)ispettori senza anima che trattano i dipendenti a pesci in facia con aria di superiorita’, solo a vederli entrare in negozio ti entra il giramento di scatole perche’ tanto sai gia’ che non e’ mai contento sa solo disprezzare il tuo lavoro
    6)mai una gratifica o magari un”bravo bel lavoro”
    7)i premi solo a direttore e assistente per la produttivita’ ma contribuiscon anche glialtri
    adesso basta non mi basterebbe una giornata intera

  52. dott

    quasi fantascienza

  53. lina

    milo sante parole!! sante !!! mi sembra di sentire i 7 comaamdamenti del penny!!! e tutto vero cio che hai scritto nel tuo commento!

  54. T . P.

    giampy!!! ma te sei sicuro di essere un direttore???
    ma che domande sono cosa ti possono fare se fai 40ore e basta??? te lo dico io ti fanno MOBBING… TUTTI I GIORNI IL CARO ISPETTORE IN NEGOZIO TUTTI!! TI ROMPE LE SCATOLE PER TUTTO, TUTTI I GIOVEDI MATTINA ALLE 7.55 E IN NEGOZIO PER VEDERE SE HAI FINITO LA CIRCOLARE DEI CAMBI PREZZI ( QND LO SANNO TUTTI CHE SONO POCHI NEGOZI TERMINANO LA CIRCOLARE X LE 8 VISTO VISTO CHE SI E DA SOLI DALE 6ALLE 8 E TRA .. SCARICARE IL CAMION , FARE LA FRUTTA, I LAS…. E CAMBIARE TT I PREZZI..X L’APERTURA E IMPOSSIBILE)..E INIZIA UNA MATTINATA CON QUESTO QUI CHE TI STA CON IL FIATO SUL COLLO DI MATTINATA, POI LO DEVI SPUNTARE IL SABATO POMERIGGIO MAGARI QND VAI VIA QUELL’ORETTA PRIMA.. PERCHE VIENE AD ACCERRTARSI CHE IN CELLA CI SIA FRUTTA SUFFICIENTE X LA DOMENICA… E SI LI SGARRI DI QUALCHE COLLO… ECCO CHE TI ARRIVA LA TEFEFONATA CON CONOSCIUTO CAZZIATONE CON TANTO DI TEFEFONO STACCATO IN FACCIA.. SONO PRONTI A ROMPERE LE SCATOLE ACHE SE L’ORARIO ALLE CASSIERE NN LO FAI ENTRO SABATO… QND CI SONO NEGOZI NELLA SOLITA ZONA CHE L’ORARIO LO FANNO GIORNO X GIORNO..SONO SUBITO PRONTI CON LA “LETTERINA DI RICHIAMO” SE PER ERRORE, O CAUSA 300 COSE DA PENSARE TI SCORDI DI ORDIANRE IL PESCE… QND FAI LE TUE 40 ORE E BASTA.. DIVENTANDO UN PESO PER L’AZIENDA ‘ISPETTORE E CAPACE DI UMILIARTI IN TUTTI I MODI… DICENDOTI FRASI DEL TIPO <>.. <> POTREI CONTINUARE MA MI FERMO QUI!!!! IL CONTRATTO DA DIRETTORE PENNY E UNA STRADA SENZA FUTURO!

  55. Paolo

    Io sono solo un cliente, devo dire che nella mia zona (Firenze) i Penny Market mi pare che non hanno avuto molta fortuna, personalmente ci sono andato solo una volta e non ci tornerò. Ho provato ad entrare anche in altri discount, idem con patatine.

    Tutto quello che voi dite, traspare bene, se uno è un consumatore attento, come credo io di esserlo.
    A partire dalla scortesia di certe cassiere, che saranno sicuramente stressate, anzi si vede proprio.

    Sempre di un certo insuccesso anche i negozi a marchio LIDL e altri marchi a Discount, alcuni hanno cambiato nome e altri hanno chiuso.

    Non sono un esperto di marketing, ma l’impressione che si riceve è che questi posti qui, sono mal frequentati: fasce di consumatori poco pensanti e con pochi spiccioli in tasca, e di dubbia onestà, almeno da giudicare da come si tengono: vestiti, linguaggio, pulizia personale, certi avventori…

    Per dirla terra terra ci sono più che altro extra comunitari alla ricerca del basso prezzo, senza badare alla qualità, gente che carica casse d’acqua e più che altro casse di BIRRA; e pensionati che non hanno possibilità economica o logistica di spostarsi versi iper o super di altre insegne.

  56. luca 75

    risp. a Paolo:

    credimi non ci sono solo pensionati ed extracomunitari al giorno d’oggi, forse una volta era così ma adesso con questa crisi viene a fare la spesa nei discount anche gente che sta bene,gente che gira con bmw,marcedes,audi,ecc…ecc…

    cmq una cosa va detta i discount come cerano una volta dove cera tutto inscatolato non ci sono quasi più, se provi ad entrare in un penny ora ti renderai conto che sembra quasi un supermercato normale (certo ovviamente se vai in uno tenuto come dio comanda!!!)…x quanto riguarda le cassiere scortesi, bigona dire che non è così dappertutto (sopratutto se ci 6 andato una volta sola!!!),nel mio negozio l’80% dei clienti viene perchè ce un personale cortese,simpatico e che sorride al cliente guardandolo negli occhi e ascoltando le sue richieste(almeno così mi sento dire dai clienti), da quello che dici tu (che 6 andato solo 1 volta in un penny) sembra che tutte le cassiere siano maleducate…!!!..cosa assolutamente falsa,certo qualcuna lo è e lo ammetto (e ci mancherebbe anche!!!…ad alcune tirerei un badile nei denti!!!) ma non puoi generealizzare…cavolo magari hai beccato la cassiera in un brutto momento(liti col marito,figli da gestire,problemi economici,ecc.ecc…)siamo umani anche noi!! e abbiamo i problemi che hanno tutti una giornata no può capitare!!!

    UNA PRECISAZIONE:…non voglio difendere penny dalle accuse che ho letto sopra…ANZI IL CONTRARIO…sono daccordissimo!!..e solo un prendere le difese di chi ci lavora e si fà il mazzo dalla mattina presto fino alla sera tardi e i clienti (e anche i dirigenti) non lo capiscono!!!..

    CIAO A TUTTI…!!….E TENIAMO DURO CHE MAGARI PRIMA O POI CAMBIA QUALCOSA…

    P.S…..PAOLO se ha qualcosa da dire sono qua…(sono pronto a essere smentito..!!!)….CIAO!!!

  57. special one

    T. P. hai proprio ragione il sig. GIAMPY non e’ direttore e come vedi qua e’ incapace di sviluppare un idea personale che sia staccata dal pensiero dell’uomo-azienda. Vedi T.P. con la solita arroganza di chi fa ispettore in penny market ci ritiene tutti degli scemi e poiche siamo scemi facciamo un sacco di ore. Vedi T.P. quando questi signori diventano ispettori credono di essere diventati dei fenomeni e piu’ che capire i problemi dei direttori e cercare insieme a loro di risolverli specie quello delle 70 ORE DI LAVORO SETTIMANALE (DA IMMEDIATA DENUNCIA ALL’ISPETTORATO DI LAVORO) non sanno dire altro che loro sono scemi e che non si sanno organizzare e per quello che stanno a lavorare dalla mattina alla sera.

    Si dimenticano questi signori che questi scemi sono stati messi a coprire quei ruoli di direttori proprio dagli stessi ispettori. loro forse nel fare quelle scelte non sono stati ancora piu scemi di quelli scemi che stanno in negozio?.Poiche a fare 70 ore le fanno, bene o male, tutti i direttori non possiamo neppure pensarlo che tutti siano scemi ed incapaci ad organizzarsi. Il punto vero della questione e’ che il numero spropositato di cose da fare in un supermercato e’ tale che solo dando molte ore di personale in piu’ possiamo fare in modo che i responsabili dei p.v. possano fare un orario settimanale dignitoso e rispettoso delle normative contrattuali….caro Giampy e’ inutile che con nomi fantasiosi per di piu’ rubati a direttori veri tu ti presenti qui a fare il portavoce dell’azienda dandoci di nuovo dei cretini come fai magari anche te sul posto di lavoro con i tuoi direttori. Chi oggi fa il direttore in questa azienda non e’ scemo e’ solo uno sfigato che vinto dalla propria ambizione giovanile prima accetta quel ruolo poi dopo solo una settimana si rende conto della cazzata che ha fatto e capisce che il ruolo di direttore non e’ piu un punto di arrivo professionale di una carriera ma e’ solo un punto di partenza verso un altra azienda che ti rispetti e non ti schiavizzi come questa…Questo accade continuamente tanto e’ vero che non esistono direttori con piu di 8-10 anni di anzianita…Se diventare direttore significa arrivare ad un posto gratificante per la tua carriera uno se lo tiene stretto sia per la paga che per la soddisfazione di coprire quel ruolo..in questa azienda se uno ci rimane un po’ piu del normale a fare il direttore e’ perche non ci sono altri lavori in giro!!!!

    Conosco ispettori che stimo che sanno lavorare sul personale, cercano di motivarlo di farlo crescere e magari promuoverlo a direttore e al tempo stesso troncano le mele marcie e fanno guerra a fannulloni e rubastipendi creando ambienti nella loro zona molto competitivi….poi non per colpa loro ma per colpa dell’azienda che non capisce che un direttore e’ l’
    investimento piu importante di tutto il personale finisce per perderlo per colpa della cronica mancanza di ore per gestire dignitosamente un punto vendita.

    Fare 70 ore la settimana e prendersi partaccie tutti i giorni perche non sei nelle condizioni di svolgere tutte le mansioni che ti hanno affidato non e’ mio caro Giampy del BLA BLA BLA ma e’ la fotografia del direttore e sopratutto la REALTA’ DELLE COSE….piace o non piace ad un uomo-azienda come te, quello che tutti i commenti hanno detto e’ questo!!! Vedi Giampi per sapere descrivere una fotografia non serve l’occhio esperto dell’ispettore ma tutti quanti la sanno vedere con i propri occhi!!!

  58. GIAMPY

    MESSAGGIO PER SPECIAL ONE E PER CHI LO VUOLE…..

    Bravo Special one, e bravi tutti.

    In considerazione di tutto quello che hai scritto mi sembra di capire che sei attaccato al lavoro e quindi le tue lamentele sono rivolte a una sorta di richiesta di aiuto da parte dei colleghi con il fine di poter migliorare la situazione in penny.

    Faccio una premessa:
    Lavorare 70 ore in negozio non è da scemi!!!!
    E’ lodevole perchè denota una certa voglia di far bene quello che si fa.
    Io NON ho detto che siete SCEMI!!!
    Ho detto che e’ inutile avanzare proposte alternative di gestione.
    Essere uniti vuole dire condividere lo stesso pensiero tutti.
    Più o meno tutti si dice le stesse cose.
    Ma se viene adottato il MOBBING a un dipendente nessuno dei suoi colleghi lo aiuterebbe. Tu compreso.

    Se ti mandano al lavorare un ragazzo da buttare fuori e ti dicono di fargli gli orari brutti, tu glieli fai.

    Ovviamente ti preoccuperai di informarti sulla sua versione perchè non sei SCEMO, o CATTIVO.

    Ma non potrai aiutarlo altrimenti combatti contro l’azienda.
    Se tutti fanno 70 ore e tu no perchè non pui…..(risponditi da solo)

    Lo so, il discorso si estende a tutto questo era solo un esempio.

    Siccome ti vedo molto acuto nelle osservazioni nei miei confronti, anche se forse troppo precipitoso, mi piacerebbe vederti di persona.

    Forse a te non ti va di perdere tempo con me.
    Ma se davvero vuoi idee e non vuoi bla bla bla, e ti vuoi rendere conto che non sono ispettore ma solo un direttore come forse tu sei…..

    hapoxio@hotmail.com

    Parliamone in chat, o posta elettronica.
    Io mi sono scoperto a te, conosciamoci oltre a questo forum.
    Ciao per ora a te.

  59. special one

    Non e’ importante sapere cosa sei Giampy, tutto quello che riguarda l’azienda e’ bello che sia esposto….al di la’ dei nostri botta e risposta, che ritengo utili perche’ toccano e girano intorno ad uno dei problemi piu grossi dell’azienda vale a dire LA CONDIZIONE GRAVE IN CUI VERSANO I DIRETTORI DELL’AZIENDA…. Ritengo che il tuo anonimato come il mio e quello degli altri sia un bene comune da preservare.

    Vedi in un tuo precedente commento hai detto giustamente che nessuno direbbe mai cose del genere come quelle da noi esposte ad un direttore vendite regionale. NON SI PARLA MAI A TITOLO PERSONALE DI UNA SITUAZIONE CHE E’ GENERALE E DI TUTTI, altrimenti e’ normale che poi la controrisposta la prendi solo te e non gli altri…alla fine ti daranno una lezione solo a te per educare tutti gli altri.

    NON fornire mai tuoi dati personali il tuo anonimato qua dentro e’ SACRO e ti rende libero di esporre qualsiasi opinione finalmente LIBERO DI FARLO SENZA SUBIRE L’AZIENDA!!!!

    ok mi fido, non avanzo altri dubbi sulla buona fede di quello che dirai sicuro che non esce dalla bocca di un ispettore pero non fornire piu dati a nessuno.

    Vedi Giampi mi sono accorto che questo forum e’ seguito dai dipendenti penny ed e’ basilare parlare qua davanti a tutti dell’azienda sia nel bene che nel male a seconda delle scelte che mette in campo.

    FARE QUESTO PRESERVANDO IL PROPRIO ANOMINATO E’ IL SOLO MODO DI FARE ASCOLTARE LE LAMENTELE A CHI SI TROVA AI POSTI DI COMANDO….CONSIDERO UN BUON CONTRIBUTO METTERE A CONOSCENZA DETERMINATI PROBLEMI.

    Sicuramente molti ispettori e forse anche qualche altro dirigente piu’ importante di loro ha letto quando abbiamo scritto e magari il sapere apertamente quanto hanno detto i direttori che sono intervenuti fino ad oggi potrebbe SMUOVERE QUALCOSA PER VENIRE INCONTRO A TUTTO IL MALESSERE ESPOSTO NEI POST PRECEDENTI.

    io, in modo molto diretto, e te in modo moderato, non so se te ne sei accorto abbiamo dato opinioni ed esposto fatti…invito anche gli altri a dare il loro contributo nella consapevolezza che qui si puo’ dire tutto perche anonimi…FINALMENTE QUI SI APRE UN CANALE DIRETTO VERSO CHI DECIDE LE STRATEGIE….qui non siamo ad una riunione aziendale POSSIAMO ESPORRE ANCHE OPINIONI CONTRARIE ALLE STRATEGIE AZIENDALI SENZA NESSUNA RITORSIONE!!!

    qua nessun Hitler potra’ far fucilare i dissidenti…quindi siate tutti liberi di denunciare le cose brutte che non vanno o che vi sono accadute e che la vostra posizione aziendale vi costringe a tacere…ciao GIAMPI non voglio sapere chi sei realmente nemmeno se tu fossi GESU’…voglio solo leggere i tuoi commenti…ciao!!!!!

  60. T . P.

    giampy, ti ricordo che qst e un libero forum.. quindi nella discussione puo entrarci chiunque…qual’ora lo ritenga opportuno. In qst caso l’ho ritenuto opportun vista la tua insistenza nel chiedere a special one quale sarebbero state le conseguenze se lui avesse deciso di fare solo 40 ore precise……… visto che te nn ne eri a conoscenza…. ora che lo sai …..sentiamo cosa ne pensi
    un ciao per ora a tutti coloro che leggereanno qst commento!

  61. Spartano

    Ragazzi è già un pò di tempo che lavoro al Penny Market (non voglio dire nemmeno la regione) ma vi assicuro che lavorare dentro quell’azienda è un inferno e basta. Io nella mia vita ho lavorato tantissime ore gratis, facendomi anche un c..o così, l’ispettore e qulcuno più alto a lui era consenziente, perchè sapevano. Provate a fare la mia vita che ho fatto io poi capirete… entrare alle 5 del mattino e rimanere dentro fino a sera, per cercare di risolvere tutti i problemi. Tra camion, cassa, ordini entro un certo orario…, frutta, carne, latticini e surgelati dopodichè iniziare con la drogheria magari 14/15 misti.. da finire entro 2 giorni, scartonare e pulire tutto il negozio. E’ vero che le cassiere dovrebbero pulire loro almeno le casse, ma io sono in una filiale dove siamo in due e la cassiera al suo orario prende e va via, ed io come un coglione mi tocca pulire tutto a me. .. Mi entra l’ispettore il mattino dopo in filiale e qui comincia a rompere le scatole su quello e questo, magari non conoscendo i problemi che ci possono essere stati il giorno prima. “Per loro tutti i giorni sono uguali” Perchè non alzano il culo e vengono loro a spancalare e darci una mano per fare tutto… Invece loro vengono non fanno un cazzo e stanno a criticare l’operato di noi responsabili. Scientificamente dimostrato che un uomo solo non può fare tutto quello che loro chiedono soprattutto entro un certo orario in modo perfetto quindi sarebbe opportuno che se un ispettore ti entra in filiale e magari il negozio non è scartonato perfettamente non stia a menarti il ca..o. Invece sono sempre a romperti il c..o con parti di merda, mettendosi a volte sotto le scarpe la dignità di un uomo.

  62. special one

    Spartano la tua e’ la triste storia di tutti i direttori in penny market….IL NUMERO INFINITO DI COSE DA FARE CON POCHE E SCANDALOSE ORE A DISPOSIZIONE PER ATTUARLE.

    Smettiamo allora per un momento di pensare che le ore sono poche e che INVECE siano sufficienti a fare tutto. stabiliamo di portare come 400 la produttivita’ media per ogni negozio.

    Prendiamo in esame allora 5 negozi con 100000 euro di fatturato settimanale. tutti quanti dovranno avere a disposizione 100000/400= 250 ore.

    analiziamo uno dei 5 negozi…quello che e’ il piu’ sfigato perche’ ha questi problemi.

    -Direttore appena assunto,
    -Personale con poca esperienza perche il negozio l’hanno aperto da poco tempo
    -sala vendita non spaziosa..tocca dividere i bancali della carta e tenere tutto a scaffale anche la roba che gira di piu’
    -lo scontrino medio e’ bassissimo tanto che occore mediamente una cassa in piu’ rispetto agli altri negozi di pari fatturato.
    -l’arrivo dei camion e’ sempre di rientro e quindi come tutti sanno mai alla stessa ora
    -il magazzino e’ la meta’ di tutti gli altri negozi e quindi per fare una semplice operazione di movimento dei bancali occorre il doppio di tempo che altrove.

    LO SO’COSA MI DIRETE…E’ IMPOSSIBILE CHE TUTTE QUESTE COSE SIANO PRESENTI ALLO STESSO TEMPO IN UN SINGOLO NEGOZIO E QUESTO E’ VERO ANCHE SE VI GARANTISCO NON MANCANO ECCEZIONI.

    PRENDIAMO QUESTE ECCEZIONI, VI SEMBRA NORMALE CHE QUEI NEGOZI CHE HANNO TUTTI QUESTI PROBLEMI ABBIANO A DISPOSIZIONE LE STESSE ORE DEGLI ALTRI?

    E’ EVIDENTE CHE QUESTO SISTEMA DI STABILIRE LE ORE CHE SERVONO IN UN PUNTO VENDITA E’ SBAGLIATO PERCHE’ SUPERFICIALE E PERCHE’ UNIFORMA TUTTI I PUNTI VENDITA COME SE QUESTI FOSSERO TUTTI UGUALI NELLA STRUTTURA E NEL PERSONALE.

    METTIAMO UN ALTRA COSA CHE E’SUCCESSO SPESSO….VALE A DIRE CHE QUEL NEGOZIO VIENE RISTRUTTURATO E SISTEMATO…ARRIVANO COSI ANCHE LE SOLITE RITUALI E DIVERTENTI RACCOMANDAZIONI DEL DIRETTORE VENDITE E DELL’ISPETTORE DI TENERLO PULITO E FUNZIONALE.

    E TE COSA TI CHIEDI SUBITO????

    MI HANNO RIFATTO L’ARREDAMENTO MA CONTINUO AD AVERE LASTESSA PICCOLA SALA VENDITA..IL SOLITO MAGAZZINO DI DUE METRI QUADRATI PER TRE…IL PERSONALE AVEVA POCA ESPERIENZA E SON PASSATI 3 GIORNI DI RISTRUTTURAZIONE E CONTINUANO AD AVERE LA MEDESIMA ESPERIENZA DI PRIMA…LO SCONTRINO MEDIO E’ SEMPRE BASSISSIMO E MI SERVE UNA CASSA IN PIU CHE ALTROVE…

    RISULTATO????

    IL NEGOZIO FACEVA CAGARE PRIMA DELLA RISTRUTURAZIONE E CONTINUA A FARE CAGARE ANCHE DOPO LA RISTRUTTURAZIONE…CON LA DIFFERENZA CHE GLI SCAFFALI SONO NUOVI DI ZECCA!!!

    TUTTO QUESTO PER DIRE CHE LA PRODUTTIVITA NON PUO’ ESSERE LA MEDESIMA DAPPERTUTTO A PARITA DI FATTURATO E CHE NON SERVE A NULLA SPENDERE MILIONI DI BUDGET PER RISTRUTTURARE I NEGOZI SE POI LE FILE ALLE CASSE SONO SEMPRE LE STESSE O SE NON C’E’ LA MERCE SUGLI SCAFFALI NUOVI E BRILLANTI…SOLO E SOLTANTO PERCHE????? NON C’E’ UN CANE A LAVORARE IN CORSIA E DA METTERE ALLE CASSE…..!!!!!!!!!

    INVESTIRE SUL NUMERO DI PERSONALE NON SIGNIFICA AUMENTARE I COSTI DI GESTIONE E BASTA MA SIGNIFICA AUMENTARE I SERVIZI E LA QUALITA DELLA GESTIONE DEGLI STESSI CON CONSEGUENTE AUMENTO DEI FATTURATI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  63. kibry

    ciao a tutti……il penny e un casino totale….ogni giorno c’è un problema ….senza contare che il personale ormai stufo si mette in malattia x dispetto …….ispettori che ti levano le ferie perchè non sei stato disponibile .. cassieri che mentre fanno cassa fanno il banco della frutta …o peggio cassieri che mentre fanno cassa stanno al telefono a prendere dati ….io sono una cassiera con 800 euro al mese… faccio apertura e chiusura…. e quando ci sono stage devo lavorare dalle 3 con una persona che il più delle volte e scocciato xche lavora gratis ,,,ma la cosa più brutta e che dopo la prima settimana il direttore ha gia deciso se tenerlo o meno..e lo tengono li x tre mesi rompendogli anche le scatole,consapevoli del fatto che tanto non avrà il posto,che schifo …… io sto in toscana..e stavo pensando una cosa,…il 20 settembre c’è la festa del penny ad Altopascio che ne dite di disertare tutti in sieme questo evento… non servirà a molto ma forse li farà riflettere un pò ….. se vi piace questa idea fatela girare…ciao a tutti

  64. Stefano72

    Ciao a tutti, sono un cliente da tanto tempo della vostra catena di discount.
    A me piace fare la spesa al Penny, la roba e buona, e nonostante vuoi siate sempre tesi riuscite a soddisfare le mie esigenze.

    Ho letto i vostri commenti, ah ahah ahah

    Perchè vi ostinate a lamentarvi in anonimato?
    Forse è una valvola di sfogo per chi è stressato dal prorpio lavoro?

    Lo sapevate che le cause civili contro le aziende si possono vincere sia singolarmente che in massa?

    Non importa scioperare, o adoperarsi in massa per lamentarsi facendo altraggio.

    Ho lavorato tanto nel sindacato e devo dire che sono state fatte tante cause alle aziende di vari settori.

    Ma le cause più all’ordine del giorno erano il settore del commercio terziario, quindi voi.

    Tutte vinte, addirittura vinte per mancanza di controparte dal giudice.

    Cause fatte a grandi colossi, senza fare nomi.

    Io ho lavorato tanto nel tessile, anche quel settore ha i suoi problemi. (Flessibilità, straordinari festivi pagati facendo la riduzione contrattuale, cioè invece di 36 ore settimanali ci facevano fare 36 meno le ore di straordinario.)
    Poi per non finire tanto fiato sul collo, e dirigenti mai soddisfatti che chiedevanon sempre di più.

    Insomma stessa condizione vostra con delle differenze di settore in base alla mansione.

    Ma io non mi sono rifugiato dietro un forum, me ne sono andato via quando non reggevo più.

    Ammetto di essere stato un pochetto senza lavorare ma poi mi è stata data la possibilità di entrare in una grossa ditta nella quale ho fatto gavetta e adesso sono responsabile alle spedizioni.

    Ma voi non vi siete stufati di cercare di stare meglio la dove non sarà mai possibile?

    Lottate contro l’azienda in maniera anonima ed in ultima fila.

    Ho un amico che ha lavorato al penny di Firenze e dopo 6 mesi si e licenziato affermando che quella era una gabbia di matti.

    Mi è bastato sentire quello che era l’esperienza lavorativa di 6 mesi per tenere lontano il mio curriculum dalla vostra azienda.

    Chi ve la da la forza di andare avanti?
    Suppongo che un direttore prima di diventarlo devono passare degli anni.
    Come fa’ a resistere.
    Pagano bene?
    Al mio amico davano 900 euro al mese.

    Scusate se ho azzardato ma non essendoci dentro forse non ho ben chiara la situazione reale.
    Però ho esperienza sindacale, e devo dire che non ha sempre torto l’azienda nei confronti di qualcuno…….

    Non vi arrendete, lottate ma non di nascosto, in prima fila perchè la vita è vostra.

    Auguroni.

  65. kibry

    ciao a tutti …. leggendo i vostri commenti mi e venuta una curiosità ……..io sono un operaia di 5 livello ….ho le chiavi apro e chiudo il punto vendita…. e mi chiedevo ma lo posso fare… per contratto…..grazie….

  66. lucky 76

    cavolo anche le feste fate ad altopascio???…siete dei signori..!!!….non disertate le feste almeno potete andare a bere e a mangiare a sbaffo del penny!!!….

    FATE UN BELLO SCIOPERO GENERALE DI 2-3 GIORNI..:)!!!!:)

    per le ore ci sarebbe da stare qui a parlare ore ed ore…tu hai fatto un sempio di un negozio che fa 100000€ a settimana con 250 ore ma pensa a quei negozzi dove stanno in 2, al mattino arriva l’ispettore e ti dice oggi fai i bancali 4-5 al giorno la fv 2 bancali, i las 2 bancali la carne 1 thermobox, poi pulisci tutta la filiale (ragnatele, sotto i tavoli dei promo,bordi,scaffali,bagni e spogliatoi e magazzino, ecc.ecc…) poi metti fuori gli interi diciamo 5-6 bancali di media al giorno,poi tutte le scartofie (haccp,produttività,controllo e-mail ecc.ecc…)…cavolo quasi dimenticavo l’ordine che ti porta in via circa 1 ora al giorno poi chiama seconda cassa e vai in cassa, ho concluso la giornata…facciamo un conto delle ore:
    BANCALI ….4 ORE
    PULIZIE ….2 ORE (SE FATTE BENE, CONTANDO 30 MINUTI DI LAVASCIUGA LA SERA)
    ORDINE ….1 ORA
    UFFICIO ….DICIAMO 30 MINUTI MA A VOLTE E’ DI PIU’
    CASSA ….1/2 ORE CONSIDERANDO CHE UN ORA IN NEGOZIO DA SOLO CI STAI(quando va bene!!!) E L’ALTRA ORA SONO QUELLE 3/4 VOLTE CHE VAI IN CASSA XKE CE CODA
    FV LAS CARNE …. 2/3 ORE DIPENDE DAI DIPENDETI CHE HAI E SOPRATUTTO A CHE ORA ARRIVA IL CAMION
    HA GIA SCARICO CAMION …. 30 MINUTI
    INTERI ….1 ORA

    TOTALE: 14 ORE CIRCA…PECCATO CHE IL NEGOZIO APRE 10 ORE AL GIORNO E STANDO IN 2 CON UNA PERSONA QUASI FISSA IN CASSA DA SOLO O I DIRIGENTI PENNY MI DANNO I SUPERPOTERI OPPURE MI AUMENTANO LE ORE DA UTILIZZARE SE VOGLIONO AVERE UN NEGOZIO COME DIO COMANDA!!!…14 ORE …CERTO MICA TUTTI I GIORNI FAI TUTTE LE PULIZIE PERO PENSATE A QUANTO TEMPO SI PERDE IN NEGOZIO OGNI GIORNO..DEGLI ESEMPI????…ECCOLI..!!!…::::

    -TEMPO CHE VI FANNO PERDERE I CLIENTI(RIMBORSI,BANCOMAT CHE NN VANNO,LAMENTELE,RICHIESTE VARIE ECC.ECC.)…
    -CLIENTI CHE ROMPONO QUALCOSA( E ALLORA PASSA LA LAVASCIUGA!)
    -TUTTE LE VARIE E A VOLTE ECCESSIVE SCARTOFFIE DA COMPILARE
    -TACCHEGGIARE GLI ARTICOLI CON LE ETICHETTE(CAVOLO CHE NOIA,MA NON LO PUO’ FARE QUALCUNALTRO???)
    -METTERE AL SUO POSTO TUTTA LA ROBA CHE LA GENTE LASCIA IN GIRO
    …ECC.ECC…ECC….SONO SICURO CHE VOI NE SAPETE ALTRE 100 DI QUESTE PERDITE DI TEMPO…PER CARITA’ TUTTE COSE NORMALISSIME CI MANCHEREBBE MA PER ME DIRETTORE CHE HO LE ORE CONTATE SONO UN ENORME PERDITA’ DI TEMPO..!!!!!!!

    PER ORA VI SALUTO RAGAZZI…PENSATE ALLO SCIOPERO GENERALE OK???….

    C I A O …!!!!!!

  67. special one

    OTTIMA IDEA KIBRI !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    C’E’ POCO DA FESTEGGIA’ IN QUESTE CONDIZIONI!!!!!!!!

  68. aldo

    Vi leggo da quasi un anno e mi domando ma se tutte queste cose sono vere e lo sono, come mai Penny non ha ancora chiuso nel senso che in azienda normale se succedessero sola la metà di queste cose, e soprattutto si prolungassero nel tempo succederebbero le seguenti cose:
    1) scioperi e scontri con i sindacati che a quel punto chiedono l’applicazione maniacale dei regolamenti interni e delle leggi sul lavoro il che vuol dire la chiusura dell’azienda in meno di un mese.
    2) turnover del personale altissimo.
    3) nessuno vorrebbe fare il direttore.

    Mi spiegate perchè tutte queste cose non succedono e soprattutto al di là degli sfoghi perchè siete ancora attacati a questa azienda, non dite che non è vero perchè pensate a soluzioni e le proponte e soprattutto siete ancora li, se non ve ne fregasse più nulla pensereste solo a trovare un altro lavoro.
    Guardate che questa è una splendida cosa che appartiene alle persone che guardano avanti e sono positive.

  69. Spartano

    Ragazzi io parlo per me!!! L’Azienda Penny Market non tiene assolutamente di conto dei problemi che ogni singolo responsabile può avere nella gestione di una filiale, per loro deve soltanto filare liscio come l’olio ed avere tutto in modo perfetto. Io come persona mi sono sfavata di lavorare dentro quell’ambiente, nel pochissimo tempo libero che ho! penso sempre come risolvere certi problemi per non alimentare altre situazioni già gravi, e questo penso non sia giusto, perchè anchio sono un essere umano che come tutte le persone normali si vogliono rilassare dopo aver fatto il mio lavoro. Ma purtroppo sono un carattere (debole) “non so se definirmi così! Me la prendo per tutto”… Quindi pensate al mio stato d’animo il dover affrontare i grandi capi almeno 2 volte a settimana… dove tutti i santi giorni agli ispettori parte un treno.. mi sono sempre fatto un c..o così, mai una parola positiva da parte di queste persone. Purtroppo il coltello dalla parte del manico l’hanno loro, qua in Italia è difficilissimo trovare lavoro a tempo indeterminato altrimenti sarei già andato via dalla Penny Market. In conclusione a volte ho sentito clienti lamentarsi (non nella mia filiale) ma in altre.. “Commessi ignoranti” “cassiere lente, ci vorrebbero più casse” ecc.. ecc.. ma tutti questi clienti sapessero che vita si fà la dentro fatta da stress ecc.. ecc..

  70. Spartano

    Rispondo a Kibry se sei al 5 livello non potresti avere le chiavi, infatti le possono avere solo il direttore, assistente oppure terza persona, sicuramente tutte queste persone non sono al 5 livello, quindi se ti rompono i c……i puoi ridare indietro le chiavi e loro non possono dirti niente, forze comunque te la fanno pagare magari mettendoti in cassa e farti fare degli orari di merda… Comunque per legge le chiavi al 5 livello non le puoi avere.

  71. kibry

    X SPARTANO
    grazie per l’informazione……

  72. Paolo

    Risp. a luca 75

    Continuo a pensare che se nei Penny ci fosse grossa convenienza si sarebbero sviluppati, invece languono.

    L’ultimo dettaglio, mi è stato recapitato a casa un volantino promozionale, e non era indicato l’indirizzo del punto vendita.
    Probabilmente avranno fatto un volantino nazionale, forse per risparmiare; io so anche dov’è il punto vendita più vicino a casa, ma mi è parsa una sciocchezza, non inserire nessun riferimento. Si va così di fretta oggi…

    Ad ogni modo non cambio idea, non entrerò nei Penny :)

  73. marco

    Il problema, cari direttori è che ,se è vero ; siete stati ad una riunione con l ispettore regionale e la sola cosa che siete riusciti a esporre è quella di, forfettizare i vice ,stimolare i cassieri (che si fanno il mazzo),stroncare i lavativi ecc….NON AVETE CAPITO NULLA Anche voi ci trattate in quel modo che disdegnate tanto, Un assistente si avvisa se si ha intenzione di forfettizarlo. Oppure è la solita storia del SI Fà PER FORZA?

  74. special one

    Marco hai ragione, alle riunioni di altopascio si va senza fare prima una riunione fra direttori dove stendere un documento di richieste controfirmato da tutti i direttori presenti in modo tale che tutti quanti ci mettiamo la faccia e non solo quella persona che lo illustra e che come successo in passato e’ stato anche preso per il *** dal resto dei direttori presenti (vigliacchi e lecca*** d’occasione).

  75. Spartano

    Prego!!

  76. lucky 76

    risp. a paolo

    lungi da me la voglia di farti cambiare idea sull’entrare o no in un penny…l’unica cosa che dico è che non sono tutti uguali e non tutte le cassiere sono incazzose!!!1..

    ciao!!! XD

  77. dott

    a parole siamo tutti bravi e sembriamo dei grandi professori ma come al solito stiamo tutti zitti e come ci viene detto qualcosa rispondiamo tutti uguale “si signore” come tanti soldatini sono i fatti che contano diamoci una mossa

  78. olga

    mess. per special one
    sei un grande

  79. special one

    Paolo da quando non vieni piu al penny si rischia di chiude!!!!!

  80. special one

    Uhmmm uhmmm… olga, olga non sarai mia ucraina vero? capace sei bionda chiara di carnagione e con l’occhi celesti…no cosi’ si fa per ragiona’ punto.

  81. Paolo

    x special one

    Non ci manca poi molto.

  82. dade

    paolo ma va a farti un giro!!!!

  83. special one

    Paolo si chiude apposta perche tu possa finalmente andare a fare la spesa da altre parti!!! E’ L’UNICO MODO!!!

  84. special one

    Ops dimenticavo….o paolo pensa un po’ appena chiusi andrai in altri discount dove le cassiere sono gentili e ben educate (anche toh con due belle boccie che non guastano mai), per non parlare delle file alle casse praticamente INESISTENTI (per forza con tutti quei clienti..no no quelli ci sono sara’ invece dovuto alle 20 casse in piu’ presenti al loro interno), e infine cosa piu’ importante di tutto questo…TROVERAI DEI VOLANTINI DI DISCOUNT ALLA PORTA DI CASA DI BEN 20 PAGINE DI PRODOTTI IN OFFERTA(UNA PAGINA INTERA LA USANO PER SCRIVERE DOVE SI TROVA IL PUNTO VENDITA PIU’ VICINO)…o paolo appena il penny chiude vengo con te a fare la spesa…non vedo l’ora!!! haahaha

  85. Spartano

    HO RAGAZZI/RAGAZZE MA CHI CI VA ALLA FESTA DEL PENNY??

  86. telma

    sabotiamo la festa dei 15anni ad altopascio….. tutti soldi sprecati!!!! ….aumentate lo stipendio hai direttori invece di spenderli in qst sciocchezze!!!! forza ragazzi teniamo duro!!

  87. special one

    PAOLO CI VIENE DI SIURO L’E’ ARRIVATO IL VOLANTINO DI PARTECIPAZIONE …SPERIAMO GLI ABBIANO SCRITTO SOPRA L’INDIRIZZO SENNO’ S’INCAZZA COME NA BESTIA…HAHAHA

  88. dade

    ragazzi chi viene a scartonare???hahaha…..

  89. Mariella

    Salve a tutti,
    Sono un ex dipendente Penny.
    Penny Market è un’azienda gestita malissimo dai suoi ispettori e direttori. Spesso e volentieri sono d’accordo nel rubare merce e nel far timbrare cartellini ai loro pupilli quando, in realtà, non sono ancora sul posto di lavoro; per il resto c’è il lavoro duro, lavoro nero e sfruttamento.

  90. kibry

    be ……allora si diserta o no la festa del penny ……………..

  91. special one

    Inventari.
    I risultati degli inventari sono espressi in percentuali con due decimali es. 1,15%- 1,60%- 2,12%. Se il risultato deve essere cosi dettagliato da richiedere due decimali dopo la virgola vorrei sapere a cosa serve se poi la procedura per arrivare a tale risultato non e’ rigorosa allo stesso modo.

    Ci sono infatti decine e decine di prodotti che ogni settimana variano di prezzo e nessuno si interessa di prendere nota delle quantita’ di ogni singolo articolo variato di prezzo e comunicarlo all’ufficio che si occupa di elaborare l’inventario……ci sono articoli che crollano a volte anche di 1 euro e piu ‘ e quindi immaginate voi se in un punto vendita o stoccato nel suo magazzino e’ presente in quel momento 1 o 2 bancali del prodotto, il danno inventariale che ne consegue.
    NON TORNANO GLI INVENTARI E IL DITO DOVE VIENE PUNTATO?
    - la porta del magazzino non allarmata!
    - Ordini sbagliati del pane e della frutta! troppi scarti.
    - Non si controllano le bolle!!!
    - non si riparano i prodotti e si rimettono in vendita.
    - Non si fanno le rettifiche quando i prodotti passano da un punto vendita all’altro.
    - Non si controllano le riprese in carico al magazzino!!!

    a queste procedure che sono tra l’altro giuste e comprensibili ci dobbiamo aggiungere quella fuori dalle disposizioni aziendali ed imposta a forza dagli ispettori e cioe’ quella di:

    - fare ordinare 2 o piu bancali dei prodotti che vanno in offerta cosi quando tornano al prezzo normale il punto vendita guadagna sulla differenza.

    NON SI PUO’ ALLA LUCE DI TUTTO QUESTO VENIRE MINACCIATI O PRESSATI ALL’INVEROSIMILE DI ESSERE SPOSTATI O DI SUBIRE CONSEGUENZE PEGGIORI SE POI NON SI EFFETTUA LA PROCEDURA CORRETTA PER ARRIVARE AL RISULTATO “VERO” DELL’INVENTARIO.
    NESSUN INVENTARIO IN PENNY MARKET E’ VALIDO PERCHE’ NON SI RISPETTANO TUTTE LE PROCEDURE PER OTTENERE UN RISULTATO VERO DELL’AMMANCO…..ANCORA PIU’ GRAVE L’ATTEGGIAMENTO DEGLI ISPETTORI CHE HANNO ADULTERATO ULTERIORMENTE IL RISULTATO APPROFITTANDO DEL FATTO CHE L’AZIENDA, DEI QUALI SONO PORTAVOCI (MOLTO GRAVE), NON SI E’ STRUTTURATA PER AVERE UNA CORRETTA PROCEDURA DI DETERMINAZIONE DEL RISULTATO INVENTARIALE.

    MOLTO GRAVE E’ ANCOR PIU’ IL FATTO CHE GLI ISPETTORI FACCIANO TORNARE L’INVENTARI APPROFITTANDO DI QUESTA CARENZA AZIENDALE.

    IL LORO COMPORTAMENTO HA CAUSATO DANNI DI OGNI GENERE…INFATTI ORDINANDO AI DIRETTORI DI ORDINARE BANCALI INTERI DEI PRODOTTI CHE ERANO IN OFFERTA HANNO FATTO MANCARE I MEDESIMI PRODOTTI AL MAGAZZINO CENTRALE CHE A SUA VOLTA NON HA POTUTO INVIARE I PRODOTTI IN OFFERTA A DECINE DI NEGOZI CHE NE HANNO RISENTITO COME FATTURATO E COME IMMAGINE (PENSATE ALLE VOLTE CHE HANNO DETTO I CLIENTI CHE NOI FACEVAMO OFFERTE FANTASMA)…NON SOLO MA SONO STATI BUTTATI VIA BANCALI INTERI DI CAFFE’ E ALTRI GENERI PERCHE SONO SCADUTI NEI MAGAZZINI PROVOCANDO UN VERO DISASTRO AZIENDALE, SENZA PRENDERE IN ESAME IL DANNO IN TERMINI SI SPAZIO PROVOCATO DALL’AVERE A VOLTE PER MESI E MESI BANCALI DI PRODOTTI CHE NON VENDI E CHE TI OCCUPANO SPAZI VITALI NEI MAGAZZINI CHE GIA’ SEMBRANO DI PER SE’ DEI RIPOSTIGLI.

    allora concludo dicendo…si spendono decine di migliaia di ore in inventari che non valgono un fico secco…e poi ti mancano anche le ore per rifornire gli scaffali e avere qualcuno che ti sta in cassa quando serve ….poi i negozi fanno cagare da tutte le parti, i direttori fanno 70-80 ore perche gli manca il personale (da denunciare subito all’ispettorato di lavoro) e queste teste da scienziati ti dicono che quando i negozi non sono a posto ne coi fatturati ne’ con l’inventari e’ perche sono mal gestiti….certo certo…quanto mi piacerebbe vederli un paio di mesi al loro interno nel ruolo di direttore…lo stesso che si sono dimenticati di avere ricoperto…a milano ci devono avere delle lavatrici che gli fanno il lavaggio del cervello quando diventano ispettori!!!!!

  92. dade

    di che magazzino si diserta la festa??

  93. GIAMPY

    L’ispettorato del lavoro non puo’ aiutare i direttori forfettizzati.
    Esso si occupa di lavoro nero.
    Noi siamo regolarmente assunti, e le ore in piu’ le facciamo per nostra scelta.

    Voglio essere pedante su questo punto poiche’ l’azienda dal punto di vista del lavoro nero e’ in regola.

    Chi lavora senza timbrare lo fa per propria scelta.

    L’organo competente per denunciare la pressione aziendale che costringe a stare ai direttori oltre il contrattuale e’ il Sindacato che si occupa di mediare tra noi e l’azienda.

    Vi dico questo perche’ all’ispettorato di lavoro e’ impiegato un mio parente che mi ha spiegato come ci si muove nel mio caso.

    Per quanto riguarda il resto, concordo con speciale one su inventari e lavaggi del cervello.

    Uniamoci tutti e vinceremo.

  94. Spartano

    ABBASSO LA PENNY – NESSUNO DEVE ANDARE ALLA FESTA. TI IMMAGINI CHE RAZZA DI PERSONE CI DEVONO ESSERE??

  95. J.VVV.

    Cari colleghi,
    lavoro in un Penny market da poco piu’ di tre mesi,sono nuovo e quindi non me la sento di giudicare o criticare alcunchè!E’ vero,anch’ io pulisco i cessi vado a buttare la spazzatura e spazzo i parcheggi ma ,in realta’,non è questo che mi fa rabbia!Son laureato in filosofia da poco piu’ di un anno,ho ottenuto il massimo del punteggio (110 e lode)disquisendo la mia tesi al cospetto di “Baroni”della letteratura moderna e ,permettetemi un puntino di orgoglio,la succitata tesi è stata pubblicata in svariati testi accademici ed è reperibile su diversi siti internet!Perchè faccio il commesso part time da Penny market?Non ho trovato di meglio…Lavoro 24 ore settimanali in un super mercato che non è nella mia citta’ natale e quindi vi lascio immaginare le spese che mi tocca sostenere:affitto,macchina,cibo,bollette!Ma la cosa che piu’ mi fa rabbia è che la mia direttrice non fa altro che ostentare ,in mia presenza ,il fatto che lei con una terza media “comanda “un laureato.Questa è l’Italia gente!!Siamo la prima generazione in assoluto che sta peggio dei propri padri !Vi lascio con un consiglio che potete seguire o meno…Se avete un lavoro tenetevelo stretto,qualsiasi esso sia,perchè per come stanno andando le cose in questo momento,potremmo ritrovarci tutti con il culo per strada costretti ad andare a fare i badanti in Romania!Un abbraccio a tutti,vado a lavoro,il mio secondo lavoro!

  96. GIAMPY

    J.VVV. Laureato in filosofia.

    Come ti permetti di metterti al di sopra del tuo direttore usando come parametro il grado di istruzione.

    Lo sai che te, che cominci ora ad entrare nel mondo del lavoro, sarai sempre indietro con l’esperienza rispetto a chi lavora da tanto tempo.

    Sia dal punto di vista pratico che teorico il tuo direttore sara’ sempre piu’ avanti di te, solo perche ha cominciato prima.

    Lo sai che per diventare direttore bisogna dimostrare di essere capaci.

    Tu chi sei per arrabbiarti se il tuo direttore ti comanda.
    Lavora ed impara.
    La tua tesi se la poni con mole di superiorita’ nei confronti di chi non e’ laureato e’ come un mitra dato ad un bambino.

    Forse vuoi che il tuo direttore invece di comandarti di scartonare si proponga a te in maniera diversa.

    “J.VVV. scartona bene i latticini, è ricorda che la filosofia è la palingenetica all’itter ragione dell’io cosciente, e si infutura nell’archetipo prototipo dell’antropomorfismo universale.”

    Se te lo chiede cosi’ apprezzi di più?

    Ricordati che le persone non si valutano dalle lauree.
    Ricordati che i contadini ignoranti danno da mangiare agli altolocati cose che loro non saprebbero coltivare.

    Ma se l’impiegato penny viene sottoposto al suo stesso limite creando un incertezza visiva al momento, non credi che sia giusto mettere in rilievo l’esistenza reale ai fini inviolabili dell’umanità?

    Sono sicuro che sei un bravo ragazzo, ma mettere per scritto tali disapprezzamenti, non è decoroso per un laureato proprio in filosofia.

    Poi ti sei anche scoperto, perchè in penny di laureati in filosofia con 110 e lode penso sia solo uno, tu.

    Se vorrai il rispetto delle persone, o la stima del tuo direttore, fai un passo indietro e riduci il tuo ego.

    Esprimi la tua rabbia quando il direttore ti tratta male, NON QUANDO HA LA TERZA MEDIA.

    Sei solo un ragazzo.

  97. marco

    …è tutto vero, hai ragione, però vorrei rivedere la situazione tra 10/15 anni: il direttore del negozio con la terza media probabilmente sarà sempre a fare il direttore di in negozio sempre più esperto e con esperienza, il laureato, se in gamba, probabilmente avrà cambiato impiego…

  98. special one

    hahaha o j.vvv. e te con la laurea in filosofia cosa pensavi di diventa’ confucio? invece fai confucione o meglio hai fatto confucione….lo scopri solo adesso che la laurea in filosofia non ti apre nessuna porta nel mondo del lavoro?…quando si entra all’universita’ e si sceglie quale sia il percorso di studio da intraprendere non possiamo non pensare alle porte che esso ti apre un domani nel mondo del lavoro…e io mi domando una cosa…te con la laurea in filosofia al di fuori che diventare tu stesso un professore universitario in tale materia quali porte hai pensato di aprire???….tu sei sicuramente una persona molto colta, conoscerai sicuramente alcune lingue specifiche come il tedesco per esempio, il latino e il greco antico, lingue nelle quali si sono espressi i piu grandi filosofi moderni e della storia, ma non avertela a male se ti dico che la tua e’ una bellissima laurea se tu l’avessi conseguita come seconda laurea al solo scopo di arricchirti come persona….certo scegliere una laurea del genere come prima laurea significa che domani per quanto tu sia colto e ricco di sapienza letteraria, sei sicuramente destinato a fare la gavetta in qualsiasi mondo del lavoro.

    Se ti presenti ad un colloquio con qualche titolo di ingegneria sicuramente non ti fanno partire col pulire i cessi e fare i lavori da garzone e se ora sei in una condizione in cui non avresti voluto esserci è perche sei stato poco furbo nella scelta del tuo percorso universitario che per quanto bello sia rimane cmq un percorso da intraprendere dopo qualche altra laurea molto più utile in termini di carriera di lavoro.

    O j.vvv. guarda che nella vita un si campa mica di discorsi…se mi vieni a lavora’ e chiaccheri tanto come fanno i filosofi di solito io ti infilo in cassa e cosi la voglia di chiacchera ti passa subito…hahahal

    Al penny c’e’ poco da filosofa’ …guarda che i latticini o bancali non ci vanno a posto con voltaire o Kant ci vanno con le mani, il sudore, tante gambe e soprattutto voglia di lavorare e di dare il tuo contributo.

    POI UN TI INCAZZA’ SE UN DIRETTORE TI TRATTA MALE….DEVI CAPIRE CHE I DIRETTORI AL PENNY NON CE LI MANDA LA NORMALE DI PISA…ANZI SCOPRIRAI PRESTO CHE DI NORMALE QUESTI TIPI UN CIANNO PROPRIO NULLA!!!!

    CERTO PENSAVO DI AVERE VISTO TUTTO….HAHAHA…OGNI GIORNO QUI E’ UNA SORPRESA!!!!

  99. dade

    J.VVV
    SE TU TI 6 LAUREATO CON 110 E LODE E FAI IL CASSIERE AL PENNY FORSE VUOL DIRE CHE NON HAI POI TUTTE QUESTE GRANDI CAPACITA’…FORSE SE TI DESSI DA FARE RIUSCIRESTI A TROVARE UN LAVORO ADATTO ALLE TUE ASPIRAZIONI E INUTILE CHE TI VIENI A LAMENTARE XKE IL TUO DIRETTORE TI FA FARE QUESTO E QUELLO…E NON MI VENIRE A DIRE CHE IN ITALIA LA TUA LAUREA CONTA POCO OPPURE CHE E’ DIFFICILE TROVARE LAVORO PERCHE’ POTEVI ANCHE PENSARCI PRIMA!!!

    …UN ULTIMA COSA…X FAR ARRIVARE 2-3 BANCALI DI FRUTTA 1 DI CARNE 1-2 DI LAS E UN PO DI DROGHERIA NON CI VUOLE MICA UNA LAUREA IN ASTROFISICA, BASTA CAPIRE UN PO COSA COMPRA LA GENTE E GESTIRE IL NEGOZIO IN BASE A QUESTO!!!

    MA CHE CA**O CI FA UN LAUREATO CON 110 E LODE A FARE IL CASSIERE AL PENNY!!!!HAHAHA …FA RIDERE SOLO A SENTIRLO DIRE

  100. special one

    Cmq ragazzi la faccenda del filosofo con 110 e lode al penny fa ridere perche’ davvero sembra una barzelletta…pero’ al tempo stesso fa piangere e fa pensare in quali condizioni ci veniamo a trovare usciti dal mondo dell’istruzione.

    Poi c’e’ poco da prendere per il … j.vvv. (io per primo)…ragazzi questo ha studiato pile di libri ed ha un patrimonio culturale da mettere a servizio di tutta la collettivita’.

    Rischiamo di non capire che il suo dramma e’ anche il nostro…quante volte ogni uno di noi a pensato a cambiare lavoro e non lo ha fatto??? e perchè???

    Non cambiamo lavoro non perchè il nostro lavoro in penny e’ bello anzi è massacrante…ma solo per il fatto che l’azienda con tutti i suoi difetti che elenchiamo qui tutti i giorni ha un punto forte dalla sua che nel pagare i suoi dipendenti e’ serissima e tutte la buste paga sono rigorosamente a norma di legge!!

    Fuori dal penny spesso regna il caos…ci sono aziende che non ti pagano, che ti pagano in ritardo, che ti pagano mezzo in busta e mezzo in nero….tutti quanti abbiamo famiglia e mutuo, affitto e i soldini certi in tasca occorrono per far fronte alla massa spese che grava su tutti noi!!!

    Chiudo dicendo che j.vvv. ha cmq dimostrato con una laurea in filosofia con la massima lode di essere al di la’ di ogni presa di giro una persona che mette impegno e crede in quello che fa…poi fa anche due lavori per mantenersi e quindi molliamo a fare umorismo su un dramma personale!!!

    SE CI PENSIAMO BENE C’E’ POCO DA RIDERE AD ASCOLTARE UN CASO COME QUELLO!!! (IO PER PRIMO). ANZI ANCHE QUESTA FACCENDA MI FA INCAZZARE!!!

  101. beppe

    blablablablabla………… come siete ripetitivi…… si è capito che l’azienda fà ca..re. ma fra tutti state facendo qualcosa…. NOOOOOOOOOOOOOOOO. dovete solo fare: mia colpa mia colpa.Anche io sono dipendente penny da anni e ne ho viste veramente tante. ma non ho mai visto nessuno, o quasi, prendere in mano la situazione. siete solo bravi a scrivere ma xchè non tirate fuori le palle e fare qualcosa. a scrivere in anonimo siete tutti bravi. ma così facendo non otterete mai niente. fatevi coraggio e affrontate la situazione… ciao ciao….

  102. special one

    SI BEPPE MENOMALE CHE CI SEI TE CHE FAI TANTO, CHIACCHERI POCO, E SOPRATUTTO TI SEI FIRMATO CON NOME E COGNOME….CARO MIO MISTER BLA BLA BLA!!!!

  103. dade

    beppe lo sai benissimo anke tu che se si va da soli contro i dirigenti 6 finito e in meno di 1 settimana vai a fare il cassiere o peggio…bisogna unirsi!!!

  104. Eugenio

    vorrei commentare un paio di cose che ho letto dopo il mio precedente commento:

    @Giampy: dici che l’ispettorato del lavoro non si occupa di mobbing ed altro ma solo di lavoratori non in regola ecc. !! Mi spiace contraddirti, forse se l’aveste chiamato un po piu’ spesso vi sareste accorti che:

    -controllano tutto, dalle ferie non godute (che al Penny si ha l’abitudine di rimandare di anno in anno, senza SAPERE CHE NON SI POSSONO RINVIARE OLTRE il 6° mese dell’anno successivo !!)

    -se denunci situazioni di mobbing quantomeno fanno intervenire chi di dovere o ti consigliano sicuramente a chi rivolgerti

    -controllano gli orari AL PELO !! Prova a spiegarlo a loro perche’ un 24 ore sta facendo 40 o piu’ ore.. vedrai come ti sistemano…

    ..e via discorrendo !!

    @Ade: dici che sarebbe impossibile passare da 2/3 persone in negozio ad 8/10 ? certo, forse 8/10 sono troppe ma da 2-3 a 5-6 ci si passerebbe se PENNY ed altri DISCOUNT continuassero a fare i DISCOUNT !!
    Il discount e’ un negozio dove si trova la merce in scatoloni, aperti, ma non esposta pezzo a pezzo…
    se poi Penny ed altri vogliono l’esposizione pezzo a pezzo e l’ordine in sala , tenuta meglio di un supermercato, devono anche mettere in conto ore di lavoro e quindi PERSONE IN PIU’ !!
    E smettiamola poi di reggere la parte dell’Azienda, facendo credere che se si assumessero persone in piu’ non si avrebbe un guadagno: siamo l’unico paese in Europa dove il dipendente , che e’ la principale risorsa di un Azienda, viene visto come una spesa inutile: li vorrei proprio vedere i grandi capi in camiciotto e col cutter, a rifornire e a stare in cassa.
    Piuttosto, se smettessero di SPUTTANARE soldi in manifesti, macchinoni per ispettori incompetenti, e soprattutto in feste per i grandi capi, forse avrebbero anche i soldi per pagare di piu’ chi gli sta consentendo di tenere aperti i loro negozi, ovvero tutti voi dipendenti !
    Questo e’ il problema in Italia, che noi/voi crediamo a ogni piagnisteo che ci fanno le aziende quando piangono miseria, e ci pieghiamo a spaccarci la schiena, magari gratis, perche’ loro ci raccontano che senno’ LA PRODUTTIVITA’ non viene raggiunta… intanto loro in sede non fanno un cazzo, stanno al fresco d’estate ed al caldo d’inverno, e poi ci/vi pigliano per il culo….
    E’ ORA DI DARSI UNA SVEGLIATA IN ITALIA, DAVVERO !!!!!

  105. Eugenio

    PS: noto che si parla di forfettizzare i vice, forfait di qua, forfait di la…
    Secondo la legge, il forfait si puo’ dare solo ai primi livelli o superiore (quadro), quindi non e’ che perche’ il PENNY DECIDE di forfettizzare, che vuol dire che si puo’ fare !!
    Se il vice e’ 3° livello, NON PUO’ essere forfettizzato, se se anche lo fanno, basta rifiutarlo, o meglio, se ve lo affibbiano, fare una bella denuncia, perche’ NESSUN CONTRATTO, anche se firmato, E’ VALIDO se sul contratto sono indicate clausole o voci che vanno contro alla legge ed alla CONTRATTAZIONE NAZIONALE !!!
    Poi, per i direttori, che leggo che secondo alcuni hanno il forfettizzato per scelta o no, e che quindi devono farsi millemila ore, informatevi prima di sottostare bovinamente a qualunque cosa vi venga detta: NESSUN FORFAIT prevede di lavorare ‘ad oltranza’, c’e’ sempre un limite di ore oltre al quale DEVONO venirvi pagati gli straordinari anche a voi !!!! Le aziende la raccontano sempre la BALLA DELLE ORE DEL DIRETTORE, che ne deve fare finche’ servono.. pero’ e’ quello che ho detto io, cioe’ semplicemente una BALLA !!!!!
    Chiedete a sindacato od associazioni varie, vi spiegheranno meglio !!!!!!

  106. Spartano

    TUTTI INSIEME CONTRO LA PENNY, DEVONO SMETTERLA DI APPROFITTARSELA DELLE PERSONE CHE SI FANNO UN **** COSI’ A VOLTE SI PRENDONO PARTI DI ***** DA PERSONE CHE STANNO ALDILA’ DEL TELEFONO (DIRIGENTI PENNY) CHE NON FANNO UN **** DALLA MATTINA ALLA SERA EPPURE SONO PAGATE!!! PER CONCLUDERE HO CONOSCIUTO DIRETTORI CHE SONO DIVENTATI ISPETTORI, CHE HANNO DIMENTICATO LA MAGLIETTA ROSSA DEL PENNY, QUANDO ENTRANO SI DANNO MILLE ARIE E NON SI RENDONO CONTO DI QUANTO SONO PRESUNTUOSI E’ NORMALE POI CHE SI PRENDONO SULLE **** QUESTE PERSONE.. SE RIESCO A TROVARE UN’ALTRA OCCUPAZIONE VADO IN **** AL PENNY E PENSARE CHE CI SONO PERSONE CHE PORTANO IL CURRICULUM SE SAPESSERO CHE VITA DI ***** SI FA LI DENTRO….

  107. Katia

    Ciao,sono capitata x caso su questo sito..anch’io sono una dipendente penny market e v dico che è da agosto 2008 che ancora nn mi han pagato tutti i rimborsi benzina!Purtroppo il mio negozio fa parte della piattaforma desenzano che è la più mal organizzata della penisola..e le cose vanno sempre peggio..e i clienti pare proprio che pensino che stiamo in un paradiso!

  108. GIAMPY

    Mio caro Eugenio Saluti.

    L’ispettorato del lavoro è l’organo che consente ai lavoratori di lavorare privilegiando del riconoscimento contributivo.

    NON SI OCCUPA DI MOBBING.
    SI OCCUPA SOLO DI LAVORO NERO.
    PUNISCE SOLO IN CASO DI LAVORO NERO.

    Il mobbing, sempre che si possa dimostrare, viene preso in considerazione solo da un avvocato in diritto del lavoro o solo da un sindacato che mediera per te in modo che tu possa non soffrire sul posto di lavoro.

    Le denunce per mobbing vengono intraprese solo privatamente o mediante un sindacato.

    Il sindacato ti protegge dal mobbing fino ad arrivare anche ad ottenere un offerta da parte dell’azienda per cessare tale condizione, che quasi sempre va a finire con le tue dimissioni spontanee in cambio di soldi.

    Un avvocato più o meno fa la stessa cosa forse in maniera più conveniente nei confronti del proprio cliente, senza preoccuparsi di prendere in considerazione accordi con l’azienda.

    MA IL MOBBING VIENE PRESO IN CONSIDERAZIONE DA UN GIUDICE CHE STABILISCE SE E’ IL CASO DI FAR PROSEGUIRE LA CAUSA, QUINDI CON TESTIMONIANZE DA PARTE DEI COLLEGHI O DEI CLIENTI.
    NON E’ CONSENTITO DALLA LEGGE REGISTRARE CONVERSAZIONI CHE DIMOSTRINO MINACCE NEI CONFRONTI DI QUALCUNO POICHE’ NON SAREBBRE PROVA ATTENDIBILE PER UNA VIOLAZIONE ALLA PRIVACY.

    SE DENUNCI IL MOBBING NESSUN TUO COLLEGA TI AIUTEREBBE E NON LO DIMOSTRERAI MAI, ALMENO CHE NON SIA RINCOGLIONITO L’ISPETTORE A MANIFESTARE CIO’ IN PRESENZA DI CLIENTI.

    SE INVECE TI RIVOLGI ALL’ISPETTORATO DEL LAVORO TI DOMANDANO SEMPRE LE STESSE COSE:

    1 SEI ASSICURATO? SI
    2 LAVORI A NERO? NO (FORFETTIZZATO CHE SCEGLIE DI STARE IN NEGOZIO DI SUA SPONTANEA VOLONTA’)
    3 TI COSTRINGONO A FARE DI PIU’ DEL TUO CONTRATTO, E SE E’ SI PUOI PROVARLO?

    ALLORA SI APRIREBBE UN INDAGINE CHE VERIFICHERA’ SE QUELLO CHE DICI SIA VERO O NO.
    L’AZIENDA DICHIARERA’ CHE LE ORE IN PIU’ NON VENGONO MAI CHIESTE.
    DICHIARERA’ CHE IL DIRETTORE FA L’ORARIO COME GLI PARE, E IN EFFETTI SE VERIFICANO E’ COSI’.
    L’AZIENDA VERREBBE CREDUTA SUBITO POICHE’ E’ IN REGOLA.
    NON POTRAI MAI DIMOSTRARE CHE TI COSTRINGONO A RAGGIUNGERE UN PREMIO CHE COMPORTA LA RIDUZIONE ORARIA DEI COLLEGHI E LA TUA PRESENZA FORZATA.
    RICORDA IL BUGET MENSILE LO FA IL DIRETTORE CON LA PENNA, LA SUA CALLIGRAFIA, NON E’ UNO STAMPATO FISSO O UNA REGOLA CONTEMPLATA DALL’AZIENDA (ANCHE SE LO E’) E FIGUREREBBE OBBIETTIVO PERSONALE DEL DIRETTORE.

    MA QUANTI ISPETTORI DIREBBERO ALL’ISPETTORATO DEL LAVORO CHE L’AZIENDA FORZA LA MANO PER OTTENERE QUESTO RISULTATO PER FORZA?
    TUTTAVIA AI PIANI ALTI REWE GUARDA I NUMERI ITALIANI, E SE SONO TROPPO BASSI RISPETTO A SEMPRE INTERVIENE CON PRESSIONI CHE VANNO A STUZZICARE IL DIRETTORE REGIONALE CHE A SUA VOLTA ARRIVA A PRESSARE I RESPONSABILI DI ZONA………..

    LE FILIALI NON POSSONO FARE MENO DI 320 DI PRODUTTIVITA’ PERCHE’ L’AZIENDA E’ COSTRUITA CON UN OBBIETTIVO UTILE.
    NON PENSARE CHE SE LEVANO I MACCHINONI AGLI ISPETTORI SI POSSANO PERMETTERE DI AUMENTARE IL PERSONALE.
    I NUMERI PARLANO SEMPRE PER LE AZIENDE.

    MA TORNIAMO ALL’ISPETTORATO, DOVE LAVORA MIO CUGINO IL QUALE SI OCCUPA DEGLI ESTRACOMUNITARI.
    LUI MI HA SEMPRE DETTO CHE IL CCNL APPLICATO NEL SETTORE COMMERCIO TERZIARIO E’ REGOLAMENTATO DA UN ACCORDO TERRITORIALE TRA AZIENDA E SINDACATO.
    L’ISPETTORATO DEL LAVORO SE TI PRESENTI ASSICURATO IN REGOLA TI DIRA’ DI RIVOLGERTI AL SINDACATO CHE SI OCCUPA DELLA TUA AZIENDA E NON FARA’ NULLA.
    SOLO SE VIENE PALESEMENTE DIMOSTRATO DA PROVE CONCRETE IL COME DICIAMO NOI MOBBING PSICOLOGICO CHE CI VIENE FATTO ALLORA METTEREBBE IN PISTA UN LEGALE CHE POTREBBE CONVINCERE UN GIUDICE AD APRIRE UN ISTRUTTORIA PER DELIBERARE SU UNA VIOLAZIONE DEL CCNL.

    AGGIUNGO INOLTRE CHE SE FORZI LA MANO CONTRO LE PRESSIONI AZIENDALI E TI RIBELLI AVRAI UN TRATTAMENTO DEVASTANTE, E DIVENTERESTI PERSINO LO ZIMBELLO DEI TUOI COLLEGHI CHE INVECE DI SOSTENERTI, SARANNO ACCONDISCENDENTI A FARTI UN ORARIO BRUTTO.
    SARESTI SOLO L’ESEMPIO DI DIRETTORE POCO CAPACE.
    POI VISTO CHE NON POTRAI DIMOSTRARE CHE TI FANNO MOBBING, RISCHI DI CONTRAVVENIRE AD UN CODICE DEL LAVORO CHE SI CHIAMA COMPORTAMENTO OLTRAGGIOSO NEI CONFRONTI DEL SUPERIORE.
    IN QUESTO CASO C’E’ CAUSA GIUSTA DI LICENZIAMENTO.
    TUTTI TESTIMONIEREBBERO CONTRO DI TE, CHI NON LO FAREBBE SAREBBE MESSO FUORI DALL’AZIENDA NON CHIAMATO A TESTIMONIARE.

    INSOMMA, e’ il caso di capire che l’azienda e’ ben costruita sotto questo aspetto, nessuno riesce a rompere questo solido muro.
    Se viene vinta una causa, o presa una multa dai N.A.S., o altre cose, sarebbe solo lo sbaglio del responsabile di zona, che pagherebbe cara la cosa, sarebbe licenziato.
    Nessuno vince contro l’azienda.
    Vinci solo se ti rifiuti di fare tante ore e sai fare il tuo lavoro.
    Ti faranno tanto mobbing, ma non ti licenzieranno mai, visto che la causa sarebbe ingiusta.

    Io questa lotta l’ho gia’ fatta, quindi parlo per esperienza vera, non di cose che so in teoria.
    Provare per credere

    Eugenio un saluto, e un saluto a tutti gli altri colleghi che sicuramente anche se vigliacchi come dice BEPPE, hanno da pensare alla famiglia prima di lottare contro un mulino a vento.

  109. beppe

    caro special one, se pensi di sapere chi sono rintracciami così si fa due chiacchere. non mi dispiace parlare, anzi. è solo che tutti parlate ma nessuno fa niente. tu cosa hai fatto? mi piacerebbe saperlo visto che sei quello che scrive di più degli altri….

  110. special one

    VOGLIO FARE UNA PROPOSTA A TUTTI QUANTI ….INVECE DI PRESENTARE ALLA RIUNIONE DI ROUTINE CON GLI ISPETTORI E IL DIRETTORE REGIONALE UNA SERIE DI SCEMENZE TIPO QUELLA DI FORFETTIZZARE IL VICE DIRETTORE (COSI LE PERSONE SFRUTTATE CON LE ORE DIVENTANO DUE PER OGNI NEGOZIO INVECE DI UNA), PRESENTIAMO UNA SEMPLICE RICHIESTA CHE FA CASCARE COME UN CASTELLO DI CARTE TUTTI I PROBLEMI DI MANCANZA ORE IN PENNY.

    CHIEDIAMO CHE VENGA STABILITO UN TETTO DI ORE OLTRE IL QUALE PER NESSUNA RAGIONE AL MONDO IL DIRETTORE PUO’ RIMANERE IN NEGOZIO.

    TALE LIMITE DEVE DIVENTARE UN DIVIETO ASSOLUTO A RIMANERE IN NEGOZIO E CHE SIA L’ISPETTORE STESSO A FAR RISPETTARE IL DIVIETO…INSOMMA AL SOPRAGGIUNGERE DI QUEL NUMERO DI ORE STABILITO CON L’AZIENDA IL DIRETTORE LASCIA IL TESTIMONE A CHI LO SOSTITUISCE!!

    METTIAMO ALLORA PER ESEMPIO CHE CON L’AZIENDA SI STABILISCA UN ORARIO DI 50 ORE SETTIMANALI NON SUPERABILI , L’AZIENDA DOVRA TROVARE IL NUMERO DI PERSONE SUFFICIENTI A FARE LE ORE CHE OGGI PER RAGIONI DI PRODUTTIVITA’ SONO COSTRETTI A FARE I DIRETTORI.

    OGGI LE PRODUTTIVITA’ CHE L’AZIENDA SI E’ DATA SONO TALMENTE IRRAGGIUNGIBILI, CHE IL DIRETTORE DEVE SEMPRE FARE MINIMO 65 ORE MA ANCHE IN ALCUNI CASI 80 ORE CON LA DOMENICA.

    NATURALMENTE TI RISPONDONO CHE IL DIRETTORE FA QUELLE ORE PERCHE’ LE VUOL FARE LUI, CHE NON SI SA ORGANIZZARE O CHE PER ALCUNE COSE STRAORDINARIE (CHE IN REALTA’ SONO ORDINARIE) HA DOVUTO FARLE.

    BASTA CON QUESTE STORIE, SI STABILISCE QUEL NUMERO MASSIMO E POI IL RESTO LO DEVE SOSTENERE L’AZIENDA.

    SOLO SAPENDO CHE IL DIRETTORE NON FARA MAI OLTRE QUELLE ORE, L’AZIENDA SARA COSTRETTA A ORGANIZZARSI MEGLIO ED A NON FARE CADERE SUL DIRETTORE TUTTA LA SUA DISORGANIZZAZIONE.

    MI SPIEGO MEGLIO….DI ANNO IN ANNO AUMENTANO I PROBLEMI E IL NUMERO DI COSE DA FARE ALL’INTERNO DEI NEGOZI E COME SI RISOLVONO ???? AUMENTANDO LE ORE DEL DIRETTORE NEL NEGOZIO STESSO.

    FACCIAMO ALCUNI ESEMPI….LA SERA ADESSO L’AZIENDA VUOL SAPERE TUTTA LA MERCE DI SCARTO CHE VIENE PRODOTTA NEL PUNTO VENDITA METTENDO IN CAMPO UNA PROCEDURA RIDICOLA CHE FA PERDERE MEZZ’ORA….DOV’E’ LA MEZZ’ORA CHE SERVE PER FARE TALE PROCEDURA?? NON C’E’ PROBLEMA RIMANE IL DIRETTORE!!!

    IL GIOVEDI VARIAVANO A VECCHI TEMPI UNA VENTINA DI PREZZI ED ERANO TUTTI SLIM IN QUANTO CARTELLI A4 ERANO ESPOSTI SOLO SOPRA I BANCALI INTERI…ADESSO SONO 200 VARIAZIONI ALLA SETTIMANA E CI SONO CARTELLI MEZZI GIALLI MEZZI VERDI MEZZI A4 E MEZZI SLIM…RISULTATO CI VUOLE SENZA SCHERZARE ALMENO 2 ORE….DOVE SONO LE DUE ORE IN PIU? NON C’E’ PROBLEMA RIMANE IL DIRETTORE!!!

    ARRIVA IL CAMION IN RITARDO? NON FUNZIONANO I BANCOMAT? SALTANO I BANCHI FRIGO? UN CLIENTE RUBA E PERDI MEZZ’ORA PER DENUNCIARLO? ECC ECC ECC…NON C’E’ PROBLEMA RIMANE SEMPRE IL DIRETTORE !!!

    TROPPO COMODO….TROPPE INEFFICIENZE AZIENDALI….ALLA FINE SE IL DIRETTORE FA TROPPE ORE LE COSE SONO DUE!!!!

    E’ SCEMO PERCHE LE VUOLE FAR LUI…O NON SI SA ORGANIZZARE!!!

    BASTA SERVE UN LIMITE A TUTTO COMPRESO QUELLO DI POTER ABUSARE DELLA LIBERTA’ PERSONALE DI CIASCUNA PERSONA CHE SI TROVA IN QUEL RUOLO E CHE NON PUO’ SACRIFICARE TUTTA LA PROPRIA VITA PERCHE’ UN AZIENDA SI APPROFITTA DI LUI RIDUCENDOLO IN UNA SORTA DI SCHIAVO.

    L’AZIENDA SI TUTELA E FA BENE SU MOLTI FRONTI…PENSIAMO AD ESEMPIO AGLI STORNI E ANNULLI…PRIMA SE LI FACEVANO I CASSIERI CON 80202, POI L’AZIENDA HA IMPOSTO LE CHIAVI PER FARE TALI OPERAZIONI, PRIMA GLI SCARTI NON LI SEGNAVA NESSUNO E L’AZIENDA HA IMPOSTO LA PROCEDURA PER SEGNARLI SENZA SGARRARE, SE I DIPENDENTI SBAGLIANO IN CASSA FACENDO DIFERENZE CONSISTENTI MANDA LETTERE, MULTE E SOSPENSIONI..E COSI STA FACENDO TUTELANDOSI SEMPRE MEGLIO DAI DIPENDENTI.

    E I DIRETTORI COSA FANNO?????????????

    E’ L’ORA DI IMPORRE UN LIMITE DI ORE OLTRE IL QUALE L’AZIENDA NON PUO’ PIU SERVIRSI DEI SUOI DIRETTORI, SPECIALMENTE ABUSANDO DELLA LORO VITA E DELLA LORO SALUTE!!!!

    ANDIAMO CON UNA SEMPLICE PROPOSTA…IL LIMITE DI ORE DEI DIRETTORI..E CHE PER NESSUNA RAGIONE QUESTO LIMITE SIA SUPERATO!!!!

    VORREI SAPERE COSA NE PENSANO I VARI GIAMPY, SPARTANO, EUGENIO (SONO MOLTO DACCORDO CON TE)!!!

  111. ranocchia

    ragazzi in penny nn sono solo i direttori a farsi il …
    io sono un’assistente e tale voglio rimanere visto la situazione che si e creata in azienda!
    io sono quasi sempre sola senza il direttore …tanto quella che ho e meglio nn averla perche e un’incapace!e viene accolato tutto su di me scarti tagli ore ect!
    comunque sono piena mente d’accordo su quello che scrivete…
    pero c’e sempre gente che regala ore e ore all’azienda…e cosi nn ne verremo mai a capo di niente!
    intanto il 6 alla festa di arborio io nn vado uno perche lavoro e 2 perche a questo punto e propio una presa in giro!

  112. GIAMPY

    CIAO SPECIAL ONE TI DIRO’ QUELLO CHE PENSO:

    L’argomento del tetto massimo di 50 ore del direttore è stato già affrontato per diverse volte quando ci si riuniva tra di noi. (Riunione dei direttori in un negozio, oppure anche fuori dall’azienda)

    Tutti dissero che sarebbe stata una proposta che ci avrebbe fatto stare bene.
    Tuttavia venne anche preso da noi in esame che non sarebbe stato necessario fare 50 ore secche, poichè a volte sono insufficienti.
    Si ipotizzo di far pagare le ore in eccesso come straordinario (quindi 50 ore pagate 40 e il resto straordinario).
    Sembravamo tutti della stessa opinione.

    PECCATO CHE QUANDO SI DOVEVA DIRLO DAVANTI AL DIRETTORE REGIONALE NESSUNO PARLO’ DI QUESTO.
    TUTTI EBBERO TIMORE.
    E’ DA QUEL GIORNO CHE USCI’ FUORI LA SPARATE DI UN NOSTRO COLLEGA CHE PER RISOLVERE IL PROBLEMA PROPOSE DI FORFETTIZZARE IL VICE.
    OVVIAMENTE L’AZIENDA NON PRESE LA COSA IN CONSIDERAZIONE POICHE’ I PROBLEMI ESPOSTI FURONO SOLO LE DIFFICOLTA’ DI LAVORARE AL MEGLIO.
    NESSUNO DISSE COSA ERA STATO DETTO.
    SOLO UNO CI PROVO’ MA GLI VENNE RISO IN FACCIA DA TUTTI.
    POI LE COSE TORNARONO PIANO PIANO NELLA SOLITA ROUTINE.

    Vennero fatti vari incontri anche sindacali, e venne nominato un rappresentante sindacale, addirittura alcune zone fecero sciopero di sabato.

    Ma tutto ritornava sempre uguale.
    Stessi problemi aggravati dalle disposizioni aziendali sempre più scrupolose.(+variazioni +cartelli soffitto +vetrofanie +concorsi +offerte adesso anche doppia variazione settimanale.)

    Questo è quello che è successo.

    COME LA PENSO IO:

    SPECIAL ONE, LA TUA PROPOSTA E’ BUONA.
    PROPOSTA CHE NON FA’ SCOPPIARE I DIRETTORI MURATI VIVI IN NEGOZIO E FAVORISCE L’AZIENDA AD AVERE UN PUNTO VENDITA MEGLIO GESTITO GRAZIE AD UN AUMENTO DI PERSONALE CHE QUANDO TI DA IL CAMBIO E’ BELLO FRESCO E RIPOSATO.
    OVVIAMENTE LA PROPOSTA CHE FAI DEVE ESSERE BENE ORGANIZZATA DA PARTE DELL’AZIENDA.
    IL DIVIETO DI OLTREPASSARE LE 50 ORE DEVE ESSERE OSSERVATO, E PUNITO SE INFRANTO.

    ALLORA FAI UNO STAMPATO CON LA RICHIESTA E IL PROPRIO EVENTUALE SVILUPPO.
    ESPRIMI LA PROPOSTA IN MODO CHE SIA FATTIBILE E ANCHE LEGALMENTE APPLICABILE.
    MANDA DELLE COPIE IN TUTTI I PUNTI VENDITA DELLA TUA ZONA CON UN PROSPETTO DI FIRMA PER ADESIONE.
    FATTI RIMANDARE TUTTE LE COPIE FIRMATE DA DIRETTORI, MA ANCHE DA CHI VUOLE, E PORTA TUTTO AD UN SINDACATO.
    IL SINDACATO AVRA’ TUTTE LE FIRME RACCOLTE E QUINDI SARA’ IN GRADO DI VALUTARE SE SONO SUFFICIENTI PER FARE UN INCONTRO CON IL DIRETTORE DELLE RISORSE UMANE DELLA PENNY MARKET E AVANZERA LA PROPOSTA.
    SE TUTTO VA BENE CI SARA’ UN ACORDO TRA SINDACATO E AZIENDA CHE POTREBBE RISOLVERE IL PROBLEMA.
    (NON CI ARRABBIAMO SE L’AZIENDA POI LEVA IL PREMIO, TANTO 50 ORE FISSE VANNO BENE ANCHE SENZA)

    MA IO DUBITO CHE I DIRETTORI FIRMINO CON NOME E COGNOME PER DICHIARARE DI ESSERE NELLA LISTA RICHIEDENTE TALE PROPOSTA.

    PERO’ NON SONO SICURO, SI PUO’ PROVARE SE NE ABBIAMO VOGLIA.

    TUTTAVIA CREDO CHE SE IL DIRETTORE SCOPPIATO E STANCO DECIDA DI FARE DAVVERO 50 ORE E CIAO (CHE SUCEDE AL NEGOZIO SUCCEDE……)NON SAREBBE MAI LICENZIATO.
    LO POSSANO METTERE IN CASSA, MA VA BENE LOSTESSO.
    IN CASSA A 1600 EURO IO CI STO.
    DOPPIO TURNO TUTTI I GIORNI CI STO (TANTO CI SONO REGOLE SUL DOPPIO TURNO ES. 8-12 16.30-20.30 NON SI PUO’ FARE…..)

    Il problema dei direttori a volte sembra quello di essere messi in cassa, ma e’ sempre un lavoro anche stare a passare spese con uno stipendio oltretutto da 1 livello.

    Spero caro Speciale One di averti dato una risposta buona anche se di fretta.
    Comunque la proposta che fai la possiamo sviluppare e rendere ancora più appetibile.
    Ne parleremo ancora.

    P.S.

    Chi è BEPPE?????????????

    Va bene accusare di essere bla bla bla
    A volte lo espresso anch’io….

    Ma dai delle dritte, consigli, motivazioni.
    Come hai detto tu è un po poco.

    Ciao SPECIAL ONE
    Ciao a tutti.

  113. Eugenio

    Non prendertela a male Giampy se insisto, tu hai un cugino che lavora all’Ispettorato del lavoro, e si occupa di extracomunitari, ok, ma ti chiedo ancora : VOI L’AVETE MAI CHIAMATO L’ISPETTORATO DEL LAVORO ?? mi pare di capire di NO !!
    Io sono stato Direttore in altra azienda, per svariati anni, ma prima ancora capo reparto per altri store, e li, successe che QUALCUNO, (non io.. purtroppo), l’ispettorato lo chiamo’ davvero, perche’ eravamo tutti solidali fra noi e STUFI !!
    Ti posso garantire che non ha semplicemente chiesto se eravamo assicurati o no… tuttaltro, hanno passato a setaccio tutto, e la ditta, la settimana dopo, ha dovuto cambiare i toni…
    Non sto dicendo che faranno miracoli, sicuramente anche fra loro ci saranno i venduti, quelli che chiudono un occhio, e via dicendo…
    ma se l’ispezione la fa uno serio… sono ***** amari !!
    Dici che non puoi dimostrare che fai di piu’ (intendi ore ?) del tuo contratto ??
    Ci sono le timbrature del cartellino !!
    Lo sai, visto che dici di esserci passato, che un 38 ore puo’ fare massimo (mi pare, vado a memoria..) 20 ore di straordinario al mese e PER NON PIU’ di un tot di settimane ???
    Questo non lo dico io, o la teoria, sta sul CCNL, e se questi orari vengono superati, si possono tranquillamente fare denunce !!!

    Dici che se premi troppo anche i tuoi colleghi poi ti daranno del filo da torcere? Beh, segno che allora non siete solidali.. ma per questo se succede qualcosa di irregolare non vuol dire che bisogni mandar giu’ e via !!

    Senno’ a sto punto come sempre in Italia, e’ inutile lamentarsi se poi nessuno vuole fare la prima mossa….

    @ Special One: alla fine del tuo commento leggo che parli di imporre un limite alle ore dei direttori ?
    Questo limite esiste gia’ ,per legge (ne parlavo nel mio vecchio commento..), anche per chi e’ forfettario…
    Basta non credere a tutto quello che raccontano gli Ispettori, ed informarsi al di fuori delle 4 mura dell’Azienda, che ovviamente vi racconta quello che fa comodo a loro….

    Saluti e mi raccomando, non mollate !! ;)

  114. Eugenio

    @Katia:
    per quel che dici sui clienti che pensano che in negozio si viva in paradiso, purtroppo e’ cosi in Italia,… si tende sempre a vedere solo l’esteriorita’ delle cose…
    basterebbe che qualcuno si chiedesse, vedendo sempre e solo 1 o 2 persone in negozio, CHI mette a posto tutta quella roba…
    Purtroppo noi italiani siamo molto bravi nel lamentarci e scaricare le colpe su tutto e tutti, ma quando magari ci sarebbe l’occasione di migliorare le cose, magari dovendo lottare un po, la maggiorparte si tira indietro…
    Bacioni e su col morale… :)

  115. GIAMPY

    Eugenio, ci sono stato all’ispettorato non insistere.
    Mi hanno detto di rivolgermi al nostro sindacato.
    Intervengono solo se porti delle prove certe sulle ore che fai, cioe’ che sei costretto dall’azienda.
    NON LO PUOI PROVARE.
    ALTRIMENTI CI SAREBBERO ANDATI TUTTI.

    SE FAI 80 ORE ALLA SETTIMANA L’AZIENDA DIRA’ CHE LO VUOI FARE TU.

    L’ISPETTORATO INTERVIENE SE CI SONO TESTIMONI CHE AFFERMANO CHE FAI TROPPE ORE.
    SE CI VANNO QUATTRO DIRETTORI, O UN DIRETTORE E TRE CASSIERE, ALLORA INTERVENGONO, POICHE’ C’E’ LA TESTIMONIANZA CHE FA MUOVERE IL LEGALE INTERNO CHE VA A SPULCIARE L’AZIENDA.

    CON ME A TESTIMONIARE NON C’ERA NESSUNO.

    EUGENIO SE NON HAI LE PROVE NON PUOI FARE DENUNCIA.

    CI SONO STATO DUE VOLTE ALL’ISPETTORATO, UNA VOLTA MI HANNO DETTO DI ANDARE DAL NOSTRO SINDACATO DI APPARTENENZA, OVVERO QUELLO CHE CURA GLI INTERESSI DEI DIPENDENTI PENNY.

    POI MI HANNO CHIESTO:
    C’E’ QUALCUNO CHE PUO’ TESTIMONIARE PER LEI?
    RISPONDENDO DI NO HANNO INSISTITO PER IL SINDACATO.

    LA SECONDA VOLTA HO PARLATO CON UN ALTRA PERSONA E SAI CHE MI HANNO DETTO?

    QUESTO SUO CASO NON HA ELEMENTI PER FARCI MUOVERE, NOI CI OCCUPIAMO DI LAVORO NERO, CONSULTI UN LEGALE, SE HA RAGIONE E TUTTO A SUO VANTAGGIO…..

    SI MI HANNO DETTO COSI’ E CIAO.

    QUINDI TU CHE INSISTI TANTO IO TI CHIEDO:

    MA TU CI SEI STATO DAVVERO MAI A UN ISPETTORATO DEL LAVORO?

    I TUOI EX COLLEGHI FORSE SONO RIUSCITI AD INTERVENIRE PERCHE CI SONO ANDATI IN TANTI.

    IN CHE ANNO E’ SUCCESSO?

    PRIMA CHE LA PENNY FIRMASSE CON LA UIL DI UN ACCORDO TERRITORIALE CHE GARANTISCE LA TUTELA DEI LAVORATORI?

    QUANDO I SINDACATI ERANO DISTACCATI DALLE AZIENDE INTERVENIVA L’ISPETTORATO, ORA E’ TUTTO DIVERSO.

    NON MUOVONO UN AVVOCATO PER LA PAROLA DI UN TESTIMONE E BASTA.
    SOLO CON VARIE TESTIMONIANZE INTERVERREBBERO.

    QUINDI MI E’ TOCCATO ARRENDERMI.

    L’UNICA MIA SPERANZA E’ SOLO TROVARE PACE IN AZIENDA O TROVARE UN LAVORO MIGLIORE.

    UN’ALTRA SPERANZA E’ CHE TUTTI SIANO UNITI, PERCHE’ PARLARE SU QUESTO FORUM E’ FORSE UNA VALVOLA DI SFOGO, MA SERVE SOLO A CONTINUARE A FARE QUELLO CHE SI E’ SEMPRE FATTO:
    CI SI LAMENTA E BASTA.

    IO A TUTTI DICO SOLO CHE SI PUO’ ANCHE STARE IN CASSA, ANCHE IN UN NEGOZIO LONTANO DA CASA, TANTO C’E’ IL RIMBORSO, MA NON BISOGNA MAI FARE 80 ORE.
    SE NE FA QUANTO BASTA QUINDI 40 + UNA DECINA.
    SE NON PAGANO IL PREMIO, SOLO 40 + DUE O TRE ORE GIUSTO PER NON LASCIARE SCOPERTO IL NEGOZIO.

    MA I CARI DIRETTORI QUANDO UNO COME SPECIAL ONE AVANZA LE PROPOSTE AL COMMENTO DI PRIMA, SI CACANO ADDOSSO.
    NESSUNO ANDRA MAI A FARE UN ACCORDO PER LIMITARE TUTTO A 50.

    POI HA RAGIONE EUGENIO LE NOSTRE ORE SONO 40 CON UN RIPOSO O DUE MEZZE.
    DIFFIDATE CHI DICE CHE SONO 48 CIOE’ 40 +8 DI FORFET.
    BALLE!
    SONO 40
    LE ORE IN PIU’ VENGONO FATTE SOLO PER PAURA DI NON RIUSCIRE AD ARRIVARE AD UN OBBIETTIVO ALTRIMENTI L’AZIENDA FA PRESSIONE.

    TUTTAVIA INIZIALMENTE UN DIRETTORE E’ CONVINTO DEL PROPRIO LAVORO, QUINDI SI IMPEGNA.
    LE MAGAGNE ARRIVANO QUANDO SI METTE SU FAMIGLIA.
    ALLORA UN PAZZO COME ME VA A GIRO PER I NEGOZI A DIRE A TUTTI DI NON FARE DA ALBA A TRAMONTO IN NEGOZIO, MA NON VIENE ASCOLTATO.

    EUGENIO, E’ TUTTO VERO.

    CIAO E GRAZIE DEL TUO ASCOLTO.

  116. GIAMPY

    SCUSA EUGENIO MI SONO DIMENTICATO DI DIRE UNA COSA:

    4 ANNI FA’ HO AVUTO IN NEGOZIO PRESTATO UN 1 LIVELLO CHE NON FACEVA PIU’ IL DIRETTORE PER UNA LITE CON L’ISPETTORE.

    LITE DOVUTA SEMPRE DALLA RICHIESTA DI TROPPE ORE, MENTRE LUI NE FACEVA SOLO 40-45

    LUI E’ STATO IN CASSA 4 ANNI MA NON LO HANNO MAI LICENZIATO, CI HANNO SOLO PROVATO.
    E’ STATO L’ESEMPIO DELLA NOSTRA ZONA, LUI VINSE CON L’AZIENDA.

    DOPO QUATTRO ANNI GLI HANNO RICHIESTO DI FARE IL DIRETTORE.

    LUI C’E’ STATO ALL’ISPETTORATO, GLI HANNO DETTO LE STESSE COSE CHE HANNO DETTO A ME……

    CIAO..

  117. jhon 1800

    giampy mi spieghi questa tua frase?…TANTO CI SONO REGOLE SUL DOPPIO TURNO ES. 8-12 16.30-20.30 NON SI PUO’ FARE

    come nn si può fare? al penny lo fanno tutti..!!!…grazie e ciao!!!

    cmq voglio dire una cosa sul forfetizzare il vice:
    io non lo trovo giusto chi ha un contratto da vice direttore a 30 o 38 ore settimanali e poi prende straordinari xke dovrebbe firmarne uno forfetizzato in cui va a percepire sicuramente meno???…poi se mi dite che certi assistenti prendono più del direttore quello è vero ma la colpa è dell’azienda non certo del vice che giustamente pensa a se stesso ,alla sua vita ,alla sua famiglia…!!!…dovrebbero amumentare gli stipendi ai direttori forfetizzati oppure togliere il contratto forfetizzato…oppure fare come ha fatto un azienda con me quando ero forfetizzato cioè oltre a darmi uno stipendio fisso (supponiamo 1400 €) ogni mese mi dava in aggiunta una quota fissa di straordinari (diciamo 300-400€) ogni mese che facessi 10 ore o 12 al giorno non cambiava…p.s. se qualcuno mi chiedesse ma perchè allora te ne 6 andato da li???…solamente xke era una azienda che lavorava a stagioni tipo 7-8 mesi all’anno!!!

    ciao e giampy rispondi grazie!!!

  118. Spartano

    SONO PIENAMENTE DACCORDO SU QUELLO CHE HA SCRITTO SPECIAL ONE.
    PURTROPPO LE COSE QUI ALLA PENNY NON FINIRANNO PIU’ TUTTI I GIORNI IL GRUPPO REWE O RESPONSABILI REGIONALI ECC..ECC.. STUDIANO SEMPRE NUOVE COSE UNA DI QUESTE LO ABBIAMO VISTO TUTTI E CIOE’ PERDERE UN CASINO DI TEMPO A REGISTRARE SCARTI ECC.. SI ARRIVERA’ UN GIORNO CHE TELEFONERANNO PER SAPERE SE ABBIAMO PASSATO LA MACCHINA, E SE L’ABBIAMO PULITA. ORA BASTA SE VOGLIONO FARE TUTTO ALLA PERFEZIONE E FARCI INCASTRARE TUTTE LE STRONZATE CHE OGNI GIORNO VENGONO FUORI, DEVONO ASSUMERE PERSONALE O AUMENTARE LE ORE, E SMETTERLA CON LA CAZZATA DELLA PRODUTTIVITA’ ECC.. IO PENSO CHE LA PENNY NON SIA SCEMA E A FINE ANNO TUTTI I NEGOZI SPARSI IN ITALIA GUADAGNANO UN BEL GRUZZOLETTO ALTRIMENTI SI SAREBBE GIA’ FALLITI..VISTO I VARI SUPERMERCATI TIPO ESSELUNGA, COOP ECC.. IO PENSO CHE LA PENNY MARKET SIA UN GRUPPO MOLTO FURBO VUOLE GUADAGNBARE SEMPRE DI PIU’ CON IL PERSONALE CHE HA! E QUESTO NON VA BENE PERCHE’ GIOCANO SULLA SALUTE DELLE PERSONE, NOI DIRETTORI COME TUTTI GLI ASSISTENTI, ARRIVANDO ALLE CASSIERE/I SIAMO SOLO NUMERI E QUANDO NON C’E’ LA FACCIAMO PIU’ VENIAMO IMMEDIATAMENTE RIMPIAZZATI, TANTO E NEL SANGUE DELLA PENNY PROMETTERE TANTE COSE AD UN NUOVO ARRIVATO. DA QUANTO SONO PERFIDI PROMETTONO ANCHE ALLE STAGISTE/I CHE SE FANNO BENE IL SUO LAVORO HANNO UNA POSSIBILITA’ DI ENTRARE NELLO STAFF. POI FINITO LO STAGE TE LO METTONO IN QUEL POSTO.
    QUINDI TUTTO QUELLO CHE TI PROMETTONO VA PRESO PER BUONO UNO SCARSISSIMO 20%, FORSE ANCHE MENO. RAGAZZI UNIAMOCI TUTTI SE VOGLIAMO FARCI SENTIRE PERCHE’ UNA PERSONA SOLA NON POTREBBE SPUNTARLA CONTRO QUESTA AZIENDA.

  119. special one

    PER CHIAREZZA VORREI FARE CAPIRE L’IMPORTANZA DI STABILIRE UN NUMERO DI ORE “”INSUPERABILE”” PER “”QUALSIASI MOTIVO”” DEI DIRETTORI DEI P.V..

    PENNY MARKET HA AUMENTATO SIA PER QUANTITA’ CHE PER QUALITA’ IL LAVORO ALL’INTERNO DEI PUNTI VENDITA.

    NON HA AUMENTATO TUTTAVIA LE ORE NECESSARIE PER FAR FRONTE ALLA VARIAZIONE QUANTITATIVA E QUALITATIVA DEL LAVORO.

    TALE AUMENTO DI LAVORO E’ STATO COSI’ ASSORBITO:

    - AUMENTO DELLE ORE DEL DIRETTORE PUNTO VENDITA (NON CONTEGGIATE IN PRODUTTIVITA’ IN QUANTO NON PAGATE VEDI FORFET)
    - AUMENTO DELLE ORE NON TIMBRATE DEL PERSONALE, SPESSO NEI CONFRONTI DEI CONTRATTI DETERMINATI (SI PROSTITUISCONO ALL’AZIENDA “GIUSTAMENTE” NELLA SPERANZA DI VEDERE TRASFORMATO IL PROPRIO CONTRATTO IN INDETERMINATO)
    - RICORSO CONTINUO A STAGISTI PER NON GRAVARE SULLA PRODUTTIVITA PER LE ORE A STAGE.
    - RICORSO A PERSONALE ESTERNO PAGATO DA COMUNI E PROVINCIE PER SOPPERIRE ALLA MANOVALANZA NEI LAVORI DI FATICA.

    GRAZIE A QUESTE OPERAZIONI SULLA PELLE DEI LAVORATORI SPECIE DEI DIRETTORI MENTRE AUMENTAVA IL LAVORO E LA QUALITA’ DEI PUNTI VENDITA LA PENNY MARKET E’ RIUSCITA ANCHE AD AUMENTARE LA PRODUTTIVITA’ DEI PROPRI PUNTI VENDITA.

    NON SOLO MA HA ANCHE EVITATO DI AFFRONTARE ALCUNI PROBLEMI SPECIFICI DELLA PROPRIA ORGANIZZAZIONE FACENDOLI INTERAMENTE RICADERE SUI PUNTI VENDITA CHE DIVENTAVANO OGNI ANNO IMPOSSIBILI DA GESTIRE.

    NESSUNO SI E’ MAI PREOCCUPATO DI QUALE FOSSE L’IMPATTO IN TERMINI DI ORE CHE ALCUNE DECISIONI AZIENDALI AVREBBERO AVUTO NELL’ECONOMIA DEI PUNTI VENDITA.

    VEDIAMO UNA SERIE DI ESEMPI DI DECISIONI MA ANCHE DI SCELTE CHE HANNO GRAVATO SUI PUNTI VENDITA NEL TOTALE DISINTERESSE DI CHI LE PRENDEVA:

    -HCCP (UNA VOLTA NON C’ERA POI DIVENTATO LEGGE) LE ORE PER GESTIRLO?
    -AUMENTO DEL NUMERO PRODOTTI IN ASSORTIMENTO. LE ORE PER RIFORNIRE IL SURPLUS?
    -AUMENTO QUALITA ESPOSIZIONE PRODOTTI. MOLTI PRODOTTI TIRATI FUORI DALLE SCATOLE MENTRE PRIMA VI RIMANEVANO DENTRO. LE ORE PER TALE OPERAZIONE?
    -AUMENTO ORE PER GESTIRE LE OFFERTE. CENTINAIA DI CARTELLI A4 SLIM ETICHETTE ANCORA PIU CONVENIENTE NOVITA’.PRIMA NON ESISTEVA. LE ORE?
    -CARTELLONISTICA. DECINE DI LOCANDINE DA ESPORRE PER CONCORSI E PER L’OFFERTE.PRIMA NON ESISTEVA. LE ORE?
    -GESTIONE ANNULLI E STORNI. ORA CON LE CHIAVI E’ UN CONTINUO ANDARE E TORNARE DALLE CASSE. LE ORE?
    -FARE LE DOPPIE ESPOSIZIONI E TOGLIERE LE BARRE PER NASCONDERE LE PEDANE NEI NUOVI PENNY AMBIENTI.ORA CI SONO PRIMA NO. LE ORE?
    -I CONCORSI PENNY E PARTNERS.DA UN PO CI SONO PRIMA NON CERANO. LE ORE DURANTE TALI CONCORSI PER LA LORO MESSA A PUNTO?
    -GLI SCARTI E ROTTURE CON PROCEDURA AL PC. PRIMA NON C’ERA ORA SI. LE ORE?
    -LA NUOVA GESTIONE DELLA FRUTTA E VERDURA TUTTA INFILATA IN CELLA PER REFERENZA. ORA SI FA PRIMA NO. E LE ORE?
    -LA FRUTTA UNA VOLTA ERA CONFEZIONATA E POI FU MESSA ANCHE SFUSA. E LE ORE PER LA SUA GESTIONE?
    - TUTTE LE ALTRE SCELTE CHE ORA NON RICORDO E CHE SONO STATE PRESE ANCH’ESSE NEL TOTALE DISINTERESSE PER IL DANNO IN ORDINE DI ORE NECESSARIE AL LORO REALIZZO.

    AGGIUNGIAMO PURE.
    - i camion in ritardo
    -gli ordini da mandare sempre prima
    -magazzini insufficienti per gestire i carichi e scarichi
    -problemi vai legati alla vendita (furti, bancomat non funzionanti, prodotti che si rompono in sala vendita, clienti con fattura, attrezzature che si guastano tipo casse, muletti, luci, lavapavimenti ecc ecc)

    FINO AD OGGI QUESTO E’ACCADUTO SULLE SPALLE DI CHI GESTIVA I NEGOZI. POCO IMPORTAVA QUANTE FOSSERO LE ORE NECESSARIE A FARE TUTTO QUESTO.

    DOMANI CON LA MIA PROPOSTA DI “divieto assoluto di fare piu di 50 ore” AI DIRETTORI, L’AZIENDA SARA’ COSTRETTA A METTERE LEI IN CAMPO LE ORE CHE MANCANO PER LE DECISIONI FUTURE E PURE PER QUELLE DEL PASSATO.

    OGGI INFATTI CON 50 ORE I NEGOZI NON POSSONO ESSERE A POSTO, AL TEMPO STESSO L’AZIENDA NON POTRA’ PIU CHIEDERE DI FARE UN SOLO MINUTO IN PIU’ E QUINDI FINALMENTE DOPO 15 ANNI DOVRA’ TROVARE LE ORE CHE LE SONO NECESSARIE PER TENERE QUESTA QUALITA DI VENDITA E I DIRETTORI RITROVARE LA DIGNITA’ DI CHI OGGI NEL 2010 LAVORA TUTELATO DALLE REGOLE E LONTANO DAL SENTIRSI UNO SCHIAVO COME ADESSO.

    MI FA PIACERE CHE ANCHE VOI SIETE D’ACCORDO CON ME…SAREBBE BELLO SUCCEDESSE PER L’ANNIVERSARIO.

  120. Katia

    Ciao eugenio!Esatto penso sia così soprattutto in Italia,ma il colmo è ke comunque disprezzano il nostro lavoro!prima li senti dire:beh se proprio nn trovo dmeglio farò il cassiere al supermercato,poi xò quando t vedono stanco,arrabbiato,insoddisfatto hanno il coraggio d dirti:ms cosa vuoi ke sia fare il tuo lavoro???Nn sarà mica faticoso??? certo,sarebbe meno faticoso se loro,i clienti mnn si impegnassero in tutte le maniere a fartitribolare il+possibile,abbandonando i gelati in mezzo al detersivo,chiedendoti dov’è la farina dov’è lo zucchero dov’è la verdura (ma questi quando vanno all’auchan usano il tom tom se si perdono in un penny???) se abbiamo pane fresco (ma no guarda!farà anche schifo ma è fresco!!!),ma solo un tipo d pane avete?ecc ecc.e poi arriva l’ispettore d zona che appunto t cazzia x le ore x il negozio che fa schifo e che ultimamente era passato alle minacce d trasferimento!Nn so se succede anche nel negozio dove lavori tu ma c’è stato 1periodo che continuava a dir che c avrebbe mandato a50km dal nostro negoziopoi ovviamente questo nn può farlo ma intanto tormenta i subordinati così.Io t dico sono anche abbastanza tollerante xkè ho bisogno d lavorare e quindi nn mi va d far il supereoe della situazione,xò poi quando è troppo è troppo.secondo te è possibile che con la scusa che avevamo un altro ispettore d zona che è stato licenziato io c abbia perso i rimborsi spese?e credimi che ho continuato a tartassare questo ispettore (che probabilmente mi avrà sulle palle x questo),gli ho addirittura ridato le chiavi del negozio (sono 5°livello e credo d aver battuto il record visto che un mese dopo l’assunzione ero 6° e già l eavevo)ma non è servito a niente,quindi ho pensato che quando rientrerò (ora sono in maternità) mi rifiuterò categoricamente d far trasferte,poi vedremo.sono contenta d questo sito che è una valvola d sfogo,fino a qualche mese fa me la prendevo e mi abbacchiavo x ste storie,ora ho imparato a fregarmene,nn avendo più le chiavi è anche più facile questo,faccio il mio lavoro,le mie ore e poi esco da lì x far la mia vita!Loro vogliono il sangue da noi ma nn sano ricambiare nemmeno con un grazie!!!!

  121. Spartano

    RIBADISCO QUELLO CHE AVEVO DETTO IN PRECEDENZA, AL 5° LIVELLO LE CHIAVI PUOI RESTITUIRLE, SECONDO LE NORMATIVE IMPOSTE SOPRATTUTTO DALL’ISPETTORATO DEL LAVORO, CHIUNQUE SIA AD UN LIVELLO COSI’ BASSO NON PUO FARE IL RESPONSABILE, CONOSCO UN ISPETTORE CHE VOLEVA LICENZIARE UNA PERSONA PERCHE’ QUESTA ERA AL 5 LIVELLO E STUFA DEI CONTINUI CAZZETTONI AVEVA DECISO DI POSARE LE CHIAVI. SECONDO LA LEGGE QUESTO S….ZO DI ISPETTORE PUO’ LICENZIARE SUA MADRE, IO DIFENDO QUESTA RAGAZZA PERCHE’ E’ UNA PERSONA CHE REGALA ORE ALLA PENNY, E DOPO ESSERSI FATTA UN C..LO COSI’ ENTRA QUESTA SPECIE DI ISPETTORE A ROMPERE I C……I. UN GIORNO CHE ESPLODO VADO IO ALL’ISPETTORATO DEL LAVORO PER DENUNCIARE TUTTI I SOPPRUSI CHE AVVENGONO IN QUESTA AZIENDA…

  122. Spartano

    LA SCHIAVITU’ E’ FINITA IL PENNY LO DEVE CAPIRE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  123. GIAMPY

    Eugenio, ci sono stato all’ispettorato non insistere.
    Mi hanno detto di rivolgermi al nostro sindacato.
    Intervengono solo se porti delle prove certe sulle ore che fai, cioe’ che sei costretto dall’azienda.
    NON LO PUOI PROVARE.
    ALTRIMENTI CI SAREBBERO ANDATI TUTTI.

    SE FAI 80 ORE ALLA SETTIMANA L’AZIENDA DIRA’ CHE LO VUOI FARE TU.

    L’ISPETTORATO INTERVIENE SE CI SONO TESTIMONI CHE AFFERMANO CHE FAI TROPPE ORE.
    SE CI VANNO QUATTRO DIRETTORI, O UN DIRETTORE E TRE CASSIERE, ALLORA INTERVENGONO, POICHE’ C’E’ LA TESTIMONIANZA CHE FA MUOVERE IL LEGALE INTERNO CHE VA A SPULCIARE L’AZIENDA.

    CON ME A TESTIMONIARE NON C’ERA NESSUNO.

    EUGENIO SE NON HAI LE PROVE NON PUOI FARE DENUNCIA.

    CI SONO STATO DUE VOLTE ALL’ISPETTORATO, UNA VOLTA MI HANNO DETTO DI ANDARE DAL NOSTRO SINDACATO DI APPARTENENZA, OVVERO QUELLO CHE CURA GLI INTERESSI DEI DIPENDENTI PENNY.

    POI MI HANNO CHIESTO:
    C’E’ QUALCUNO CHE PUO’ TESTIMONIARE PER LEI?
    RISPONDENDO DI NO HANNO INSISTITO PER IL SINDACATO.

    LA SECONDA VOLTA HO PARLATO CON UN ALTRA PERSONA E SAI CHE MI HANNO DETTO?

    QUESTO SUO CASO NON HA ELEMENTI PER FARCI MUOVERE, NOI CI OCCUPIAMO DI LAVORO NERO, CONSULTI UN LEGALE, SE HA RAGIONE E TUTTO A SUO VANTAGGIO…..

    SI MI HANNO DETTO COSI’ E CIAO.

    QUINDI TU CHE INSISTI TANTO IO TI CHIEDO:

    MA TU CI SEI STATO DAVVERO MAI A UN ISPETTORATO DEL LAVORO?

    I TUOI EX COLLEGHI FORSE SONO RIUSCITI AD INTERVENIRE PERCHE CI SONO ANDATI IN TANTI.

    IN CHE ANNO E’ SUCCESSO?

    PRIMA CHE LA PENNY FIRMASSE CON LA UIL DI UN ACCORDO TERRITORIALE CHE GARANTISCE LA TUTELA DEI LAVORATORI?

    QUANDO I SINDACATI ERANO DISTACCATI DALLE AZIENDE INTERVENIVA L’ISPETTORATO, ORA E’ TUTTO DIVERSO.

    NON MUOVONO UN AVVOCATO PER LA PAROLA DI UN TESTIMONE E BASTA.
    SOLO CON VARIE TESTIMONIANZE INTERVERREBBERO.

    QUINDI MI E’ TOCCATO ARRENDERMI.

    L’UNICA MIA SPERANZA E’ SOLO TROVARE PACE IN AZIENDA O TROVARE UN LAVORO MIGLIORE.

    UN’ALTRA SPERANZA E’ CHE TUTTI SIANO UNITI, PERCHE’ PARLARE SU QUESTO FORUM E’ FORSE UNA VALVOLA DI SFOGO, MA SERVE SOLO A CONTINUARE A FARE QUELLO CHE SI E’ SEMPRE FATTO:
    CI SI LAMENTA E BASTA.

    IO A TUTTI DICO SOLO CHE SI PUO’ ANCHE STARE IN CASSA, ANCHE IN UN NEGOZIO LONTANO DA CASA, TANTO C’E’ IL RIMBORSO, MA NON BISOGNA MAI FARE 80 ORE.
    SE NE FA QUANTO BASTA QUINDI 40 + UNA DECINA.
    SE NON PAGANO IL PREMIO, SOLO 40 + DUE O TRE ORE GIUSTO PER NON LASCIARE SCOPERTO IL NEGOZIO.

    MA I CARI DIRETTORI QUANDO UNO COME SPECIAL ONE AVANZA LE PROPOSTE AL COMMENTO DI PRIMA, SI CACANO ADDOSSO.
    NESSUNO ANDRA MAI A FARE UN ACCORDO PER LIMITARE TUTTO A 50.

    POI HA RAGIONE EUGENIO LE NOSTRE ORE SONO 40 CON UN RIPOSO O DUE MEZZE.
    DIFFIDATE CHI DICE CHE SONO 48 CIOE’ 40 +8 DI FORFET.
    BALLE!
    SONO 40
    LE ORE IN PIU’ VENGONO FATTE SOLO PER PAURA DI NON RIUSCIRE AD ARRIVARE AD UN OBBIETTIVO ALTRIMENTI L’AZIENDA FA PRESSIONE.

    TUTTAVIA INIZIALMENTE UN DIRETTORE E’ CONVINTO DEL PROPRIO LAVORO, QUINDI SI IMPEGNA.
    LE MAGAGNE ARRIVANO QUANDO SI METTE SU FAMIGLIA.
    ALLORA UN PAZZO COME ME VA A GIRO PER I NEGOZI A DIRE A TUTTI DI NON FARE DA ALBA A TRAMONTO IN NEGOZIO, MA NON VIENE ASCOLTATO.

    EUGENIO, E’ TUTTO VERO.

    4 ANNI FA’ HO AVUTO IN NEGOZIO PRESTATO UN 1 LIVELLO CHE NON FACEVA PIU’ IL DIRETTORE PER UNA LITE CON L’ISPETTORE.

    LITE DOVUTA SEMPRE DALLA RICHIESTA DI TROPPE ORE, MENTRE LUI NE FACEVA SOLO 40-45

    LUI E’ STATO IN CASSA 4 ANNI MA NON LO HANNO MAI LICENZIATO, CI HANNO SOLO PROVATO.
    E’ STATO L’ESEMPIO DELLA NOSTRA ZONA, LUI VINSE CON L’AZIENDA.

    DOPO QUATTRO ANNI GLI HANNO RICHIESTO DI FARE IL DIRETTORE.

    LUI C’E’ STATO ALL’ISPETTORATO, GLI HANNO DETTO LE STESSE COSE CHE HANNO DETTO A ME……

    Carissimo SPECIAL ONE, la tua proposta mi ha fatto riflettere.
    Devo dirti che ci potrebbe essere una soluzione migliore.

    Il nostro contratto non prevede un tetto minimo da stabilire, poichè c’è già.
    Noi direttori dobbiamo fare 40 ore e basta.
    Ci spetta pure una giornata di riposo o due mezze giornate.
    Quindi 40 ore in cinque giorni oppure sei giorni con due mezze giornate.

    Chiedere di fissare un tetto di 50 ore non oltrepassabili, oppure 50 ore oltre le quali pagate come straordinario, penso non si possa fare legalmente.
    Il nostro contratto parla chiaro.
    Esiste già la regola che dici tu.

    Infatti le ore che facciamo siamo liberi di gestircele a seconda della necessità che si va a creare.
    Ma la legge dice 40 ore.
    Ma siccome è impossibile gestire in 40 ore ne facciamo di più ma sempre per nostra scelta.
    L’azienda in teoria non te lo chiede, in pratica ti ci fa arrivare.

    Ma per ottenere quello che proponi, bisogna modificare i contratti credo.

    Allora ho pensato:

    SE PROPONESSIMO DI LEVARE IL FORFET E DI ESSERE PAGATI A ORE CON UN TETTO DI CONTRATTO DI 40 ORE SETTIMANALI E IL RESTO STRAODINARIO?

    QUESTA SAREBBE UNA BELLA COSA, POICHE LA NOSTRA PRESENZA, SE RICHIESTA, SARA’ PAGATA.
    L’ISPETTORE NON TI DIRA’ PIU’ DI STARE TROPPO IN NEGOZIO.
    ANZI, TI DIRA DI FARE MENO COSTRINGENDOTI A DELEGARE LE MANZIONI AD ALTRI, COSI’ CHE I COSTI SIANO DISTRIBUITI.
    VERRA’ FATTO LAVORARE DI PIU’ UN ASSISTENTE O UN TERZO PERCHE’ COSTERA’ MENO DI TE MA RIUSCIRAI A DISTRIBUIRE LA FATICA IN TUTTO IL PERSONALE.

    CREDO CHE ANCHE QUESTA POSSA ESSERE UN IDEA.

    Tuttavia per ottenere queste proposte, sia la tua che la mia, occorrono firme e firme e firme e sindacati e sindacati.
    Incontri su incontri.

    Insomma non sara’ una passeggiata.

    Voglio precisare che un operai al 4 livello che corrisponde al nostro 3 livello, nel settore metallurica e metalmeccanica guadagna 1450 euro mensili compresa la mensa pagata in un contrattuale di circa 38 ore settimanali.
    Se fa gli straordinari anche poche ore tipo 45 ore alla settimana arriva anche a 2000 euro.
    Questo solo per dire che non siamo poi pagati meglio degli altri.

    SPECIAL ONE raccogli firme di adesione, se arrivano al mio negozio, ci sara’ anche la mia.

    Ciao a te e ovviamente a tutti i lettori.

    @KATIA

    Katia, non sorprenderti ma per trasferire un dipendente ci vuole motivazioni, e soprattutto il suo consenso.
    Se firmi la variazione di centro di costo dove ti mandano non otterrai mai il rimborso.

    Se invece non lo hai firmato te lo devono dare per forza.
    Poi in maternita’ c’e’ il divieto di licenziamento e il divieto di trasferimento.

    Informati meglio.

    Riciao a tutti.

  124. jhon 1800

    hei giampy non hai risp alla mia domanda al punto 118..l’hai vista??

    ciao!!

  125. Katia

    x carità io ho tenuto le chiavi xkè1mi faceva piacere aiutare e2inizialmente volevo diventar almeno assistente…poi ho capito l’andazzo e quindi ho deciso d restar cassiera e aver meno responsabilità possibili,xkè d notte voglio dormire nn esser svegliata dall’allarme ke suona xkè rileva i topi e i passerotti nel magazzino!!! @ Giampy: io n ho mai firmato variazioni del centro d costo,solo ke avendo cambiato ispettore d zona cm cambiar le mutande,hanno la scusa d perder i rimborsi o d nn poter far niente x i rimborsi fatti cn gli ispettori precedenti.Nn sn l’unica a cui mancano rimborsi da pagare,ma seriamente nn so più cm fare: spendo più d telefonate lettere e fax che d quello che mi devono,e i sindacati sinceramente nn mi fdanno tutta questa fiducia,tralaltro che altro fanno se nn mandar un’altra lettera?so che in maternità nn possono farmi ninte,ma nemmeno quando tornerò in negozio!Xò sicuramente nn mi sposterò più dal negozio fino a quando nn riavrò i miei rimborsi,è questionbe di proncipio più che x i soldi.Voi che altro fareste?tralaltro nn so se anche questa è solo un’esclusiva della piattaforma desenzano ma se t va bene il rimborso spese t arriva dopo 3 mesi,che siano 15 euro o 60.

  126. ranocchia

    ragazzi forse nn vi rendete conto che al penny nn sono sfruttati solo i direttori!io sono un’assistente ed e da 4 anni che gestìco i negozi da sola ….mi sparo anche 70 ore all’occorenza…e nn rispondetemi a te sono pagati gli straordinari perche a tutto c’e un limite!svolgo le vostre stesse mansioni mi viene chiesta la prod lo stesso e se riesco a farla prendo solo 100 euro di premio…ovviamente nn mi converebbe portala la prod…quindi siamo tutti nella stessa barca…anche i cassieri !io da me ho un 20 ore 6 livello che fa anche 50 60 ore alla sett …l’unica consolazione e che siamo in 4 e siamo un bel gruppo ci sosteniamo a vicenda….sempre se nn rientrera la direttrice incapace!

  127. special one

    GIAMPY BUONA L’IDEA DI TOGLIERE IL FORFET…MEGLIO ANCORA DEL TETTO MASSIMO DI ORE.

    INFATTI IL COSTO DELLE ORE IN PIU’ SARA TALE CHE COME DETTO DA TE NON FARANNO MAI PIU FARE TUTTI QUELLI STRAORDINARI AL DIRETTORE.

    INSOMMA SI POTREBBE ANCHE PORTARE DUE PROPOSTE I
    N ALTERNATIVA UNA ALL’ALTRA…. IL TETTO MASSIMO DI ORE O TOGLIERE IL FORFET!!!!

    NON MI CHIEDERE DI ESSERE IO IL PROMOTORE PERCHE’ NON SONO LA PERSONA ADATTA…TROPPO MATTO, CON PASSATI BURRASCOSI, E CON TANTI PROBLEMI DI LAVORO/FAMIGLIA ECC ECC..

    HO GIA FATTO LE MIE GUERRE PERSONALI…ORA SERVE UNA PERSONA CHE SI TROVA IN UNA SITUAZIONE DIVERSA DALLA MIA!!!

    PROVACI TU ….IO TI FIRMO QUALSIASI COSA IN TUO APPOGGIO!!! SU QUESTO CI PUOI METTERE LA MANO SUL FUOCO!!!!

  128. GIAMPY

    Risposta per jhon 1800:

    Devo dire che più il tempo passa e i dipendenti cambiano, meno vengono informati dai nostri superiori.

    L’orario di lavoro che deve fare un impiegato e’ stabilito dal proprio contratto.

    Se sei un part-time avrai sicuramente un contrattuale dove è specificato quali turni devi fare ogni giorno.

    Quindi avrai turni di mattina o di sera o qualche doppio turno e un riposo settimanale.

    Per legge puoi voler fare quei turni senza cambiarli.
    Questa necessità nasce quando ti fanno fare turni brutti o ti chiedono continuamente di allungare l’orario di uscita o anticipare l’orario di entrata, costringendoti a dire che voui fare il tuo contrattuale.

    Se invece vuoi puoi essere accondiscendente ad un orario che vada incontro al capo negozio tipo:

    La mattina fai 7.00 – 12 e il pomeriggio rientri 16.30 – 20.30.

    Sono nove ore, in genere le fa’ un assistente.

    Se lo vuoi fare tu lo fai.

    Secondo la legge un doppio turno deve essere fatto all’interno delle 11 ore di una giornata, e la pausa non deve essere superiore o uguale a uno dei due turni sia della mattina sia della sera.

    ESEMPIO:

    8-12 \ 16.30-20.30 sono 4 ore di turno + 4 ore di pausa + 4 ore di secondo turno. Tutto fuori dalle 11 ore ovvero dalle 8 alle 20.30 sono 12 ore e mezzo, e la pausa è lunga quanto un turno di lavoro.

    ALTRO ESEMPIO:

    9.30 – 13.30 \ 16.30 – 20.30. Turno regolare dentro le 11 ore con pausa inferiore al turno di lavoro.

    Infatti dalle 9.30 alle 20.30 ci sono 11 ore.

    Poi ci sarebbe un altro punto che non tutti sanno:

    Alla fine di un turno giornaliero di lavoro per esempio 10.00 – 13.00 \ 16.30 – 20.30 NON DEVONO PASSARE MENO DI 12 ORE PRIMA DEL TURNO SUCCESSIVO DEL GIORNO DOPO.

    Vale a dire che se chiudi alle 20.30, non puoi aprire ne alle 6 ne alle 7 ne all’8, ma dalle 8.30 in poi.

    Non lo sapevi vero?
    Quindi tutti i direttori che fanno apertura e chiusura dovrebbero entrare alle 9 oppure chiudere alle 18.

    Tuttavia se non si vuole fare questi turni esiste il contrattuale fino al 4 livello, ma per il 3 e il 1 livello non c’è contrattuale ovvero non sono specificate le ore in quanto livelli da responsabile.

    Ma l’applicazione del ccnl viene a meno perchè le persone cercano di essere flessibili sul posto di lavoro dimostrando l’impegno e l’interesse non cercando il pelo nell’uovo.

    Il problema della Penny Market non è in primis i turni di lavoro che facciamo, ma il poco personale che viene usato per lavorare.

    Special One ha chiarito che il direttore copre le ore che mancano.

    Eugenio invita a rivolgersi alle autorità competenti.

    Io dico che basta dire no e non fare.

    Ognuno dice la sua, ma ricordate che se si sbaglia noi ce la fanno pagare cara.
    Poi se ci trovano prodotti scaduti o promozionale ancora in magazzino o fila alle casse ecc… cosa gli diciamo?
    SIAMO IN POCHI NON CE LA FACCIAMO?
    OPPURE CI PRENDIAMO UNA BELLA LETTERA DI RICHIAMO SE CI VA BENE.

    Allora se noi sbagliamo e giustamente paghiamo, un cassiere fa bene a volere fare il contrattuale.
    Chi glielo fa fare di entrare la mattina alle 7 fare pausa alle 13 rientrare alle 15.30 fino alle 20.30?
    Solo perchè siamo in pochi?

    Comunque jhon 1800, questo e’ il mio punto di vista, il tuo non lo conosco, per quanto riguarda le regole sui turni, quelle sono valide per tutti i livelli.

    Spero di averti chiarito cosa intendevo.

    Katia, invece tu non hai i rimborsi?
    Pero’ hai le timbrature he he he he……..
    Vai da un legale, oppure da un sindacato e reclama che ti devano rimborsare, e li otterrai.

    Ma se vuoi essere meno aggressiva e più aziendale, scrivi a milano all’ufficio del personale, spiega tutto, e chiarisci che i rimborsi ti spettano e che in caso di non rimborso ti troverai costretta a rivolgerti a chi di dovere.

    Hai fatto comodo all’azienda ad andare lontano?
    Ora a te fanno comodo i rimborsi.

    Dove sta scritto che se cambia l’ispettore si perde il diritto al rimborso spese?

    E’ cambiato il direttore regionale quindi gli ispettori non hanno diritto al Passat?

    Il consiglio che ti do io è di scrivere a Milano, poichè l’ufficio del personale fa da filtro a tanti problemi.

    P.S. Raccomandata con ricevuta di ritorno e tieni una copia in casa.

    Ciao a tutti.

  129. Katia

    Giampy sai cosa mi rispondono a milano(sempre se riesci ad aver la pazienza d star al telefono dopo che ti hanno sballottato da un ufficio al’altro)???Che nessuno lì sa niente e che devo rivolgermi all’ispettore!O al direttore regionale,tal Sig. B……..o che controlla personalmente tutti i rimborsi!!!e a sentirti preso x il culo così dopo telefonate e telefonate t passa la voglia credimi!!!Io sono davvero stufa d doverli rincorrere x cose che mi sono dovute!Se mando una raccomandata la faccio mandar direttamente da un avvocato a sto punto.
    Riguardo alle ore da contratto è vero che sarebbero quelle da applicare ma nn conosco nessuno che lo fa,e xkè?Xkè altrimenti si sfora d produttività!!!C siam trovati in negozio a nn arrivar alle 24 ore contrattuali e a mangiarci le ore d ferie xkè bisognava tagliar ore!!!e si è costretti,è inutile xkè la strategia del direttore vendite è d prender i dipendenti uno x uno da soli e cazziarli in ufficio così che nn si possa far gruppo e difendersi!Poi ovvio ke se io sono contro e la mia collega fa la ruffiana mi gira contro due volte e rinuncio a protestare!!!

  130. marco

    ragazzi, ma perchè uno di voi, così preparato ed esperto non va a fare il capoarea alla penny o il direttore regionale in modo da gestire meglio l’azienda e le inefficienze assumendo nuovo personale, formandolo, alzando i fatturati,riducendo i costi,ecc?

  131. Eugenio

    @Giampy: beh certo, se uno ne e’ capace e non se la mena se poi rompono le scatole, basta dire NO e fare solo il SUO: questo sarebbe cio’ che tutti dovremmo fare !!

    Un appunto riguardo alle lettere di richiamo: le Aziende , sempre perche’ fanno un po i regolamenti a loro invenzione e piacere, le mandano anche per casi ridicoli, come dici tu, se per caso ti trovano prodotti scaduti, ecc. (o meglio, loro possono anche mandarle…):
    Il problema e’ solo uno: che una lettera puo’ essere contestata, in sede opportuna (sindacato) … se per esempio ti lasciano solo 12 ore (per assurdo) e poi arriva un ispettore, e trova casino, ti manda la lettera: ok, tu la prendi, la porti al sindacato, e poi vediamo se la lettera avra’ corso o se invece forse forse gli conviene ritirarla…
    Ragazzi, vedo che i pareri sono molti, gli umori sono alti, e se ne dice un po di tutti i gusti, pero’ ricordate sempre, che esiste un CCNL, e che TUTTO CIO’ CHE VIENE SCRITTO ED ANCHE FIRMATO SUI CONTRATTI, MA CHE CONTRAVVIENE AL CCNL, viene considerato NULLO !!!
    Quindi non basta che vi dicano ” ma tu hai firmato..” chissachecosa… se cio’ che avete firmato va contro legge e CCNL, e’ come se non l’aveste firmato !!!

    PS: per la questione rimborsi: non vi danno i rimborsi ?? non vi muovete dal vostro negozio!!

    PPS: questione TRASFERIMENTI, per far si che il personale si licenzi: i trasferimenti vanno comunicati VIA LETTERA, con ANTICIPO e soprattutto vanno motivati !! Se questi vengono comunicati a voce, non valgono nulla… se poi anche ve lo comunicano via lettera, la si puo’ sempre impugnare, intanto vi mettete in malattia, portate le scartoffie al sindacato, e se il trasferimento, come il piu’ delle volte, non e’ motivato da esigenze REALI (e non inventate..), decade !!!
    RIPETO: NON PRENDETE PER ORO COLATO TUTTO CIO’ CHE VI VIENE DETTO DA ISPETTORI E SUPERIORI… prima informatevi, loro vi racconteranno sempre e solo balle, per il loro tornaconto personale !!!

  132. titty

    ciao ragazzi, avete scritto tante verità sulla penny market e vi posso garantire che qualche ispettore le ha lette. ma credo che non serva a niente. l’idea di special one e giampy sono buone e andrebbero mette in atto. in questo periodo, almeno nella mia regione toscana, stanno tartassando i direttori in maniera incredibile. hanno tolto ore a gogò facendo stare direttori in nogozio da mattina a sera. lui e una cassiera e se gli va di lusso in 3. non è vita per nessuno, nemmeno per le cassiere, che si trovano a lavorare con direttori nervosi e stressati.fino a qualche anno fa si stava bene. io ero contenta di far parte della penny e anche se facevo 10ore al giorno non mi pesavano e ci stavo volentieri.ora invece lo faccio solo per arrivare in fondo al mese e prendere lo stipendio. ragazzi ma si vive per lavorare o si lavora per vivere??????????? un saluto a tutti e speriamo che cambi qualcosa……….

  133. jhon 1800

    grazie giampy tutte cose che i direttori non sanno o non ti vogliono dire…anzi più che i direttori gli ispettori e i dirigenti!!!…poi va beh quella delle 12 ore prima di rientrare mi fa ridere…hahahaha!!!…ma ci sn negozi che lo fanno??’..non penso propio!!!..

    ciao!

  134. Katia

    Titty vedo che anche a voi quindi è arrivato l’ordine: prima del fatturato si guardi la produttività. Già un’azienda che ragiona così secondo me nn andrà avanti x molto.probabilmente un bel gionrno chiuderanno baracca anche quelli del penny e si rilanceranno nel settore viaggi (cm quando hanno iniziato).Oppure,e forse è più probabile quello,l’ordine d guardar sl la produttività parte dai direttori vendite o ispettori senior xkè sn interessati sl al premio produzione. Poi ho un’altra curiosità: ma anche nei vostri negozi avete il muro del pianto in magazzino?Cioè barricate infinite composte da bancali d’acqua?Senza contar trasferimenti da negozi cn fatturato basso ke cn la scusa t mandano anche cose già scadute o nn vendibili xkè rotte?ed infine i bancali delle cose che vanno in offerta ma che si è già consapevoli che nn si riuscirà a vendere e andranno nel bidone?(cm nel mio caso un paio d bancali d omogeneizzati,che ora grazie a dio è diventato uno…)
    @ Eugenio so che devono esserci cose scritte x far trasferimenti ecc ma se hai dei colleghi che prima pare vogliano spaccar il mondo e poi quando si arriva lì si tirano indietro ed accettano..credimi è battaglia persa.poi t dico hanno questi giochetti subdoli d prenderti da parte e minacciarti velatamente (a me devo dire nn è ancora successo,ma l’ho visto far con dei miei colleghi)..una delle ultime volte che è stato lì il direttore vendite(io ero a riposo) ne ha fatti piangere tre su quattro,ma ha detto delle cose vergognose!E cm lo dimostri se eri da sl cn lui?è la tua parola contro la sua,anzi ha ragione lui xkè aveva cn sè abke l’ispettore!Infatti ho proposto che la prossima volta se vuol dir qualcosa che lo dica davanti a un’altro colllega! Cmq ricevessi anche lettere nn importa xkè quelle nn valgono proprio niente,l’unica cosa valida è licenziamento x motivi gravi quali furto o violenza,ma nn val la pena neanche rispondere alle loro stupide lettere che nn fai alzar l’acqua dal carrello: x forza ho la coda fino al banco frigo!Mi metto a far tirar su l’acqua a tutti e siamo a posto!!!

  135. GIAMPY

    @KATIA.

    Io non ho detto di TELEFONARE A MILANO.
    Ho detto di SCRIVERE A MILANO.

    Se telefoni parlerai con tutti, trane con chi ti deve ascoltare.

    Fai una lettera in cui spieghi la tua situazione.
    Sottolinea il fatto che ti hanno detto che se cambia l’ispettore perdi i rimborsi.
    Scrivi tutte le freggnacce che ti hanno detto e continua a sottolineare il fatto che l’ispettore barcamena e non ti fa avere il rimborso.
    Dichiara che l’ispettore non ha preparato il foglio prestampato che si trova nel computer del negozio su cui si egli faccia la firma per richiedere il rimborso.

    (Il rimborso è l’ispettore che lo chiede , come le ferie o i permessi.)

    Scrivi quello che ti pare su il tuo problema.

    Raccomandata con ricevuta di ritorno.

    Stai tranquilla che viene letta.

    Se poi vuoi aggiungere che in caso di mancato rimborso ti rivolgerai ad un legale, allora saresti ancora più devastante.

    L’ufficio del personale chiedera spiegazioni all’ispettore, e con tutta probabilità verrà pure (brontolato).

    Se scrivi, sono costretti a muoversi, poichè ciò che è scritto rimane anche come prova.

    Allora ti daranno i rimborsi arretrati.

    Ma anche il rimborso è configurato con delle regole del CCNL.

    Se ti spetta lo otterrai.

    Devi scrivere, oppure fai scrivere da un’ avvocato.

    Ma cerca di usare un tono di richiesta non di minaccia, anche perchè devi lavorare in azienda.

    Ho deciso di smettere di scrivere in questo forum.
    Se i tempi saranno maturi ci si vedrà tutti di persona.
    Non mi piace essere in prima fila a combattere i problemi degli altri.
    Bisogna farsi avanti tutti.
    Il formum oggi c’è, domani forse no.
    Poi che si fa?
    Scriviamo le nostre proteste nei gabinetti pubblici?

    RAGAZZI, INFORMATEVI SULLE LEGGI, E NON TROVATE SOLO COLPE ALL’AZIENDA.
    ANCHE NOI FACCIAMO TANTI ERRORI, PER ESEMPIO SCRIVERE SUL FORUM OGGI, E DOMANI FARE TANTE ORE IN CONDIZIONI DISUMANE.

    IL CONSIGLIO CHE DO’ ALLE PERSONE CHE SI LAMENTANO (OVVIAMENTE CON RAGIONE), E’ DI NON FARE.

    Concludo dicendo:

    In Comune se un impiegato appena entrato comincia a lavorare sodo e produce tanto, quindi lavora più degli altri, viene ripreso dai colleghi:

    QUI SI FA TRE FOGLI AL GIORNO, NON QUATTRO O CINQUE.
    QUI SI PREPARA DUE FASCICOLI AL GIORNO NON DI PIU’.

    Ai dipendenti comunali non verra’ mai chiesto di più.

    Ma noi?
    Abbiamo mai detto a un collega direttore che a stare in negozio tutte quelle ore vanifica tutte le lotte che i dipendenti delle aziende fanno per ottenere i nostri diritti?

    Abbiamo mai detto a un direttore che vuole fare carriera di non portare numeri esageratamente alti altrimenti lo avrebbero chiesto a tutti?

    Mi pare di no.
    Allora poi si scrive sul forum che la Penny ci sfrutta.
    Ma la colpa è anche nostra.

    Se una zona ha 9 negozi di cui 5 è presente un direttore che fa al massimo 50 ore, gli altri quattro pensate che continuerebbero a spaccarsi la schiena?
    L’azienda si organizzerebbe e abbasserebbe la produttività di zona.

    Ma ai direttori piace il premio.
    Un premi lordo e non netto di circa 320 euro che per raggiungerlo devono stare in negozio tante ore.
    Alla fine sono 150 euro nette in più.

    APRIAMO TUTTI GLI OCCHI.

    RAGAZZI, NON FATE.

    Forse leggerò ancora i vostri interventi in questo forum, ma questo sarà il mio ultimo commento, chi mi vuole mi cerchi in altro modo.

    Ciao a tutti e buon lavoro.

  136. gattina

    salve a tutti, anche io lavoro al penny market e condivido molto quello che avete scritto!
    oltre che al penny in anni passati ho fatto stagioni anche in altri supermercati e vi assicuro che solo al penny vogliono che una cassiera faccia alzare l’acqua, cartoni dal carrello rischiando di farsi mandare in c..o dai clienti (come mi è successo più di una volta)…ma quelle volte che non ho fatto alzare l’acqua indovinate un po’…SPESA TEST!
    anche questo secondo voi vi sembra giusto? mettere in difficoltà i propri dipendenti e godere (perchè gli ispettori ci godono) se non la passi…una volta mi portarono a fare le spese test e l’ispettore mentre ero in auto con lui era contento ogni volta che riuscivo ad incastrare una cassiera…e poi voglio dire, anche se non ci conosciamo siamo tutti colleghi…e farci fare queste cose secondo me è da carogna!
    …un’altra cosa…anche a me sono state date le chiavi del negozio nonostante mi abbiano tenuta al 5°livello..ho accettato, anzi mi sono sentita costretta ad accettare proprio per il fatto che se non le prendevo rischiavo di non aver il rinnovo del contratto, mentre con le chiavi ho più possibilità di entrare fissa (anche se mi sta passando la voglia però oggi è difficile trovare un lavoro).
    mi sto spaccando in 2..è un mese circa che ho le chiavi del negozio..mi sento di aver fatto grandi passi, di aver imparato molte cose tra le quali le chiusure, il budget che ora ogni sera bisogna prendere i dati, trasportare i misti con il muletto, fare la frutta…insomma è solo da giugno che lavoro al penny in più 5 mesi dello scorso anno che però mi facevano fare solo cassa…
    morale della favola è che l’ispettore continua a rinfacciarmi le 2 spese test andate male (fatte nelle ore di punta)senza vedere i miei miglioramenti sulla gestione del negozio…mi sento proprio umiliata…ma io nel frattempo invio curriculum altrove..non ho intenzione di stare tra regolamenti contorti per tutta la vita

  137. Katia

    Gianpy ho anche scritto un paio d settimane fa,avranno anche cazziato l’ispettore ma mi è stato cmq detto d attender ancora cira un mese..
    Riguardo al premio produttività noi cassiere l’abbiam sempre detto al direttore d turno d fregarsene,xkè meglio200euro d meno ma cn la salute,ma alla fine purtroppo è1obbligo velato che hanno i direttori,visto che altrimenti dopo i6mesi d prova trovano una qualsiasi scusa e t lasciano a casa.cmq verrà anche il momento in cui tutti raggiungeranno il limite d sopportazione e faranno uno sciopero tipo Lidl a Trento,ed ora infatti nn possono certo lamentarsi.

  138. Eugenio

    Eh .. i premi di produzione… bella bufala anche quella…
    Ma i direttori ci hanno mai fatto i conti di quanto prenderebbero se gli venissero pagate TUTTE le ore che si fanno per raggiungere un misero premio…
    Io lascerei perdere premi vari, e punterei a fare ognuno il suo lavoro , ma nelle ore che ci spettano di contratto…

    Ragazzi, il Penny e’ come tutte le altre aziende in Italia, cerca di farvi credere quello che vuole, e vi fa tirare tirando fuori discorsi di produttivita’, di incasso, di troppe ore…

    E’ ora che in Italia si raggiunga la consapevolezza che i negozi vivono grazie al lavoro di chi c’e’ dentro, non stanno su per ‘miracolo’.. e quindi e’ giusto che chi ci sta dentro possa comunque fare il suo lavoro (e bene) ma nelle ore per cui e’stato assunto.

    A me fanno ridere quando non assumono, tengono 3 persone e gli fanno fare 60 ore a testa, poi quando gli si chiede di assumere tirano fuori “la crisi”: beh ma se c’e’ la crisi perche’ quei 3 disgraziati devono farsi 60 ore a testa? “Ah ma c’e’ bisogno…” … allora se c’e’ bisogno , assumi!!!
    ” ah no, c’e’ la crisi!” e via cosi.. e’ un gatto che si morde la coda. Finche’ non ci sara’ una legge CHIARA che imponga di assumere quando la mole di lavoro e’ alta per le persone che ci sono, non cambieranno mai musica.

    Sta quindi alla vostra/nostra intelligenza capire quando ci prendono per il culo, e comportarci di conseguenza. Ovvio che lo stipendio serve a tutti, ma mica si puo’ morire o andare in depressione per 500 euro al mese ?? O no ??

  139. paola

    non è per difendere penny, ma le stesse situazioni si vivono in (per esperienza):
    basko
    lidl
    ekom
    dìxdì
    penso siano problemi diffusi nella grande distribuzione…
    ciao

  140. Francone

    @ Paola…
    quindi mal comune mezzo gaudio????e chissenefrega!
    Anche altre aziende fanno così..Bennet in primis…
    Quindi ??subiamo e stiamo zitti o cerchiamo come qualcuno ha suggerito prima di cercare di migliorare la situazione facendo informazione???

  141. paola

    non volevo dire questo, volevo solo ampliare il discorso perchè non è solo una questione che riguarda penny, ma purtroppo la situazione è più grave!sicuramente non bisogna stare zitti e subire: è triste osservare il mondo del lavoro nella gdo.

  142. Katia

    ma in nessun campo c’è il lavoro perfetto,o meglio il capo perfetto.ovvio ke in alcuni posti si sta meglio e in alcuni peggio…il problema è k epiù si sta zitti e più se ne approfittano

  143. Rospina

    MI ASSOCIO ALLA TOSCANA X DISERTARE ANCHE LA FESTA CHE SI TERRA’ A DESENZANO IL 20 SETTEMBRE.TUTTI UNITI FORSE RIUSCIREMO A SMUOVERE QUALCOSA.

  144. Nemesi

    Rospina, rimani pure a casa se non ti va di festeggiare, avete rotto il c…. tu e quelli come te che non sanno cos’altro fare se non passare le ore al pc a scrivere fregnacce come questa. Invece di trovare un buon motivo per sorridere e affrontare le difficoltà con grinta perdete tempo a piangervi addosso e a gettare m..da sugli altri. E rilassatevi un pò, ne guadagnate in salute.

  145. telma

    nemesi……lavori al penny????? io nn credo???? e se la risposta inceve e si…di sicuro sei una cassiera che si fa le sue 4 ore al giorno e se ne va a casa sua!! altrimenti nn saresti cosi ytanquilla!!TUTTI UNITI CONTRO QUESTA GRANDE PRESA PER I FONDELLI DI QUESTA FESTA????

  146. Simonluca

    Ragazzi, ciao a tutti.

    Voi tutti credete che solo al Penny ci sia sfruttamento?

    Ma avete mai lavorato in fabbrica?
    Sei ore a manovrare una macchina con un quarto d’ora di pausa ogni due ore.
    Io lavoro 8 ore al giorno, ma riesco a fumare solo due sigarette a turno.
    Da voi c’e’ chi fuma un pacchetto al giorno.
    Ne conosco tanti che parlano male del Penny, ma riescono a fumare 20 sigarette al giorno.
    Da me se mancano tre minuti al timbro del cartellino, mi mandano a fare qualcosa.
    Le mie otto ore sono tutte piene e senza tregua.
    Voi sputate nel piatto dove mangiate.
    Non state poi cosi’ male.
    E’ vero che fate tante ore, ma come le fate?
    Avete mai stivato un camion in un corriere?
    Tutto di corsa e di fatica, se ti fermi ti urlano, se sei stanco e vai piano ti riprendono dicendoti che fai perdere il ritmo agli altri.
    Tutto per 1100 euro al mese.
    Dopo otto ore di lavoro (meno di voi)a casa il letto mi risucchia.
    Non ho nemmeno la forza di giocare con i miei figli.
    Ma devo guadagnare il pane per la mia famiglia.
    Voi state ore ore in negozio ma il ritmo e’ diverso.
    Vorrei vedervi lavorare con un titolare presente 24 ore su 24 che ti osserva e ti rimprovera quando vai a rilento.

    Mi tocca stare zitto per non farmi problemi, ho da campare.
    Ma io lavoro e sto zitto.
    Non polemizzo.

    Giampy, tu hai detto cose tanto corrette, e sei informato sulla legge, ma perchè non cambi lavoro.
    Vieni da noi a spaccarti il di dietro, e vedrai se la legge ti aiuterà.
    Non fate?
    Da noi dopo tre giorni ti mettono a fare lavori tanto duri che chiederai scusa subito o ti licenzierai.
    Oppure rimani al penny, che duri meno fatica.

    Eugenio, tu dici cose giuste, ma e’ facile dare consigli su un’altro lavoro. Fai domanda al penny poi criticherai.

    Special one, tu credi di poter cambiare il penny, ma sei un polemico e basta.
    Da che mondo e mondo tu sei assunto e devi obbedire al capo che ti paga.
    Lavora e zitto dove arrivi arrivi.
    La penny sa come fare se non ce la fai.

    Gli altri, Boicottare la festa del penny?

    Che popolino di falsi.
    Vassalli che gridano morte al re quando non c’e’, poi quando c’e’ dicono “sua maesta’ al suo servizio”.

    Ei tutti, parlate con chi lavora con il datore di lavoro sempre presente, non come i vostri ispettori che vengono una o due volte alla settimana.

    Se si arrabbiano con voi dite che vi mettano alla cassa fissi?
    Da noi se si arrabbiano ci fanno scaricare le lamiere dai camion per mesi e mesi.
    Noi si sta’ zitti tutti.
    Chi non crea problemi al capo o nel vostro caso all’azienda, non verra’ mai punito di nulla.

    Ma chi fa insubordinazione o chi si rifiuta di fare le cose il capo lo stronca.

    In poche parole senza offesa per nessuno, provate altri lavori, perche quello di cui vi lamentate voi e davvero ridicolo.

    Se io potessi entrare alla penny e guadagnare 1600 euro come qualcuno di voi ha dichiarato, tutte le cose di cui vi lamentate le farei subito.

    E’ triste leggere il lamento di chi davvero non soffre a lavorare.

    E i vostri capi lo sanno.
    Lo sanno che se cambiate lavoro sarete piu’ liberi in ore lavorate, ma piu’ stanchi e piu’ brontolati.

    Poi dite giustamente che la vostra azienda se ne approfitta, ma anche voi vi approfittate della legge 626 per non fare.
    Se chiude l’azienda?
    Sai che bello vedere un direttore abituato a comandare in un posto di lavoro pulito, fare il muratore oin fabbrica come i robot, o in una piccola ditta dove il titolare esige e puo’ licenziare.

    Ore e ore sul pc a scrivere polemiche e lamentele.
    Ma scioperate tutti.
    Siete tutti opportunisti, ognun per se Dio per tutti.

    Se volete potete stare meglio, basta lavorare con passione e andare a casa dalla famiglia, non sul pc a scrivere queste cretinate come boicottare la festa del penny.

    Tenetevi stretto il lavoro che state tutti bene.

    P.S
    CHI SI OFFENDE DI QUELLO CHE HO SCRITTO E’FALSO CON SE STESSO.

    MIO SFOGO PERSONALE.

  147. ranocchia

    nemesi…ma che cavolo c’e da festeggiare…domenica festeggi e poi da lunedi ti chiamano ogni venti minuti per…..produttivita taglia le ore…sicuramente come dice telma sarai una cassiera!
    io comunque nn sono andata a quella di arborio…lavoravo ..ma so che da noi chi e andato e perche e stato piu o meno costretto…nn si e coerenti con le cose…all’inizio si era deciso per i nostri negozi di nn andare e poi….i volta faccia ci sono sempre!

  148. Nemesi

    Certo che lavoro al Penny e ne vado anche fiera. Io ho ogni giorno un buon motivo per sorridere, i miei colleghi sono splendidi e la nostra forza è che siamo un gruppo. Mi fate pena, tu le varie rospine e i vari sfigati che hanno occupato questo forum. Venite a lavorare nei nostri negozi piuttosto, magari vi facciamo una bella iniezione di allegria. Ah, vabbe’ che forse se lavorate piangete, perché forse avete dimenticato che il lavoro costa fatica per sua stessa definizione. Noi alla festa ci andiamo, e compiangeremo voi poveri colleghi tristi.

  149. Eugenio

    @ Nemesi:
    affrontare le difficolta’ con grinta, in generale, e’ un ottimo consiglio.
    Pero’ non significa stare zitti e a testa bassa in un posto di lavoro dove quotidianamente ti prendono per i fondelli…. rendere PUBBLICO cio’ che le aziende come Penny e le altre fanno ogni giorno, rendendo la vita impossibile ai propri dipendenti, non e’ gettare m***a sugli altri, E’ FAR CONOSCERE LE COSE COME STANNO !!
    Troppo comodo da parte delle aziende voler fare come gli pare e poi pretendere anche che si stia zitti e mosca !!
    Uhmmmm…. dubito molto che tu sia un dipendente che lavora in negozio…

  150. ranocchia

    ascoltami bene nemesi io sono 6 anni che lavoro al penny e nn sputo nel paitto dove mangio!io lavoro in un negozio con tre ragazzi splenditi e tutti giorni si ride e si scherza!
    amo il mio lavoro al punto che anche adesso che sono in ferie sento il mio collega tutti i giorni per aiutarlo a superare le difficolta lavorative !
    cio nn toglie che in azienda ci sono parecchi problemi…
    e se fossi un direttore o un assistente ti assicuro che nn parleresti cosi!
    io faccio anche 70 ore alla settimana se c’e bisogno..ma ricordati che l’azienda nn ti regala niente…
    piu si va a vanti con gli anni piu le problematiche aumentano!
    e poi vedi di stare calmo con gli insulti che siamo tra persone civili!
    il lavoro nn mi spaventa…ma quando diventa troppo nn si ha piu una vita!
    prova a stare in negozio senza nessuno che ti puo dare il cambio per fare gli ordini per scaricare il camion per fare le promo…apertura e chiusura nn stop per un’anno e mezzo…poi mi fai sapere!avevo la brandina in magazzino…ti dico solo questo!
    nn me ne vado dal penny perche sono anche sincera…a 35 anni nn e facile trovare un’altro posto perche penny nn ha solo lati negativi…mi da anche uno stipendio sicuro …ma sicuramente molto ma molto sudato!

  151. Spartano

    VOGLIO RISPONDERE A “Simonluca” TU SPIEGHI QUELLO CHE SUCCEDE NELLA TUA AZIENDA, MA DETERMINATE COSE NON PUOI CAPIRLE SE NON SEI DIRETTAMENTE DENTRO IL PENNY MARKET. IL NOSTRO OLTRE AD ESSERE UN LAVORO DI FATICA, QUANDO ARRIVANO 20 MISTI E SEI MAGARI IN DUE A METTERLI VOGLIO VEDERE SE NON E’ FATICOSO…. IN UN GIORNO DEVO METTERE 1O MISTI, SENZA CONSIDERARE I PANCALI DI FRUTTA, TERMO BOX DI SURGELATI E LATTICINI. PER COLPA MAGARI DEL TUO COLLEGA CHE E’ PIU’ LENTO DI TE A VOLTE SOLO DI MISTI MAGARI NE DEVI FARE 13…. FARE IL BANCO DELLA FRUTTA, METTERE 4 BOX DI SURGELATI, METTERE LA CARNE, FARE UN PANCALE DI LATTICINI, METTERE IL PANE, IN PIU’ TI DEVI OCCUPARE DEGLI ORDINI, ENTRO UN CERTO ORARIO CHE NON PUOI ASSOLUTAMENTE RITARDARE PERCHE’ SE INVII L’ORDINE CON 1 MINUTO DI RITARDO TI FANNO IL CULO, SCARICARE IL CAMION, ENTRARE IN CASSA SE CE’ BISOGNO FARE PULIZIE, IL LUNEDI E SPECIALMENTE IL GIOVEDI 200 VARIAZIONI DI PREZZO PERDI UN’ORA A STAMAPRE IL TUTTO TRA PREZZI E CIRCOLARI, A VOLTE IO CHE SONO DIRETTORE MI E’ TOCCATO ANCHE IL PROMOZIONALE CHE SONO ALTRI DUE PANCALI DI ROBA, TIRARE FUORI PEDANE DI INTERI ACQUA, BIRRA, ARANCIATA…. E TENTISSIME ALTRE COSE SEMPRE NEL’ARCO DI UN TEMPO, E CI DEVI RIUSCIRE PER FORZA ALTRIMENTI RIMANI INDIETRO ED IL GIORNO SONO CAZZI TUOI…PER NON PARLARE DELL’AMINISTRAZIONE DOVE TRA CHIUSURE DI CASSE, BUDGET, FARE GLI SCARTI, LA SERA PERDI COME MINIMO ALTRI 40 MINUTI.. MA QUESTO NON è NIENTE SE CONSIDERI CHE UN DIRETTORE A VOLTE FA PIù’ DI 70 ORE SETTIMANALI SOMMA IL TUTTO POI MI DICI… HO VISTO CROLLARE GENTE CHE PRIMA FACEVANO I LAVORI PIU’ DURI A QUESTO MONDO TIPO SCARICARE IL MARMO, TAGLIARLO, LEVIGARLO ECC…ECC… QUINDI SE TU VENISSI A LAVORARE QUI DA NOI VORREI VEDERE QUANTO ARREGERESTI MAGARI UN ANNO DUE ANNI POI PERO’ ALLA FINE DEVI PER FORZA SCOPPIARE. TE TI FARAI ANCHE UN CULO PER0′ DOPO 8 ORE VAI A CASINA, IO ENTRO A VOLTE ALLE 5 FACCIO TUTTO QUELLO CHE HO SCRITTO SOPRA E STO IN FILIALE FINO ALLE 21,30 CIRCA 16 ORE DI LAVORO QUINDI IL DOPPIO DI TE, ARRIVO A CASA ALLE 22 PASSATE E ALLE 4,15 DEL MATTINO DOPO MI ALZO ED ALLE 5 DI NUOVO IN FILIALE. VORREI CHE TU PROVASSI TUTTO QUESTO E POI VORREI VEDERE.

  152. Spartano

    MI ASSOCIO AD EUGENIO BRAVOOOOOO!!!!!!! BASTONATI SI, MA FARMELA METTERE NEL C.LO E POI STARE ANCHE ZITTO NO!!!!!!
    IL PENNY DEVE CAMBIARE LA MENTALITA’ E CAPIRE CHE SIAMO NOI CHE PORTIAMO AVANTI LA FAMIGLIA PENNY…INVECE DI SPENDERE SOLDI PER UNA FESTA CHE ALLA FINE NON SA DI UN BEL NIENTE PERCHE’ NON INVESTE DENARO MAGARI ASSUMENDO NUOVO PERSONALE DA AFFIANCARE A NOI DIRETTORI…PERCHE’ NON VENGONO I GRANDI CAPI A PULIRE I CESSI.

  153. Spartano

    BOCCIATO NEMESI SICURAMENTE SEI UN CASSIERE/A PERCHE’ UN DIRETTORE CHE PARLA BENE DEL PENNY NON LO MAI TROVATO EPPURE NE HO CONOSCIUTI TANTISSIMI COMPLIMENTI SEI ENTATO NEL “GUINESS DEI PRIMATI”

  154. ranocchia

    come vedi nemesi la pensiamo tutti nello stesso modo!
    quando sarai ai nostri livelli ne riparliamo ok?

  155. Simonluca

    Oh SPARTANO!

    Sveglia!

    Io ho lavorato alla lidl, facevo anche il tuo lavoro.
    Peccato che non mi hanno confermato il contratto.
    La lidl va peggio di Penny, taglia il personale davvero.
    Ma questa e’ un’altra cosa.
    La faccenda tra me e voi del penny e’ diversa.
    Io ho le mani spaccate.
    Io ho le braccia con bruciature, e una brutta e promontuosa bruciatura nel viso.
    Il mio aspetto e’ terribile.
    A me direttore non mi faranno mai.
    E capisco la lidl che non lo ha fatto.

    ma i tagli alle mani, i calli la schiena ci si spacca di piu’ a lavorare alle lamiere, non a fare i misti, se ho capito bene gli sfusi o come li chiamate voi.

    Poi per non parlare dei codici macchina per manovrare la spezzatrice o la piegatrice del ferro.
    Se sbaglio codice si blocca tutto il lavoro.

    Io se faccio casino e sbaglio bloccando il lavoro mi fanno scaricare le lamiere per mesi, e la schiena si trincia.
    Se vado in mutua quando torno…………

    A me nessuno fa un ridicolo provvedimento o una lettera contestabilissima.

    Se voi trasmettete in ritardo la roba vi arriva ugualmente.
    Se blocco la macchina io, ci si ferma tutti per ore.
    Poi io guadagno 1100 euro.
    Voi 1600 + un premio.

    Ma come fate bene le vittime.

    Da me sono venuti tanti del penny.
    Ex direttori che gli facevano il mobbing e sono crollati.

    Ma qui hanno visto che era peggio.
    Quindi io mi arrabbio a sentire lamentele quando so che tipo di lavoro sia fare il caponegozio.

    Siete ridicoli.

    Se non avessi il problema dell’aspetto forse avrei piu’ possibilita’ di lavorare al pubblico.

    Ma voi soffrite come tutti i lavori.

    Non fate le vittime, c’e’ di peggio.

    Credete che mi piaccia lavorare dove lavoro?

    Non c’e’ altro.

    Ma io la fatica e la disciplina so davvero cosa sono.
    Pure il come dite voi mobbing so davvero cos’è.

    Da noi il mobbing e’ legale.
    Cioe’ non ti chiedono di andare in cassa, ma ti stroncano la schiena.

    Scusate ma pensate a lavorare senza polemiche.

    Non te la prendere spartano.
    Ho 52 anni, e di lavori ne ho forse fatti piu’ di te.
    Sono quasi tutti uguali.
    Il vostro non c’e’ il titolare sempre presente.
    Respirate tanto di piu’.

    Spartano non fare del tuo lavoro il tuo peggior nemico.

    LAVORA E SPERA DI TROVARE DI MEGLIO SENZA PENSARE DI ESSERE TANTO SCHIAVIZZATO.

    P.S

    CHI DI VOI HA MAI SCARICATO IL PESCE SURGELATO?

    CIAO A TUTTI.

  156. Nemesi

    Innanzitutto non sono “un” ma “una”. Secondo, Eugenio, sei entrato a far parte delle nullità, che attribuiscono solo ai capi la possibilità di decantare le proprie cose. Se non credi che io sia una che si fa il culo esattamente come te (cosa che per quel che ti riguarda mi lascia assolutamente perplessa) è un problema tutto tuo, a rosicare sei solo tu.
    Il mio direttore parla bene del penny, Spartano. ah, e cambia nick, perché uno che si fa chiamare così e critica il penny ha molta poca fantasia o è assolutamente incoerente. Ranocchia, forse ti sembra strano ma sono d’accordo su molte delle cose che dici. Però anche io non faccio solo 4 ore al giorno, e solo chi lo fa come me e te può capire quello che dice. Chi ha detto che non ci sono problemi? Ma quello che voglio dire io è “dov’è che non ci sono???” Probabilmente saremmo tutti a lavorare lì no? Invece ci ritroviamo ogni giorno in negozio e francamente, anche se mi sono aperta il c… in 4 alla fine sono contenta di aver fatto qualcosa di concreto, aiutato la collega, aiutato la cliente anziana, aver avuto la soddisfazione di avere fatto qualcosa bene. poi ho fatto anche le caxxate, ma solo gli illusi pensano che se fai caxxate i capi ti lodano o lasciano perdere. O forse lo pensa “il mio dipendente” Eugenio, eh eh eh :)
    la cosa bella è che nonostante la pensiamo tutti diversamente io non vi vedo come diversi, vi vedo come colleghi. la cosa bella è che siamo uniti. ma essere uniti non significa per forza solo nella contestazione, tutto qui. Ecco perché andrò a quella festa, per sentirmi unita per una volta nel bene.

  157. special one

    SIMONLUCA APPARTE IL TUO NOME DA FRAU-MARLENE….TE SEI IL SOLITO ISPETTORE CHE VIVENDO DI LUOGHI-COMUNI DEL TIPO CHE IL LAVORO DI FABBRICA E’ QUELLO PIU DURO DI TUTTI…HAI FATTO LA TUA COMPARSA IN QUESTO FORUM.

    CHE CI FA UN OPERAIO DI FABBRICA CHE LEGGE UN SITO INACCESSIBILE PER CHI NON HA NIENTE A CHE VEDERE CON LA PENNY MARKET?

    COME FAI A SAPERE CHE SI FUMA ANCHE UN PACCHETTO DI SIGARETTE IL GIORNO DENTRO I NEGOZI DEL PENNY MARKET?

    COME FAI A DARE DEI GIUDIZI SUI RITMI DI LAVORO ALL’INTERNO DEL PENNY MARKET?

    COME MAI UN OPERAIO DI FABBRICA SI SAREBBE MESSO A LEGGERE DECINE DI COMMENTI SU QUESTO FORUM SENZA UN MOTIVO?

    TU SEI UNO DI NOI (ISPETTORE, RESPONSABILE REGIONALE O CHICCHESIA) CHE CON LA SOLITA STUPIDA SCUSA VIENI QUI A DIRE A TUTTI NOI DI STARE ZITTI PERCHE CI SONO A GIRO LAVORI PEGGIO DI QUESTI.

    PRIMA DI TUTTO VAI A VERIFICARE SE I LAVORI (ANCHE DI FABBRICA) SONO PEGGIO DEL PENNYMARKET, PRIMA DI VENIRE QUI A SPARARE STUPIDAGGINI PER CONVINCERCI CHE VA TUTTO BENE.

    MI HAI ATTACCATO DICENDO CHE IO VOGLIO CAMBIARE IL PENNY E CHE INVECE IO DEVO UBBIDIRE E BASTA E STARE ZITTO.

    ALLORA VOGLIO CHE TU SAPPIA CHE IO LAVORO E STO ZITTO TUTTI I GIORNI PERCHE MI PAGANO…E CHE IO NON VOGLIO CAMBIARE NULLA, VOGLIO SOLO CHE LA PENNYMARKET RISPETTI I CONTRATTI DI LAVORO CHE CONTRARIAMENTE A QUELLO CHE PENSI TU NON LI HA CREATI LA STESSA PENNYMARKET MA SONO STABILITI IN SEDE ESTERNA E CHE IL NON RISPETTO DI QUESTE REGOLE DA PARTE DELLA NOSTRA SOCIETA’ E’ MOLTO GRAVE.

    QUANDO PARLO DEL NON RISPETTARE I CONTRATTI DI LAVORO …PARLO NELLO SPECIFICO DEL FATTO CHE L’AZIENDA AUMENTA I CARICHI DI LAVORO NEI PUNTI VENDITA E NON IL PERSONALE…FACENDO QUESTO COSTRINGE I DIRETTORI A STARE IN NEGOZIO 13, 14, 15 ORE IL GIORNO QUANDO DOVREBBE GARANTIRE ALLI STESSI 8 ORE DI LAVORO GIORNALIERI….CI SONO CASI DI DIRETTORI, ASSISTENTI, CASSIERI CHE FANNO RUOLI PER MESI A VOLTE PER ANNI CHE NON SONO I LORO SENZA ESSERE PAGATI E CI SONO MIGLAIA DI ORE DI LAVORO LAVORATE TUTTI I GIORNI SENZA TIMBRARLE PER FAR TORNARE LE PRODUTTIVITA’ CAZZUTE DELLA SOCIETA’.
    PARLO INFINE DELLE RESPONSABILITA’ DI UN DIRETTORE CHE DI FRONTE A CENTINAIA DI LAVORI DA SBRIGARE OGNI GIORNO E’ SENZA PERSONALE E NON E’ NELLE CONDIZIONI DI FRONTEGGIARLI.

    E TU FALSO-OPERAIO TE LE PRENDERESTI DELLE RESPONSABILITA’ SENZA CHE TI METTANO NELLE CONDIZIONI DI POTERLE SODDISFARE?

    CMQ TE FAI DAVVERO SCHIFO PERCHE’ VA BENE ESSERE LEGATI ALL’AZIENDA MA VENIRE QUI A DARE DEI FALSI A TUTTI NOI FINGENDOSI OPERAIO CON PAGHETTA DA FAME….A QUESTO NON C’ERA ARRIVATO NESSUNO.

    V E R G O G N A T I.

  158. special one

    CIAO SPARTANO, TI VORREI SPIEGARE UNA COSA.

    NON ARRABBIARTI CON NEMESI E SIMONLUCA…..VEDI QUESTI DUE INDIVIDUI NON SONO NELLE NOSTRE CONDIZIONI.

    NON PASSANO LE GIORNATE COME LE PASSIAMO NOI…SONO SOLO PERSONE CHE HANNO RUOLI DIFFERENTI DAL DIRETTORE E NON SANNO NIENTE DEL RUOLO CHE OCCUPI TU.

    PARLIAMO DI NEMESI PER ESEMPIO….. QUESTA E’ SICURAMENTE UNA BIMBETTA BEN VISTA DAL SUO DIRETTORE CHE CONTENTA PER I COMPLIMENTI CHE GLI FA IL SUO CAPO SI E’ MESSA IN TESTA DI ESSERE UN FENOMENO VIVENTE CHE MAGARI SA FARE TUTTO LEI, E’ BRAVA TUTTA LEI, FINO AL GIORNO DELLA VERITA’…IL GIORNO IN CUI VIENE INVESTITA DELLA RESPONSABILITA’ VERA….ALLORA SI ACCORGE CHE LE ORE NON SONO PIU 5 O 6 IL GIORNO MA 13 O 14 CHE I COMPLIMENTI NON CI SONO PIU’…E CHE SOPRATUTTO NON C’E’ IL DIRETTORE CHE LI FA DA PARAVENTO ALLE CRITICHE !!!
    IMMAGINA TU COME SARA’ CONTENTA IL GIORNO CHE DOVRA FARE 12 ORE E POI ANDARE A CASA SENZA LA MAMMINA CHE GLI FA TROVARE TUTTO PRONTO…DALLE PAPPETTE CALDE CALDE AL LETTINO BEN RIFATTO COME GLI ACCADE OGGI.

    PEGGIO ANCORA E’ SIMONLUCA IL FALSO OPERAIO…UNA SPECIE DI TERMINATOR MANDATO NEL FORUM DALL’AZIENDA PER AMMAZZARCI TUTTI.
    QUELLO CHE CI RICORDA CHE DA NOI IL MARCIO NON E’ POI TROPPO SE PARAGONATO A QUELLO DI ALTRI LAVORI.

    VEDI SPARTANO UNA E’ UN ADDETTA ALLE VENDITE ENTUSIASTA, L’ALTRO UN DIRIGENTE (ISPETTORE, DIRETTORE REGIONALE) O IN ALTERNATIVA UN DIRETTORE, CHE SONO VENUTI IN QUESTO SITO SENZA ESSERE NEL RUOLO DEL DIRETTORE.

    FA TENEREZZA LA NEMESI E *************** SIMONLUCA, MA NESSUNO DEI DUE SONO NEI NOSTRI RUOLI.

    QUANTO A TE HAI LA MIA MASSIMA STIMA E SOLIDARIETA’ PER QUELLO CHE FAI TUTTI I GIORNI, CONSAPEVOLE DEL TUO SACRIFICIO QUOTIDIANO….TIENI DURO…CIAO SPARTANO!!!!

  159. special one

    HAI VISTO SPARTANO?

    ORA SIMONLUCA AMMETTE DI AVERE FATTO IL NOSTRO LAVORO MAGARI IN UN ALTRO DISCOUNT…TIPICO NO…POI HA APERTO IL SUO COMMENTO CON “SVEGLIA”.

    IO QUANDO IERI SERA HO SCRITTO I MIEI COMMENTI NON AVEVANO ANCORA PUBBLICATO QUELLO DI SIMONLUCA CHE HA SCRITTO ALLE ORE 20.15 MA SAPEVO GIA’ CHE LUI FACEVA LO STESSO NOSTRO LAVORO.

    SECONDO ME, (MA POI MAGARI COL TEMPO IL FALSO-OPERAIO SI SPUTTANERA’ DELL’ALTRO ), CI COMUNICHERA’ CHE L’AZIENDA DOVE LAVORAVA NON ERA LA LIDL MA ERA PROPRIO LA PENNYMARKET.

    C’E’ DI PIU’ SI NOTA IN LUI ANCHE UN CERTO RANCORE PERCHE LO HANNO BUTTATO FUORI PERCHE INCAPACE (LO AMMETTE ANCHE).

    SIMONLUCA SEI FINTO COME LA PLASTICA…E VISTO CHE SCARICHI IL PESCE O LAVORI I METALLI DAMMI RETTA, LASCIA PERDERE LE QUESTIONI CHE RIGUARDANO LA GESTIONE DEI DISCOUNT!!!

    SMETTILA DI VENIRE QUI A DARCI DEL FALSO A TUTTI QUANTI, QUANDO ORA SAPPIAMO CHE FAI L’OPERAIO CON LA PAGHETTA DA FAME PERCHE TI HANNO BUTTATO FUORI DAL DISCOUNT E SICCOME ORA FAI UN LAVORO ANCORA PEGGIO DEL NOSTRO (TUTTO DA VEDERE PERCHE SEI UN PAROLAIO) HAI RISENTIMENTO PER CHI GUADAGNA PIU’ DI TE.

    S E I R I D I C O L O.

  160. Katia

    Caro simonluca,tu ragioni proprio come tutti quelli che lavorano in fabbrica e non sanno cosa vuol dir il vero lavoro.Fanno tutto le macchine,di cosa t lamenti???Tutti o quasi di noi lavoratori del penny hanno fatto anche altri lavori,e sicuramente ci sarà chi mi darà ragione nel dire che lavorar in fabbrica è meno faticoso e meno rischioso che il nostro.Dici che dovremmo scioperare?Già,facile x te visto che nelle FABBRICHE si verificano scioperi spesso e volentieri,senza ripercussioni su di voi.Cosa che invece a noi nn capita.
    Informati d come siamo trattati e di quanto lavoriamo prima d parlare,è ora d finirla di dire che fare il cassiere nn è pesante.

  161. Katia

    Ps conosco personalmente un direttore di penny che ora lavora come assistente alla lidl e sta mille volte meglio agli stessi soldi.La lidl è15 più avanti d penny,ad iniziar dall’organizzazione che è la cosa base. Se fosse stato davvero x le tue cicatrici nn t avrebbero nemmeno assunto inizialmente, è evidente anche da come ci parli che non sei capace di stare a contatto con le persone,nè ne hai l’educazione. Quin nessuno t ha offeso,vedi d fare altrettanto altrimenti nn scrivere nemmeno. Cmq mettiamo anche tu abbia trovato l’unica fabbrica in cui va peggio del penny, questo nn vuol dire che il penny sia l’isola felice. Mi pare che in fondo sia io che altri nonostante i lamenti abbiam più volte ribadito che cmq continuiamo a lavorare,xkè ne abbiam bisogno. Ah,x dover d cronaca,io prendo 800 euro.

  162. jhon 1800

    simonluca

    ognuno ha il lavoro che si merita non siamo mica qui a dire che penny è meglio o peggio di altri lavori, stiamo dicendo che ci sn grossi problemi e che stando zitti si passa x fessi , problemi che vanno risolti e cmq datti una calmata mi sembri uno schiavo ai tempi degli egizzi che va a costruire le piramidi x 18 ore al giorno senza acqua ne cibo e che viene frustato!!!
    ogni lavoro a i suoi problemi:…ti lamenti che noi stiamo al pc …scs tanto il nostro lavoro prevede di rimanere un tot di tempo al giorno al pc e allora???…ci sn lavori di fisico e lavori da fare al pc o compilare fogli, questo è il nostro lavoro!!!..se volevamo scaricare un camion di lamiere facevamo i muratori!
    qui nn si tratta di dire se un posto di lavoro è meglio o peggio di un altro stiamo cercando di fare qualcosa x rendere il nostro posto di lavoro migliore e tu nn ce ne puoi fare una colpa punto e basta…!!! ognuno deve pensare x se stesso!

  163. Simonluca

    Oh svegliatevi.

    Non sono un vostro capo io.

    Ma vi accontentero’ non scriverò più nel vostro forum.

    Speciale one hai ragione.

    E’ il vostro forum.
    Sono i vostri problemi.

    Scusa a tutti quelli che si sono offesi.

    Vi auguro un buo lavoro a tutti.

    Svegliatevi.

    Lavorate, non polemizzate.

    Mi sembra che voi a forza di lavorare troppe ore vi siete fossilizzati nell’autodistruzione.

    Chi di voi fa il direttore e si lamenta delle troppe ore, che torni indietro a fare il secondo di negozio.
    Meno responsabilità, tutta salute, meno ore.

    Questo ve lo dico perche solo i direttori si lamentano.
    Il rimedio c’e’:
    Ho tornate indietro, o non fate tante ore.

    P.S
    Ho una passione di cui non mi devo vergognare.
    A me piace leggere tutti i forum di lavoro:

    LIDL
    PENNY
    UNICOOP
    ESSELUNGA
    CIAO.IT
    METALLURGICI
    PETROLCHIMICA
    IMPIEGATI STATALI
    ECC……

    E allora?

    Grazie alle mie critiche tirate fuori meglio la ragione.

    Oh come siete tutti uniti contro di me?
    Che squadra!

    Ma contro chi vi fa soffrire?

    Svegliatevi!

    Volevo darvi solo un messaggio di aiuto e vi ho fatto capire che se affrontate la penny come avete affrontato me, raggiungereste dei risultati.

    Non come me che sono stato assunto alla lidl perche’ avevo la mobilità.
    Dodici mesi di contratto a termine ove i contributi li pagava lo stato.
    Per farmi dire che non assumevano più per esubero.

    Svegliatevi!

    Vi ho stuzzicato solo per farvi capire che con la penny dovete lottare come avete fatto con me:

    TUTTI UNITI E DETERMINATI.

    Per quanto riguarda la lidl ho fatto la mia buona vertenza sindacale…………..

    Ora lavoro in fabbrica perchè ho un aspetto che nessun cliente vorrebbe vedere.

    Ma non arrendetevi, dati tutti retta a quei tre o quattro direttori che scrivano di più.

    PERO? SVEGLIATEVI!

    Altrimenti fate la fine mia.

    Svegliatevi.

  164. special one

    BUON PER TE NEMESI…CON QUANTA GIOIA, LETIZIA, FELICITA’ AFFRONTI I TUOI TURNI AL PENNYMARKET….E’ GIA’, NOI SIAMO DEGLI INGRATI, SIAMO CATTIVI CON QUESTA BELLA AZIENDINA, ORGANIZZATISSIMA E CHE CI VUOLE UN MONDO DI BENE.

    LEGGERE I TUOI COMMENTI E’ UN PO’ COME VEDERE GLI SPOT DELLA BARILLA E DEL MULINO BIANCO DOVE A POSTO DELLA FAMIGLIOLA FELICE TU CI HAI MESSO IL GRUPPO FELICE DI COLLEGHI DEL TUO PUNTO VENDITA.

    IO ALLA FESTA DI ALTOPASCIO TI FAREI FARE UN BEL HAPPY-HOUR SUL PENNYMARKET…TOH MAGARI DALLE 22 ALLE 23 CON TE DAL PARCO SU UNA BELLA SEGGIOLINA CI RACCONTI QUANTO E’ BELLO IL LAVORO AL PENNY MARKET…MOLTO MEGLIO TRASCORRERE UN ORETTA COSI CON TE CHE ASCOLTARE UN PO’ DI HAPPYMUSIC COME IN PROGRAMMA.

    E’ TRISTE VEDERE PERSONE CHE IN NOME DELLA PROPRIA AMBIZIONE, DELLA VOGLIA DI ESSERE IMPORTANTE E STIMATA, DI UNO SMISURATO EGOCENTRISMO E ORGOGLIO FANNO FINTA DI IGNORARE TUTTO LO SCHIFO CHE LI CIRCONDA.

    VEDI CARA BIMBA SE FAI TUTTO QUESTO PER AVERE UNA PROMOZIONE A RESPONSABILE DI PUNTO VENDITA TI AUGURO TANTO DI AVERLA PERCHE’ TU MERITI PIU DI NOI TUTTI DI AVERE LA PUNIZIONE DI FARE IL DIRETTORE IN PENNYMARKET.

    TI DO’ UN CONSIGLIO, DAMMI RETTA, GODITI LA VITA, FAI LA CASSIERA CON IMPEGNO E ATTENZIONE MA DOPO VAI FUORI A DIVERTIRTI..LA VITA E’ BELLA NON ROVINARTELA A FARE LA PRIMA DONNA PER AVERE PROMOZIONI.

    QUANDO RAGGIUNGI IL RUOLO DI RESPONSABILE NON C’E’ PIU’ FAMIGLIA, AMICI, DIVERTIMENTO, FIDANZATINI…PERCHE’ TUTTO IL TUO TEMPO TE LO MANGIANO QUESTI MODERNI SCHIAVISTI CHE CON I LORO CARICHI DI LAVORO TI MURANO VIVA ALL’INTERNO DEI LORO PUNTI VENDITA.

    MA TE UN HAI ALTRO NELLA VITA CHE IL PENNYMARKET????

    SVEGLIATI SBARBATELLA….TI STAI FACENDO PRENDERE PER I FONDELLI DA TUTTI!!!

    RICORDATI TI DICO UNA COSA CHE MI DICEVA SEMPRE LA MI NONNA…CHE TU SIA UN RE O UN MORTO DI FAME QUANDO FAI LA CACCA IL SUO PUZZO E’ SEMPRE UGUALE.

    DAI RETTA AI VECCHI TU SEI COME NOI…CHIUNQUE CREDI DI ESSERE O DI DIVENTARE….E SE TI SEMBRA TI ESSERE DIVERSA DA NOI ANNUSATI LA CACCHETTA COSI CAPIRAI CHE SEI UGUALE.

    L’ONESTA, LA SOLIDARIETA’, LA CULTURA, L’ALTRUISMO, QUESTE SONO LE COSE CHE DISTINGUONO E CHE DANNO VALORE ALLA PERSONA NON IL GRADO AZIENDALE CHE CERCHI COSI TANTO FACENDOTI TANTO BELLA DAVANTI A NOI.

    SEI ANCORA UNA BAMBINA…HAI BISOGNO DI UNA GUIDA CHE TI ILLUSTRI LA REALTA’…PERCHE MI SEMBRA PROPRIO CHE TU TI SIA PERSA…HAI UNA VISIONE DEL PENNYMARKET ALLUCINANTE.

    MI SA CHE L’UNICA SFIGATA ALLA FESTA IN DEFINITIVA SEI SOLO TE.

  165. ranocchia

    per simonluca
    ascoltami bene noi al penny facciamo lavori di fatica nn siamo impiegati …sono anni che tiro su pesi…risultato?
    2 tendiniti alle braccia e lombalgia !

  166. DIRETTORE

    Ciao, a tutti i colleghi.

    Sono il direttore del punto vendita 039.

    Essendo in convalescenza a casa ho letto tutti i commenti.

    Ma a che punto siamo arrivati?

    A scrivere su un forum in maniera anonima, in modo che tutti possano leggere quello che succede da noi.

    Ma ritroviamoci tutti al Bar!
    Beviamo e parliamo assieme, altrimenti ci rendiamo ridicoli sul web.

    I nostri problemi non devono essere discussi a libro aperto su internet.

    Vedi simonluca, che si permette di dire “SVEGLIATEVI”.

    Non facciamoci prendere in giro dalla gente che naviga su internet e non può capire le problematiche del lavoro che facciamo.

    Ricordiamoci che noni abbiamo una dignità, e non si lavora come gli schiavi o gli scemi.

    Non diamo ai visitatori, che potrebbero essere nostri clienti, un immagine di noi personale penny così riduttiva.

    Penso non sia facile scrivere e far ben capire tutto con pochi concetti, specialmente se il lettore non è dentro l’azienda nostra.

    Dai chi mi cerca?
    Ritroviamoci tutti, e’ interessante parlare di questo.

    Coraggio, basta con il web, discutiamo tra noi, non con chi da’ giudizi senza essere dentro la nostra azienda.

    A risentirci.

  167. Nemesi

    Io invece ti vedo bene ad una commemorazione, tanto l’aria che diffondi si addice bene. e ci credo che non stai bene al lavoro, povero collega sfigato. SBARBATELLA??? Secondo me siamo coetanei… Grado aziendale? Ma quand’è che vi ho descritto quello che faccio in negozio? L’ho specificato solo una volta alla ranocchia, lì, o alla rospa, non ricordo, in mezzo a tutti ‘sti anfibi… non mi pare che le cassiere fanno in genere le stesse cose. Cos’è, ti ergi a Santone predicatore, Special One? Pensi che non abbia capito chi sei… E’ facile per te sentenziare da qui, in negozio fai suonare tutt’altra musica… Per fortuna sono coerente, e se non rientro nelle tue o quelle altrui simpatie ne sono anche felice, guarda… Preferisco le feste di ogni giorno alle tue commemorazioni. Vai vai pure a commiserarti, probabilmente intenerirai qualche “sbarbatella” o qualche povero vessato come te, ma a me in giro non mi ci prendi. Ranocchia, che nonostante tutto mi sei simpatica, hai dolori? Curati, no? Hai paura che l’azienda venga a prenderti a casa e ti trascini per capelli nel negozio????

  168. stella

    io sono contenta piu che altro perche tra dipendenti di diversi negozi ci si ritrova domani a desenzano a festeggiare….poi ambito lavorativo è meglio non parlarne ne ho passate di tutti i colori…..

  169. Nemesi

    Grande DIRETTOREEEEEEEEEEEEEEE :-))) Tu sì che sei il vero ragazzo Penny ;-) Verrò a trovarti presto, anche se a dire il vero sei un pò lontano da me :-)

  170. ranocchia

    per nemesi
    ciao ho gia fatto fisioterapia onde d’urto ect..i dolori passano …ma poi cara ritornano…ma il problema nn e questo!
    adesso pero voglio farti capire una cosa…
    6 settembre festa del penny ad arborio…sarebbe gradita la tua presenza in quanto responsabile di negozio!peccato che e dal 30 agosto che in negozio effettua l’apertura domenicale…e io devo lavorare e come me altri colleghi!
    vedi questa e stata un po una presa in giro…quando avevano programmato la festa nn erano ancora in programma le aperture domenicali!nn sarebbe stato piu corretto tenere chiusa quella domenica?comunque nonostante tutto io amo il mio lavoro ti ripeto solo andrebbero migliorate un po di cose…
    per quanta riguarda i miei dolori…sto a casa solo quando nn mi reggo piu in piedi!
    ps sono un assistente che da anni svolge il ruolo di direttore per svariati motivi!

  171. DIRETTORE

    Scusate, vorrei aggiungere anche una cosa importante.

    Scrivere su questo forum, che nasce per accumulare opinioni della gente sul progetto Penny Ambiente, tutte le cose negative che ci sono dentro la nostra azienda è negativo.

    Questo è un forum per tutti, ma è diventato il forum dei dipendenti penny.

    Un cliente che conosco mi ha raccontato di aver visitato questo sito dicendo che siamo tutti frustrati.

    Ma non facciamo queste figure.

    Io credo che importante risolvere i problemi del nostro lavoro, ma dobbiamo anche mantenere la professionalità.

    A me sinceramente non piace sentirmi dire che siamo tutti dei frustrati che se la prendono l’uno contro l’altro.

    Ricordiamoci dell’immagine che la nostra azienda deve tenere, poichè essa è lo specchio dei propri dipendenti.

    Questa è l’osservazione che ha fatto questo cliente, che sinceramente mi ha fatto vergognare.

    Di forum sul nostro settore lavorativo ce ne sono diversi, ma questo è davvero piccante e oltraggioso.

    Qui volano insulti e basta.

    Quindi smettiamo di scrivere contro l’azienda, prendiamo un accetta, un mitra, strumenti di tortura vari, e affrontiamo i nostri problemi all’interno.

    Meglio picchiare l’ispettore che pubblicare annunci anonimi che sputtanano sia l’azienda ove ci troviamo a lavorare e persino noi stessi.

    Chi ha un mitra?
    Facciamo una riunione, anche con i capi?
    Smettimo di scrivere qui?

    PRECISAZIONE ANTICIPATA PER EVENTUALE RISPOSTA DA PARTE VOSTRA:

    Io mi chiamo Giampiero, da non confondere con quel GIAMPY che ha scritto prima di me.

    Io non voglio diventare nessuno, tantomeno ispettore.
    Lo chiarisco da subito.
    Nella mia zona sanno chi sono e pure che non ambisco a nulla.
    Quindi non rispondete che sono una persona che punta in alto, o che non ho i vostri problemi.

    Comunque vada, credo di avere consigliato la cosa giusta.

    Buon lavoro a tutti.

    P.S

    SIMONLUCA………

    Addormentati, addormentati………..

  172. special one

    Ok simonluca…sei scusato, ritiro quanto detto su di te…pero’ vedi se commentavi restandone neutrale e dando consigli come hai fatto nell’ultimo commento evitavi le risposte (tra l’altro censurate dal moderatore del forum).

    via su Nemesi….oggi si festeggia 15 anni…facciamo la pace…boh sara’ l’anniversario ma mi sento piu’ bono!!

    Nemesi su dai io e te a tutti gli altri…e come diceva un grande della televisione….auguriamo a tutti un…

    A L L E G R I A A A A A A A A A A A A A!!!!!!!

  173. Spartano

    La cosa che hai detto “special one” è giustissima anche a me all’inizio erano complimentoni da parte dei direttori. Poi appena mi hanno dato il ruolo da direttore e scoppiato l’inferno. Quindi non fatevi fregare da tutti quei complimenti falsi, sono io il primo a dirlo perchè sono direttore, anchio faccio complimenti alla cassiera e bhe! fa parte del gioco. L’unica cosa che mi meraviglio le stronzate dette durante la festa da alcuni personaggi di spicco della Penny Market. Loro descrivevano un paradiso tra discorsi senza senso e immagini video completamente false. Ma i soliti lecca c.li sfigati applaudivano. Quelli che vivono nell’immaginazione del mondo di Peter Pan…..Vergognatevi…
    Mi fate pena…… ps avete sentito quanto ha fatturato penny????????? però i problemi sono aumentati, quindi questa azienda prende anche per il c.lo i propri dipendenti. Per quanto riguarda SIMONLUCA sei una persona falsa e concordo che devi essere stato pagato da Penny per venire a rompere i cogl..ni in questo forum, cercando di riparare le cazzate che questa azienda fà….

  174. Spartano

    Rispondo a “DIRETTORE” anche tu devi essere stato pagato per difendere in questo modo le **** di Penny. Da come parli devi essere un grandissimo ******. candidato in vetta a diventare Ispettore o addirittura Presidente (Oppure lo sei già e non vuoi dire chi sei veramente) comunque mi fai pena vedi questo forum per me è importantissimo e sono il primo a portare avanti questo progetto…Grazie a questo forum puoi dire cosa pensi senza subire le ritorsioni ed è giusto l’anonimato. LE PERSONE ESTERNE DEVONO SAPERE COSA SUCCEDE QUA DENTRO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  175. Nemesi

    Vi riconosco, ora, amati colleghi miei… I vostri problemi sono anche i miei :-) Troviamo la forza di sorridere, in fondo la nostra grandezza sta anche in questo. Abbraccio tutti voi, dal primo all’ultimo.

  176. niky

    ciao a tutti wow quanti commenti negativi… cosa ci fate alla penny? è vero è un casino ma secondo me ha ragione chi ha detto che se lavori in un gruppo affiattato i problemi non sembrano così pesanti. io ci ho lavorato e i problemi devi imparare a farteli scivolare. l’importante è che ognuno di noi faccia il suo e che nelle sue ore produca e non si perda…per primi voi direttori che tanto vi lamentate . ne conosco alcuni che si è vero stanno anche 12 ore in negozio ma…. voglia di lavorare saltami addosso e fammi lavorare meno che posso. e lavorano la metà delle ore che stanno in negozio. in fondo siete voi i responsabili e siete voi che prendete lo stipendio da direttori. ho lavorato con direttori che si facevano un c..o così e le persone sotto di lui vedendolo si davano un sacco da fare e si lavorava in armonia e tranquillità ridendo e scherzando. se il direttore se ne sbatte, è sempre nervoso, non puoi chiedere niente che ti urla in faccia ma chi glielo fà fare di darsi da fare. vado al lvoro faccio il mio orario e alla mia ora esco e ti saluto mio direttore. datti da fare e vedrai che chi lavora con te e dispospo ad aiutarti in ogni modo………….

  177. special one

    Ciao giampiero,

    hai ragione, questo e’ un forum nato su un sito aperto a tutti e non e’ giusto mettere alla luce del sole i problemi dell’azienda che tra l’altro vengono magari visionati dalla concorrenza…(che capace se la ride di gusto) e dagli stessi clienti.

    E’ pure vero che questo e’ un sito specialistico che si occupa del mondo della grande distribuzione e che non e’ di facile accesso, quindi non pensare di essere visto da tutto il mondo…..e’ come se tu facessi la doccia in giardino invece che nel bagno….c’e’ il rischio che ti vedono nudo ma gli unici che ti possono vedere sono solo i tuoi vicini di casa e non tutti in assoluto.

    Detto questo, nel forum hanno parlato decine e decine di dipendenti e lo hanno fatto spontaneamente….si sono sfogati, liberamente buttando fuori tutta la rabbia per alcune cose che questa azienda ancora si rifiuta di affrontare.

    In 15 anni la nostra societa e’ cresciuta, s’e’ fatta piu bella, si è allargata in tutta italia, ha investito e rischiato (pensiamo alle regioni del sud), s’e’ rifatta il look (pensiamo al penny ambiente) e mille altre cose meno importanti ma che la dicono lunga sulla voglia di fare bene.

    Qui, in sostanza, se hai letto i vari commenti, dopo 15 anni rimane invariato un problema di fondo che chiediamo tutti quanti sia risolto.

    Chiediamo che sia affrontato il problema cronico della mancanza di ore nei punti vendita, chiediamo che i responsabili abbiamo un tetto di ore garantito dall’azienda oltre il quale sia vietato rimanere nei punti vendita e infine chiediamo che tutte le ore siano timbrate e pagate a tutti coloro che le lavorano.

    L’azienda ha migliorato e risolto tanti problemi, adesso dopo 15 anni e’arrivato il momento di affrontare e risolvere i punti che ti ho elencato sopra.

    Qui il problema non e’ sembrare di essere sfruttati, sfigati ecc. ecc., ma esserlo veramente….adesso come 15 anni fa!!!

    Il problema non e’ apparire quello che sei in un sito tra milioni di siti….questo e’ secondario come problema…il punto vero della questione rimane irrisolto.

    Non si puo’ apparire un azienda bella e pulita e che investe e che e’ in salute….senza anche fare presente che al suo interno ci sono forme di sfruttamento che sono vergognose da sopportare vedi al primo posto la situazione dei direttori dei punti vendita…in primis davanti ad altre meno importanti!

    Chiudo, dicendoti che insieme a qualche persona esterna all’azienda, questo sito viene visionato dai dipendenti ma sopratutto e’ seguito dai nostri capi che lo tengono sott’occhio…se in privato o nelle riunioni non siamo mai riusciti a far capire queste cose ….forse i nostri grandi capi leggendoli qua (se sono in buona fede) si degneranno di risolvere “anche” i problemi sopra-elencati.

    Meglio tardi che mai…considerato in questi 15 anni , le decine di dimissioni di direttori, le migliaia di migliaia di ore non lavorate, persone che per anni e anni hanno lavorato 60, 70 ore la settimana e sono state continuamente mazzate e cazziate nonostante i loro sacrifici.

    Se non ci fosse questo sito al tuo cliente il pennymarket sarebbe sembrato una bella scatolina con un bel regalino dentro senza capire che quel regalo e’ stato messo li’ con le mani nere, sudate, e sacrificate….troppo comodo!!!

    E’ inutile impugnare il mitra…se poi quando gli spari non sanno neppure il motivo del perche lo stai facendo…almeno da questo sito lo possono capire.

    Poi Giampiero te non ti devi vergognare perche un cliente ha letto questo forum..te non hai nulla da vergognarti…penso che chi si deve vergognare di quello scritto qua siano ben altri personaggi!!! ciao.

  178. dora

    io sono sempre del parere che specialone e’ un grande

  179. t .t.l.

    ragazzi la festa di altopascio…era un “setta” di convincimento………IL PENNY è PASSIONE!!!
    Ma quale passione???? sarà passione x i capi che nn guadagnano il nostro stesso stipendo!!! che tristezza che mi hanno fatto qualla banda di zombie!!!! ps. grande SPECIALONE!!!!!!

  180. DIRETTORE

    Special one,
    devo precisare che a i clienti importa solo fare la spesa e spendere poco.

    A noi importa che ci rispettino, ma per fare ciò e indispensabile non far capire di essere frustrati come sempre capiscano.

    La comunicazione a libro aperto sul web e’ un arma a doppio taglio.

    E’ buona come canale di sfogo aperto tra colleghi che non si vedono mai ma che condividono i propri problemi.

    Ma è negativa perchè non porta a nulla di concreto.
    Gli ispettori e i vari direttori alle vendite fanno soltanto il loro lavoro, come noi facciamo il nostro.

    Anche loro hanno le stesse pressioni, con la differenza che se tu non sei gradito ti invitano ad andartene, mentre se non sono graditi loro sono costretti ad andarsene.

    Tutto ciò lo capisci bene, tuttavia è al tempo stesso importante mantenere vivi i nostri diritti.

    Ma il web da un immagine di noi molto ambigua.

    La gente ci crede degli insubordinati che si lamentano e basta.

    Nella sua idiozia SIMONLUCA, operaio di fabbrica che prova a dare consigli, ha un fondo di ragione.

    Non facciamoci vedere come dipendenti frustrati.
    Io i lavori di SIMONLUCA li ho fatti, ed e’ vero che sono faticosi.

    Il capo sempre presente non lascia scelta.

    Non si discute con il capo.

    Ma con l’ispettore si.
    Anche se l’ R.D.Z non è disponibile a darci aiuto, gli si può dire la nostra, e non ci sono ripercussioni.

    Se le ripercussioni sono andare in cassa come molti dicono, mi sembra un po poco non trovi.

    Noi dobbiamo dare un immagine positiva perchè i clienti sono il nostro pane, il nostro orgoglio.

    Se il cliente è contento di me, io vado a testa alta e me ne frego dell’ispettore.

    Prima il cliente poi l’azienda (ovviamente tutto nelle possibilità, con il suo giusto equilibrio, non la luna)

    Se vogliamo un canale web per parlare di problematiche lavorative, meglio un BLOG con iscrizione o registrazione, tipo quello di Beppe Grillo.

    Ma questo forum chiede opinioni commerciali su PENNY AMBIENTE, non informazioni sulla situazione lavorativa della nostra azienda.

    Scrivendo qui si fa solo pubblicità negativa all’azienda, ed è il miglior modo per mettere Penny sulla difensiva senza preparazione all’ascolto dei nostri problemi.

    Durante l’attacco chiunque si difende.

    Poi special one ti ribadisco, vedi SPARTANO che dice che sono pagato dall’azienda e che voglio fare l’ispettore.

    AH ah ah ah ah !

    Se solo mi conoscesse.
    Chi mi conosce nella mia zona sa bene cosa voglio fare.

    Non ci si capisce nemmeno tra di noi.
    Tutte travisazioni dovute dalla concetrazione della paura che qualcuno dica che la penny ha ragione.

    Forse spartano non riesce a pensare che io non ho parlato male dei dipendenti e ne della penny.

    Ho dichiarato solo che il canale di sfogo è sbagliato.

    Spartano vieni a trovarmi in negozio, fai una girata se sei lontano, prima di dichiarare che io sia pagato dall’azienda.

    Pensa l’azienda cosa penserebbe di te visto che non mi ha pagato e sa chi sono.

    Chi sei tu non lo sa.
    Se dici che mi hanno pagato, metti il nome del punto vendita, e avrai chiarimenti.

    Ma con tutto quello che hai scritto, non so se ti conviene.

    Stai in pace, non ce l’ho con te.

    Come si può pensare che un azienda capisca noi attraverso questo assurdo canale di informazione solo negativa.

    Non ci si capisce nemmeno tra di noi, e questo mi scoraggia molto.

    Ed è chiaro che BEPPE scriva bla bla bla.

    Forse ha ragione, forse no.

    Anche lui non si firma.

    Ma tutti si dice una cosa,poi si viene attaccati e incompresi.

    Che bel canale polemico di sfogo però.

    Poi c’è Il LAUREATO IN FILOSOFIA giustamente attaccato dal mio clone GIAMPY.

    Vedete come non c’è comunicazione.

    Ma dal vivo tutto è diverso.

    Nessuno si permette di dire quello che è scritto in questo forum.

    Ma vi lascio ai vostri futuri commenti, e auguro a tutti di lavorare nella gioia e nell’orgoglio di essere direttore di punto vendita.

    A ottobre rientro a lavoro dopo una lunga convalescenza dovuta ad un operazione chirurgica, dopodichè non scriverò più, leggerò e basta.

    Ci sono ancora tanti problemi da voi già espressi, ma per risolverli non credo sia questo il canale giusto.

    A me piace molto questo lavoro.

    Ciao a tutti i colleghi.

  181. Dott. Andrea Meneghini
    dott.meneghini

    Chiedo scusa anticipatamente per ciò che sto per scrivere: per la prima volta ho chiesto di censurare due commenti di un unico scrittore. Non farò il suo nome, ma spiego perchè ho preso questa decisione. Il forum si è aperto e si è approfondito intorno alle condizioni di lavoro lamentate dagli operatori sui PdV del gruppo Penny Market. Questa vuole essere una rivista che da informazione e vuole fare approfondimenti circa tematiche appartenenti al mondo della distribuzione in tutti i suoi aspetti, quindi anche le condizioni lavorative degli operatori. Ovviamente il mio punto di vista è quello dell’analista, conosco bene il mondo Discount, i suoi protagonisti e le condizioni lavorative, come conosco le condizioni lavorative della Distribuzione Alimentare i generale, e posso documentare che esistono svariate situazioni: a partire da Wal Mart dove le condizioni lavorative sono ai limiti della tolleranza ( non pagano nemmeno l’assicurazione medica), passando per Lidl dove sono diverse le cause in Germania sul controllo dei dipendenti, per arrivare ad Esselunga dove raccontano di una busta paga di rilievo rispetto alla media ma dove chi “sgarra” viene punito senza possibilità di appello. Parlo di voci di popolo, non di dichiarazioni ufficiali dei nominati, però, in generale, il contenimento dei costi nel mondo Discount ( quindi escludiamo da questa digressione i citati Esselunga e Wal Mart) è risaputo. Detto questo il forum dovrebbe essere un canale di informazione e di confronto, sicuramente non di scontro ne di confronti verbali oltre i confini dell’educazione. La censura che ho operato è stata determinata da parole fuori dall’educazione che, sebbene puntate, erano molto ben comprensibili. Proseguiamo il confronto nei limiti dell’educazione e dell’informazione, la censura non è bella per chi la riceve, ma ve lo assicuro, nemmeno per chi la opera se costui ama la democrazia e le sue forme. Un caro saluto a tutti i lettori del Gruppo Penny.
    Andrea Meneghini

  182. Anonimo

    Ciao, io lavoro al penny market come addetto vendita, e posso dire visto le altre precedenti esperienze lavorative, che è una delle aziende più scandalose, è peggio di un lager, l’unica cosa che gli riesce bene agli ispettori, sono gli spostamenti nei negozi senza rimborsi, tantissime ore quando lo dicono loro, e più lavori, continui richiami, lettere contestazioni tutte per stupidate. Sono solo capaci di trattarti come una merda e come uno schiavo, ma adesso dopo neanche un anno che ci lavoro a tempo det., mi sono veramente rotto, quindi ho pensato che ci sono due soluzioni, ho sclero in negozio con l’ispettore, capi, direttori incapaci, o mi cerco un altro lavoro e quando lo trovo scappo, che è la soluzione migliore, perchè io voglio solo fare il mio lavoro e basta, non lavorare come uno schiavo per 900 euro al mese, o fare la loro cosiddetta formazione, così magari tra qualche anno, se sono bravo e lavoro come un mulo, faccio il direttore, e così la mia libertà è finita del tutto. Sentirsi dire quasi che rubo lo stipendio, perchè secondo loro oggi vogliono un battuto in cassa, domani ancora di più sempre peggio, ma mi domando io come farò a fare quel battuto netto se ce un cacchio di nessuno in negozio, le casse lustrate chiudendo anche il negozio alle 21, che fanno schifo il giorno seguente dall’ ispettore. Non si pùo andare avanti così, la penny deve imparare a rispettare il contratto collettivo nazionale del commercio, non fare le leggi per se e fare sempre quel cacchio che ha voglia, es: 14 ore al giorno, anche 15 con un mezzora di pausa per i direttori, e io non lo sono ma ne faccio anche 12, se mi continuamo a spostare, perchè, manca personale, o sono in ferie, o malati, ma arrangiatevi. Io sono soltanto un cassiere, non possono lasciarti da solo in negozio per 3 o 4 ore perche il direttore è in ferie, l ‘assistente si è licenziato. Al penny avranno fatto pure i negozi più belli, di altri discount, ma mancano cassieri, e in tanti negozi manca l’assistente, oppure manca addirittura il direttore. Adesso ci sono pure le terze figure, pagate con livello da cassieri, ma che fanno il lavoro da direttore o vice. Concludo che questa azienda dovrebbe chiudere, non fare le feste, visto tutti gli struttamenti che fa, e addirittura durante le festività nazionali, non so come faccia ma riesce a tenere aperto alcuni pdv, quelli che fatturano di più ovviamente. Per non parlare della loro produttuvità veramente scandalosa.

  183. special one

    Penny che passione….sembra la passione del povero cristo sulla croce.

    Giampiero ti dico cosa penso di questo forum….questo e’ come l’avvento della televisione nella societa’ italiana.

    mi spiego meglio …la televisione ha unito nella lingua nei costumi nei vizi e virtu’ un popolo, quello italiano, che era diverissimo in tutto e per tutto dal nord al sud.
    Questo forum ha unito ogni singolo negozio del penny…tutto il disagio, lo sfruttamento degli addetti, la malaorganizzazione non era piu di un solo punto vendita ma il forum ci ha unito facendo capire che tutte le cose che non vanno bene erano comuni a tutti i punti vendita di tutte le regioni dove la societa’ si era espansa.

    Abbiamo capito che la colpa che tutte le volte in modo vigliacco veniva fatta ricadere sui responsabili dei singoli punti vendita era falsa e che la verita stava nella mancanza di personale nonche’ nella disorganizzazione della società.

    Magari giampiero prima di questo forum avresti davvero potuto credere alla barzelletta che se il negozio non e’ come lo vogliono loro e’ perche non sei capace di organizzarti.

    Ora sai che i direttori di tutta italia o sono tutti incapaci di organizzarsi, oppure molto piu’ verosimilmente e’ la pennymarket che non li ha messi in grado di organizzarsi e che tra l’altro ha infierito in termini di orari e di mole di lavoro in modo vergognoso mettendo in atto uno sfruttamento fuori dall’immaginazione, infierendo in modo disastroso sulla vita privata e costringendo tantissime persone ad andarsene alrove.

    giampiero sei partito con il mitra e col volere picchiare l’ispettore e sei finito con l’essere orgoglioso e gioioso di fare il direttore…..(non e’ per attaccarti, che te lo dico, ma forse era meglio che mantenessi anche tu il tuo anonimato)

    Lo scopo rimane uno…qua nel forum ed e’ solo quello di informare chi di dovere che e’ necessaria una svolta….tutto quello che e’ emerso qua dentro merita una risposta coi fatti dei nostri capi.

    mentre ti parlo anchio faccio tutti i giorni con la massima cura e impegno tutto cio’ che mi viene chiesto….semplicemente mi piacerebbe che anche l’azienda facesse altrettanto nei miei nei tuoi e nei confronti di chi ha responsabiita’.

    ciao giampiero..buon rientro e non smettere di scrivere…magari qua ci possiamo scambiare opinioni e idee.

  184. sisi

    ciao a tutti sono una ragazza che lavora in penny da più di dieci anni e posso dire questo: l’azienda è molto cambiata peggiorando purtroppo. un tempo era tutto più facile ora no e vi capisco. una cosa è rimasta la stessa a fine mese la busta paga è sempre arrivata e non hanno mai sgarato. il lavoro è duro soprattutto per i direttori ma quando arrivate a fine mese siete contenti per lo stipendio….8so bennissimo quanto prende un direttore) sapete come si dice: per nulla non dice messa neanche il prete. ovvero vi dovete dar da fare. concordo con niki a detto le cose giuste. ci vuole armonia e tranquillità ma soprattutto tanta voglia di lavorà. la penny non è cosi malvagia come tanti di voi l’hanno descritta. in questo periodo non è il massimo ma anche loro avranno i loro motivi per agire così. visto che vi lamentate tanto perchè non cambiate avoro? provate ad andare in fabbrica, a fare la stagione a fare i camerieri e poi me lo sapete ridire. ma non lo fate perchè nel bene o nel male la penny è un’azienda stabile e soprattutto per lo stipendio con i tempi che corrono è bene il lavoro tenerselo stretto. io alla festa a altopascio c’ero e devo fargli i complimenti perchè era organizzata molto bene. non erano obbligati a fare niente per noi dipendenti. potevano benissimo fare una cosa solo loro, i grandi capi. e invece no ci hanno coinvolto anche noi. smettetela di sputare nel piatto in cui mangiate…..

  185. Spartano

    RAGAZZI APRITE GLI OCCHI, PERCHE’ ALLA FESTA DI ALTOPASCIO NON HANNO LASCIATO UNO SPAZIO ANCHE A NOI, PER DIRE LA NOSTRA IN MODO SEMPLICE E PULITO. QUALE MIGLIORE OCCASSIONE….NO!!! INVECE LORO HANNO CAPITO CHE LA FESTA SI SAREBBE TRASFORMATA IN UN CASINO TOTALE SE AVESSERO FATTO PRENDERE LA PAROLA AD UNO DI NOI…COMUNQUE CONTINUO A RIPETERE ALL’INFINITO PENNY MARKET VERGOGNATI SIAMO ESSERI UMANI NO ANIMALI!!! E SMETTETELA DI COMPORTARVI COSI’ PERCHE’ TANTISSIMA GENTE IN GAMBA SI STA ROMPENDO LE SCATOLE, E SOTTO SOTTO POI LA PAGATE ANCHE VOI….QUINDI CHI MI VUOL CAPIRE…… UN SALUTO A SPECIAL ONE ED A TUTTI I MIEI COLLEGHI.

  186. Spartano

    Ciao “Direttore” ti volevo chiedere una cosa…quando tu dici che l’azienda sa chi sei, vuol dire che sa che scrivi su questo forum??? Vedi io non cè assolutamente con te!! però facendo una statistica di direttori che ho conosciuto sia su questo forum, sia nella mia vita di tutti i giorni, tutti i direttori sono stufi della penny, e questo non può essere un caso visto che 200 direttori sputano sull’azienda, mentre 20 gli fanno un kasino di complimentoni, anche a me piacerebbe fare questo lavoro, ma sentire sempre dei discorsi senza senso mi fanno decisamente arrabbiare, ma tu pensi che un direttore se vuole fargiela pagare al penny non ci riesce?? Quando vuole….non ti preoccupare. Ti volevo aggiungere una cosa “Direttore” e dimmi se è una cosa giusta a livello umano..Una ragazza che ha voluto posare le chiavi perkè lei era al 5 livello e come ben tu sai a questo livello le chiavi non può averle, stufa delle continue offese e maltrattamenti fatte dal suo direttore e soprattutto dal suo ispettore, lei a voluto posare le chiavi, all’inizio subito minacce da parte dell’ispettore “se posi le chiavi sei completamente finita, ti distruggo nel giro di 4 mesi” lei infine le chiavi la posate davvero e questa ragazza l’hanno mandata un periodo da me, nel mio negozio. La prima cosa che mi disse l’ispettore: “Questa ragazza devi fargli fare una vita da bestie così si leva dai cogl..ni”. Siccome l’ispettore non lo sapeva che questa ragazza era una mia amica ed io sapevo tutta la verità sul suo conto, perchè conoscevo benissimo i suoi colleghi e soprattutto lei. Mettiamolo sul piano umano perkè avrei dovuto fargli fare una vita da bestia? perkè aveva voluto posare le chiavi… Per concludere quando lavori con Ispettori di mer.a è normale che tutto l’organico ne risente. Perkè la penny continua a tollerare queste persone dandogli una marea di soldi, e non tollera magari una ragazza al 5 livello che arriva in negozio la mattina prestissimo per scaricare il camion, regalando all’azienda tantissimi minuti,
    poi lei stufa delle continue parti di mer.a a volte anche pesanti perkè mi ci sono trovato io…., lei decide di posare le chiavi e come regalo la trasferiscono e dicono al suo nuovo direttore di fargli fare una vita di mer.a ma ve ne rendete conto che capi che abbiamo, vergognatevi vergognatevi vergognatevi. Questa è gente da ammirare una persona che lavora bene e vuole imparare tanto, l’azienda deve tenersela stretta e saperci dialogare visto che prima di acquisire alcune capacità deve imparare.. Quindi questo è una delle tantissime cose che la pennymarket attua nei confronti di persone e continuerò a fare battaglie, per far capire a la gente di stare il piu lontano da questa azienda…

    CIAO A TUTTI

  187. Anonimo

    Ciao posso ribadire soltanto, una cosa che il lavoro, che svolgiamo dentro la penny, sarebbe molto più bello, se l’azienda con tutti i capi e ispettori vari, non lo rendessero così impossibile, magari senza mettere sotto pressione, direttori e il personale all’interno dei pdv. Vogliono sapere perchè non andiamo alla festa? Perchè ci sfruttano peggio degli schiavi.

  188. special one

    Sisi quel che dici succede continuamnte…la gente se ne va’ sono decine le dimissioni volontarie da direttore…vai a vedere quanti direttori di 15 anni i anziania’ ci sono?

    Se come

  189. special one

    se come dici tu lo stipendio e’ buono (e potrei essere anche daccordo) come mai una persona se ne va’ via?

    Sisi una persona puo’ resistere al massimo qualche anno poi stai tranquilla che qualsiasi sia lo stipendio, se ne va’ altrove in un posto dove oltre il lavoro esiste la famiglia e una vita privata decente.

    Nessuno sputa sul piatto dove mangia almeno che il suo contenuto sia immangiabile. Prova ad assaggiare il piatto che hanno servito ai direttori…poi ci sputi anche te…garantito!!!

    ciao.

    Ps per l’amministratore del forum- il mio commento e’ uno solo…purtroppo mi e’ partito l’invio …ti chiedo di pubblicarlo per intero insieme a quello delle 12.42.

  190. Anonimo

    Ciao, fare il lavoro del direttore, non è così brutto, il problema è che l’azienda lo rende impossibile, aumentando sempre i carichi di lavoro, tirando sempre le ore per raggiungere la produttività prefissata, aumentando così le ore che deve stare in negozio il direttore/assistente e riducendo il personale. Lo stipendio del direttore è buono, ma paragonato al n° di ore svolte, cioè straordinarie forfettizzate quindi ne pagate ne recuperate in una settimana, rimane sempre nella media.

  191. Geronimo

    Qualcuno conosce qualche dipendente Penny che è andato in pensione o meglio che ci arriverà?

  192. Geronimo

    io non vedo futuro in questa Azienda.
    E’ da considerarsi solo come trampolino di lancio, apprendere tutto cio’ che riesci e poi prendere la propia strada prima che arrivati ad una certa età e senza piu forze la strada te la facciano vedere loro (LICENZIATO)

  193. ranocchia

    nn voglio pensare a questa settimana lavorativa….prod alle stelle…cambiera mai qualcosa?

  194. Eugenio

    Piu’ su ho letto che in 15 anni l’azienda si e’ fatta bella, ha sfornato i Penny Ambiente, insomma e’ cambiata … rimane solo una cosa ferma a 15 anni fa, e cioe’ il trattamento dei dipendenti ??? E vi pare poco ?? Pensate che senza i dipendenti che lavorano nei P.V. i negozi si sarebbero rimodernati ? Che penny avesse avuto gli introiti che ha tuttora?? Su ragazzi, leggevo anche i commenti del Direttore che dice che non sta bene postare i problemi (sotto gli occhi di tutti) su un forum perche’ senno ‘ la gente poi lil legge ?? E allora ??? Qual’e’ il problema ?? Devi tenere nascosto cio’ che l’azienda fa ai propri dipendenti per presentare sempre e solo la facciata ‘bella’ della cosa alla gente ?? Come si usa sempre fare in Italia ???
    Se Penny tratta male i suoi dipendenti, e’ giusto che anche l’opinione pubblica lo sappia, intanto perche’ magari quando si troveranno a fare la spesa forse riusciranno a comprendere magari la cassiera stanca o la fila alla cassa (visto che non ci sono addetti…).
    Pensi che i dipendenti LIDL sarebbero riusciti a far aprire 2 interrogazioni parlamentari senza fare del casino, visto che venivano trattati male??
    Scusa sai, ma leggendo i tuoi commenti capisco perche’ le cose vadano ancora come vanno in Italia… per tenersi quel poco ben stretto, ci si lascia passare sopra da tutti.
    Pero’ non e’ cosi che si ottengono i miglioramenti?? Ti hanno mai raccontato come si sono ottenuti i diritti acquisiti dai lavoratori, e che oggi rischiamo di perdere, vista la gente che ragiona come te o che ‘sta zitta perche’ tanto se parla non conta’ ??? I nostri nonni hanno lottato (ricordo ancora i racconti di mio nonno..poveretto..:), hanno vissuto la fame e la poverta’, e si sono beccati delle manganellate in faccia e tutto per cercare di ottenere condizioni migliori per loro e anche per noi.. noi che invece col disinteresse e con il ‘non scrivere le cose perche’ senno’ si sanno’ rischiamo di tornare indietro di 50 anni !!!
    Svegliamoci, quando le cose non vanno o non sono regolari, altro che forum, SUI GIORNALI !!! Troppo comodo cagare fuori dal vaso e volerlo tenere nascosto !!!
    PS: io non lavoro in Penny, ho amici che lavorano li… io ho passato la mia ‘gavetta’ in altri marchi, ma sempre come addetto vendite/direttore… e so bene quello che succede…

  195. Eugenio

    E poi una volta su tutte, lo spauracchio della crisi con cui adesso raccontano che se non c’e’ la produttivita’ piu’alta non si guadagna e si chiude…
    La crisi puo’ aver colpito tante categorie, non certo il discount dove la gente compra e comprera’ SEMPRE da mangiare !!! Magari possono avere dei cali i negozi di beni cosiddetti ‘di lusso’ (cellulari, tv, abiti firmati..) ma mica perche’ c’e’ la ‘crisi’ la gente non mangia piu’ !!
    Anzi a maggior ragione la gente aumentera’ nei discount visti i prezzi bassi ,…
    quindi, rivolto anche agli ispettori furboni, dateci un taglio a raccontare balle… mai come adesso i parrucconi del penny stanno facendo soldi, mentre tirate il collo a quei 4 disgraziati in negozio….
    Occhio poi a minacciare trasferimenti o altro… quando poi la gente si stufa e si sveglia, denuncia, e poi dopo sono cazzi amari !!

  196. Eugenio

    PS:
    grande SpecialOne .. !! completamente daccordo con quel che dici .. meno male che c’e’ ancora qualcuno come te ed altri che non si nasconde e dice le cose come stanno !!

  197. Eugenio

    @ Nemesi:
    piu’ su ho letto solo ora che mi dai della ‘nullita’…
    tu pensala come vuoi, intanto non ho mai detto che tu non ti faccia il ‘culo’ ..
    poi , secondo, io non lavoro al Penny, ma ho lavorato in molte altre catene e penso anche di avere piu’ esperienza e voce in capitolo di te (visto che hai dubbi sul fatto che io mi sia fatto il ‘culo’ ti posso solo dire che io lavoravo come caponegozio in altra catena quando probabilmente tu nemmeno lavoravi….)
    Terzo: mai detto che se uno fa caxxate i capi lo devono lodare… ma le caxxate come dici tu, devono essere tali perche’ se invece sono errori dovuti al poco tempo o al fare lavori non previsti dalla tua mansione, allora la responsabilita’ e’ solo loro !!
    Se a te piace lavorare al Penny tanto meglio, nessuno te lo toglie, ma non pretendere che tutti la pensino come te. Se a te sta bene romperti la schiena per 4 soldi e stare zitta, senza protestare, padronissima di farlo, ma non venire qui a ‘catechizzare’ gli altri, dicendo che con un sorriso si risolve tutto… certo, si deve cercare di sopravvivere, ma quando le cose non vanno come si deve, bisogna comunque farsi sentire e soprattutto FARLE SAPERE !!!
    Io non sto certamente rosicando visto che da quella realta’ dei discount per fortuna mi ci sono tolto, solo che essendoci passato capisco benissimo chi si sta stufando o chi non ne puo’ piu’ e condivido il suo stato d’animo !!

  198. Eugenio

    @ Nemesi:
    “O forse lo pensa “il mio dipendente” Eugenio, eh eh eh” ???
    non penso proprio di essere stato tuo dipendente, visto che in Penny non ci ho mai lavorato..

  199. DIRETTORE

    Eugenio, a te devo proprio rispondere.

    Fintanto che c’e’ la gente come me che sta zitta in italia si andra male.
    Fintanto che c’e’ la gente come me che non vuole pubblicare, in italia si va male.

    Sono le tue critiche.

    Ma tu, che non mi conosci, sai davvero quanto sono stato zitto o quanto abbia pubblicato?

    Io mi sono rivolto a chi puo’ e a chi mi conosce, per cambiare veicolo di conversazione.

    Quando una persona e’ abbattuta o ha problemi, deve affrontare la cosa in maniera obbiettiva e trasparente.

    Mi spiego:

    Se io ho problemi con l’azienda, ne parlo con i superiori, o scrivo all’ufficio del personale.
    Se questo non risolve nulla, mi affido ad un legale.

    Non scrivo su un forum per dire quello che mi viene fatto dall’azienda, mi espongo semplicemente in prima persona per affrontare la cosa attraverso un veicolo piu’ diretto, ovvero la conversazione con i superiori.

    Se tu mi conoscessi, sapresti bene che io non sono mai stato zitto su tali questioni, e che tante volte sono stato anche preso in giro.

    Io sono più che convinto che se viene eseguita la linea delle lamentele anonime, e come scrivere che cristo è morto di sonno.

    Se hai qualcosa da dire, e non hai peli sulla lingua come me, metti il nome, o il negozio, da dove proviene la lamentela e combatti per un tuo diritto.

    Io ho già scontato guai che sono accaduti in passato, ma non mi sono mai rifiutato di confrontarmi con i superiori.

    Ma qui si vuole far saper cosa succede in penny attraverso un meschino canale di informazione che non è nemmeno obbiettivo.

    La gente che legge questo forum pensa solo in base a come viene scritto il commento.

    Nessuno può capire cosa c’è dietro una lamentela.

    Via su, siamo onesti, in penny tutti hanno sempre voluto che gli altri risolvessero i problemi di tutti.

    Ma un lettore, ha gli elementi per verificare quello che si scrive?

    L’azienda può aiutare un dipendente che si firma anonimo?

    Nessuno ha mai scritto all’ufficio del personale?

    Scrivere così, e come scrivere sul muro della stazione abbasso la juventus.

    Poi prima di dire che l’azienda guadagna con i numeri e gli ispettori raccontano balle, magari facciamo attenzione.

    Eugenio, io sono per lottare, quando i nostri diritti vengono a mancare, ma non così.

    Questa è come la novella dello stento, che dura tanto tempo, e non finisce mai.

    Ma l’azienda che legge questi commenti cosa pensa?

    Tutti si lamentano e nessuno ci dice nulla.

    Allora si continua a scrivere tante cose negative su penny in modo che il lettore veda l’azienda un posto indecente ove si risparmia solo perchè ci sono gli schiavi.

    Ma noi dove lavoriamo?

    Rispondiamo alla domanda:
    IN UN’AZIENDA SCHIFOSA.

    Così diventiamo un brutto veicolo pubblicitario per il nostro posto di lavoro, e per tanti facciamo un lavoro schifoso.

    Ma la gente pensa però, e si chiede come mai ci si lamenta da anni e non si fa nulla.

    Non voglio dire che non ci sono i problemi, perchè ci sono eccome, ma vorrei invitare le persone arrabbiate alla comunicazione con l’azienda, non allo sputtanamento mediatico inopportuno che danneggia sia noi che penny.

    Eugenio, a chi viene fatto un torto o a chi viene negato un regolamento ccnl, deve discutere con l’ufficio del personale.

    Se non trova accordo, ci sono gli organi compententi.

    Eugenio tu hai detto tante cose giuste, ma non puoi dare consigli a tutti, poichè ognuno vive la sua vita lavorativa seguendo lo schema dei propri desideri.

    A nessuno è stato imposto di fare il direttore.

    Potrei sembrarti un ambizioso che mira in alto, ma vedi la differenza, io mi sono firmato, chi mi conosce sa cosa sono, e anche l’azienda mi conosce.

    Facciamo attenzione quindi al contenuto dei commenti, poichè da essi potrebbero ricadere addosso a qualcuno.

    Quando si ha paura a rivelare l’identità si rende solo poco verificabile ciò che si scrive.

    Se un collega di lavoro legge il forum e osserva i miei interventi, puole anche verificare se quello che dico e’ vero o se veramente ho bisogno di aiuto.

    Lo possano fare anche i superiori, invitandomi a parlare direttamente per risolvere ogni problema.

    Ma chi non si firma è come se stesse zitto.

    CHI TACE ACCONSENTE.

    Se un giorno l’azienda viene in negozio da uno di voi e chiede:

    Sei tu special one, o sei tu GIAMPY, o sei tu Spartano …. etcc..?

    Chi direbbe si sono io, parliamone ora?

    NESSUNO!

    Quindi scrivere non serve a nulla.

    Servirebbe solo se un samaritano che legge questi commenti, che per caso lavora dentro l’ispettorato del lavoro, avesse la pazza idea di prendere in mano la situazione per rimettere tutto a posto………

    Come sempre la bacchetta magica…..

    Meglio che noi offendiamo, poi si sguinsaglia il cane….

    Nessuno fara’ mai nulla se noi non si fa nulla.

    Eugenio, non c’è niente di personale, non ho attaccato ne tu e nei colleghi.

    E’ solo un mio pensiero, tutto qui.

    SPECIAL ONE, in un mio dubbio, il mitra era solo un modo di dire, credo tu l’abbia capito.

    Buon lavoro a tutti.

  200. Nemesi

    Rilassati, Eugenio. Tutte le mie battute erano in risposta a tue affermazioni, incluso il classificarti tra i “miei” dipendenti, non sapevo che una cassiera potesse averne. Ma poi, se non sei dell’azienda, perché non vai da qualche altra parte a scrivere della tua? Perché devi per forza seminare astio e rancori nella nostra? Secondo me eri attaccato alla puppa quando io lavoravo, quindi vacci piano… Senza rancore eugenio, è che forse dovremmo tutti prenderla un pò più facilmente la vita e non scaricare sempre sugli altri le nostre sconfitte.

  201. special one

    Eugenio…. peccato non lavori in penny…anzi scusami….BEATO TE!!!! Mi fa piacere sapere che esistono persone che ti capiscono come te. Grazie!

    Eugenio lo so che non vuoi usare il mitra…non lo vendono ancora in mesticheria…Peccato pero!!!;)

  202. Spartano

    “DIRETTORE” smettila di dire stronzateeeee!!!!!!, in questa azienda ci si sta malissimo e basta, non cè altro da dire….a me mi tocca starci perchè al momento non trovo nient’altro, MA FACCIO UN APPELLO A TUTTE LE PERSONE CHE VOGLIONO FARE DOMANDA ALLA PENNY MARKET….STATE LONTANO DA QUESTE PERSONE SONO TALMENTE SPREGIEVOLI E FURBE CHE VE LA METTONO IN QUEL POSTO SEMPRE. CERCATEVI LAVORO ALTROVE. VE LO CONSIGLIA UNA PERSONA CHE HA CONOSCIUTO TANTISSIMI ISPETTORI E PERSONE PIU’ SUPERIORI. Comunque complimenti “DIRETTORE” continua pure a leccare il cu.o magari se vedono quello che scrivi farai sicuramente carriera dentro questa azienda di mer.a. CARO DIRETTORE VERGOGNATI!!!!!!!!! L’AZIENDA SI SERVE DI TE PER FAR CADERE TUTTO QUELLO CHE DICIAMO VERGOGNATI!!!!!!!! E’ TUTTA VERITA’ QUELLO CHE SCRIVIAMO E TUTTE LE PERSONE CLIENTI COMPRESI DEVONO SAPERE….

  203. Spartano

    E’ BENE SPUTTANARE L’AZIENDA…..E’ UN NOSTRO DIRITTO DIRE LA NOSTRA.. SE L’ISPETTORATO FACESSE UN CONTROLLO REALE MI IMMAGINO LE DENUNCE CHE FIOCCHEREBBERO CONTRO PENNY. QUINDI E’ MEGLIO CHE STIANO ZITTI…LI’ CONVIENE… COMUNQUE DIRETTORE LAVATI LA BOCCA PRIMA DI DIRE STRONZATE. SECONDO ME SEI UN ISPETTORE CHE SI FINGE DIRETTORE. QUINDI VAI A FARE IN C.LO.

  204. Eugenio

    @direttore:
    “Eugenio tu hai detto tante cose giuste, ma non puoi dare consigli a tutti, poichè ognuno vive la sua vita lavorativa seguendo lo schema dei propri desideri.” … beh su questo non posso darti torto…

    @Nemesi:
    io nella puppa quando tu lavoravi sara’ dura.. visto che ho iniziato a lavorare taaanti anni fa… e poi non sto seminando astio nella ‘vostra’ azienda, sto solo scrivendo su un forum PUBBLICO, dove vedo che c’e’ tanta gente che sta passando momenti difficili e magari non ha ancora esperienza su come affrontarli.. poi che a volte il tono possa salire per le passate esperienze di lavoro ci sta; le nostre sconfitte non sono da scaricare sugli altri, hai perfettamente ragione, bisogna solo informarsi per far si che le sconfitte, se ce ne sono, non siano causate da ingiustizie..
    e cmq, come dicevo, non ho nulla con chi sta bene dove lavora, quindi cara Nemesi, una pacca sulla spalla e buon lavoro. Mi spiace che tu mi abbia preso ‘a male’, secondo me se ci fossimo trovati a lavorare assieme saremmo andati daccordo… in bocca al lupo con tutti i migliori auguri !!

    Su una cosa pero’ mi sento di dare ragione sia a Direttore che ad altri..:
    e’ vero, incazzarsi sul forum serve, ma fino a un certo punto, cioe’ mi spiego, serve per far conoscere la reale situazione in cui lavorano i dipendenti, serve per sfogarsi, e serve per scambiarsi consigli ed esperienze.. pero’ se poi allo sfogo virtuale, non ne segue uno reale, la questione rimane come sempre!!
    Se quando in negozio vengono imposte condizioni di lavoro non accettabili, invece di abbassare la testa, ci si incazzasse un po di piu’, e , dopo essersi informati, si agisse di conseguenza, forse piano piano le cose cambierebbero.. pero’ purtroppo anche io ricordo di tanti colleghi che quando si usciva, a parole avrebbero cambiato il mondo, poi quando si organizzava che so, uno sciopero, o cmq si parlava anche solo di fare qualche richiesta all’azienda, erano i primi a ‘sparire’…
    Cosi non si ottiene nulla.. come che dicevano i 3 moschettieri ?? “Tutti per uno, uno per tutti!!”, sembra solo una frase, ma nasconde una grande verita’.. da soli si ottiene poco, nulla… tutti uniti forse qualcosa si !!

    Penso di non intervenire piu’ su questa discussione (se non chiamato in causa..) anche perche’ come dicevo, io quel po di esperienza fatte le ho descritte, e quei pochi consigli che potevo dare li ho dati… poi ognuno fara’ come vuole.

    A chi si trova bene dove sta, tutti i migliori auguri, a chi non e’ contento, posso augurare di trovare di meglio.. Ciao a tutti !!

  205. lillibin

    ho appena cominciato a lavorare al penny. . .è stressante
    ho lavorato anke in fabbrica 8 ore al giorno senza pause con medie orarie da rispettare perchè a fine giornata dovevano inviare gli ordini e se non l’inviavano dovevi farla lo stesso anke di più perkè c’erano altri ordini. . . ma quì inventari in altri paesi ore di trasferta regalate in cassa da sole senza supporto il primo giorno di lavoro—-poka organizzazione e l’ispettore dice che non è un gioco. . .ma ki gioca? lui forse

  206. Nemesi

    Hai ragione Eugenio, forse saremmo andati d’accordo… peccato… in ogni caso non voglio che pensi che provo astio per te, non è vero; magari a volte le parole ci fanno interpretare male il senso con il quale sono scritte ed è per questo che si risponde male, ma assolutamente non ce l’ho con te.
    Invece non apprezzo assolutamente Spartano, vile, che si fa scudo con l’anonimato per sparare m.a su chi fa il proprio lavoro e crede in quello che fa. Lo considero un pusillanime, un senza spina dorsale, uno sconfitto che odia e prova rancore per gli altri, che forse farebbe bene a domandarsi se ha fatto davvero tutto il possibile per emergere dal nulla. Mi sembra di no, comunque, si risparmi la fatica di chiederselo. Ora so che sparerà di nuovo tutta la sua rabbia, gli rispondo subito che può fare quello che vuole perché Nemesi si lascia scivolare tutto addosso, come ha sempre fatto in tanti anni… non perdere tempo, quindi, vai, continua da accidioso ad accettare i soldi da chi odi così tanto… Penny Market non si differenzia da qualsiasi altro datore di lavoro: ti paga e ti chiede di fare quello che vuole in cambio; se ci stai e bene, altrimenti cerchi altro! Io ci sto e mi sta bene, nel momento in cui non ce la farò più stai tranquillo che sarò la prima ad andarmene, sebbene non sia più una ragazzina, e non mi spaventa assolutamente l’ipotesi. Di sicuro non mi metterò a scrivere anonimamente parolacce su di loro su un forum… quanto sei povero, guarda…

  207. DIRETTORE

    MA SI SPARTANO.
    SIIIIIIIIIIIIII.
    Continua, che i tuoi sono i commenti più belli.
    Continua pure ad essere inrispettoso nei confronti della gente che cerca di dare un opinione diversa.

    Bravo scrivi pure che la penny fa schifo.
    Continua pure con le offese, e mi raccomando, devi essere pesante.

    Tu sei l’esempio lampante di quello che ho scritto prima.

    Buon veicolo di sfogo con determinata maleducazione.

    L’azienda sicuramente quando legge quello che scrivi se la ride, e si vergogna di te.

    I colleghi pure.
    Non importa se hai ragione o torto, importa come scrivi.

    Ma fai così anche con i clienti più stucchi?
    Se un cliente ti dice che si trova bene a fare la spesa, digli pure che si sbaglia, e non esitare a offenderlo se insiste.

    Sei la pura immagine dell’impiegato che si lamenta in maniera distruttiva nei confronti di tutti.

    Eugenio da consigli e non giudica.
    Special one cerca soluzioni e non offende nessuno, anche se usa un tono arrabbiato.

    Altri chiedono di non prendere male il lavoro esprimendo un opinione propria senza insultare.

    Ma tu?
    Io sono un ispettore che finge di essere direttore?
    Telefonami.

    Tu vivi su MARTE.

    Ti sarei grato se tu nei prossimi commenti scriverai con toni non offensivi, visto che anche io vivo nella tua situazione.

    Non essere l’esempio di persona arrabbiata e offensiva che vede solo la morte della sua azienda.

    I tuoi commenti fanno capire solo questo.
    Analizzali e rifletti su cosa scrivi.

    Quello che dici tu, lo sappiamo anche noi, quindi cerca di migliorare non di peggiorare scrivendo solo cose negative contro i colleghi.

    Ora il tuo ispettore che si finge direttore va a scaricare il camion dei freschi.

    Ciao.

    Buon lavoro a tutti.

  208. Franceschino

    SPARTANO, TIRA IL SASSO E NASCONDE LA MANO.

    AH AH AH AH AH.

  209. special one

    spartano hai ragione, stai calmo… non aspettarti che tutti la pensano come te …alcuni sono dei leccaculi dell’azienda altri non sono nelle tue condizioni….hanno mansioni e orari molto diversi dai tuoi!

    Loro non sanno niente di quello che ti tocca subire tutti i giorni….lascia perdere !!!!

    Vedi spartano… si preoccupano di non parlare male della pennymarket anche quando fra 5,toh 6 o 7 anni che gli piaccia o no non faranno piu’ i direttori.

    A nessuno interessa piu’ se al direttore non vengono corrisposte le ferie i permessi i riposi…se lavorano 7 giorni su 7 forfettizzati e non pagati…se per l’usura di tale lavoro si ammalano fra ernie e lombosciatalgie.

    Se durante la loro giornata non bevono non mangiano non cacano, se vedono meno i figli e la moglie di un militare che parte per l’afganistan…se quando arrivano a casa non riescono nemmeno a dire buonanotte perche si sono gia addormentati.

    Vedi spartano che gliene frega a loro se 20 o 30 ore la settimana eccedono le tue 40 ore di contratto e che gliene frega se poi non te le pagano nemmeno.

    E poi che c’e’ di piu’ importante del fatto che prima ti caricano di lavori e poi non ti danno personale per svolgerlo.
    Mancano cassieri quando c’e’ le file, mancano addetti per curare e rifornire i reparti, mancano gli spazi nei magazzini, manca un organizzazione efficiente delle offerte ecc ecc….e’ un casino senza limiti!!!

    Questo spartano non e’ importante …l’importante e’ solo che il penny diventa pennyambiente…. che c’e’ la pennycard…che tornano gli inventari, che tornano i budget, che i fatturati reggono alla crisi.

    Gli ispettori sono diventati funzionari solo ai numeri e sono stati trasformati in agenti della gestapo pronti a sferrare contestazioni di tutti i tipi….. hanno un unico pensiero Sconfiggere la poca professionalita’ ….!!!

    SI CONTINUA A CONFONDERE POCA PROFESSIONALITA’ CON POCO PERSONALE….E A NON CAPIRE CHE I SOLDI ENTRANO DAI NEGOZI.

    NEI NEGOZI IL CLIENTE CERCA SOLO TRE COSE L’OFFERTE, DI TROVARE TUTTI I PRODOTTI SUGLI SCAFFALI E DI TROVARE LE CASSE SENZA CLIENTI PER ANDARSENE VELOCEMENTE. MANCA PERSONALE PER GARANTIRE TUTTI I PRODOTTI SUGLI SCAFFALI, MANCA IL PERSONALE PER LE CASSE….PERO’ IN COMPENSO SI SPENDONO MILIONI PER L’ARREDAMENTO CHE NON E’ PRIORITARIO ALLE COSE SOPRACITATE.

    NON ANDREMO AVANTI PER MOLTO. LA POCA PROFESSIONALITA E’ NEI DIRIGENTI NO NEI DIRETTORI VERI E PROPRI SCHIAVI DI QUESTA SITUAZIONE.

    oh spartano tieni duro…ti saluto!!! fai come me porta i curriculum a giro…prima o poi trovi qualcosa di meglio di questa azienda di sfruttamento!!!

  210. special one

    Spartano….direttore e franceschino sono la stessa persona…perche’ e’ impossibile trovare due persone che mandano messaggi alle 5.21 e alle 5.30 di mattina.A dire il vero e’ difficile trovarne anche una sola.

    Ci si scaglia contro chi insulta i colleghi qui sul forum e poi ti diverti a cambiare nome per prendere per i fondelli spartano.

    C O M P L I M E N T I!!!!

  211. DIRETTORE

    Per SPECIAL ONE:

    Guarda che e’ stata una sorpresa anche per me quella di franceschino.
    Ti assicuro che non ne so nulla.
    Io ho scritto il messaggio e sono andato a lavoro.
    Comunque se non mi credi, posso solo dire che mi dispiace.

    Devo dire che il dubbio ci sarebbe, ma io confermo che francesco non sono io.

    ciao.

  212. t .t.l.

    voglio anch’io un direttore come special one!!!

  213. IL MORALIZZATORE

    COMMENTI SCRITTI ALLE CINQUE DEL MATTINO, ALTRI ALL’UNA DEL MATTINO E FIUMI DI PAROLE CHE SCORRONO INCONTROLLATI. Beati voi che avete tutto questo tempo per scrivere. Io, che un lavoro nun ce l’ho, missà cheffò domanda’n Penny…

  214. dora

    bravoooooooooooooooooooo sei un grande special one

  215. Spartano

    “SPECIAL ONE” TI RINGRAZIO PER TUTTE QUELLE COSE CHE HAI DETTO, TU SEI L’UNICA PERSONA CHE CAPISCE I MIEI PROBLEMI, PERCHE’ ANCHE TU COME ME TI FAI UN CULO COSI’ PER ARRIVARE A DEI RISULTATI POSITIVI PER L’AZIENDA, POI SICURAMENTE TI ROMPONO I COGLIONI PER DELLE COSE BANALI O ADDIRITTURA IMPOSSIBILI… SPECIAL ONE INSIEME LOTTIAMO FINO IN FONDO PER POTER USCIRE VINCITORI DA QUESTI SFRUTTATORI DI CARNE UMANA…. CIAO! E GRAZIE!!!!! Per “DIRETTORE” CONTINUA PURE COSI’ MA IO LOTTERO FINO IN FONDO PER FARLA PAGARE CARA ALLA PENNY, MI HANNO PRESO TROPPE VOLTE PER IL C.LO… E L’ORA DELLA VENDETTA STA PER COMINCIARE….. AHAHHAHA ME LA RIDO GIA’!!!!!!!!!!!

  216. ex direttore

    Questa discussione è veramente una spettacolo,mi sento a “casa”…tutte le cose che avete scritto di negativo sono verissime e le ho provate sulla mia pelle,per mia fortuna ora non lavoro più per questi sfruttatori ingrati e mi sento un altra persona…finalmente libera e con una vita.
    Da un lato mi dispiace perchè il lavoro mi piaceva e mi serviva,ma lo sapete benissimo che appena uno molla un attimo perchè inizia a cedere fisicamente e mentalmente lo tolgono di mezzo e sotto un altro poverello illuso di fare il grande direttore.

    Quello che non capisco è perchè in una stato cristiano basato sulla famiglia nessuno faccia niente per fermare questi tedeschi che fanno quello che vogliono,ci sfruttano,ci offendono,ci disprezzano e pretendono l’impossibile.
    Ho già lavorato in altre realtà simili ma credevo di averle già viste tutte,ma questi passano il limite.

    p.s. a tutti gli ispettori,direttori regionali e simili che scrivono qui,fatela finita che tanto si capisce chi non fa il direttore di un penny market,mi fate solo pena…..!!!

    Ciao a tutti i DIRETTORI PENNY e CASSIERE e TANTI AUGURI !!!

  217. kibry

    ciao a tutti…….
    ogni giorno una cazzata nuova……ora bisogna stare attenti anche a come ti pettini il colore che scegli,,,,e gli orecchini che porti….e la barba…….noooooooooooooooooooooooooooooo…………………………. indecente ……e se mi rispondi ti levo le ferie…… quanta democrazia………………..

  218. kibry

    e bello potersi confrontare con i superiori e crescere insieme……. ahahaahahah……

  219. special one

    Ho fatto un sogno….mi trovavo nel 2030 a lavorare al penny market e quello che piu’ mi ha colpito e’ stato l’ufficio!
    Non c’era piu nemmeno un faldone e neppure un foglio….sono venuti in quel giorno tre ditte a fare manutenzioni ed io gli ho rilasciato dei rapportini scritti al computer ed ho rilasciato una sola copia scritta al fornitore del servizio. Il rapportino una volta compilato veniva archiviato in un apposita cartella-faldone creata dal sistema informatico.
    tutte le chiusure dei cassieri create e memorizzate dal sistema senza neppure una stampa…e faldoni per esempio dell’11 bis? tutto a video…la chiusura della sera? boh tutto a video…tutti i dati sono inviati al sistema centrale…le bolle che arrivano al monitor, memorizzate e sommate, gli inventari appena inseriti elaborano tutte le bolle memorzzate insieme a trasferimenti, scarti, ed in 1 minuto da il risultato….incredibile….non mandavo nessun foglio da nessuna parte in nessun ufficio…era il sistema a dare i dati agli uffici…finita la storia della posta interna….l’unici fogli che circolavano in ufficio erano quelli dei cartelli prezzi….a pensare che gia’ oggi questo e’ possibile…mi sono detto….quasiquasi mi ri-addormento cosi continuo a sognare!….sono stati fatti passi enormi ma si poteva fare ancora molto di piu’!!!
    La produttivita’ si aumenta con l’aumento dell’efficienza e non su le ore in piu’ dei direttori e di coloro che non timbrano le ore, riducendo i carichi di lavoro al personale esistente per non creare corto-circuiti nell’efficienza stessa del lavoro.

  220. gattina

    special one sei un mito!

  221. Dante

    eh ma siamo in Italia, dove per non investire due lire su sistemi piu’ efficienti di archiviazione, gestione, e cassa, tirano sulle ore di chi lavora sempre a testa bassa….
    come sulla sicurezza e su mille altre cose.. non si investe, finche’ non succedono casini, poi dopo, e’ sempre colpa del lavoratore che si doveva informare…
    In un modo o nell’altro le aziende sono sempre paraculate, sarebbe ora di invertire questa tendenza e fare si che chi ha le responsabilita’ ed e’ pagato (e pure bene) per prendersele a cuore, lo faccia, senno’ A CASA … altro che manager e consulenti…

  222. t .t.l.

    special one sei troppo sveglio x lavorare alla penny….. ti meriti sicuramente di + !!!! ciaoooooo

  223. direttoreesausto

    sono direttore di un penny da me aperto,ogni anno, ogni mese che passa è sempre peggio.produttività richiesta sempre più alta e quindi sempre più ore di lavoro fatte dal sottoscritto. ora il camion arriva alle 6 non più alle 7, poi una seconda consegna alle 12 forse alle 13 ma forse forse alle 13.30 perchè…… non si sa bene il perchè….ogni camionista ha la sua scusa pronta.
    scarico il secondo camion alle 13.30 e finisco DI SCARICARE alle 14 circa se non dopo?!devo fare anche il pomeriggio…giusto?!la chiusura?!giusto?spetta al direttore naturalmente.
    scusate ma se inizio alle 6 tempo x pranzare non ne ho… la chiusura delle 20 spetta a me direttore… arrivo a casa alle 21…. quindi se non sbaglio i calcoli tempo di cenare arrivano le 22…e alle 5 ho la sveglia…. ho 7 ore x dormire!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    ma ci rendiamo conto??? ragazzi bisogna cercare di reagire e non farsi intimorire da ispettori o capi vari.

    mi fai una lettera di richiamo x cose di poco conto dopo che ti lavoro quasi 70 ore alla settimana? e io vado dai sindacati e denuncio tutto ciò che ci costringete a fare:dalle pulizie, allo scarico merci, a tutte le ore che ci costingete a lavorare da soli!!!!!!

    ricordiamoci che va contro le norme lavorative,ma i nostri capi forse non se lo ricordano….
    direttore che si fanno il culo vanno lasciati in pace e non fatti vivere nel terrore, perche quando si stancano e reagiscono vanno dai sindacati. e poi vediamo……….
    SPECIAL ONE SEI UN GRANDE

    ciao a tutti e spero che i nostri ispettori leggano quello che scriviamo e si diano una regolata che i direttori sono esausti e se affondiamo noi, non affondiamo da soli, le conseguenze le pagano tutti……!!!!

  224. direttoreesausto

    SCUSATE DIMENTICAVO IL PENNY AMBIENTE…. NON ME NE FREGA NIENTE DEL PENNY AMBIENTE………… VOGLIO RISPETTO X QUELLO CHE DO ALL AZIENZA E BASTA!!!!!!!

  225. special one

    FACCIAMO UN INVENTARIO DI MAGAZZINO!!!

    VORREI SAPERE DA VOI QUANTI BANCALI DI

    DIXAN
    DIXAN COLOR ACTIVE
    SCOTTEX ASCIUGATUTTO
    SCOTTEX CARTAIGENICA BAULETTO (QUELLO ROSA)
    CARTA IGENICA SCALA!!!!

    CONSIDERATO CHE CONTEMPORANEAMENTE SONO ARRIVATI PANETTONI, PANDORI, SPUMANTI E BOMBE A MANO….IO VORREI SAPERE CHI E’ QUELLA TESTA DI CAZZO CHE DOBBIAMO RINGRAZIARE …

    CON TUTTA QUELLA ROBA DOVREMMO FARE UN VAFFANCULO DAY ANCHE NOI…..UN VAFFANCULO DAY? SEEE NON BASTANO TRE MESI DI SEGUITO DI VAFFANCULO!!!!

  226. Katia

    Nnn parliamo d penny ambiente…a marzo il mio negozio si trasformerà in tale e nn oso immaginare come sarà…visto ke già ora è disastrato x via del taglio d ore e della grande mancanza d personale..nn so come faremo!ma almeno ci arrivano che la produttività in un penny ambiente deve essere bassa???in più ditemi se è possibile sbagliare a pagare i rimborsi a una quasi omonima invece che a me dopo che sul modulo c si scrive il numero d matricola e il centro d costo..tutta la qualità in un penny!!!!

  227. ex direttore

    ho lavorato anch’io come direttore al Penny,e devo dire che il giorno piu’bello della mia vita e’stato quando gli ho dato la bella notizia che andavo fuori dalle c……ni.Che posto!Che gente!Il reparto della frutta,poi era da circo;lo volevano pieno
    poi se facevi tanti scarti ti dicevano:Come mai?Cosi tanti scarti?A volte penso che quella gente li sia da compatire.
    Mi fanno pena tutti!

  228. giuseppe

    salve volevo sapere un’informazione da qualcuno del sud italia essendo io di li,vorrei sapere come siete diventati dipendenti e lavorare nel pennymarket?avete mandato il curriculum online?oppure vi siete recati personalmente al supermercato?vorrei candidarmi come addetto alla vendita…grazie a chi mi risponderà.ciaooooo

  229. Katia

    Ah sì sì quelo lo fanno tuttora,ed anke cn il pane!!x nn parlar del frigo,gli yogurth devono esser sempre pieni anke dietro ma poi si meravigliano degli scarti…anke gli yogurt scadono,sorpresa!e soprattutto se te li mandano dal magazzino già scaduti..

  230. direttoreesausto

    detersivi vendesi detersivi vendesi………!!!!
    promo no food a bancali ogni settimana che arrivano dal magazzino e nessuno che li compra!!!!!!!!!!!!! tutta la qualità in un penny!!!!!!

  231. jhon penny

    in circolare scrivono di mettere in magazzino i detersivi x mettere fuori i panettoni….ma allora perche ca**o continuano a mandarne???!!!!???!!!!….ho più dixan io in magazzino che la fabbrica che lo produce…………………aspettate ho capito perche tanti detersivi:
    a capodanno si fa lo schiuma party!!!!!…. DJ JHON PENNY PRESENTA: il 31 dicembre ore 22.00 agli uffici di cernusco schiuma party x tutti…ad una condizione: portate qualche detersivo che tanto so che ce lo avete!!!…se no niente schiuma!!!….hahaha!!!!

    P.S.
    causa produttività la festa di capodanno durerà dalle 22.00 alle 22.30 xke dobbiamo tagliare le ore x la produttività…brindisi di capodanno alle 22.20…e non lamentatevi xke mi tocca pure timbrare alle 22.15 x nn fare troppe ore di straordinario!!!!!!!!!

  232. ranocchia

    3 bancali di dixan vari
    1 di candeggina
    1 di scala
    1 di scootex
    1 di olio monini
    1 di dash
    magazzino di 20 metri quadri
    negozio con un fatturato 50 53 mila max…
    appena mi arrivano tutti i panettoni butto tutto giu dalla ribalta….ribalta? ah e vero nn c’e l’ho scarico a mano …e senza parcheggio autorizzato…nn dico altro!

  233. Katia

    Giuseppe io l’ho portato in negozio..ma sei proprio sicuro d volerlo fAare?La accendiamo???
    Allora quello del detersivo è proprio1vizio..e se sei un medio o alto vendente t trovi pure i detersivi (e i promo stravecchi vari,o i cioccolatini scaduti se t va bene)dei negozi basso vendenti…cm se si potesse far1 miracolo e venderli tutti!!Che facciamo,organizziamo una comitiva d parenti al penny x far svuotare le bancarelle???Nn so cosa pensano si possa fare cn due bancali d omogeneizzati che scadono a ottobre 2010 cm nel nostro caso..

  234. giuseppe

    salve volevo sapere un’informazione da qualcuno del sud italia essendo io di li,vorrei sapere come siete diventati dipendenti e lavorare nel pennymarket?avete mandato il curriculum online?oppure vi siete recati personalmente al supermercato?vorrei candidarmi come addetto alla vendita…grazie a chi mi risponderà.ciaooooo

  235. jhon penny

    Ranocchia tu 6 messo bene guarda me:

    2 bancali e mezzo di dixan coloractive
    2 scala
    3 scottex carta igienica
    2 scottex carta casa
    1 dixan lavanda bipack
    2 ace candeggina
    1 dash 4 L
    mezzo di bio presto fustino
    mezzo di marsiglia polvere fustino
    mezzo di dixan polvere fustino
    3 semipallet ace detersivo
    2 dixan freschezza di vernel
    2 olio monini
    1 olio sagra
    3 semipallet di joy marsiglia polvere
    2 pandori cellofan
    1 spray vetri tris

    il resto nn ricordo ma ne ho molti altri!!!!!…chi ne vuole????!!!hahahaha!!!!!!!

    ma xke li continuano a mandare a bancale???…ok non scadono mica ma occupano un sacco di posto e con i magazzini che abbiamo bisogna fare tetris x farceli stare tutti!!!

    p.s.
    siamo in 2 senza ribalta!!!…anzi molti di più!!!

  236. Spartano

    quelli idioti della penny continuano a rampere i cogl..ni con trovate nuove solo per rompere le palle. Proprio oggi ho capito che razza di fascisti sono….

  237. giuseppe

    qualcuno mi può dire come ha fatto per entrare a lavorare come addetto alla vendita nel penny market?tramite cv mandato online oppure vi siete recati personalmenti al supermarket?e cosa avete detto?vi serve un’operaio?ciao

  238. Anonimo

    Anche secondo me non ha senso mandare bancali di roba, per lasciarli in magazzino invenduti, poi dopo la frutta e i freschi strapieni, dopo gli scarti aumentano, tutta la merce ordinata per riempire il negozio, scaffali strapieni di merce invenduta, secondo me non ha un senso, prodotti scaduti, bancarelle strapiene con promo nuove da inserire, nuovi inserimenti con poco spazio sugli scaffali.

  239. gattina

    PER GIUSEPPE: porta il curriculum in un punto venditaaaaaaaaaaaaaaa!!!! so che c’è bisogno di lavorare ed oggi è un casino trovare lavoro…ma andare al penny market da come potrai aver letto non è così tanto gratificante! anche perchè se vogliono prenderti ti fanno fare 2 mesi di stage (lavorare gratis) e 2 mesi di contratto….per poi rispedirti a casa!

  240. Pampurio

    Finito. Che fatica.

    Domani vado in ufficio riconoscente d’essere in un’azienda ancora “umana” . E dire che certe volte m’indigno anche per le cose che non vanno.

    Ragazzi dei Penny, vi auguro di venirne fuori senza dare di matto.

    E’ vero come scrive l’avatar Simonluca che c’è di peggio, per gaudagnare meno ; è vero come chiosa la quinta colonna Direttore 039 che i panni sporchi si lavano in famiglia, il nemico ci osserva ; ma da quel che ho letto, se anche solo il 50% di quello che dite in tanti corrisponde al clima e all’organizzazione in cui siete immersi per 10 ore al giorno, gli auguri vi servono, eccome.

  241. special one

    La produttivita’ va a braccetto con efficienza.

    Il crollo di produttivita’ in penny e’ un processo lento che va avanti da anni ed e’ proporzionale a quel processo medante il quale l’azienda ha voluto darsi nel tempo sempre piu’ un aspetto e un organizzazione da supermercato, perdendo di vista il vantaggio di produttivita’ che un discount vanta su un supermercato.

    partiamo dal lontano 95… casse senza scivolo con carrello davanti alle casse per non fare imbustare in modo da sfruttare la velocita di cassa…. frutta e verdura tutta confezionata…pane nelle ceste del panaio…surgelati nelle scatole…uffici con due e dico due pratiche da svolgere…offerte food e non food con poche referenze…banchi pollame con referenze essenziali…acque in bancali interi senza cheap…10 – 20 chiare variazioni prezzi con solo slim senza locandine in aria…magazzini vuoti perche non esistevano invii di ufficio di un ufficio acquisti sempre piu simile a un reparto di psichiatria…numero di referenze adatto agli spazi esistenti nelle superfici di vendita e di magazzino…misti con 15 tipi di referenza cadauno perche sugli scaffali..ogni prodotto aveva un metro di spazio e si poteva ordinare a blocchi…interi senza battiscopa…gli ordini entro le 17…ecc ecc ecc ecc ecc…..

    C’erano un numero di clienti favoloso….ma anche con tanto lavoro c’era cmq la sensazione di un organizzazione che sebbene no sufficiente come personale riuscisse lo stesso con una certa efficienza a far fronte alla vendita.

    tale efficienza era data dalla velocita con qui il personale riusciva per ogni ora di lavoro a svolgere un numero consistente di operazioni che lo rendeva cosi molto produttivo ed in grado di far fronte alla mole spaventosa di cose da fare.

    oggi all’alba del 2010….pennyambiente!!!
    casse come sportelli bancari, migliaia di pratiche (bollini su schede, gratta e vinci, tessere 10% da dare e ricevere, frutta da pesare, pennycard e moduli da compilare pennycard, tutto fuor che battere spese….banchi della frutta sfusa da pulire sistemare mantenere con buste e guanti e scarti…offerte food e non food gestite da un ufficio psichiatrico attento a guadagnare tre lire per ogni milione di bancali ordinati di carte igeniche dixan e merdate varie impestando sale vendite e magazzini in modo idiota…per il pane ci vuole mezz’ora per piazzarlo sfuso, il surgelato e’ sfuso specie i gelati l’estate ci vuole un part-time per sistemarli con vasche e vaschine cazzute ovunque a togliere spazi importanti, uffici impestati di ogni cazzata di email di conte cervellotiche food non food di tremila fardoni stupidi che prima non c’erano con ottomila operazioni il giorno da fare (ci vorrebbe uno staff del direttore)….la carne e il pollame il pesce arronzati in nemmeno tre metri quadri con ottomila referenze mezze delle quali invendute e buttate via…acque in bancali alti tre metri con bottiglie di formato mongoloide che si spaccano di continuo ed acque in cheap roba da matti…centinaia di variazioni la settimana con cartelli a4 a3 slim di colore verde giallo..li inizi giovedi e li finisci il sabato di metterli…filiali che ora ospitano 500 referenze in piu’ senza aver aumentato di un millimetro gli spazi per ospitarle con conseguente ingombri, casini vari e con misti dove ci sono centotrenta referenze una diversa dall’altra…ci vuole ormai un ora e mezza per finirne uno…magazzino impestato di ognistronzata che il geniale ufficio acquisti fa per avere tre lire in piu’ di margine di profitto sui prodotti, per buttar fuori la roba ci vuole mezzora perche non ti ci muovi…con roba che casca con roba che scade, con roba per far tornare l’inventari che non tornano mai…gli ordini ormai ti devi chiamare nostradamus per poterli fare…aumenta l’efficienza informatica e invece di mandarti il camion il giorno dopo l’ordine tu devi fare l’ordine fra poco una settimana prima (altrimenti si fa lavorare male il ce.di)…. col pennyambiente non si mettono gli interi con muletti elettrici, ci sono i battiscopa davanti agli interi…testate cazzute dell’offerte…e cosi via con altre mille idiozie.

    TORNIAMO COSI AL DISCORSO INIZIALE.
    IL PENNYAMBIENTE TRAFORMA IL TRADIZIONALE HARD-DISCOUNT CON LE SUE SEMPLICITA’ CHE SONO SINONIMO DI PRODUTTIVITA’ IN UN DINOSAURO LENTO IMPRODUTTIVO…DOVE TUTTO IL PERSONALE E LE OPERAZIONI SONO LENTE PROPRIO COME L’ANIMALE PREISTORICO.

    MA QUESTO PROCESSO VERSO IL DINOSAURO E’ AVVENUTO LENTAMENTE RISTRUTTURAZIONE DOPO RISTRUTTURAZIONE.

    L’OBBIETTIVO ERA SOLO MIGLIORARE L’IMMAGINE…NON SALVAGUARDARE LA PRODUTTIVITA’ INTERNA E CASOMAI AUMENTARLA…MA ERA SOLO APPARIRE SEMPRE PIU COME SUPERMERCATO…RALLENTANDO TUTTO IL PERSONALE E FACENDO CADERE L’EFFICIENZA DEL SISTEMA.

    COME MAI ALLORA NON LO NOTIAMO COSI TANTO DAI NUMERI?

    I NUMERI SONO FALSI INFATTI…LE PRODUTTIVITA’ GONFIATE DA STAGISTI CON MESI GRATIS ED USATI PER AUMENTARE LA PRODUTTIVITA’…LE 10 ORE A SETTIMANA CHE VENIVANO RUBATE AI DIRETTORI SONO DIVENTATE 25-30 LA SETTIMANA (100/125 AL MESE)….E NONOSTANTE QUESTE FURBERIE NESSUNO RIESCE A PORTARE ORMAI PIU LA PRODUTTIVITA’ PROGRAMMATA… TANTO CHE HANNO DOVUTO DIMINUIRLA.

    I NEGOZI HANNO L’ARREDO PIU BELLO DELLA FRUTTA, DEI VINI, DEI SURGELATI E LATTICINI E IL PERSONALE E’ IMPRODUTTIVO LENTO SCOGLIONATO…CON DIRETTORI ZOMBI CHE NON VEDONO L’ORA DI ANDARSENE…CON NEGOZI SEMPRE PIU MAL GESTITI E MAGAZZINI SIMILI A DISCARICHE DI RIFIUTI…CON STAGISTI SENZA ALCUNA ESPERIENZA E DI SCARSA UTILITA’ E MEZZI SCEMI PRESI DA PROVINCIE E COMUNI COME LAVORATORI ESTERNI PER AIUTARE IL PERSONALE MA SOPRATUTTO PER MANTENERE UNA PRODUTTIVITA’ CHE NON C’E’ PIU’.

    PRODUTTIVITA’ CHE SE NON FOSSE STATO PER L’EURO CHE HA RADDOPPIATO I PREZZI, PER IL CONTEGGIO DELLE 40 ORE DEI DIRETTORI (AL POSTO DELLE REALI 65 – 70 ORE), PER I GIOCHETTI CON STAGISTI E MEZZI SCEMI PRESI DA ENTI VARI E NON PAGATI…SAREBBE QUELLA REALE CIOE’ MOLTO PIU’ BASSA RISPETTO A QUELLA DICHIARATA….MA MOLTO PIU SIMILE ALL’EFFICIENZA DI ADESSO.

    OGNI VARIAZIONE FATTA…ANDAVA CONFRONTATA CON L’EFFICIENZA…NON SI PUO’ ESSERE UGUALE AD UN SUPERMERCATO E FAR CREDERE DI ESSERE PRODUTTIVI COME UN DISCOUNT….TUTTO SULLA PELLE DI CHI CI LAVORA SOPRATUTTO DEI DIRETTORI GONFIANDO LE EFFETTIVE PRODUTTIVITA’.

    la produttivita’ si misura con l’efficienza…mettere le migliori condizioni possibili al fine di far lavorare con piu profitto ogni addetto e renderlo piu remunerativo e quindi produttivo…il penny ha fatto il contrario riusciva a tenere nel tempo prouttivita’ invariate o superiori diminuendo le capacita’ di produrre di piu’ dei dipendenti con i soliti giochetti di contabilita’ della produttivita’

    la produttivita’ si misura andando nei supermercati a vedere come far fare piu cose in meno tempo migliorandone dove possibile la qualita’…non si misura in termini contabili ma in termini reali…sul campo…porca puttana non si riesce quasi piu’ a fare nemmeno la meta di quello che si faceva una volta!!!! e chi ci sta in negozio???? sempre di piu e sempre i soliti scemi….grazie penny!!!!

  242. yoghi

    RAGAZZI…IO A VOLTE VI LEGGO, MA…CON SINCERITA’..SE E’ VERO TUTTO CIO’, I PROBLEMI, LO STRESS, MA….CAMBIATE LAVORO E SMETTETE DI SCRIVERE QUESTI SFOGHI DA PSICHIATRA..E’ UN PO’ PATETICO. CHIEDO SCUSA, NON VOGLIO OFFENDERE NESSUNO MA E’ CIO’ CHE PENSO.
    SALUTI

  243. jhon penny

    speriamo che sto concorso di me**a finisca presto!!!

    che vengano i direttori regionali ad attaccarsi tutti quei cartelli al soffitto!!!…prima o poi qualcuno si farà del male, denuncierà l’azienda, vincera la causa …e come d’incanto da un giorno all’altro non si dovranno più attaccare i cartelloni!!!

  244. Katia

    Che dire special one,hai detto tutto…sarebbe da far una lettera d questo commento e mandarlo ai vari capi ispettori e direttori vendite…

  245. special one

    Sai cosa mi fa incazzare katia?? che prima hanno distrutto la produttivita’ dei negozi e poi gli ispettori ti dicono che i direttori non sono professionali.

    hanno creato barriere architettoniche in ogni dove…tutto quello che cambiano peggiora la produttivita’ degli operatori allungando i tempi e complicando ogni operazione svolta nel punto vendita….ti riempiono il negozio di stagisti che non sanno fare un cazzo o quasi o di gente con problemi di ogni tipo regalati dal comune senza pagarli una lira e poi si congratulano o si lamentano per la scarsa produttivita’ dei negozi.

    NON HANNO CAPITO CHE SONO LE LORO SCELTE CHE SONO INCOMPATIBILI CON I BUDGET CHE HANNO A DISPOSIZIONE…. E’ INUTILE CREARE AMBIENTI CHE NON POSSONO ESSERE CURATI COL PERSONALE CHE I LORO BUDGET GLI PERMETTE DI AVERE.

    LANCIO UNA SFIDA….BUTTATE IN PRODUTTIVITA’ TUTTE LE ORE “EFFETTIVE” DEI DIRETTORI, TUTTE LE ORE DEGLI STAGISTI, TUTTE LE ORE DEGLI ESTERNI NON PAGATE, TUTTE LE ORE NON TIMBRATE DAI LACCACULI, E VEDRAI CHE ANCHE SOTTO L’ASPETTO CONTABILE VERRA’ FUORI IL CROLLO TOTALE DI EFFICIENZA E PRODUTTIVITA’.

    I NEGOZI SONO ORMAI UNA PATTUMIERA DOVE TUTTI GLI UFFICI SCARICANO LA LORO MERDA …FANNO DI TUTTO E NESSUNO SI PREOCCUPA DELLE CONSEGUENZE CHE DECINE DI SCELTE SBAGLIATE HANNO SULLA GESTIONE DEI PUNTI VENDITA.

    IL PERSONALE E’ HA PEZZI, I DIRETTORI SONO CON LA LINGUA A TERRA……E LORO NON SE NE RENDONO CONTO!!!

    CON TRE LIRE DI BUDGET HANNO CREATO SUPERMERCATI CHE NON POSSONO MANTENERE PERCHE NON HANNO SOLDI PER PAGARE I DIPENDENTI…E RUBANO SULLE ORE DEI DIRETTORI, DEGLI STAGISTI, SI APPOGGIANO A COMUNI E PROVINCIE PER AVERE GENTE CHE LAVORA A COSTO ZERO……

    SE UNO GUADAGNIA 1000 EURO IL MESE, SI COMPRA UNA MATIZ A GPL NON UNA FERRARI SENNO’ VUOL DIRE CHE NON HA CAPITO UN CAZZO!!

    CHI VUOL CAPIRE CAPISCA!!!!

  246. Katia

    Infatti loro vogliono esser un supermercato con i prezzi da discount, io l’ho sempre detto: se sei un supermercatro devi investire più ore, se sei un discount t comporti da tale e i prodotti li lasci nele scatole,nn devono esistere tante penny card e cavolate varie,e soprattutto va bene la pulizia,ma la polvere sopra i tubi te lo scordi che la tolgo!!!Poi appunto se il magazzino e l’ufficio funzionassero a dovere si avrebbe già una perdita d tempo in meno,ma quante volte t chiedono d agggiungere 7-8 bncali xkè il camion nn è pieno,tu vai t sbatti a cercar qualcosa da ordinre e alla fine quando il camion arriva t trovi su la solita linda frizzante ( che almeno t mandassero la piccola che è più facile da vendere) o la maledetta carta igienica???T confesso che mi spaventa il fatto che a febbraio il mio negozio diventerà penny ambiente..

  247. special one

    spaventati katia perche se esteticamete e’ piu bello, da gestire e’ peggio… come ti accorgerai te stessa continuano ad allungarsi i tempi per le operazioni e si complica ulteriormente la gestione…ma non preoccuparti tanto ricordati un giorno dura 24 ore e piu’ di 24 ore il giorno non possono fatti lavorare (okkiolino)…ciao!!!

  248. Katia

    Consolante direi!!!Quello che temevo…pensavo che con penny ambiente abbassassero se non azzerassero proprio la produttività ma mi sbagliavo…sono proprio un’illusa :-) !!!!hanno chiuso un negozio della nostra piattaforma xkè lavorava sempre meno,a detta loro x la gestione dei direttori vari,in realtà xkè l’han messo in ginocchio gli stessi capoccioni,continuando a far le vaccate che conosci bene anche tu. Pian piano faremo tutti la stessa fine?O inizieranno a rendersi conto che stan sbagliando tutto???

  249. special one

    YOGHI MA SE SI SMETTE DI SCRIVERE TE POI COSA LEGGI?

    SIAMO LA TUA RIVISTA PREFERITA!!!!

  250. direttoreesausto

    yoghi questa è la realà penny market. non ci credo? vuol ire che non ne fai parte.beato te.

  251. ex direttore

    Auguri Katia per il tuo penny ambiente!!!!!!!!!!!!!!
    tra poco sulla circolare metteranno che devi andare in bagno prima delle 7 di mattina!!!!!!!!oppure di metterti un pannolino cosi guadagni tempo no!!Un consiglio da un ex direttore:
    Cercati un altro lavoro,la salute costa cara!

  252. ex direttore

    Ah!dimenticavo per i rimborsi ho aspettato piu’di 4 mesi!!!Una cifra abbastanza alta i quali mi avevano detto che avevo tutto pagato e subito,una belle m….a!Tanto grandi,tanto piccoli!

  253. valestella

    ogni mercoledi comunque di bisogna togliere tutti i cartelli della settimana prima e perdere tempo sempre a farli si perde piu tempo a fare quelle cose piuttosto che a tenere ordinato un negozio….che due scatole tanto i prodotti li comprano comunque….e con tutti i cartelli del natale penny pack offerte prenotazioni sembra una fiera…..

  254. Dante

    La produttivita’ si farebbe tranquillamente se al posto di pagare dei manager e degli ispettori che a conti fatti non concludono un cazzo, pagassero qualche dipendente in piu’ e cosi’ facendo mettessero in grado di lavorare la gente che e’ nei negozi.
    Sembra che si scordino che l’incasso dei pv lo fanno grazie al sudore dei dipendenti in negozio, non grazie a qualche ispettore mentecatto, che magari sotto le feste non fa altro che spostare gente dai negozi gia’ decimati da influenze e C. per andare ad aprire altri pv che gia’ in partenza sono senza personale. CHECCAZZO VAI AD APRIRE NEGOZI, SE POI CI DEVI MANDARE GENTE DA 100 O PIU’ KM DI DISTANZA PERCHE’ NON VUOI ASSUMERE ??
    E’ il giochino delle scatole cinesi, che si fa sempre in Italia… prima o poi, come altre catene, Penny fallira’ e la colpa la daranno (come al solito..) alla produttivita’ mancata, al personale che non ne ‘ha voglia’ (mentre qualche A.D. se ne va a far danni da altri, portandosi via gli utili imboscati..) quando invece la colpa e’ solo loro, che stanno a gingillarsi con mille amenicoli, mille cifre, mille conti, quando basterebbe trattare umanamente e gratificare la gente che il suo lavoro lo farebbe anche volentieri.
    E’ ovvio che il personale alla lunga si ‘scogliona’ quando OGNI settimana, vuoi per un motivo vuoi per un altro, invece di 24 o 38 ore, se ne devono fare 40-50, o anche di piu’. Quando una persona firma un contratto PART TIME, ha anche il diritto di trovarsi (se lo ritiene opportuno..) anche un altro lavoro part time… mi spiegate come potrebbe fare un part time del Penny, visto che gli orari vengono variati quotidianamente e sempre aggiungendo ore ??
    Gli va grassa finche’ qualche part time non comincia ad imporsi e magari A PORTARE LE BUSTE PAGA a sindacati od ispettorati, visto che sulle buste paga risultano tutte le ore di straordinario, e quindi anche il monte ore totale, quasi sempre FUORI REGOLA !!!!
    Vorrei solo ricordare che oltre una certa percentuale , lo straordinario non lo si puo’ far fare, specie ai part-time (che fra l’altro, visto il periodo, NON potrebbero neanche lavorare la domenica, visto che il loro orario non lo prevede..)… questi signori lo sanno che cosi’ facendo INFRANGONO LA LEGGE ???
    Uhmmmmm… io penso di si…..ma tanto, siamo in Italia, vero ??

  255. special one

    o valestella ma scrivi i commenti col t9. non si capisce nulla….apparte il concetto che e’ chiaro.

    Il pennyambiente e’ un manicomio alla rovescia….ci sono i residenti del manicomio che sono sani e i gestori del manicomio che sono i pazzi da ricoverare.

    cosa gli ha fatti impazzire??? boh potrei pensare la concorrenza che cresce in un mercato gia’ saturo, oppure la perdita di fatturato…. beh di fronte a questi problemi servono grandi esperti di marketing, grandi esperienze che rivoluzionano la vendita, delle tavole rotonde con resposabili di tutti i settori..penso all’importanza della presenza di un responsabile per ogni centro di distribuzione, ad un rappresentante dei direttori dei punti vendita.

    Qui sono state prese decisioni per aumentare le vendite senza avere chiesto un parere di fattibilita’a chi davvero poi si trova ad attuare queste politiche di vendita…. mi piacerebbe sapere che risposta avrebbero ricevuto dai direttori dei p.v. e dai responsabili dei ce.di. su alcune decisioni incredibili….l’invio di decine di bancali di detersivi e cartaigeniche e come hanno impostato i penny ambiente.

    Avrebbero ricevuto un coro di no per non dire di vaffanculo per quello che riguarda i problemi che solo queste due decisioni hanno procurato sul piano pratico della gestione.

    HO L’IMPRESSIONE CHE CHI PRENDE DECISIONI IN PENNY SIA TALMENTE LONTANO DALLA GESTIONE PRATICA DEI NEGOZI DA NON CAPIRE PIU’ NE I TEMPI, NE LA FATICA, NE IL SENSO PRATICO TANTO CHE OGNI NOVITA’ DIVENTA SOLO UN MACIGNO SEMPRE PIU’ GROSSO DA DOVERE SOPPORTARE PER CHI HA RESPONSABILITA’ DEI P.V. !!

    FAREI FARE UN MESE DA DIRETTORE AL CAPO DEL PERSONALE, HAI DIRETTORI REGIONALI A TUTTI GLI ISPETTORI…E DICO UN MESE SE NO MUOIONO PRIMA E INVECE IO VOGLIO CHE DOPO FACCIANO LE LORO BELLISSIME RIUNIONI CON ALLE SPALLE LA GESTIONE “REALE” DEI P.V. COSI’ COME LI HANNO FATTI DIVENTARE LORO CON LE PRECEDENTI RIUNIONI….. VORREI TANTO SAPERE DOPO UN MESE PASSATO COME LO PASSIAMO NOI DA ANNI COSA NE PENSANO DELLA PRODUTTIVITA’ ORMAI A ZERO (PARLO DELLA REALE PRODUTTIVITA’ NON DI QUELLA CAZZATA TRUFFALDINA CHE HANNO MESSO IN PIEDI LORO SULLE SPALLE DI CHI CI LAVORA), VORREI VEDERE COME FANNO GLI ORARI IN QUESTE CONDIZIONI, VORREI VEDERLI SCARICARE I CAMION CON I MAGAZZINI PIENI DI CARTAIGENICHE E DETERSIVI E PRODOTTI PER LE TESTATE PENNYAMBIENTE ECC ECC, VORREI VEDERLI PASSARE 14, 15 ORE LI DENTRO SENZA MANGIARE COME FANNO TANTI DIRETTORI DA ANNI.

    POI ALLE RIUNIONI SI GUARDA SE I TONI E GLI ARGOMENTI SONO GLI STESSI DI SEMPRE.

  256. jhon penny

    ma quante cavolo di decorazioni,luci e cazzate varie stanno mandando??????????!!!!!!!!?????????…tanto sappiamo tutti la fine che faranno a fine feste.. tutto inventariato e messo in magazzino x il prox anno!!!!!!!!!!..COMPLIMENTI!!! …beh dai almeno sono un paio di settimane che nn mandano detersivi!!!hahahaha!!!!!!!!!!

  257. katia

    Grazie ex direttore!Da qui a marzo a quando rientro avrò modo d prepararmi psicologicamente visto ke sarà già trasformato il negozio..fosse facile trovar lavoro!il fatto è ke il mio lavoro mi piace,è la condizione in cui t fanno lavorare ke nn mi piace x niente!
    riguardo ai rimborsi4mesi sn prassi,è ancora accettabile..ma io parlo di agosto 2008,settembre,novembre e gennaio 2009!e mi sballottano da milano al mio magazzino,tutti t prendono x il culo e nessuno t dice niente,poi xò i soldi x le cazzate come i biglietti offerta dell’avvento li hanno, i concorsi via sms col numero inesistente..lasciam perdere va. Settimana prox deciderò se andar tramite sindacati o avvocati xkè ora ne ho davvero le scatole piene

  258. katia

    appunto valestella lasciam perdere quanto tempo in stronzate t fanno perdere..quei cartelloni di m…a che ogni volta che alzi i controsoffitti x Appenderli te escono ragni topi e altri cadaveri,e mi raccomando,che siano a piombo e coi fili lunghi uguali!Bisogna esser geometri x metter su quella robaccia ke tanto tempo due settimane devi staccare!e al 90% quella roba ancora il magazzino nn te l’ha mandata così t senti pure le mene della gente…tu xò..

  259. jhon penny

    katia ma dove lavori che ti escono topi dal soffitto??!!???!!!hahahaha!!…io lo detto cosa si deve fare x nn attaccare + i cartelloni….uno si deve far male, fare causa all’azinda, vincerla ..e vedrai che da un giorno all’altro non bisognerà + attacare cartelli come x magia!!!!!

  260. katia

    Eh John fino a qualche mese fa li avevam nel magazzino!quindi immagino ke potessero uscire anche dal soffitto!guarda nn servefarsi male apposta,prima o poi capita veramente xkè salire sulle forche del muletto in equilibrio,o anche su un bancale nn è certo una cosa tranquilla..soprattutto se lo fai d fretta e cn l’agitazione d pensar a tutti i bancali da fare..

  261. marco

    Salve io sono un cliente abituale del penny nel comune di Gozzano (novara)e devo dire che con i prezzi mi trovo bene ed è vero che si fa tanta coda alla cassa ma la cosa PEGGIORE è la MALEDUCAZIONE di alcune commesse e anche della direttrice nei confronti come spesso accade di persone anziane…Complimenti per il basso costo dei prezzi ma il personale ….

  262. katia

    Purtroppo marco a volte nn è maleducazione ma la fretta che hai xkè si è messi sotto pressione dal superiore,e siccome si deve star dentro certe tabelle d marcia,ascoltare il cliente diventa difficile.Il vecchietto che viene a raccontarti la sua vita può essere anche carino ma nn c’è il tempo materiale d ascoltarlo..

  263. ranocchia

    per marco …puoi avere ragione…ma prova a stare 12 ore in negozio con tutti i clienti che nn capiscono un ….
    mentre sei presa a fare gli ordini scariare il camion ….nn aggiungo altro!

  264. Nemesi

    Perdonaci Marco. Nessuna delle spiegazioni che hai letto giustifica la maleducazione. Qualcuno di noi è stanco, a qualcuno non piace più il nostro lavoro, qualcuno è esasperato. Proprio come può esserlo chiunque in qualsiasi altro contesto. Tuttavia ripeto che tutto questo non può giustificare l’essere maleducati. Per questo ti chiedo scusa. Buon Natale a tutti i miei colleghi e a tutti i nostri clienti.

  265. katia

    Nemesi bisogna veder cosa si intende x maleducazione.Spesso t danno del maleducato solamente xkè gli fai notare ke vogliono una cosa impossibile,come quando vogliono rimborsi senza scontrino,rompono le confezioni e pretendono d poter comprar solo quello ke han tirato fuori,sbagliano a legger i prezzi ed esigono pagare quello ke han visto loro,anke se era quello delle verze invcece ke dei cappucci. Tu puoi aver tutta l’educazione d sto mondo,ma se sei ferma sulla tua posizione(xkè così impone il regolamento) x loro che in quel momento son dalla aprte del torto sarai sempre la maleducata.

  266. special one

    katia te hai ragione quando dici che ti capitano davanti tutti giorni decine tra clienti rimbambiti, vecchi rincoglioniti, analfabeti, gente che ha due bottiglie di becks come lenti dell’occhiali, gente incazzata nera per mille ragioni…pero’ ti devi adeguare….sei alla vendita e non puoi permetterti per nessuna ragione di essere scortese….il cliente porta i soldi e va coccolato anche quando gli infileresti due diti negli occhi….chi non e’ ben educato e disposto ad assecondare il cliente non ha attitudine a stare alla vendita!!!

  267. katia

    Special infatti,casi veri a parte che sicuramente c sono (e lo so x esperienza)ho voluto sottolineare che succede che t danno del maleducato anche se in realtà nn puoi andar contro regolamento aziendale e glielo stai facendo solamente notare!é successo al mio ragazzo (che lavora alla concorrenza)e t assicuro che lui è la gentilezza in persona,una specie d buddha!eppure questa coppia davanti al direttore voleva farlo passar x maleducato oltre ke x cazzaro xkè si è rifiutato d cambiargli il grana completamente ammuffito cercando s spiegargli gentilmente ma con fermezza che nn poteva far niente(nn era possibile che l’avevan comprato la mattina ed il pomeriggio era ridotto così,o che nn te ne sei accorto che era così) e oltretutto senza scontrino!Alla fine anche l’ispettore si è rifiutato d cambiarlo..xò questi due son andati via dicendo che nn si fa così ecc ecc.. io parlo x casi come questo,poi nel penny d gozzano nn so come sia in reasltà la situazione.

  268. special one

    io parlavo in generale in quel caso che hai detto hai fatto bene….poi katia quando comprano un formaggio con l’involucro trasparente dove si vede l’integrita del prodotto che nel momento che comprano non presenta a vista alcun problema tipo muffa, macchie ecc. nove volte su dieci quando te lo riportano ammuffito lo si deve attribuire alla cattiva conservazione alla quale probabilmente è stato sottoposto dal cliente…cmq senza scontrino io non ritiro mai nulla nemmeno se è sano come un pesce….manca la prova di acquisto che tale prodotto sia uscito effettivamente nel mio punto vendita.

  269. katia

    appunto..quella del formaggio quando me l’ha detta il mio ragazzo quasi nn c credevo,eppure c sn anke questi elementi..fosse anke vero ke era già ammuffito,ma tu quAndo lo compravi dove guardavi?tornando al discorso dell’educazione sì,bisogna averne tanta,xò t assicuro ke ho visto ispettori predicar la gentilezza e poi loro ai clienti che chiedevano informazioni manco rispondevano..ai corsi ke fanno insegnano questo?pensavo dovessero maltrattar solamente noi dipendeni! :-p

  270. ex direttore

    Chi mi sa dire qualche notizia su i discount Prix?Conoscete qualcuno che ci lavora o che ha lavorato?Grazie e auguri a tutti

    1. anonimo

      Ciao a tutti.
      La Prix e’ una azienda che e’ molto attenta nel rispettare il CCNL e le norme di sicurezza.Le ore rientrano nel contratto e gli straordinari rientrano nei limiti, vengono pagati o fatti recuperare. Per il resto utilizzano le solite tecniche per tenere sotto pressione i direttori e farli sentire inadeguati. Non viene riconosciuto alcun tipo di professionalita’, i collaboratori fanno quello gli pare sapendo che tanto ne risponde il direttore, e spesso fanno apposta a sbagliare per metterlo in difficolta’ .
      Si sparlano tutti alle spalle e poi li vedi ridere e scherzare ( affidabilita’ zero).I direttori durano pochi anni e piu’ di qualcuno se n’e’andato con strascichi legali. Cercano di addestrarti come cani e se vedono che non ti adegui, per quanto capace tu sia, trovano qualsiasi pretesto per inviarti una lettera di richiamo. Sono in una botte di ferro, perche’ il tutto viaggia su pressioni psicologiche subliminali.Ed il piu’ del lavoro in tal senso lo fanno i sottoposti, persone dal basso profilo culturale, che vengono a sfogare le frustrazioni al lavoro.Lasciate ogni speranza o voi che entrate. Mi stupisco di non avere ancora incontrato articoli su questa azienda.

  271. katia

    no mi spiace..qui il più vicino è a40km..

  272. NEX

    RAGAZZI, sono arrivate le nuove prod nella zona di Arborio…….se pensavamo di avere la scopa nel didietro prima, adesso ci siamo accorti che ci deve stare anche la lavasciuga…………
    Io non la firmo , anzi la voglio firmata da loro, che si assumino le loro responsabilita’.
    quando saremo davanti a un giudice voglio un foglio con la loro firma , non un pezzo di carta straccia firmato solo da me.
    questo e’quello che vi invito a fare , facciamo come ci hanno insegnato loro , per prima cosa pariamoci il c…o

  273. katia

    Nex nn ho capito,cosa vogliono farci firmare?

  274. PONY

    Queste produttività sono davvero ridicole.
    Pensare che stare murati vivi in negozio per raggiungere un risultato numerico è dovuto all’azienda, ma che alla gestione reale vengono a mancare tante accortezze.

    Negozi con poco personale, poca conversazione con il cliente, poco servizio, specialmente alle casse.

    Della serie voglio guadagnare tanto senza spendere nulla.

    Tutto cio’ sta diventando indecoroso.

    Ho dei colleghi che stanno tutto il giorno in negozio perchè l’ispettore fa pressione sulle poche ore.

    Io faccio uguale, ma raggiungo il risultato numerico e prendo parti su parti perchè il negozio non è come deve essere:

    Allineato, scartonato, senza buchi sugli scaffali, pulito e bello pieno.

    Ma vi volevo domandare una cosa a voi che scrivete:

    Ma che si deve fare per avere un po’ di dignità?
    Qualcuno ha un idea di come si possa vivere la gestione di un punto vendita senza arrivare a casa stroncati, e delusi.

    Forse io sono un direttore poco bravo?

    Sono esausto, non riesco più a far nulla di buono.

    Se faccio poche ore il negozio cede.

    Se ne faccio troppe il negozio si presenta bene ma l’ispettore si arrabbia.

    Quali sono le ore giuste da fare?

    Per non parlare dei cartelli al soffitto, e varie cose.

    L’ispettore mi dice che a fare le cose ci vogliono 5 minuti.

    Per esempio mettere cartelli, o pulire sotto i tavoli.

    IO HO CONTATO 60 COSE DA FARE TUTTI I GIORNI ESCLUSO ORDINI E SCARICO MERCE E RIFORNIMENTO.

    MA A ME 5 MINUTI PER 60 FA 300 MINUTI, 5 BELLE ORE, QUINDI UN TURNO DI UNA CASSIERA.

    14 ORE DI NEGOZIO APERTO MENO 5 FA 9, DI CUI 7 PER RIFORNIRE, 1 PER ORDINI E TRASMISSIONI, 1 PER PULIRE.

    E TUTTO IL RESTO?

    Bho forse sono io che non sono abbastanza bravo.

    Ma voi come fate?

    Credo di volere smettere di fare il direttore, e tornare assistente facendo 38 ore e ciao.

    Sono veramente scoraggiato.

    Che il 2010 porti la rivoluzione in penny.

    Buon anno a tutti, cari colleghi.

  275. special one

    FARE RICHIESTA CHE TUTTE LE ORE DEL DIRETTORE SIANO PAGATE….ANCHE SE SONO 80 LA SETTIMANA….IL PENSIERO DELLA PENNYMARKET DI DOVERE PAGARE 80 ORE AL PRIMO LIVELLO ANZICHE’ RUBARLE LA META’ COME FA’ ADESSO FARA AUMENTARE IL NUMERO DI ORE DEL PERSONALE CHE COSTA POCO AL 4 O 5 LIVELLO PREFERENDOLO ALLE ORE IN PIU DEL DIRETTORE AL 1 LIVELLO.
    QUESTO PORTERA’ ALLA CADUTA LIBERA DELLE ORE DEL DIRETTORE..ALLA CADUTA LIBERA DELLA PRODUTTIVITA’ CHE FINALMENTE SARA’ QUELLA REALE E NON QUELLA TRUFFA CHE E’ IN PIEDI DA 15 ANNI IN PENNY…SULLE SPALLE DI VERI SCHIAVIZZATI E MALTRATTATI DIRETTORI!!!! QUESTO SI OTTIENE CON AZIONI COLLETTIVE CON APPOGGIO DI SINDACATI, ISPETTORATI DI LAVORO….PERCHE LE ORE DEL DIRETTORE OLTRE IL PRESTABILITO DAL CONTRATTO SONO ORE IN NERO E PERTANTO DEVONO ESSERE DENUNCIATE ALL’ISPETTORATO!!!LA PRODUTTIVITA IN PENNY MISURA SOLO IL COSTO IN NUMERO DI ORE…..TUTTE LE ORE DEL DIRETTORE NON RISULTANO PERCHE NON LE PAGA L’AZIENDA…SONO ORE IN NERO, SONO DECINE DI MIGLIAIA DI ORE L’ANNO….UNO SCANDALO!!!

    POI USCIAMO ALLO SCOPERTO ….O FRA LE DIRETTIVE AZIENDALI VIENE STABILITO IL DIVIETO ASSOLUTO DI FARE DETERMINATE ORE
    CHE NON SONO STABILITE DAL CONTRATTO….O PRIMA O POI SUCCEDERA’ DA QUALCHE PARTE UN CASINO TALE CHE L’AZIENDA SARA CMQ COSTRETTA AD ACCETTARE QUESTA COSA RIMETTENDOCI PIU’ DI QUELLO CHE POTREBBE SE LO RICERCASSE CON LE BUONE MANIERE!!!

    CI SONO DIRETTORI HE ENTRANO ALLE 4.30 LE 5 DEL MATTINO E CI ESCONO ALLE 21 PERCHE NON HANNO ORE IN ORARIO PER FARE L COSE IN NEGOZIO….ATTENZIONE PRIMA O POI SARANNO CAZZI AMARI, NON VENIAMOCI POI A DIRE DA PARTE DELL’AZIENDA CHE NON SE NE ERA A CONOSCENZA…LE DECINE DI COMMENTI IN ULTIMO QUELLO DI PONY CE LO TESTIMONIANO CHIARAMENTE!!!

  276. special one

    Abbiamo chiaccherato tanto sulla situazione dei direttori…ora basta con la colpa e’ di questo o di quello o dell’azienda o di quello che non si sa organizzare, del magazzino che non manda i camion in orario, di organizzazione d concorsi e offerte allucinanti…..apriamo il 2010 positivamente con qualche proposta seria…io faccio la mia….vi espongo un idea che mi piacerebbe fosse criticata, discussa, migliorata e magari alla fine esposta all’azienda.
    l’idea e’ questa.

    1)UN ORARIO STABILITO E TASSATIVO (IMPOSTO DALL’AZIENDA STESSA CON DIVIETO ASSOLUTO DI SUPERARE TALE LIMITE) DI 50 ORE PER TUTTI I PRIMI LIVELLI FORFETTIZZATI.

    2)8 ORE TUTTI I GIORNI E 10 ORE IL SABATO…GIORNO PARTICOLARE!

    3)ORARI DEL DIRETTORE . SE APRE NEGOZIO 06.00/10.00 PER LA MATTINA E 14.00/18.00 PER IL POMERIGGIO. SE CHIUDE IL NEGOZIO 10.00/14.00 PER LA MATTINA E 16.30/20.30 PER IL POMERIGGIO.
    IL SABATO I TURNI SARANNO ALTERNATI CON CHIUSURA E APERTURA ALLUNGANDO I TURNI CITATI DI 2 ORE.

    4)FORMAZIONE DI UN 3ZA E 4RTA PERSONA AL FINE DI AFFIANCARE L’ASSISTENTE NEL COPRIRE LE MANSIONI LASCIATE DAL DIRETTORE NELLE ORE IN CUI NON SARA’ PRESENTE NEL P.V.

    5) CAPACITA’ DI COPRIRE IL DIRETTORE IN MALATTIA O IN PERMESSO SENZA INCIDERE SUL PREMIO E SOPRATUTTO SENZA CHE IL P.V. NE RISENTA A LIVELLO ORGANIZZATIVO E DI IMMAGINE.

    6)LA GIORNATA DI DOMENICA POTRA’ ESSERE RECUPERATA COME GIORNO DI RIPOSO DURANTE LA SETTIMANA CON POSSIBILITA’ DI SCEGLIERE COME GIORNO DI RIPOSO UN GIORNO DA LUNEDI A VENERDI.

    7) RIORGANIZZAZIONE DELLE ORE DEL PUNTO VENDITA IN BASE ALLE ESIGENZE DEL PUNTO VENDITA….ARRIVO CAMION, MOVIMENTAZIONE MERCE, VOLUME VENDITA E NECESSITA’ DI CASSA.

    8) RENDERE CON 4 PERSONE RESPONSABILI SOSTITUIBILE PER ORARIO E CAPACITA’ PROFESSIONALI LA FIGURA DEL DIRETTORE OGGI TROPPO IMPORTANTE PER LA MOLE DI LAVORO CHE SVOLGE ALL’INTERNO DEL P.V. ….RENDERE MENO PERSONALISTICA LA VITA DEL P.V. …I NEGOZI DEVONO ANDARE AVANTI SENZA SUBIRE E FAR SUBIRE LA MANCANZA PER MALATTIA, NECESSITA’, INFORTUNIO DEL DIRETTORE.

    Sono 8 semplici punti che regolano la vita di un responsabile di punto vendita, che da una certezza di orario a chi prende uno stipendio legato a un preciso numero di ore, che non uccide moralmente chi si prende delle responsabilita’ stando per mesi, anni ad aprire alle 6 i negozi tornando a casa alle 21 la sera.

    Sono 8 punti che danno dignita’ al ruolo di direttore….che lo fanno tornare un ruolo appetibile, un ruolo che non sara’ abbandonato dopo un tot. di tempo da chi lo ricopre, un ruolo che sara’ cosi ricoperto da persone con esperienza perche’ nessuno sara’ costretto a lasciarlo per le incivili condizioni nelle quali si trova quotidianamente il responsabile dei punti vendita.

    Consegna la consapevolezza al direttore che in determinate ore della giornata potra’ liberarsi sicuramente daglI impegni di lavoro e avere del tempo per le cose private.

    Finalmente il direttore tornera’ ad essere una figura di responsabilita’ ma anche un dipendente di un azienda e non una figura che assomilia a un commerciante tipo un giornalaio o tabaccaio che sta murato vivo dalla mattina alla sera in negozio con la differenza che il tabaccaio e il giornalaio guadagnano in proprio e si gestiscono come gli pare le cose mentre il direttore prende partaccie dalla mattina alla sera non sempre per colpa sua e guadagna una miseria rispetto alle ore che svolge in p.v. specie quando gli viene negato il premio.

    RAGAZZI APRIAMO UN DIBATTITO SU UNA PROPOSTA PRECISA…DIAMO UN SENSO A QUANTO SCRITTO FINORA…..SALUTI A TUTTI E BUON 2010 !!!!!

  277. katia

    son delle bellissime idee e condivido tutto perchè comunque un margine d ore straordinarie ci sono..ma come facciamo ad attuarla?

  278. mett155

    Raga, ho un colloquio giovedì… e meno male che ho scovato questo forum… un lavoro mi serve, ho fatto 200 domande e questa è la prima risposta… vorrei sapere una cosa: tutta sta marea di malcontento e tirannia da parte della ditta,

  279. mett155

    QUANTO è RETRIBUITA??!! quanto prenderei??

  280. katia

    dipende dal livello,cmq diciamo dai750 euro part time in su,max 1500 premi produzione esclusi (che se li vuoi prender devi praticamente vivere in negozio)

  281. valestella

    ciao a tutti!!!!!!quando pensano di rimborsarmi una giornata di trasferimento di febbraio 2009????menomale che lo ricordo spesso all’ispettore ma nn ho ancora visto nulla….devo ripresentare il modulo di rimbrose spese????non so cosa fare…ma lo scatto di anzianità che cosè?????e il passaggio di livello dopo due anni di lavoro????ciao

  282. katia

    ah ah se t va bene c metti meno di me,cioè un anno e mezzo senza scherzare!Prova ripresenta e ricorda..
    dello scatto d anzianità e del passaggio d livello sto tenendo controllato xkè dovrei averlo in questo periodo,dovrebbe esser automatico ma qui nn si sa mai niente d certo

  283. Zeus2000

    Ciao a tutti.
    Mi piacerebbe commentare la proposta di special one.

    Innanzitutto 8 ore tutti i giorni e 10 ore sabato, non va bene.
    Un 1 livello deve avere due mezze giornate libere o un giorno intero di riposo.

    Il nostro contratto parla chiaro.

    Ma siccome è difficile poter fare 40 con il negozio decente, siamo forfettizzati.

    L’azienda tutti i giorni dovrebbe ringraziare i direttori che fanno più di 8 ore invece di caziare.

    Speciale one, credo che la tua proposta l’azienda non accetterebbe.

    Ma la chiave è togliere il forfet.

    Che ci paghino ad ore come il 3 livello, cosicchè sarà l’ispettore a chiederti di non stare murato vivo in negozio.

    Ma le cose rimmarranno sempre così, poichè ci sono i coglioni come noi che alla fine facciamo l’interesse dell’azienda.

    E’ comunque buona la tua idea special one, ma credo che al momento di attuarla tutti si tireranno indietro.

    Buon anno a tutti.

  284. katia

    wow ora ho capito xkè continuano a tagliar ore nei PV..perchè devono pagar chi mette il sudoku ogni settimana sul sito ufficiale del penny..

  285. special one

    Zeus tu sei sicuro di avere mai fatto due mezze giornate in pennymarket? lo dico perchè quando un direttore fa mezza giornata significa che fa 4 ore per due volte la settimana e non 8 o 9 ore di seguito come sicuramente farai anche tu…. sono infatti sicuro che anche te quando fai le tue cosidette mezze giornate le fai con questi due tipi di orario…06.00/14.00 o anche 15.00 oppure 13.00/21.00 mezzora piu o mezzora meno.
    queste mezze giornate cosi come le intendono i nostri dirigenti sono mezze giornate se un giornata intera di lavoro fosse intesa di 16 ore…chiaro il concetto no!!!
    Quindi zeus tu in realta’ le tue mezze giornate sono giornate intere di lavoro e in quanto tali puoi anche giustamente richiedere che in un orario di 50 ore ti possono venire accordati anche due turni di 8 otto ore di seguito.

    La tua proposta quindi dei due turni prolungati puo’ essere ben inserita in un orario di 50 ore stabilito dall’azienda.

    Quanto a farti pagare l’eccedenza delle ore non mi trovi d’accordo perchè il direttore ha famiglia, ha una vita privata, ha necessita’ e scadenze a cui adempiere, ha sopratutto la necessità di riposare e ricostituirsi, ha la necessita’ di sapere quale siano i suoi orari di lavoro per organizzare la sua vita privata.

  286. Zeus2000

    Special one è tutto vero quello che dici.
    Ma………
    Io non ho detto che faccio mezze giornate, ma ho detto che si dovrebbero fare di contratto, oppure un riposo.

    Lo so benissimo che nessuno ci riesce, tranne qualche direttore, che magari ha un negozio che lo permette.

    Il 99% dei direttori fa dalle 60 alle 70 ore settimanali, forse anche tu.

    Ma se vogliamo equilibrare tutto, dovrebbe essere presente nell’organico del punto vendita figure tipo:

    Direttore
    Assistente
    Full-time Cassiere/Scaffalista
    Part-time cassiere.

    Se le ore che fai te le pagano tutte, se ne fai 70 arrivi a guadagnare anche 4000 euro al 1° livello.

    Ma siccome gli straordinari secondo il CCNL devono essere non più di un tot (credo 10 ore), faresti comunque 50 ore alla settimana.

    L’azienda dovrà provvedere a inserire nell’organico del tuo negozio un full time che ti copre quando non ci sei.

    Per esempio due assistenti.

    Ma non assistenti che stanno in cassa da soli in negozio per limare le ore e mentre passano le spese mettono un collo di drogheria tra un cliente e l’altro.

    I cassieri che ci vogliono e due full-time 3° livello.

    Aumenterebbero considerevolmente i costi gestionali da parte dell’azienda, ma i negozi sarebbero ben tenuti e il direttore farebbe il suo sano orario che gli permette di stare anche con la sua famiglia.

    L’azienda nostra preferisce la disponibilità alla bravura, infatti abbiamo 4° livelli che aprono e chiudono in assenza del direttore in vari punti vendita.

    La chiave è il forfet, le ore che fa il direttore in più sono un part-time.

    Se l’azienda non pagasse i premi, ma pagasse solo 10 ore di straordinario al direttore, lo stipendio sarebbe comunque buono e la gestione più serena dato che non ci sarà più nessuno murato vivo in negozio.

    Se l’azienda ti trova a bere un acqua da mezzo litro e non hai fatto lo scontrino, non ci pensa due volte a fare un provvedimento.

    Perchè tu devi lavorare senza essere pagato?

    Perchè quando sei solo in negozio (PURE IO CI STO) non chiami l’ispettorato di lavoro e gli dici che sei solo?

    Te lo dico io perchè:

    Noi alla fine ci si lamenta e basta.

    L’azienda è buona e puntuale pagatrice dello stipendio, ma la salute che perdiamo a stare troppo in negozio non ritorna.

    Chiediamo di farci pagare senza il forfet.
    Poi gli ispettori non limano più le ore dei cassieri, ma le nostre.

    Tutti con me, paga a ore senza premio, e se ne faccio 40 e basta sono più libero di stare con la mia famiglia.

    Il problema è solo che non si può gestire un negozio con 50 ore di presenza.
    Ma siamo di ciccia, non d’acciaio.

    L’ultima precisazione.

    Gli ispettori hanno macchina aziendale e buoni pasto oppure rimborsi pranzi.

    Questi soldi da dove li ammortizza l’azienda?

    Alcuni direttori fanno 50 km per arrivare in negozio.

    Per non parlare dei cassieri che fanno 3 ore al giorno in 6 negozi diversi, e che sanno l’orario sabato alle 20.(Anche loro son messi malino)

    Riflettiamo.

    P.S.

    Ho saputo che in alcuni negozi hanno fornito le scarpe antinfortunistica, ne sapete nulla ????

    Dai Special one, entriamo in sintonia.
    Abbiamo idee simili.

    Ciao a tutti, anche ai cassieri, anche voi siete in pista con noi.

  287. special one

    ma io sono d’accordo con te zeus non e’ che non lo sono….anzi nella mia idea mi hai ricordato anche di inserire due turni prolungati…quindi siamo in sintonia.

    Senza enrare nei tecnicismi dei contratti di lavoro come il nostro….io zeus vorrei che tu come tutti i direttori del penny abbiano degli orari stabiliti…con un numero preciso di ore….diciamo 50 poi se per esempio per tu o altri e’ meglio 52 o 48 per me va bene lo stesso.

    Vedi zeus l’azienda nel tempo è migliorata, ha fatto tantissime cose per sistemare e levigare i problemi al suo interno…ha imposto limiti e divieti di ogni tipo…pensa ad esempio i limiti per le differenze inventariali, il nuovo dstore le chiavi alle casse e mille regole.

    non ha mai e dico mai imposto un limite alle ore che un responsabile deve fare x svolgere sopratutto nelle regole contrattuali il suo lavoro.

    zeus non pensare a quali problemi di produttivita’ puoi provocare a ridurre il tuo orario a 50 ore settimanali…l’azienda non si e’ mai preoccupata di quando tu ne hai fatte 70 0 75 di ore settimanali perche non ti dava un sufficiente numero di ore di personale.

    io chiedo all’azienda che si faccia garante che qualsiasi siano i problemi, le singolarita’, i contrattempi, ai direttori venga proibito di fare piu’ di quel totale di ore ( nella mia idea 50 per esempio).

    zeus tu sai bene quanto me che fino ad ora tutto è stato fatto sulle spalle dei direttori ….si deve capire una volta per tutte che adesso sul direttore non si puo’ più contare e quindi qualsiasi siano i guasti o l’inconvenienti l’azienda dovra mettere a disposizione le ore del personale che servono per risolverli e smetterla una volta per tutte di pensare che tanto c’e’ il direttore che all’occorrenza ci fa mezzanotte o non mangia o viene a lavorare anche la domenica a negozio chiuso…..basta.

    i negozi non sono proprieta’ dei direttori…i direttori sono dipendenti e come tali avendo una busta paga forfettizzata devono avere anche un numero preciso di ore da svolgere.

    chiediamo questo se sei d’accordo zeus…poi il resto lo deve organizzare l’azienda….non siamo pagati per fare i manager ma per fare un numero preciso di ore quello si.

    ciao zeus.

  288. Spartano

    Un saluto a SPECIAL ONE

  289. valestella

    anche il penny è arrivato ad avere come agevolazioni la tessera dipendenti ,menomale

  290. Spartano

    Hahahahahhaa!!!!!!! che enorme c….a la tessera dipendenti…hanno messo il 5% di sconto….ma vergognateviiiiiii, io continuo ad usare l’altra…alla faccia della penny………. CIAOOOOOOOOOOOOOOOOOO

  291. jhon penny

    col 5% di sconto tempo 400-500 anni sarò riccooooo…alla facciazzzzzza vostra!!!!hahahaha!!!!

  292. valestella

    e quale sarebbe l altra tessera????

  293. katia

    quella x i clienti presumo..spartano tranquillo che n sei l’unico!

  294. io

    salve colleghi, volevo dare la mia solidarietà ai direttori dei penny pur non eendo un dipendente penny ma dell’altro gruppo a voi rivale LIDL anche noi sopportavamo la stessa cosa fino ad un anno fà più o meno, ma ora no, arrivo a fare 42-45 ore al massimo a settimana e nessuno mi costringe a farne in più ma siamo stati noi tutti a voler che cio’ accadesse e neanche iscrivendoci al sindacato ma facendolo punto e basta, quindi cari colleghi visto che cmq siamo nella stessa barca incominciate a vedere la cosa dal vostro punto di vista ed allo stesso tempo a cambiare voi non potranno dirvi nulla perchè il vostro contratto come il mio è di 38 ore e niente in piu’
    fatevi forza e date una sterzata al vostro modo di vivere vi dico che me ne ero quasi dimenticato che cosa significasse avere un giorno libero o mezza giornata libera fatelo e non tornerete indietro saluti

  295. katia

    @ Io: da come posso vedere (visto che il mio ragazzo lavora in lidl) voi siete più tutelati di noi,ora addirittura vi pagheranno pure i minuti di straordinari..hai ragione,l’unione fa la forza, ma deve esserci anche qualcuno dall’altra parte disposto a cogliere..

  296. io

    ciao katia no mi dispiace l’informazione che hai e’ sbagliat lo straordinario non ce lo pagano mai pagato e non ctredo che ce lo pagheranno mai
    ma vivere meglio deve essere una nostra richiesta, e un nostro diritto ecco perche’ vi dico provateci provate a fare le vostre ore e non dico 38 ma anche 42-45 vanno bene rispetto le 70-80 che facevamo prima o che fate ancora, non vi potranno dire nulla. Da quello che sto leggendo qui in queste pagine mi ha fatto capire molte cose ma sopratutto che nse ci facciamo tante ore in filiale la colpa e nostra io ne facevo anche 80 ore a settimana ma ora non piu’ ora al massimo ne faccio 45 e vi posso dire che la vita cambia e non tornerete indietro tanti auguri per il vostro futuro e ricordate siete voi a non passare il tesserino loro non ve lo possono ne chiedere ne costringere di fare a presto

  297. Simone

    Ciao a tutti, ho iniziato a lavorare al Penny nel 1996 in quei tempi i negozi erano 5 e come Voi ho lavorato sodo sino al tanto sperato primo livello. Dopo aver contribuito all’organizzazione e d alla formazione del personale delle varie catene discount assorbite come TIP ho deciso di abbandonare nonostante la proposta di diventare ispettore a beve. La strategia aziendale per la gestione del personale vedo che e’ sempre la stessa “sfruttare il dipendente all’osso”. Quel tipo di lavoro lo si puo’ fare solo per un periodo , ecco perche’ consiglio di conservare testimonianze del lavoro non retribuito e al momento giusto incaricare un buon avvocato e togliersi delle belle soddifazioni. Vi posso assicurare che con mè hanno dovuto calare le braghe e che goduria !!!! Ciao e tenete duro !

  298. katia

    guarda io t dico xkè l’ho letto sul giornale che mandano ai dipendenti,dicevano che partiva da aprile poi tra un po’ t saprò dire se è vero!
    speriamo che tanti direttori riescano a fare questo,io dal canto mio non ho mai fatto ore non pagate nè ho intenzione di farne,non è giusto visto anche il fatto che malattia ho fatto poco e niente in tre anni e la pausa non me la faccio quasi mai pur d riuscire a finire i miei compiti..
    si sa comunque che la lidl è più avanti rispetto agli altri discount,quindi immagino che nel giro di 5 anni ci arriveremo anche al penny!!!

  299. blimunda

    Ciao a tutti,
    recentemente ho fatto un colloquio per una posizione di rilievo per la Penny Market.
    L’impressione è stata quella di parlare con persone poco professionali. Leggendo i Vostri post… sto maturando ancor di più la mìa convinzione di non aver fiutato male.
    Ho esperienze in altre aziende concorrenti di mercato, ma in nessuna ho mai sentito tali cose…
    Da lavoratore orgoglioso quale mi sento di essere, Vi auguro che le possano cambiare, ma il mio istinto mi dice che anche in questo caso purtroppo ci sto prendendo…

  300. katia

    blimunda hai accettato?

  301. blimunda

    Per il momento no!

  302. tesi75

    Volevo rispondere a Giampy,direttore in Toscana di un punto vendita Penny Market.Mi chiamo Alessio,ho perso il lavoro ad ottobre2009 dopo 11 anni come responsabile magazzino,ed adesso stò cercando in altri settori,ti chiedo se possiamo metterci in contatto perchè ho sempre desiderato lavorare in un supermercato,e voi sò di certo che siete molto all’avanguardia….insomma mi aiuti per entrare al Penny Market di Pistoia?.Grazie mille ti aspetto.

  303. katia

    beh blimunda se non hai altra scelta potresti provare,chissà magari che non si riesca a far cambiar ottica ai dirigenti!

  304. Dante

    @Katia: le cose al Lidl ADESSO vanno forse meglio, ma dopo che direttori e vice hanno fatto casino in tutta Europa. Dopo aver smosso mari e monti forse adesso sono riusciti ad avere salvaguardati i loro diritti, pero’ appunto il punto e’ quello: PRIMA ci si deve dar da fare a farsi sentire, POI si riesce ad ottenere qualcosa… invece se alla fine ci si fanno le ore, non ce le si timbra, si sta li in negozio anche piu’ del necessario, quella non e’ la strada per far si che le cose vadano come devono andare.
    Anche i forfettizzati hanno un limite ore, ma gli ispettori non ve lo dicono di certo .. non esiste che uno lavori 60-70 o peggio 80 ore la settimana.. non c’e’ contratto che legalmente lo preveda ! NON ESISTE !!
    Pero’ se lo si continua a fare, loro certamente se ne approfittano..

  305. Dante

    PS: le scarpe antiinfortunistica SONO OBBLIGATORIE per legge !! Se non ve le danno PRETENDETELE, perche’ poi se vi fate male, loro certamente il giorno dopo le mandano in negozio e saltera’ fuori che siete stati voi che non le avete indossate !! Sveglia ragazzi, oggi anche col web, i modi per informarsi sui propri diritti esistono, se pero’ siamo noi i primi che non ci interessiamo, poi non possiamo dare la colpa ai furbi che se ne approfittano sempre…

  306. katia

    hai ragionissima dante,spero che nel giro d breve tempo c si possa organizzar bene tra noi e veder i nostri diritti rispettati.le scarpe antinfortunistiche infatti ce le han promesse in questi giorni,vediamo quanto ci mettono ad arrivare ora!!!
    c’è da dire xò che lidl ha molti più dipendenti di penny quindi ha anche più forza il lavoratgore.se scioperano 20mila dipendenti nn sarà mai come 3mila..

  307. Dante

    Vedi Katia, il numero di dipendenti che giustamente chiedono di veder rispettati i loro diritti e’ cmq proporzionale al numero totale di dipendenti: se Penny ha (questo non lo so io, riporto quel che dicevi tu..) 3000 dipendenti, e TUTTI questi 3000 chiedessero a gran voce di veder finalmente rispettate le condizioni di lavoro, sarebbe l’equivalente di vederne 20000 presso altra azienda (3000 su 3000 sarebbero il 100%..) : il problema invece, come poi quasi dappertutto, e’ che , dopo le frigne e le lamentele, giuste per carita’, di 3000 in totale, metti che siano 2500 quelli scontenti, alla fine quelli che cercheranno di ottenere condizioni migliori saranno sempre i soliti 4 gatti !!
    E tutti gli altri? “mah pero’ sai cioe’…” , come al solito, si vorrebbe ottenere qualcosa , pero’ mandando avanti gli altri, e’ per quello che in Italia le cose vanno male, perche’ siamo (mi ci metto anche io..) ormai abituati a fare lo scaricabarile: tocca sempre “agli altri”, noi abbiamo sempre tutte le ragioni del mondo, ma quando e’ ora di farle valere … chissa’ perche’ ci si nasconde.
    So che il lavoro serve a tutti , so che protestare molte volte ci mette in cattiva luce, pero’ non si puo’ neanche star sempre li a subire, oltretutto condizioni di lavoro che in molti casi non sono proprio regolari (straordinari dei part time oltre i limite di ore previsto dalla legge, turni di chiusura-apertura senza il rispetto del nastro orario, e via dicendo,per non parlare poi del rimanere SOLI in negozio, che proprio non ci sta…).
    Bisogna darsi una svegliata, ma vera, e cominciare a dire “ciccia” quando ci vengono richieste prestazioni lavorative oltre le nostre mansioni ed oltre i limiti di orario, tempo, o luogo previsti dai contratti !! E bisogna farlo avvalendosi anche se proprio servisse, della possibilita’ di chiamare ispettorato del lavoro e sindacato (quando ce ne sia necessita’ )!! Non solo una volta al secolo, OGNI volta che c’e’ qualcosa che non va.. va’ che a lungo andare le magagne verrebbero a galla.

  308. katia

    eh lo so,si parla ma poi metà han paura,gli va bene così…so bene.comunque sia mi darai ragione che proporzionale o meno se si ferma una multinazionale che fattura milioni di milioni di euro è una cosa,se se ne ferma un ramo di una che ha altri rami che van avanti e che fattura la metà della metà della metà è n’altra…
    poi quello che odio è che bisogna x forza parlar attraverso sindacati xkè parlar con loro è come un muro di gomma,e poi quelli come me che han troppi scrupoli li fan sentire in colpa se non sei flessibile di orari,se non fai venti ore di straordinario..perchè prima di colpir loro metti nella m***a prima di tutto i tuoi stessi colleghi.credimi se su tante cose son passata sopra è stato prima di tutto per quello.credo comunque seriamente che si stia smuovendo qualcosa perchè un po’ da tutti i negozi si può vedere che si è arrivati al limite..

  309. stella

    Salve lavoro in 1 penny market e volevo sapere (da chi ha più esperienza di me)se per voi è normale annullarmi le ferie a 3 giorni di distanza dalla mia settimana,con biglietto aereo non rimborsabile….lo possono fare????chi mi risponde?

  310. katia

    ciao non possono farlo ma loro ci tentano sempre..a me l’avevan detto ma io sn partita ugualmente,900 euro di viaggio nn li bittavo via x loro!tanto sei nella ragione tu..a mno che nn voglian darti loro i soldi del biglietto..se nn si dice un po’ d no è finita,come quando voglion farti far ore a newro,far salire sul muletto x appender i cartelloni..che le faccian gli ispettori ste cose che tanto prendono quattro volte la nostra paga!

  311. kibry

    x stella ma vai in ferie e mandali a ……………….. e dai ma e possibile che ci trattino come burattini… ma siamo persone con dei diritti… non ci possono trattare cosi…….. vi dovete ribellare… e un’altra cosa ….a tutte le persone che regalano ore ….. avete rotto… ma credete che alla fine vi diano una medaglia…. no ………..no …niente medaglia……. solo calci……e niente straordinari perche ci siete voi che lavorate gratis…… ………

  312. katia

    giusto kibry,e anzi a chi fa le ore tutte timbrate poi rompono le palle con la produttività xkè gli sembra impossibile che abbiam bisogno d più ore x tener il negozio a posto!!!

  313. COGLIONCELLA

    ciao a voi tutti colleghi io vivo una situazione orribile ,ero stra considerata e ben voluta fino a quando la mia schiena si è distrutta ,da quel giorno sono diventata un peso,detto da loro . ORA MI RIPRESENTO CIAO SONO LA PULICESSI E PULIPARCHEGGI E LA TRASFERITA E LA LADRA E LA MELMA DEL PENNI……TUTTO QUESTO DETTO E SENTITO DA QUEI TRE IMBECILLI DELL ASSISTENTE DIRETTORE E TERZA FIGURA MENTRE NON MI AVEVANO VISTO .ORA MI TROVO SPEDITA QUI E Là SENZA RIMBORSI Nè ALTRO CHE DELUSIONE E NON POSSO NEANCHE LICENZIARMI COSA Dò DA MANGIARE A MIO FIGLIO I VOLANTINI PENNY?VI ABBRACCIO TUTTI CON L’AUGURIO CHE ALMENO PER VOI TUTTO SI RISOLVA

  314. TRITA-ISPETTORI

    Salve, poveri colleghi.
    C’è un criterio in cui Penny Market ormai da anni adotta per il personale.
    La preferenza del dipendente viene scelta in base alla disponibilità.

    Meglio disponibile che bravo.

    E’ solo questione di costi, non di professionalità.

    Quindi se siete ben visti dall’azienda è solo perche portate numeri.
    Per portare numeri bisogna stare in negozio tutto il giorno, fare tante ore, ed essere continuamente disponibili.
    Un cassiere è bravo solo se tappa i buchi in tutti negozi, e fa turni doppi anche con mezza ora di pausa al giorno.

    Mi raccomando, dite di si sempre, e abbiate paura.
    Se vi tolgono le ferie, e non lo possono fare, non reagite.

    La nostra azienda è forte perchè nessuno di voi fa nulla per ottenere che vengano rispettati i propri diritti.

    Ricordatevi che la ragione non è campata in aria, se l’avete, otterrete.

    Presto vi scriverò un link internet dove potrete consultare il CCNL e vedrete come stanno le cose, e cosa voi non dovreste fare.

    Ma mi appello al vostro intelletto.

    Unitevi, e non fate le pecore o i ruffiani davanti all’ispettore.

    L’azienda fa ispettori che curano solo gli interessi non vostri ma di Penny.

    Auguri e buon lavoro.

  315. Raul

    In tutti i lavori esistono coloro che svendono il proprio cervello o meglio ancora, capiscono che attraverso la prostituzione del cervello ( ammesso che non sia azzardato chiamare in causa un organo tanto importante ) si possa fare carriera più velocemente. I cari ispettori o figure tale, saranno dei poveri mentecatti che hanno prostituito il loro unico neurone. Il più delle volte provengono dalla stessa classe dei ” piccoli” dipendenti, elevati a ruoli di ” sostanza” non per le loro capacità ma per la loro disponibilità. Sono sulla stessa lunghezza d’onda di TRITA ISPETTORI. Bisogna alzare un muro contro questo sistema, non aver paura di essere perseguitati ( succede ed è umiliante oltrechè rabbioso ) avere dignità e coraggio. Se gli altri non rispettano le regole, si esce dalla legalità. Usciti dalla legalità allora si opera in territorio ” indiano” e a questo punto bisogna solo applicare la legge della giungla.
    Un in bocca al lupo a tutti coloro che si trovano in situazioni di ” bisogno” lavorativo ( che sono tanti )ma una esortazione: non perdere mai la dignità.

  316. katia

    trita ispettori: appena puoi metti il link grazie! comunque ci sarebbe bisogno anche di un appoggio (tipo sindacato) valido,nn di persone che t promettono mari e monti e poi na volta che hai pagato la tessera d’iscrizione se ne fregano o al massimo t dicono: eh guarda devi fregartene di quello che ti dicono! ma come fai a fregartene?Io non sto certo zitta però ammetto che resto male di sentirmi dire che non ho fatto niente dopo che so che non son neanche andata i bagno (figuriamoci la pausa) per far tutto!!!

  317. kibry

    oggi sono veramente arrabbiata ……….

  318. Furby

    …io oramai non ho nenche più la fprza di arrabbiarmi…. Katia per far si che il sindacato entri in penny, bisogna prima essere in più persone iscritte, poi eleggere tra di noi un portavoce. Nella mia zona ci sono tanti miei colleghi che, parlano tanto, ma ha fatti…niente. Io sono in penny da più di 5 anni all’inizio ero come tanti che diceva sempre si, dopo qualche mese, quando mi è entrata la pulce nel cervello , xchè trasferimenti non pagati, girare di settimana in settimana da un negozio all’altro, sono andata al sindacato e tutto mi è risultato più chiaro. Ho iniziato a far valere i miei diritti, ragazzi veramente x chi non li conosce, aggiornatevi e vedrete che per il 90%, gli ispettori sono quasi sempre nel torto, con i loro modi di fare e cose varie, abusano della loro posizione una cosa incredibile.
    Fortunatamente io dopo quegli episodi sono quasi sempre stata nel solito negozio, e c’era lavoro di squadra e un direttore fantastico oltre cha amico, poi però un anno e mezzo fa arriva il nuovo ispettore, un novellino, che ha creato più casini tra spostamenti di personale, e modi di fare prepotenti e altezzosi…ma chi si credono di essere, sei un ispettore di penny market, mica lavori alla banca di italia!!!

  319. TRITA-ISPETTORI

    Noi poveri addeti alle vendite.
    Noi poveri illusi che ci facciamo del male da soli, spesso lavoriamo fuori marcatura per fare un risultato produttivo.
    Il direttore a volte prende ferie e poi lavora per scalare le ore, e anche in questo modo ci si fa del male.
    Si tende tra colleghi a non capire quando ci sono delle necessità che ci spingono a non essere disponibili quindi ad arrabbiarsi se qualcuno va a rilento o se altri vogliono fare festa prima.
    La morza aziendale del lavoro ci rende poco obbiettivi e non ci unisce.
    Il direttore che sta murato vivo in negozio dopo che ha lavorato 12 ore non è più in grado di ragionare a causa di stress e stanchezza complicando così la gestione del punto vendita.
    Personale ambizioso appena entrato, che ancora non capisce le vere problematiche che maturano nella personalità del vecchio collega, che fa il divo e crede di essere migliore.

    Ecc..

    Tutto questo accade, e quando accade, non si ragiona bene.
    Tutti si dice “ORA SONO STUFO” ma poi….
    Si lavora e basta.
    Si fa come i cavalli, si salta l’ostacolo perche così abbiamo imparato.

    Nessuno vuole fare lo schiavo, ma Penny Market è bene costruita, se non ci sei tu, c’è un altro.

    Ma la cosa più brutta, che purtroppo spesso accade, sono gli ispettori.

    Per portare numeri all’azienda non possono adoperare gli stessi trucchi degli addetti alle vendite.

    Lavorare senza timbrare, o prendere ferie e lavorare.

    Se un negozio deve raggiungere produttività tolgono persone e le mandano in altri punti vendita dove il personale manca.

    Ti revocano le ferie, o ti fanno fare 40 ore di straordinario alla settimana.

    Assumono stagisti gratis, che vengono illusi, solo per i numeri.

    Gli ispettori sono l’anello fondamentale per porre in essere tutte le disposizioni aziendali.

    Un buon tramite tra vendite e negozi, molto selezionato.
    Solo i direttori più viscidi e furboni vengono fatti ispettori.

    Solo chi è senza scrupoli nell’ottenere risultati ed ha un cervello così limitato che si lava bene e si riprogramma a piacimento sarà il miglior contendente per l’ispettorato.

    Gli ispettori sono migliori soltanto alla nostra direzione.
    Intendo gli uffici del personale. (Direttore delle risorse umane.)

    L’ufficio del personale dice sempre che non sapevano nulla.

    Loro si che sono viscidi.

    Secondo voi non sanno davvero nulla?

    Ricordatevi tutti:

    CHI PECORA SI FA, LUPO LA MANGIA.

    Se un cassiere viene trasferito è inutile se si arrabbia.
    Non si fa trasferire, esiste una legge che regola trasferimenti.
    Poi ci sono i famosi rimborsi.

    Ci sono altre aziende dove se trasferiscono in maniera forzata un dipendente, quest’ultimo in cassa lavora così lentamente che alla fine lo rimandano dove è venuto.

    Un po’ di furbizia colleghi.

    Leggevo i commenti di sopra, uno di noi ha detto:

    Non fate!

    Bhe, ha ragione, buono il suo intervento.

    Coraggio non abbiate paura, e ritrovate la vostra dignità.

    Per masticare la noce, dobbiamo prima rompere il guscio.

    Buon lavoro a tutti.

  320. katia

    son contenta x te furby che almeno tu sei riuscito,io aappunto nel mio piccolo posso far poco,vediamo quanti riusciamo ad aggregarne coi sindacati e poi..speriamo ci si riesca ad imporre x bene.si gli ispettori sono il primo problema,smontano tutto il lavoro che hai fatto e se t impunti lettere x cazzate e trasferte.

  321. gruspi

    quello che dicevano gli altri del penny avevano ragione e io stupid a non ascoltarli…fatevi valere e non fatevi mettere i piedi in testa e ricordatevi che piu è buono e più trovano il modo per buttarti fuori….mi piaceva quel lavoro e naturalmente l ho preso in quel posto….per il penny siete solo un numero…

  322. kibry

    chi mi sa dire perchè la mattina se faccio dalle 9 alle 13 orario in cui noi si chiude io devo chiudere le porte alle 13 , timbrare e chiudermi il cassetto ……e se va bene tra una cosa e l’altra vado via alle 13,20…….ma siamo in società che ogni giorno ti devo regalare 20 minuti……e la sera l’ultimo cliente va via alle 20,15 e io devo timbrare alle 20,30 e poi fare chiusura ….e me vado via alle 21 .e magari c’è anche l’ispettore fuori che vuole contare la cassaforte ecc…………ma tutto ciò e legale ……….e se magari il locale non e perfetto lo str….. ti fa anche storie………………..

  323. furby

    kibry no non è normale regalare ore e minuti..e non è legale che quando esci fuori ci sia l’ispettore a fare chiusura, tu puoi dire tranquillamente di no al’ispettore xchè il controllo chiusura lo deve fare entro le 20e30. Puoi ritimbrare se rientri…informati ad un sindacato e vedrai che non lo può fare. Ti fanno credere a tante cose, come le spese test io le firmo più da due anni, mi faccio dare la copia dl foglio e poro tutto al sindacato, così come le lettere che ti fanno per la differenza cassa, assolutamente da non firmare, NOI NON ABBIAMO L’INDENNITà DI CASSA!!!!!!Se ti dico che ad una mia collega l’hanno fatta per 2 euro di differenza??? da non crederci vero?!!

  324. SIPIEGAMANONSISPEZZA

    Cari colleghi
    se siamo tutti qui a lamentarci,evidentemente il problema è molto grosso!Sono più di dieci anni che “SERVO” questa azienda e non è cambiato niente!Se avessi guadagnato per quello che ho lavorato bhè sarei ricco!!!! E adesso poi mi hanno fatto anche un bel regalo!CHE BRAVI!Comunque non è facile non abbassare la testa se poi ti minacciano con un bel licenziamento(e possono farlo)Io tengo duro,ma solo per la mia famiglia,anche se, un giorno uno dei miei figli si dovesse trovare nella mia stessa situazione,io stesso scatenerei l’inferno!!!!!BUON (si fà per dire)LAVORO A TUTTI!

  325. luca

    qualcuno mi sa dire se dopo i 2-3 mesi di stage assumono per lavorare al penny market?o è una presa in giro?spero che mi rispondete al più presto perchè mi hanno preso per lo stage,inizialmente mi è stato detto che l’avrei fatto in una regione,successivamente lo stesso giorno mi hanno richiamato dicendomi che sarà fatto in una regione diversa.Aspetto vostre risposte.

  326. Raul

    Buonasera Katia, per esperienza, se vi affidate ai sindacati, fate prima un ….giro di prova. Sono, in molti casi dei lestofanti e degli incapaci strafottenti. Meriterebbero essere mandati alla forca senza appello.
    PS: spero che qualcuno dei sindacati legga e si senta offeso, significherebbe che esiste ancora qualcuno onesto.

  327. katia

    luca, x gli stagisti che ho visto io (nn molti in realà)…no..però nn so in che zona tu sia,magari dipende anche quello

  328. katia

    raoul: è quello che tewmo infatti…su certe cose se si avessero i soldi sarebbe meglio andar direttamente x avvocati!!!

  329. W SCATTARO

    Mi dispiace per voi, ma non siete soli

  330. marco T

    Ciao sn un vostro cliente e volevo fare i complimenti a tutti voi xke nelle condizioni che descrivete in questo blog non dovreste avere contratti da direttore vicedirettore o cassiera ma da dio, gesù e santi apostoli xke fate i miracoli ogni giorno!!!!!!!!!!……un bel consiglio ve lo do io:

    SCIOPERATE IN BLOCCO, magari di sabato e se non capiscono fatelo x 4-5 sabati di seguito!!!!!!!!…

    in bocca al lupo ragazzi!!!

  331. katia

    fosse fattibile marco…mai visto uno sciopero in penny market purtroppo..

  332. furby

    esistono esistono gli scioperi in blocco! noi si fanno e come, 4 negozi che scioperano in blocco ad ogni sciopero, peccato che ci sono i coglioncelli che dicono sempre di si che vengono a sostituirci, anche da più di 100 km!!

  333. katia

    ecco furby questo intendevo…i colleghi che giocano contro e t mettono in cattiva luce..sapendo questo preferisco proprio nn scioperare

  334. aldo

    Furby, non lanciare giudizi su persone che non conosci, i coglioncelli come li chiami tu, magari sono in situazioni economiche o famigliari, per cui andare a 100 km è una necessità più che un piacere.

  335. kibry

    per aldo….forse non e carino che io faccio sciopero e tu mi rovini tutto……se per una volta dici di no…..alla fine si sciopera per star meglio tutti……

  336. aldo

    kibry, io facevo un ragionamento su un commento poco carino nei confronti di persone cui spesso non possono o non voglio esercitare un diritto.
    Poi se vogliamo entrare nel merito non esiste un dovere di sciopero, esiste solo il diritto, che è individuale e che non si può imporre a chi non vuole aderire.

  337. TRITA-ISPETTORI

    Eccoci qua.
    Kirby, Aldo, Katia, ed altri.

    La questione in merito allo sciopero, non consiste nel dovere o nel diritto ad esso.

    Lo sciopero è una protesta che serve per ottenere un diritto e viene posto sottoforma di DISSERVIZIO.

    Quando un organo sindacale propone lo sciopero, tutti coloro che vogliono aderire non devono dichiarare le proprie intenzioni.

    Se l’ispettore chiede chi fa sciopero, nessuno deve dire nulla.

    Si arriva al giorno dello sciopero e chi c’è c’è, chi non c’è non c’è.

    Se in un punto vendita tutti scioperano, oppure solo i responzabili aderiscono, esso non apre.

    NON POSSONO FARVI NULLA.

    Se vi perseguitano per lo sciopero, che è stato organizzato dai sindacati, voi vi potrete avvalere della famosa DISCRIMINAZIONE SINDACALE, che è punibile dalla legge.

    Se si fa sciopero come va fatto, tutti quei cosidetti guastafeste ruffiani che dite voi, non potranno coprire turni nel vostro negozio.

    Chiunque non voglia aderire, non va giudicato, ma se viene al lavoro e copre turni, non vanifica nulla.
    Lo fa solo perchè voi dichiarate lo sciopero.

    NON SI DICE SE SI SCIOPERA.
    NON SI PUO’ CHIEDERE SE QUALCUNO SCIOPERA.
    NON SI PERSEGUITA CHI SCIOPERA E CHI NON SCIOPERA.

    Se poi avete paura di trovare casino in negozio, questa è questione diversa.

    Ma se lo sciopero viene fatto come si deve, vedi sopra, i negozi che rimarrebbero chiusi, danneggiano il profitto aziendale.

    Allora si che l’azienda avrebbe paura degli scioperi, e cercherebbe di trovare subito accordi con i dipendenti.

    Ma come fate voi, l’azienda continua a lavorare tranquilla.

    Che schifezza:

    Ispettori che fanno liste, dipendenti che si rendono disponibili, ordini gia pronti in macchinetta, personale che arriva da lontano…….

    E l’azienda prosegue il suo lavoro.

    NON SI DICE SE SI SCIOPERA.

    Tutti gli scioperi fatti fino ad oggi sono semplicemente delle forche al lavoro.

    NON VA DETTO A NESSUNO SE SI ADERISCE ALLO SCIOPERO.

    Per quanto riguarda i sindacati vari…….
    Consultatevi da un avvocato civilista.
    Vedrete come con una lettera di uno studio legale come cambiano le cose.

    In quanto ai soldi Katia, tu ogni anno dai circa 10 euro di trattenute sindacali al mese per un totale di 120 euro circa.

    Bhe un avvocato con 50 euro ti scrive una letterina che va agli atti per sempre, e non cerca accordi, ma fa rispettare la legge costringendo l’azienda a rispettare quelli che sono i tuoi diritti.

    Con 70 euro che risparmi, vai a cena fuori.

    Questa però è solo un idea mia.

    Ciao cari colleghi, non abbiate paura del MOBBING, esso non nuoce.

    Testa alta è palle quadrate.

    Buon lavoro a tutti.

    La mia mail è uomo.nudo@alice.it per chi vuole chiarimenti in privato.

    Saluti.

  338. kibry

    io non ti impongo di scioperare…ti chiedo se e possibile solo un pò di rispetto…….visto che anche per me e un sacrificio scioperare …… e sai benissimo che chi va contro il penny non ha mai vita facile ……. e se si fa si fa perchè in penny le cose non vanno come dovrebbero ……….ciao a tutti………

  339. katia

    tritaispettori, è la stessa cosa che sostengo io,che conviene un avvocato più che un sindacalista,il problema poi è vedere se quella lettera da 50€ ottiene risultati o bisognas aggiungerne altri 100,poi ancora 50 e via dicendo.
    Riguardo allo sciopero ad ogni modo poi verrebbero fuori i nomi di chi ha aderito,ma quello,almeno per me, non sarebbe un grosso problema,tanto comunque hanno sempre da fare le loro osservazioni,che tu faccia come dicono loro o no

  340. Dante

    Completamente daccordo con l’ultimo intervento di Trita-Ispettori.
    Lo sciopero e’ un diritto dei lavoratori, e non va preventivamente annunciato.
    Lo sono che all’interno delle aziende come Penny, e piu’ in profondita’ , in ogni singolo PV vigono ‘leggi’ invisibili, di quieto vivere, di ‘so che non andrebbe bene ma mi tocca…’, pero’ continuando cosi si va solo e sempre verso il peggio.
    Se interviene la necessita’ di scioperare, lo si fa (chi vuole..) senza preavvisare nessuno.. senno’ e’ tutto vano.
    E in merito alle ripicche, al mobbing, ricordate che ci sara’ sempre in misura di quanto voi col vostro ‘silenzio’ gli permetterete vita facile.
    Qualche telefonata e qualche visita da parte dell’ispettorato, qualche letterina che renda OBBLIGATORIO rispettare gli accordi da contratto, e quando ci vuole qualche bel NO SECCO , ammorbidiscono molto ve lo assicuro. Ricordate che le aziende come Penny si fanno forti tramite ispettori e direttori in misura di quanto i dipendenti abbassano la testa e di quanto non conoscono i propri diritti.. ho sentito raccontare delle tali balle da parte di responsabili di altri negozi riguardo ai doveri (arrivare mezz’ora prima, fare ore non timbrate..ecc.ecc.) che ci si potrebbe scrivere un libro.
    Se si conoscono i propri diritti e li si fanno rispettare, anche le creste si abbassano…

  341. furby

    Giustissimo dante, anche a me quando iniziai a far valere i miei diritti, c’era chi mi diceva,,”guarda che poi ti prendono in antipatia” io ho sempre risposto peggio per voi che vi lamentate dietro e davanti negate, lavorate gratis per esaurirvi e basta…poi ripeto nel negozio dove lavoro ora siamo tutti uniti. Loro nn ti possono dire se non fai questo ti puoi anche licenziare. io faccio il mio lavoro secondoil contratto che ho firmato, no secondo le leggi invisibili degli ispettori…

  342. TRITA-ISPETTORI

    LEGGERE CON ATTENZIONE.

    L’attività di controllo effettuata daldatore di lavoro tramite agenzia investigativa può essere ritenuta legittima,alla luce di quanto previsto dagli artt. 2 e 3 SL, solo laddove il ricorso a tale strumento possa ritenersi proporzionato allo scopo perseguito e assistito da gravi ragioni. In assenza di tali presupposti, gli accertamenti svolti sono inutilizzabili, sicché il licenziamento disciplinare intimato in base a tali accertamenti deve essere ritenuto illegittimo. (Trib. Milano 28/4/2009, Est. Mariani, in D&L 2009, con nota di Andrea Bordone, “”Controlli occulti, agenzie investigative e pedinamenti: solo come extrema ratio”, 826)
    Il licenziamento motivato da una condotta colposa o comunque manchevole del lavoratore, indipendentemente dalla sua inclusione o meno tra le misure disciplinari della specifica disciplina del rapporto deve essere considerato di natura disciplinare e, quindi, deve essere assoggettato alle garanzie dettate in favore del lavoratore dal secondo e terzo comma dell’art. 7 della legge n. 300 del 1970 circa la contestazione dell’addebito e il diritto di difesa. (Trib. Monza 28/1/2009, d.ssa Pizzi, in Lav. nella giur. 2009, 421)
    Nel rapporto di lavoro subordinato è configurabile, in linea di massima (giacché non esiste un obbligo o un onere generale e incondizionato di ricevere comunicazioni scritte da chicchessia e in qualunque situazione), l’obbligo del lavoratore di ricevere sul posto di lavoro e durante l’orario lavorativo comunicazioni, anche formali, da parte del datore di lavoro o di suoi delegati, in considerazione dello stretto vincolo contrattuale che lega le parti di detto rapporto, sicché il rifiuto del lavoratore destinatario di un atto unilaterale recettizio di riceverlo comporta che la comunicazione debba ritenersi regolarmente avvenuta, in quanto giunta ritualmente, ai sensi dell’art. 1335 c.c., a quello che, in quel momento, era l’indirizzo del destinatario stesso). (Nella specie, la S.C., enunciando l’anzidetto principio, ha confermato la sentenza di merito che aveva ritenuto tardiva l’erogazione del licenziamento disciplinare, giacché intervenuta oltre il limite previsto dalla contrattazione collettiva secondo una scansione procedimentale che muoveva dalla comunicazione degli addebiti, da reputarsi, quest’ultima comunicazione, avvenuta a seguito del rifiuto del lavoratore di ricevere personalmente sul posto di lavoro l’atto di contestazione degli addebiti medesimi). (Cass. 3/11/2008 n. 26390, Pres. Roselli Est. Ianniello, in Lav. nella giur. 2009, 300)
    In tema di licenziamento del dipendente (nel caso, il Direttore dei Servizi Generali Amministrativi in un Istituto Scolastico) per persistente insufficiente rendimento l’amministrazione è tenuta alla specifica contestazione dei fatti oggetto di recidiva solo quando detti fatti risultino elemento costitutivo dell’addebito, e non meramente accidentale quale criterio di valutazione della gravità della condotta. (Trib. Bari 16/10/2008, ord., Est. Arbore, in Lav. nelle P.A. 2008, 1130)
    Il licenziamento per persistente unsufficiente rendimento può essere disposto innanzi a una ipotesi di particolare gravità dell’infrazione purché sia concretamente sussistente il nesso di proporzionalità fra sanzione infrazione. (Trib. Bari 16/10/2008, ord., Est. Arbore, in Lav. nelle P.A. 2008, 1130)
    Ove il procedimento disciplinare si concluda in senso sfavorevole al dipendente con l’adozione della sanzione del licenziamento, la precedente sospensione dal servizio – pur strutturalmente e funzionalmente autonoma rispetto al provvedimento risolutivo del rapporto, giacché adottata in via meramente cautelare in atesa del secondo – si salda con il licenziamento, tramutandosi in definitiva interruzione del rapporto e che legittimando il recesso del datore di lavoro retroattivamente, con perdita ex tunc del diritto alle retribuzioni afar data dal momento della sospensione medesima. (Nella specie, la S.C., nel rigettare il ricorso, ha confermato la sentenza di merito che, in applicazione del principio su enunciato, aveva ritenuto la validità del licenziamento con decorrenza dalla data della sospensione del rapporto e, quindi, in epoca anteriore alla richiesta del dipendente – che mai aveva comunicato le sue dimissioni per sopravvenuta inidoneità fisica – di accertamento giudiziale della risoluzione per malattia). (Cass. 9/9/2008 n. 22863, Pres. De Luca Est. Amoroso, in Lav. nella giur. 2009. 198)
    Nel procedimento disciplinare, di cui all’art. 7 Stat. lav., l’esercizio del diritto alla difesa deve essere effettivo e, pertanto, nel caso in cui il dipendente versi in uno stato a lui non imputabile che gli impedisca di fatto di esercitare detto diritto, la procedura disciplinare, anche in applicazione dei principi di buona fede e correttezza, dev’essere sospesa in attesa che l’impedimento venga rimosso. (Trib. Milano 6/5/2008, Est. Casella, in Orient. giur. lav. 2008, 736)
    Laddove il Ccnl sancisca un termine finale per la comunicazione del provvedimento di licenziamento del lavoratore, entro tale termine il provvedimento deve essere non soloadottat, ma anche portato a conoscenza del lavoratore. Ne consegue che, qualora il provvedimento, benché inviato entro la scadenza del termine, sia stato ricevuto dal lavoratore oltre tale scadenza, lo stesso deve ritenersi illegittimo (fattispecie relativa al Ccnl Commercio). (Trib. Milano 8/4/2008, Est. Martello, in D&L 2008, con nota di Andrea Bordone, “Termine finale per la comunicazione del licenziamento: la spedizione non è sufficiente”, 1029)
    E’ illegittimo il licenziamento disciplinare comunicato al dipendente dopo la scadenza del termine massimo previsto dal contratto collettivo posto che l’indicazione del termine non rientra tra le cosiddette clausole di stile ma comporta, come effetto del mancato esercizio, la decadenza del datore di lavoro dall’esercizio del potere disciplinare. (Cass. 18/3/2008 n. 7295, Pres. Ciciretti Est. Monaci, in D&L 2008, con nota di U.M. Cafiero, “Sul termine finale previsto dal Ccnl per l’irrogazione del licenziamento disciplinare”, 652)
    L’eventuale adibizione a mansioni non rispondenti alla qualifica rivestita può consentire al lavoratore di richiedere giudizialmente la riconduzione della prestazione nell’ambito della qualifica di appartenenza, ma non autorizza lo stesso a rifiutarsi aprioristicamente, e senza un eventuale avallo giudiziario che, peraltro, può essergli urgentemente accordato in via cautelare, di eseguire la prestazione lavorativa richiestagli, in quanto egli è tenuto a osservare le disposizioni per l’esecuzione del lavoro impartito dall’imprenditore, ex artt. 2086 e 2104 c.c., da applicarsi alla stregua del principio sancito dall’art. 41 Cost. e può legittimamente invocare l’art. 1460 c.c., rendendosi inadempiente, solo in caso di totale inadempimento dell’altra parte. Conseguentemente, costituisce grave insubordinazione, come tale passibile del provvedimento disciplinare del licenziamento per giusta causa, il comportamento del lavoratore che si rifiuti di eseguire la prestazione, ritenendola estranea alla qualifica di appartenenza. (Cass. 5/12/2007 n. 25313, Pres. Sciarelli Est. De Matteis, in Lav. nella giur. 2008, 422)
    E’ illegittimo il licenziamento disciplinare fondato sulla recidiva se le singole infrazioni che la integrano sono contestate cumulativamente e se altrettanto cumulativamente e simultaneamente non solo sono sanzionate in quanto tali ma anche valorizzate per sanzionare, col medesimo provvedimento, la loro reiterazione. (Trib. Milano 26/10/2007, Est. Di Leo, in D&L 2008, 316, con nota di Paolo Perucco, “Il principio di gradualità delle sanzioni disciplinari e la funzione di ravvedimento nei confronti del lavoratore: riflessi sulle modalità di esercizio del potere disciplinare”, 316)
    Le prove offerte dal datore di lavoro, a sostegno dell’intimato licenziamento del lavoratore, consistenti nei tabulati telefonici analitici riferiti al telefonino aziendale, sono utilizzabili in quanto si collocano nell’ambito di situazioni che prescindono dal consenso dell’interessato ovvero nell’ambito dei c.d. “controllo difensivi” datoriali, ammessi e ritenuti legittimi dalla giurisprudenz, o comunque per non essere la privacy del prestatore di ostacolo all’accertamento giudiziale, sulla scorta della disciplina giudiziale vigente, cui il Codice della privacy rinvia. (Trib. Torino 28/9/2007, Est. Ciocchetti, in ADL 2008, con nota di Iarussi, “L’utilizzabilità delle prove acquisite a sostegno del licenziamento disciplinare: tra potere datoriale (e del giudice) e diritto alla riservatezza del lavoratore”, 1265)
    Per il licenziamento dovuto a giusta causa riconducibile a illeciti disciplinari del lavoratore è necessario che il datore di lavoro assolva all’obbligo della preventiva contestazione tempestiva degli addebiti (ai sensi dell’art. 7 della L. n. 300 del 1970), il cui mancato rispetto determina l’illegittimità del provvedimento espulsivo impugnato in sede giudiziale (anche quando, come nella specie, sia prevista convenzionalmente la facoltà concorrente di devolvere la domanda del lavoratore a un collegio arbitrale) e comporta, con riguardo a lavoratore tutelato ai sensi dell’art. 8 della L. n. 604 del 1966 (come sostituito dall’art. 2 della L. n. 108 del 1990), la medesima conseguenza sanzionatoria costituita dalla condanna del datore di lavoro alla riassunzione del lavoratore o al risarcimento, in favore di quest’ultimo, da computarsi mediante l’erogazione di un’indennità rapportata alla misura indicata dalla stessa norma. (Cass. 21/6/2007 n. 14487, Pres. Mattone Est. Roselli, in Lav. nella giur. 2008, 87, e in Dir. e prat. lav. 2008, 1062)
    Il licenziamento disciplinare illegittimo è da considerarsi ingiurioso non allorquando la contestazione riguardi un fatto lesivo dell’onore e del decoro del lavoratore, bensì laddove la forma del provvedimento e la pubblicità data a esso siano effettivamente lesive della sua dignità, atteso che un licenziamento ingiustificato o immotivato – sicuramente illegittimo e produttivo di danno risarcibile a norma di legge – non è, per ciò solo, anche ingiurioso, per cui il lavoratore non può pretendere a tale titolo un ulteriore risarcimento, ove non provi l’ulteriore e diverso danno subito. (Corte app. Venezia 6/6/2007, Pres. Pivotti Est. Santoro, in D&L 2007, con nota di Irene Romoli, “Modalità di contestazione dell’illecito disciplinare e risarcimento del danno ulteriore per lesione dell’onore e del decore del lavoratore: l’illegittimità del recesso non implica l’ingiuriosità”, 1219)
    Ai fini dell’accertamento in giudizio di un inadempimento del lavoratore non ha validità probatoria una relazione ispettiva basata su notizie riferite da informatori non identificati; pertanto il licenziamento basato su tali reazioni deve essere dichiarato illegittimo. (Cass. 19/4/2007 n. 9332, Pres. Sciarelli Est. Maiorano, in D&L 2007, con nota di Stefano Muggia, “Brevi osservazioni sull’onere della prova e sulla prova per presunzioni”, 900)
    Con l’ordinanza collegiale del 12 febbraio 2007 il Tribunale di Trani dichiara l’illegittimità del licenziamento disciplinato adottato oltre il termine di decadenza previsto dal contratto collettivo di settore, ritenendo irrilevante la proroga del termine invocata dal datore di lavoro e comunicata al lavoratore per un supplemento di istruttoria. (Trib. Trani 12/2/2007, Pres. Di Trani Rel. La Notte Chirone, in Lav. nella giur. 2007, con commento di Marcello Paduanelli, 1005)
    Nel giudicare se la violazione disciplinare addebitata al lavoratore abbia compromesso la fiducia necessaria ai fini della permanenza del rapporto di lavoro, e quindi costituisca giusta causa di licenziamento, va tenuto presente che il fatto concreto va valutato nella sua portata oggettiva e soggettiva, attribuendo rilievo determinante, ai fini in esame, alla potenzialità del medesimo di porre in dubbio la futura correttezza dell’adempimento. (Nella specie, la S.C. ha confermato la sentenza di merito che aveva ritenuto sufficiente a minare irrimediabilmente il rapporto di fiducia con il datore di lavoro e a giustificare il licenziamento per giusta causa il comportamento del dipendente che, abusando del possesso delle chiavi dello stabilimento, si era introdotto all’interno di esso in giorno festivo e quindi nell’ufficio del direttore, coprendosi il volto per eludere la sorveglianza televisiva, e si era avvicinato a un armadio dal quale in precedenza erano stati sottratti dei valori). (Cass. 7/7/2006 n. 15491, Pres. Mercurio Est. Lupi, in Lav. nella giur. 2007, 84)
    In tema di licenziamento per giusta causa o giustificato motivo soggettivo, allorquando vengano contestati al dipendente diversi episodi rilevanti sul piano disciplinare, il giudice disciplinare non deve esaminarli partitamente, riconducendoli alle singole fattispecie previste da clausole contrattuali, ma deve valutarli complessivamente al fine di verificare se la loro rilevanza complessiva sia tale da minare la fiducia che il datore di lavoro deve poter riporre nel dipendente. (Nella specie, la S.C. ha cassato la sentenza di merito per non avere considerato complessivamente la condotta di un impiegato di banca al fine di verificare se essa fosse atta a minare la fiducia dell’istituto di credito suo datore di lavoro, e per non aver considerato che il dirottamento della clientela, avente un’esposizione debitoria tale da renderle problematico un ulteriore accesso al credito bancario, verso società finanziaria costituisce in ogni caso una violazione del dovere di fedeltà e correttezza. (Cassa con rinvio, Trib. Messina, 17 gennaio 2003). (Cass. 23/3/2006 n. 6454, Pres. Mercurio Rel. Di Nubila, in Dir. e prat. lav. 2006, 2680)
    Ai fini della qualificazione come disciplinare del licenziamento rilevano non soltanto le violazioni del codice disciplinare predisposto dal datore di lavoro, ma anche le violazioni di norme di legge, in primo luogo delle leggi penali, nonché la violazione degli altri doveri fondamentali del lavoratore, riconoscibili come tali senza necessità di specifica previsione. (Cass. 25/5/2005 n. 10991, Pres. Mattone Rel. D’Agostino, in Lav. e prev. oggi 2005, 1278)
    L’articolo 7 della legge 20 maggio 1970, n. 300 trova applicazione non soltanto quando il licenziamento disciplinare sia intimato per specifiche ipotesi di giusta causa o giustificato motivo previste dalla normativa collettiva e trovi fondamento nel c.d. codice disciplinare, anche quando faccia riferimento a situazioni giustificative di recesso previste direttamente dalla legge o manifestamente contrarie all’etica comune o concretanti violazione dei doveri accessori, complementari e strumentali al compimento della prestazione principale, tra i quali quelli nascenti dagli obblighi di fedeltà e diligenza. (Nella specie, la sentenza impugnata, confermata dalla Suprema Corte, aveva applicato il principio sopra enunciato al licenziamento del dipendente delle Poste Italiane S.p.a., per gravissimi reati estranei al rapporto di lavoro, senza l’adozione del procedimento ex art. 7 legge n. 300 del 1970). (Cass. 21/7/2004 n. 13526, Pres. Sciarelli Rel. De Matteis, in Lav. e prev. oggi 2004, 1851)
    Laddove né il CCNL né il codice disciplinare ne faccia menzione, non può attribuirsi rilevanza inficiante la contestazione disciplinare al fatto che vi abbia provveduto persona non munita di rappresentanza tecnico-giuridica dell’ente, essendo la contestazione annullabile unicamente a istanza della società, che può anche ratificarla a norma dell’art. 1399 c.c. e porla a fondamento del licenziamento disciplinare. (Trib. Bari 26/11/2003, ord., Est. Caso, in Lav. nella giur. 2004, con commento di Alessia Muratorio, 1185)
    L’onere della formazione e della pubblicazione del codice disciplinare va assolto quando il licenziamento venga intimato per specifiche ipotesi di giusta causa o giustificato motivo soggettivo espressamente previste dalla normativa collettiva in funzione di preventiva valutazione pattizia dell’importanza dei relativi casi di inadempimento, quando non sia immediatamente percepibile a chiunque, anche estraneo all’assetto organizzativo aziendale, che l’eventuale illecito sia talmente grave da comportare il licenziamento. (Trib. Milano 30/5/2003, Est. Ianniello, in Lav. nella giur. 2004, 89)
    Poiché la nozione di giusta causa di licenziamento trova la propria fonte direttamente nella legge, l’elencazione delle ipotesi di giusta causa eventualmente contenuta nei contratti collettivi o, come nella specie, in un atto unilaterale del datore di lavoro, ha valenza esemplificativa e non tassativa, tuttavia il giudice del merito, nel valutare la lesione del vincolo fiduciario per fatti estranei al rapporto di lavoro, ben può prendere in considerazione le specifiche previsioni contenute nei contratti collettivi o in atti unilaterali del datore di lavoro, anche se queste non sono idonee, da sole, a fornire il parametro per verificare la sussistenza o meno della concreta lesione di quel vincolo. (Nella specie, la S.C. ha confermato la sentenza impugnata che aveva escluso che una sentenza di applicazione della pena di tre mesi di reclusione, ex art. 444 c.p.c., per fatti estranei al rapporto di lavoro, potesse integrare, da sola, giusta causa di licenziamento, in presenza di una disposizione del Regolamento del personale dell’Istituto Poligrafico Zecca dello Stato che limitava il rilievo delle sentenze penali a quelle comportanti una pena restrittiva della libertà personale in misura non inferiore ad un anno, precisando che non aveva alcun rilievo, ai fini suindicati, la natura patteggiata della pena). (Cass. 10/12/2002, n. 17562, Pres. Trezza, Rel. Curcuruto, in Lav. nella giur. 2003, 476)
    L’operazione valutativa compiuta dal giudice di merito nell’applicare clausole generali come quella dell’art. 2119 c.c. che, in tema di licenziamento, reca una “norma elastica”, non sfugge ad una verifica in sede di giudizio di legittimità, sotto il profilo della correttezza del metodo seguito nell’applicazione della clausola generale, che esige il rispetto di criteri e principi ricavabili dall’ordinamento generale, a cominciare dai principi costituzionali sino alla disciplina particolare (anche stabilita dai contratti collettivi), in cui si colloca la fattispecie. In particolare, l’operazione valutativa non è censurabile, se il giudice di merito abbia applicato i principi costituzionali che impongono un bilanciamento dell’interesse del lavoratore, tutelato dall’art. 4 della Costituzione, con l’interesse del datore di lavoro, tutelato dall’art. 41, Cost., bilanciamento che, in materia di licenziamento disciplinare, si riassume nel criterio dettato dall’art. 2106 c.c., della proporzionalità della sanzione disciplinare rispetto alla all’infrazione contestata, conformandosi altresì agli ulteriori standards valutativi rinvenibili nella disciplina collettiva e nella coscienza sociale, valutando la condotta del lavoratore in riferimento agli obblighi di diligenza e fedeltà, anche alla luce del “disvalore ambientale” che la stessa assume quando, in virtù della posizione professionale rivestita, può assurgere per gli altri dipendenti dell’impresa a modello diseducativo e disincentivante dal rispetto di tali obblighi (Nella specie la S.C. ha ritenuto incensurabile la valutazione del giudice di merito, che aveva rigettato l’impugnazione del licenziamento del responsabile della piccola casa di uno stabilimento industriale-il quale si era appropriato di due somme di lire 1.200.000 e lire 500.000-valorizzando tra l’altro, la gravità della condotta , in considerazione della posizione lavorativa del dipendente). (Cass. 4/12/2002, n. 17208, Pres. Dell’Anno, Rel. Foglia, in Lav. nella giur. 2003, 344, con commento di Giorgio Mannacio)
    Il licenziamento intimato a motivo di una colpevole condotta del prestatore di lavoro, sia pur essa idonea a configurare la giusta causa di cui all’art. 2119 c.c., ha natura ontologicamente disciplinare ed implica, per tale ragione, la previa osservanza delle garanzie procedimentali di irrogazione stabilite dall’art. 7, L. n. 300/1970. (Corte d’appello Bari 15/11/2002, Est. Gentile, in Lav. nella giur. 2003, 386)
    Le condotte del lavoratore configuranti un fatto oggettivamente illecito, derivante da una norma penale radicata nella coscienza sociale, non necessitano di essere esplicitamente contemplate dal codice disciplinare e possono comunque essere contestate in via disciplinare. Occorre comunque distinguere tra comportamenti illeciti, attinenti all’organizzazione aziendale ed ai modi di produzione, i quali si riferiscono a norme per lo più ignote alla genericità e sono perciò conoscibili solo se espressamente previste, e quelli manifestamente contrari ai valori generalmente accertati, e perciò spesso illeciti anche penalmente, oppure palesemente in contrasto con l’interesse dell’impresa, per i quali non è necessaria, appunto, la specifica inclusione nel codice disciplinare. (Trib. Forlì 3/10/2002, Pres. Velotti, Est. Allegra, in Lav. nella giur. 2003, 391)
    La nozione di giusta causa di recesso è nozione legale (art. 2119 c.c.) e, proprio per questo,tanto più con riguardo a fatti di rilievo penale e contrari a regole di civiltà, non richiede previsioni ad hoc nel codice disciplinare, le quali, se presenti, danno luogo a fattispecie tipizzate (comunque sottoposte a controllo giudiziale di congruità) e non pongono fuori della nozione comportamenti diversi. (Corte d’appello Milano 27/9/2002, Pres. Mannacio, Rel. De Angelis, in Lav. nella giur. 2003, 387)
    In tema di licenziamento per giusta causa o giustificato motivo soggettivo, allorquando vengano contestati al dipendente diversi episodi rilevanti sul piano disciplinare, il giudice di merito non deve esaminarli partitamente, riconducendoli alle singole fattispecie previste da clausole contrattuali, ma deve valutarli complessivamente. (Nella specie, la S.C. ha cassato con rinvio la sentenza impugnata, emessa in sede di rinvio, la quale, non adeguandosi al principio di diritto, attraverso un esma separato degli episodi contestati, aveva ritenuto sì sussistente un illecito disciplinare, ma non così grave da giustificare l’intimato licenziamento). (Cass. 16/9/2002, n. 13536, Pres. Ciciretti, Rel. Stile, in Lav. nella giur. 2003, 74)
    L’eventuale preventiva delibera assunta dall’assemblea dei soci, nella quale sia stato manifestato il proposito di licenziare un lavoratore per motivi disciplinari, non costituisce circostanza invalidante del successivo licenziamento, essendo ogni decisione definitiva rinviata all’esito del relativo procedimento disciplinare e alla valutazione delle sue risultanze. (Cass. 18/6/2002, n. 8853, Pres. Mileo, Est. Di Lella, in Riv. it. dir. lav. 2003, 91, con nota di Sndro Mainardi, Vecchie e nuove questioni in materia di procedimento disciplinare, titolarità del potere e termini a difesa).
    Il pubblico dipendente, nei cui confronti non sia stato promosso procedimento disciplinare in seguito alla pronuncia di sentenza penale di condanna, ha diritto alla restitutio in integrum. (Consiglio di Stato, 28/2/2002, n. 2, Pres. De Roberto, Est. Farina, in Foro it. 2003, parte terza, 371)
    Il potere di risolvere il contratto di lavoro subordinato per il caso di notevole inadempimento degli obblighi contrattuali deriva al datore di lavoro direttamente dalla legge (art. 3 della legge n. 604 del 1966), e non necessita, per il suo legittimo esercizio, di una dettagliata previsione, nel contratto collettivo o nel regolamento disciplinare predisposto dal datore di lavoro, di ogni possibile ipotesi di comportamento illecito integrante il suddetto requisito, spettando al giudice di verificare, ove si contesti la giustificatezza del recesso, se gli episodi addebitati integrino l’indicata fattispecie legale. Pertanto, anche se non specificatamente previste dalla normativa negoziale, costituiscono ragione di valida intimazione del recesso del datore di lavoro le gravi violazioni dei doveri fondamentali connessi al rapporto di lavoro, quei doveri cioè, che sorreggono la stessa esistenza del rapporto, quali sono i doveri imposti dagli artt. 2104 e 2105 c.c., e, specificatamente, quelli derivanti dalle direttive aziendali. (Cass.8/6/2001, n. 7819, Pres. Trezza, Rel. De Matteis, in Argomenti dir. lav. 2003, 351)
    La teoria cd. ontologica estende l’ambito del licenziamento disciplinare a tutti i casi in cui viene a suo mezzo sanzionata una inadempienza e/o trasgressione del lavoratore. Una simile regola non incontra limiti nel carattere extralavorativo della causa di licenziamento addotta dal datore di lavoro, trattandosi comunque di un comportamento imputabile del lavoratore. Consegue da ciò l’applicabilità anche in questo caso delle regole del contraddittorio sancite dall’art. 7, l. n. 300/70. (Corte Appello Bologna 12/3/2001, pres e est. Castiglione, in Lavoro giur. 2001, pag. 1043, con nota di Cavalloni, Il principio “audiatur et altera pars” nel licenziamento per fatto extralavorativo)
    Nella valutazione della gravità dei comportamenti del lavoratore al fine della configurabilità di una giusta causa di licenziamento non assume rilevanza decisiva il tenue valore del danno economico arrecato al datore di lavoro, dovendosi avere riguardo agli effetti del comportamento del lavoratore sulla particolare fiducia che ripone in lui il datore di lavoro in relazione alle mansioni assegnate (nella specie, la cassiera di un supermercato aveva indebitamente utilizzato una tessera punti-sconto riservata ai clienti) (Trib. Milano 16/11/00, est. Peragallo, in Orient. Giur. Lav. 2000, pag. 962)
    Gli artt. 2104 e 1176 c.c. impongono al lavoratore di eseguire la prestazione – indipendentemente dalle direttive impartite dal datore di lavoro – secondo la particolare qualità dell’attività dovuta, risultante dalle mansioni e dai dati professionali che la definiscono, e di osservare, altresì, tutti i comportamenti accessori e le cautele che si rendano necessari ad assicurare una gestione professionalmente corretta (nel caso, il bancario aveva dato corso a rilevanti operazioni di bonifico senza alcuna cautela) (Cass. 27/9/00, n. 12769, pres. Trezza, est. Coletti, in Riv. it. dir. lav. 2001, pag. 446, con nota di Nadalet, Sull’obbligo di diligenza e i cd. compiti accessori: verso un’estensione della sfera di imputabilità)
    L’ipotesi del notevole “inadempimento degli obblighi contrattuali” cui si riferisce l’art. 3, l. n. 604/66 non può identificarsi soltanto nell’inadempimento o inesatto adempimento della prestazione lavorativa dovuta, ma deve estendersi anche alla violazione degli obblighi accessori o funzionali rispetto alla prestazione stessa e, più in generale, alla violazione dei doveri di correttezza, di lealtà, di fedeltà, che pure derivano dal contratto di lavoro, sulla base delle disposizioni degli artt. 2094 e 2104 c.c. (Nella specie, la Cassazione ha cassato con rinvio la decisione dei giudici di appello che avevano escluso la configurabilità del notevole inadempimento nel comportamento del lavoratore che aveva manomesso l’orologio marcatempo in modo da far risultare sul cartellino un orario di entrata che non era stato registrato) (Cass. 19/8/00, n. 10996, pres. Mileo, in Orient. giur. lav. 2000, pag. 747)
    Il giudice del lavoro adito con impugnativa di licenziamento, ove questo sia stato irrogato in base agli stessi comportamenti che furono oggetto di imputazione in sede penale, non è obbligato a tener conto dell’accertamento contenuto nel giudicato di assoluzione del lavoratore, ma ha il potere di ricostruire autonomamente, con pienezza di cognizione, i fatti materiali e di pervenire a valutazioni e qualificazione degli stessi del tutto svincolate dall’esito del procedimento penale. In ogni caso, la valutazione della legittimità del comportamento del lavoratore, ai fini della verifica della legittimità del licenziamento per giusta causa deve essere da quel giudice operata alla stregua della ratio degli artt. 2119 c.c. e 1, l. 15/7/66, n. 604, cioè tenendosi conto dell’incidenza del fatto commesso sul particolare rapporto fiduciario che lega le parti nel rapporto di lavoro, delle esigenze dell’organizzazione produttiva e delle finalità e delle regole di disciplina postulate da detta organizzazione, indipendentemente dal giudizio che del medesimo fatto dovesse darsi ai fini penali: sicchè non incorre in vizio di contraddittorietà la sentenza che affermi la legittimità del recesso nonostante l’ assoluzione delle lavoratore in sede penale per le medesime vicende addotte dal suo datore di lavoro a giustificazione dell’immediata risoluzione del rapporto (nella specie, la sentenza di merito, confermata dalla S.C., in relazione al licenziamento per giusta causa intimato a un lavoratore che aveva prestato denaro dietro notevole interesse ad un collega di lavoro e aveva proceduto poi a tutti i conseguenti atti di recupero crediti, aveva ritenuto la gravità del comportamento del dipendente, in quanto idoneo a turbare l’ordine della compagine aziendale, distolta dai suoi necessari moduli di solidarietà tra colleghi e di dedizione esclusiva all’attività di lavoro, e aveva perciò reputato legittimo il recesso del datore di lavoro, indipendentemente dall’avvenuta assoluzione del lavoratore dal reato di usura) (Cass. 5/8/00, n. 10315, pres. Santojanni, in Riv. it. dir. lav. 2001, pag. 339, con nota di D’Arcangelo, Giusta causa di licenziamento e usura)
    Spetta al solo giudice di merito la valutazione della gravità dell’inadempimento ai fini della sua qualificazione come giusta causa o giustificato motivo di recesso, non essendo queste ultime clausole generali che necessitino di una attività di integrazione da parte del giudice per dare concretezza al contenuto del precetto normativo, ma piuttosto specificazioni del generale principio previsto dall’art. 1455 c.c. circa la rilevanza che deve avere l’inadempimento per legittimare la risoluzione del contratto (Cass. 19/6/00, n. 8313, pres. Prestipino, est. Picone, in Riv. It. dir. lav. 2001, pag. 112, con nota di Vallauri, Espressioni ingiuriose, abitudini lessicali e giusta causa di licenziamento. Alcune osservazioni sulla natura di giusta causa e giustificato motivo)
    La valutazione del notevole inadempimento nel licenziamento per giustificato motivo soggettivo deve operarsi con riferimento non al fatto astrattamente considerato, bensì agli aspetti concreti del fatto stesso, alle circostanze del suo verificarsi, ai motivi e all’intensità dell’elemento intenzionale e di quello colposo (Trib. Roma 15/6/2000, pres. e est. Cocchia, in Lavoro giur. 2001, pag. 1076, con nota di Montanari, Specificità della contestazione dell’addebito e valutazione dell’infrazione nel licenziamento)
    In caso di licenziamento per giusta causa o giustificato motivo soggettivo, i fatti addebitati devono rivestire il carattere di grave negazione degli elementi del rapporto di lavoro, con particolare riguardo dell’elemento fiduciario e la relativa valutazione deve essere operata con riferimento agli aspetti concreti afferenti alla natura e alla qualità del singolo rapporto, alla posizione delle parti, al grado di affidamento richiesto dalle specifiche mansioni del dipendente nonché alla portata soggettiva dei fatti stessi, ossia alle circostanze del loro verificarsi, ai motivi e all’intensità dell’elemento intenzionale o di quello colposo. (Nel caso esaminato, la Cassazione ha ritenuto incensurabile in sede di controllo di legittimità, la sentenza impugnata che, con motivazione congrua, esaustiva e priva di salti logici, aveva ritenuto reazione sproporzionata il licenziamento di una dipendente gastronoma di un bar-gastronomia appropriatasi di due kiwi e di un cestino di fragole, valorizzando circostanze quali la lunga durata del rapporto di lavoro, l’assenza di precedenti disciplinari della lavoratrice e il minimo grado di affidabilità richiesto dalle mansioni assegnatale) (Cass. sez. lav. 27 novembre 1999 n. 13299, pres. Sciarelli, est. Vidiri, in D&L 2000, 479, n. Ianniello, Ancora sulla nozione di giusta causa e giustificato motivo soggettivo)
    Per accertare la legittimità di un licenziamento per colpa adottato nei confronti di un dipendente, occorre che il comportamento dello stesso sia valutato attraverso un giudizio globale che tenga conto dell’effettiva incidenza del fatto addebitato sul comportamento lavorativo (Cass. 13/4/99 n. 3645, pres. Pontrandolfi, est. Guglielmucci, in D&LGiusta causa di licenziamento e ) 1999, 657, n. Muggia,

    Questa è legge, riflettete e agite senza paura.

    Auguroni.

  343. Gugu

    Ciao Ragazzi, io ho lavorato per 4 mesi al negozio della Penny Market di Castelfiorentino in Toscana, devo dire che la realtà all’interno del punto vendita è ottima, il direttore e i miei ex colleghi erano ragazzi anche miei coetanei, persone stupende, sempre pronti a aiutarti per qualsiasi cosa.
    Il problema era la sede regionale di altopascio e di tutti quei C******i di ispettori chi comanda a aLTOPASCIO.
    Ho accettato di fare uno stage 1 un mese completamente gratis (