GDO News
13 Commenti

Interdis – Leclerc 1: Luigi Viale acquisisce il 51% del Gruppo Onda Market

Che il Gruppo Onda Market fosse sul mercato si diceva da tempo. La realtà del Gruppo è interessante: si sviluppa tra Milano e Varese dove ha, oltre alla Sede con un Cash & Carry di assoluto interesse, la maggior parte dei PdV di proprietà. Però si allunga sino alla Valtellina ed ha un piccolo presidio in Toscana. Fa parte del Gruppo Interdis – Leclerc ed è figlio della migrazione di qualche anno fa dal Gruppo MDO (Di meglio). Esattamente come il Gruppo Viale. Gli incontri tra Gruppi appartentati da un medesimo Brand sono più semplici e più consueti come si può facilmente immaginare, e proprio una serie di incontri tra i proprietari Viale e Bozzoli hanno fatto sì che si arrivasse ad un accordo.
Tutto il Gruppo Viale, dove esiste anche un rilevante impegno immobiliare, ha salutato con favore tale acquisizione ed è conscio che il passo in avanti che è stato fatto porterà ad una nuova influenza all’interno della Centrale Interdis. Sarà interessante verificare come verrà coniugata la vocazione alla gestione dei Supermercati del Gruppo Viale con quella della gestione Cash del Gruppo Onda.

13 COMMENTI
  1. Informato

    La situazione dei pagamenti dei fornitori della Luigi Viale da parecchio tempo e’ veramente critica , ora con l’acquisizione del Gruppo Onda fa paura , ma molta paura!

  2. aldo

    in realtà sembra che più che una acquisizione sia stato fatto un contratto di integrazione commerciale . Il che vuol dire che continueranno ad andare avanti fino a luglio allo stesso modo. Poi loro faranno i licenziameneti del sovrannumero di dipendenti e la sede negoziale sarà quella di Onda Market.

  3. roberto

    A me risulta che il gruppo Viale sia in ritardo con i fornitori nei casi in cui ha riscontrato importanti differenze inventariali e sono in atto diatribe per risolve conseguenze economiche. Penso che INFORMATO si riferisse a tali situazioni.

  4. mar

    Sempre in attesa di conferme o smentite. E particolari,tipo: che fine farà il socio di minoranza di Onda? il cash-cooperativo scesserà la sua ambiguità diventando o un cash vero e proprio (in competizione con Metro a sud e Bianchi a nord)o un iper (com Carrefour a due minuti e Iper a tre)?

  5. EZIO

    margini inesistenti ridotti all ,osso si gira un sacco di euro ma il guadagno. è solo loro .volantini delle offerte che fanno ridere.grazie ma così non va bene

  6. Informato

    Sembra che la situazione non sia delle migliori con i pagamenti ; gli affiliati dell’ex Onda sono preoccupati ,gravi rotture di stock su parecchi settori per il blocco delle consegne a causa dei pagamenti ritardati : abbiamo gia’ visto purtroppo questo film ,subentrera’ il Conad ??

  7. Informato

    Cosa succede da Viale ?? Da lunedi 16 viene abbandonata di corsa la sede di Onda Market e gli uffici si trasferiscono nella vecchia sede dei Viale a Villanova Monferrato .
    Sono stati sfrattati dai vecchi proprietari dell’Onda Market che non vengono pagati ?? o se ne sono andati solo per lasciare a casa in modo indegno e indecoroso un po’ di impiegati che non si possono certo permettere il trasferimento a Villanova Monferrato ??
    Una cosa e’ certa : gli scaffali sono sempre piu’ vuoti perche’ i fornitori non vengono pagati e consegnano solo dopo il saldo delle forniture precedenti mentre qualcuno gia’ si rifiuta di servirli definitivamente.
    E in Interdis tutto tace ! ci mancherebbe che dessero una prova di serieta’ espellendo il socio !

  8. Informato

    Cosa ci dice il Dott. Santambrogio , direttore generale di Interdis , in merito a Viale ?
    Puo’ rassicurare l’industria o siamo di fronte ad un ennesima chiusura fallimentare ?

  9. Erni

    Non penso durino molto Informato ….. speriamo che vendano in fretta a un gruppo che sappia il fatto suo!

  10. Erni

    C’è qualche novità?
    Chiusura ,vendita o fallimento ?

  11. Informato

    Purtroppo quello che gli addetti al lavoro prevedevano e’ successo ( solo le centrali non conoscono la realta’ , vero…. Despar ??) , da Viale tutti in cassa integrazione , nella fornitura degli acquisti e’ subentrata Unes, il buco e’ di svariati milioni di Euro.
    Ma allora le roboanti dichiarazioni di entrata in Despar ? l’inutile trasferimento nel magazzino di Vercelli ( quello che era stato un Cedi di Conad) ??
    Finisce all’Italiana… un bel concordato e l’industria ancora una volta si lecchera’ le ferite.
    Ma ai Viale rimane sempre la Bistefani …. per consolarsi

  12. erni

    Ma è vero che Unes rileva il tutto ?

  13. annoiato69

    x erni e informato…………ciao son finito qui x caso e……..purtroppo io son passato e stato affettato dal tritacarne del sciur *****……….che con non curanza passera le vacanze sul suo ” barchino” tranquillo tranquillo mentre a pagare son sempre i dipendenti e vari affiliati rimasti qualcuno in braghe di tela ……..ringraziando *******…………..Ma tutto si vedeva gia dal 2009 quando spesso non arrivavano piu i prodotti a marchio ……..non venivano pagati ?????????? la scusa era sempre cambio pakaging…………..

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su