GDO News
Nessun commento

Istat: Agosto 2007 all’insegna della crisi

Sebbene Istat abbia rilevato in agosto un aumento del 3% tendenziale delle vendite nella grande distribuzione, contro una variazione nulla delle imprese operanti su piccole superfici, bisogna tenere ben presente una serie di considerazioni: nel settore alimentare si stanno registrando incremento su alcune categorie che vanno ben al di là di ciò che viene dichiarato (il Pane, si leggeva sulle testate più importanti la settimana scorsa, ha subito un aumento reale del 79% su alcuni prodotti) e nel settore non alimentare la spinta propulsiva degli anni precedenti è terminata. Così nei primi otto mesi del 2007, le vendite della grande distribuzione hanno segnato +0,8%, mentre le piccole imprese hanno mostrato un incremento dello 0,4%. I prodotti alimentari sono aumentati del 2,7% tendenziale (+3,2% nella grande distribuzione, +0,7% nelle imprese operanti su piccoli superfici), mentre i non alimentari hanno mostrato una variazione tendenziale nulla (+1,7% nella grande distribuzione, -0,3% nelle piccole imprese). Nei primi otto mesi dell’anno, rispetto all’analogo periodo del 2006, gli alimentari hanno segnato +0,7%, mentre i non alimentari hanno registrato un incremento dello 0,5%. Nella distribuzione per Format gli incrementi piu’ significativi rispetto ad agosto 2006 riguardano supermercati e altri specializzati (entrambi +3,3%), insieme a grandi magazzini (+3%). Gli hard discount aumentano del +2,5%, supermercati con +0,7%; gli ipermercati segnano un incremento dello 0,2% (-0,6% per il settore alimentare, +0,9% per quello non alimentare). L’analisi per tipologia merceologica mostra flessioni tendenziali piu’ marcate per il settore dei mobili (-1,1%),variazioni tendenziali nulle per abbigliamento e pellicceria, utensileria per la casa e ferramenta. Variazioni positive per le categorie della profumeria (+1,4%) e Giochi, giocattoli, sport e campeggio (+1,1%). Nei primi otto mesi dell’anno, l’incremento maggiore ha riguardato Calzature, articoli di cuoio e da viaggio (+1,7%), e Foto-ottica e pellicole e Utensileria per la casa (entrambi a +1%). Per quanto riguarda le ripartizioni geografiche, in termini tendenziali, l’incremento maggiore e’ registrato nel Nord-ovest (+3,3%). Segno positivo per Nord (+2,4%), Nord-est (+1,5%), Sud e isole (+0,2%). Segno meno per il Centro (-0,4%). Infine, i giorni di apertura medi dichiarati dalle imprese sono stati 24, +0,2 giorni rispetto al 2006 (+0,4 giorni per la grande distribuzione e +0,1 giorni per le imprese operanti su piccole superfici).

Dati dell'autore:
Ha scritto 300 articoli

Di formazione giornalistica, esperta in comunicazioni di massa.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su