GDO News
Nessun commento

La GDO e le Compagnie Petrolifere: anche in questo ambito inizia una nuova Era

Il questi tempi il valore del Petrolio sta raggiungendo i massimi storici e secondo gli analisti più attenti il peggio deve ancora arrivare, così per i consumatori le novità su questo fronte non sono così positive, ma esiste un’altra novità: si stanno sviluppando accordi tra la Grande Distribuzione e alcune compagnie petrolifere. Le multinazionali francesi, maestre dell’offerta sulle grandi superfici, stanno prodigandosi a trovare partnership interessanti creando una rinnovata offerta al consumatore, ma ovviamente anche un altra possibilità di creare ulteriore traffico nelle strutture della GDO. Recentemente a Milano è stato presentato un accordo sottoscritto tra il gruppo Auchan ed il Gruppo ENI , dalla durata quadriennale, in base al quale la compagnia petrolifera aprirà delle pompe di benzina all’interno dei Centri Commerciali della Catena Distributiva Francese in Italia. E’ prevista la creazione di 5 Centri di distribuzione di Carburante con doppia insegna Eni-Auchan; due distributori dei cinque previsti sono già esistenti a Torino e Concesio (BS), due sono da costruire ed uno da definire. Il valore aggiunto offerto al consumatore è uno sconto alla pompa di una cifra al litro che può arrivare a 10 centesimi ( per possessori di carte fedeltà Auchan). Nell’eventualità che il Test di reciproca soddisfazione è prevista l’apertura di altre sette pompe di benzina. Auchan, con questo accordo, arriverà a gestire 12 impianti di carburante di cui uno addirittura ad insegna propria. L’obiettivo del gruppo è quello di avere un distributore in ciascuno dei 43 suoi ipermercati presenti in Italia. Al contrario, invece, l’ Agip starebbe pianificando l’apertura di mini-supermercati nelle stazioni di servizio. Così dopo il Conad Leclerc di Gallicano (LU) e Carrefour a Massa Carrara ed il cui obbiettivo è quello di realizzare 50 stazioni di servizio entro il 2008 proponendo sconti sempre nell’ordine di 10 centesimi al litro per gli associati. Ecco che Auchan, salvo problematiche burocratiche regionali, vuole dare un diverso impulso a questo business dopo la recente liberalizzazione governativa, da una svolta concreta al mercato. Manca solo un particolare: chi sono interessati al Business? Manca ancora una parte importante della GD nazionale, per non parlare della DO che sviluppa format appetibili per la realizzazione di tali progetti. Adiconsum ha preso in esame ad inizio anno i prezzi alla pompa nei supermercati, analizzando una ricerca sui carburanti nella rivista francese “Autoplus” che conferma come i prezzi dei carburanti nei supermercati sono più bassi.
La differenza di prezzo registrata si aggira sui 4-6 centesimi rispetto alle compagnie petrolifere, che può arrivare anche a 10 centesimi se l’acquisto viene effettuato con la fidelity card del supermercato.
In altre parole: il risparmio per ogni auto, considerato un consumo di circa 1500 litri annui pari a 15-20.000 km percorsi, è di 50-100 euro che può anche raddoppiare con le fidelity card come già scrivemmo in un articolo del recente passato.

Dati dell'autore:
Ha scritto 769 articoli
Dott. Andrea Meneghini

Analista ed esperto di Grande Distribuzione alimentare.E’ un attento osservatore delle dinamiche evolutive dei format discount e supermercati in Italia ed in Europa. Opera come manager per alcuni gruppi alimentari sullo sviluppo all’estero, soprattutto nord Europa e Medio Oriente. Ha scritto il libro per la catena Lillo Spa “Vent’anni di un successo”.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su