GDO News
Nessun commento

“El Corte Ingles” sbarca in Italia

El Corte Ingles con un fatturato di quasi 16 miliardi di euro il gruppo spagnolo è leader nei grandi magazzini.
Da piccola sartoria nel cuore di Madrid a leader tra i grandi magazzini europei in attesa di farsi conoscere al grande pubblico italiano. E’ la storia della costante ascesa economica del gruppo spagnolo El Corte Ingles, catena di distribuzione già numero uno nel settore in tutta la Spagna che ha raggiunto la vetta della classifica tra i grandi magazzini anche a livello europeo. Il tutto grazie a un fatturato che nel 2005 ha registrato un incremento dell’ 8,5%, con un volume di affari di 15.855 milioni di euro, come reso noto un paio di mesi fa dal suo presidente, Isidoro Alvarez, durante l’assemblea generale degli azionisti.
Il gruppo nato in Spagna nel 1934 dalla volontà di Ramon Areces, è così riuscito a scavalcare tutti i suoi omologhi europei, tra i quali il rivale tedesco Karstadtquelle, che lo scorso anno ha raggiunto un volume di affari di 15.845 milioni di euro, l’inglese Marks&Spencer, che ha incrementato il suo fatturato di 1,1% e i famosi magazzini parigini Galeries Lafayette, che hanno registrato un aumento pari allo 0,7%. Ancora più in fondo nella classifica dei grandi del commercio europeo altre firme classiche, come Harrod’s o Selfridges, celebri ormai più per il proprio tradizionale prestigio che per le loro vendite, che nel 2005 non si sono neanche avvicinate ai mille milioni di fatturato.
A El Corte Ingles va inoltre il merito di aver conquistato la prima posizione in Europa nonostante la sua diffusione molto limitata. Nel Vecchio continente è infatti presente solamente in Spagna (con circa 80 stabilimenti), in Portogallo (con 2 stabilimenti) ed in Francia ma limitatamente al mercato del turismo attraverso le sue agenzie di viaggi. Una situazione destinata a cambiare rapidamente, come affermato da Alvarez, che ha sottolineato la volontà di aprire nuovi centri in Italia.
In Europa esistono diverse firme di distribuzione maggiori de El Corte Ingles, ma si tratta di gruppi concentrati esclusivamente sul settore alimentare o con strutture diverse da quella del grande magazzino, come Carrefour, Metro o Auchan. Diversa la realtà dei grandi magazzini a livello mondiale, nell’ambito del quale El Corte Ingles si colloca in terza posizione, dopo i due gruppi statunitensi Sears Holdings (frutto della fusione di Sears e KMart, che ha fatturato nel 2005 38.378,1 milioni di euro) e Federated Department Stores (con un fatturato di 17.492,2 milioni di euro), che controlla catene come Macy’s e Bloomingdale’s. Però El Corte Ingles attraverso stores con insegna “Hipercor” ha superato anche la barriera che la separava dai colossi alimentari, infatti hanno iniziato a rivolgersi da diverso tempo anche al mercato della distribuzione alimentare con un certo successo; così capita spesso di vedere alla periferie delle grandi città dei grandi centri commerciali “El Corte Ingles” con accanto il brand “Hipercor”: entrando in queste strutture si rimarrà affascinati dallo straordinario assortimento dello storico marchio sino ad arrivare ad un entrata, all’interno dell’area vendita, che introduce alla parte alimentare come avevamo raccontato nell’articolo uscito in data 1 Maggio.
L’Italia, tra l’altro, non è l’unico Paese europeo inserito nel piano di sviluppo della società, che ha allo studio anche altre aperture nel Vecchio Continente.

Dati dell'autore:
Ha scritto 769 articoli
Dott. Andrea Meneghini

Analista ed esperto di Grande Distribuzione alimentare.E’ un attento osservatore delle dinamiche evolutive dei format discount e supermercati in Italia ed in Europa. Opera come manager per alcuni gruppi alimentari sullo sviluppo all’estero, soprattutto nord Europa e Medio Oriente. Ha scritto il libro per la catena Lillo Spa “Vent’anni di un successo”.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su