GDO News
Nessun commento

Rientriamo dalle vacanze con una buona notizia: la GDO cresce secondo Unioncamere

Ne avevamo tutti l’impressione verificando la quotidianità nell’ambito della nostra professione: i cattivi presagi degli scorsi anni si stanno lentamente allontanando e diciamo che secondo i dati di Unioncamere appena pubblicati il grande merito è della Grande Distribuzione. Infatti, secondo la stessa, i consumi crescono di poco, ma comunque crescono ormai da nove mesi così anche nel secondo trimestre dell’anno corrente hanno consentito alle piccole e medie imprese commerciali di mettere per il terzo trimestre consecutivo un segno positivo davanti all’indicatore delle vendite: +0,1%, e come detto grazie esclusivamente alla grande distribuzione (+2,9%). E’ quanto emerge dall’analisi compiuta sulla congiuntura delle piccole e medie imprese (da uno a 500 dipendenti) nel secondo trimestre 2006. I dati segnalano in crescita il Centro-Nord (+2,5%), mentre Sud e Isole registrano una contrazione (-1,3%). Positiva la dinamica del giro d’affari delle imprese dei servizi in senso stretto (+0,4%), tra le quali spicca la performance di Informatica e telecomunicazioni (+1,4%). Quest’ultimo dato, ovvero quello relativo al comparto Informatica e telecomunicazioni, sarà da noi approfondito con cura ed attenzione nei prossimi numeri, per ora è sufficiente rilevare che gli sforzi compiuti da noi addetti ai lavori sta portando i suoi risultati. I mezzi di ottenimento sono stati diversi ma principalmente riconducibili a quattro aspetti: forte aggressività promozionale sul consumatore attraverso i modi più disparati (sconti su carte fedeltà, incremento delle aree vendita destinate alle attività promo, aumento delle campagne promozionali, etc.), revisione dei lay out con l’inserimento di nuove categorie (o allargamento di esistenti) a beneficio però del non food e a discapito del food, l’incremento dell’assortimento della Private Label ed infine lo sviluppo delle reti di vendita soprattutto sul formato Ipermercati e Superstore. Piano piano stiamo guadagnando la nuova fiducia del consumatore che dobbiamo però solidificare attraverso nuove ed adeguate strategie di marketing: Oggi il principale problema causato dalle sopradescritte attività è che ad un lieve aumento del valore, corrisponde un forte aumento dei volumi.
Una delle cose che bisogna realizzare i tempi relativamente brevi è quella di aggiornare gli assortimenti ottimizzando gli spazi esistenti ed inserendo prodotti di qualità con un valore diverso.
Per adesso godiamoci serenamente da dietro le nostre scrivanie l’ultimo sole di questa strana estate.

Dati dell'autore:
Ha scritto 769 articoli
Dott. Andrea Meneghini

Analista ed esperto di Grande Distribuzione alimentare.E’ un attento osservatore delle dinamiche evolutive dei format discount e supermercati in Italia ed in Europa. Opera come manager per alcuni gruppi alimentari sullo sviluppo all’estero, soprattutto nord Europa e Medio Oriente. Ha scritto il libro per la catena Lillo Spa “Vent’anni di un successo”.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su