GDO News
Nessun commento

Coop Eroski: La Coop spagnola

La Coop Eroski, ovvero la cooperativa iberica che tenta, invano, di competere con i grandi colossi francesi. Però è davvero differente dalla nostra Coop. Intanto agisce in termini commerciali in diverse attività, infatti Eroski possiede 38 distributori di benzina, 205 agenzie di viaggi, 172 profumerie, e circa 600 pdv di cui circa 80 sono ipermercati, in più ha già tentato l’invasione in terra straniera, e nientemeno che in Francia! Vi è da dire che da alcuni anni, hanno strategicamente siglato un accordo importante con il gruppo francese Intermarchè rivolto all’unificazione delle politiche di acquisto.Ha degli Ipermercati molto belli spesso all’interno di grandi gallerie commerciali. In entrata risalta subito, in quelli di ultima generazione, un reparto estremamente vasto dedicato alla categoria “disco-libro” con un assortimento amplissimo sia nell’una che nell’altra categoria.

Disco_libro

Da noi nessun retailer possiede un’offerta così profonda. Inoltre lo spazio dedicato alla vendita di giornali e riviste è messo molto in risalto ed anche questo di grande offerta assortimentale.

I reparti Tessile e Tessile casa ricoprono una vasta parte dell’assortimento del non food, somiglia un po’ al Carrefour francese in questo senso, e sono completamente dominate da un vasto assortimento di prodotti a marca commerciale. Infatti Eroski ha creato, in questo ambito, una private label di fantasia “Visto Bueno” che si impegna a pubblicizzare molto con attività in store, ad esempio con l’impegno a garantire il prodotto per 12 mesi.

Vistobueno

Anche in Eroski il reparto della profumeria è caratterizzato da un vasto assortimento di prodotti in private label, accattivanti in termini di “visual” con prezzi davvero competitivi. A differenza di Carrefour , che presente due private label, essendo la seconda concentrata sull’offerta di primi prezzi, Eroski ne presenta una sola concentrata esclusivamente sull’equilibrio qualità/prezzo. L’enoteca di Eroski è davvero bella, composta come se si entrasse in una galleria inebriante e con una vasta profondità di assortimento.

Anche qui come in Mercadona, oltre ai comodi carrelli da prendere con monete all’esterno del centro commerciale, ci sono all’interno le ceste per la spesa veloce, ma le stesse possono essere trascinate a terra perché sono dotate di ruote ed un alto manico, insomma diventa un piccolo carrellino, perché non ci pensiamo anche noi?

Carrello

Eroski presenta poi uno spazio destinato ai prodotti regionali: a differenza che da noi, tale contesto merceologico è messo fortemente in risalto perché viene distinto dal resto dell’area vendita chiudendosi sotto altri colori, altre scaffalature in un ‘area distinta di circa 50-80 mq, e si chiama “tienda Regional” (negozio regionale). Questa piccola area vendita presenta un assortimento di circa 300 referenze.

Dati dell'autore:
Ha scritto 769 articoli
Dott. Andrea Meneghini

Analista ed esperto di Grande Distribuzione alimentare.E’ un attento osservatore delle dinamiche evolutive dei format discount e supermercati in Italia ed in Europa. Opera come manager per alcuni gruppi alimentari sullo sviluppo all’estero, soprattutto nord Europa e Medio Oriente. Ha scritto il libro per la catena Lillo Spa “Vent’anni di un successo”.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su