GDO News
Nessun commento

USA: un nuovo modo di promuovere i prodotti editoriali

Harry Potter e la saga ad esso connessa, oltre a generare un grande business attraverso films e dvd, libri e merchandising vario, si è proposto come perfetto esempio di come i supermercati statunitensi (Wal-Mart, Stop&Shop, etc.) abbiano saputo trarre dai libri di alta gamma, un’occasione per generare vendite incrementali. In occasione dell’ultime release estiva “Harry Potter e il principe mezzosangue” sono stati organizzati eventi e feste a tema. Tale novità ha generato grande vivacità negli storse protagonisti, con "feste di mezzanotte" su 14 pdv test, durante le quali accanto ai libri si vendevano Dvd e giocattoli. Tale episodio ha invogliato diversi retailers a creare sezioni libri più accoglienti con eventi promozionali "in store" molto frequenti. Alcune catene pensano già di unire categorie come libri, riviste , Cd e Dvd in una zona del negozio più indicata per gli eventi, come ad esempio gli "incontri con gli autori". L’effettivo livello di servizio e la completezza dell’offerta rappresentano per il consumatore un ulteriore possibilità di one-stop-shopping, senza doversi recare necessariamente in libreria. Essenziale è che si mantenga un elevato livello di interesse: il consumatore deve sempre aspettarsi qualcosa di elevato e deve percepire che il supermercato è il posto giusto in cui cercare il best seller. Ecco un nuovo modo per fidelizzare (vedi articolo precedente).

Dati dell'autore:
Ha scritto 757 articoli
Dott. Andrea Meneghini

Analista ed esperto di Grande Distribuzione alimentare.E’ un attento osservatore delle dinamiche evolutive dei format discount e supermercati in Italia ed in Europa. Opera come manager per alcuni gruppi alimentari sullo sviluppo all’estero, soprattutto nord Europa e Medio Oriente. Ha scritto il libro per la catena Lillo Spa “Vent’anni di un successo”.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su